La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEVOLUZIONE DELLA LINGUA LATINA. LA LINGUISTICA STORICA è lo studio della parentela genealogica delle lingue e del loro mutamento attraverso il tempo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEVOLUZIONE DELLA LINGUA LATINA. LA LINGUISTICA STORICA è lo studio della parentela genealogica delle lingue e del loro mutamento attraverso il tempo."— Transcript della presentazione:

1 LEVOLUZIONE DELLA LINGUA LATINA

2 LA LINGUISTICA STORICA è lo studio della parentela genealogica delle lingue e del loro mutamento attraverso il tempo.

3 Perché le lingue cambiano nel tempo? ipotesi catastrofistica mutamento linguistico

4 Torre di Babele, a causa di essa le lingue si sono differenziate per punizione divina (ipotesi catastrofistica).

5 IL LATINO Lingua inizialmente orale utilizzata dai contadini, mercanti e soldati. Utilizzata per registrare formule giuridiche Onnipresenza della vita rurale nei vocaboli: – DELIRARE deriva daLIRA che significa SOLCO, inizialmente voleva dire USCIRE DAL SOLCO, successivamente USCIRE DALLA LINEA GIUSTA da cui: DELIRARE e DERAGLIARE

6 I NUMERI ROMANI Anche la numerazione latina ha un origine contadina. I pastori contavano i loro animali incidendo su un bastone una tacca per ognuno di essi. Esse furono sostituite da simboli:

7 Da quali lingue deriva il latino? Dal greco antico Dall etrusco Dal celtico Dalle lingue delle popolazioni italiche Fino al II sec. a.C. i cittadini romani parlavano fra di loro in greco e scrivevano in latino

8 I romani, plasmati ed istruiti dai greci, impararono la raffinatezza ed il latino divenne la lingua utilizzata da tutte le civiltà conquistate da Roma. Copia romana del discobolo dall originario bronzeo del 455 a.C. Dioniso, frontone orientale del Partenone ad Atene ( )

9 TERRITORIO ROMANO NEL II-III SEC. D.C.

10 LA PRONUNCIA LATINA Le consonanti: 1)c si pronunciava k 2)g si pronunciava gh 3)h era all origine una vera consonante e si pronunciava come un soffio aspirato. Dal I sec. a.C. hanno cominciato a diffondersi le pronunce senza h

11 Le vocali 1.La lettera u scritta anche v si pronunciava sempre u 2.La lettera y, che si trovava nelle parole prese in prestito dal greco, si pronunciava come l u francese.

12 Laccento Tutte le parole composte da più di una sillaba erano caratterizzate da un accento, che si metteva: 1.Sulla penultima sillaba se era lunga (lēvis) 2.Sulla terzultima sillaba se era breve (as ĭ nus)

13 C E LATINO E LATINO… Latino volgare = la lingua delle conversazioni quotidiane – non aveva regole ben precise – L idioma dal quale derivano tutte le lingue romanze Latino classico (o dotto) = il latino scritto – Grammaticalmente corretto – III sec. a.C. – V sec. d.C. il latino non differisce più di tanto

14 DITE … MA NON DITE … Nel III sec. a.C. i dotti, volendo restaurare il latino, fecero una lista nella quale scrissero le forme considerate difettose e la correzione a fianco di esse.

15 IL LATINO CRISTIANO I primi cristiani rifiutarono il latino dotto e pagano LATINO VOLGARE (per farsi capire da tutta la popolazione) – Inserirono dei neologismi – Presero in prestito delle parole popolari greche ed ebraiche La scelta di una lingua popolare provocò il disagio di alcuni uomini colti

16 SAN GIROLAMO ( ) Girolamo, un ciceroniano, non riusciva ad accettare l utilizzo di una lingua popolare Cristo, apparsogli in sogno, gli disse: Sei ciceroniano, non cristiano. Dove è il tuo tesoro, lì è anche il tuo cuore. In seguito scrisse una nuova versione della Bibbia, la Vulgata, comprensibile al po polo

17 IL QUADRATO MAGICO La frase sator Arepo tenet opera rotas significa: il seminatore Arepo mantiene con difficoltà le ruote Da qualsiasi verso si leggano le parole la frase non cambia

18 ALL INTERNO DEL QUADRATO O T A O E A T E N E T A E O A T O Ogni t è sempre fra una a ed una o.L alfa e l omega. L inizio e la fine, Cristo stesso. La figura che ne risulta è un ottagono. Otto è un numero di ordine ed equilibro. La N è il simbolo fenicio del pesce, derivato da quello egizio dell acqua. L acqua al centro del Quadrato, la fonte della vita, il battesimo.

19 T E T E E T E T Negli angoli si leggono 2 oroe 2 ara che significano prego e altare Se escludiamo la N centrale otteniamo ET-ET. Il cristianesimo è una composizione di contrari: gioia e dolore, pace e guerra, morte e vita. Coincidenze?

20 CON IL TEMPO … Le consonanti finali non vennero più pronunciate uso di preposizioni come in, super ecc. Non si distingue il caso del soggetto da quello del complemento oggetto Si crea un ordine delle parole SOGG. + PV + C.OGG.

21 IL LATINO MEDIEVALE Dopo la caduta dell impero romano d Occidente Il latino parlato venne sostituito dalle lingue romanze Tuttavia il latino non scomparve del tutto: Usato nelle scuole e nelle chiese Parlato dalle persone colte

22 Dal XVII sec. Il latino non venne più parlato da nessuno Solo i testi diplomatici e legislativi erano scritti Verso l anno mille i popoli dell antico impero parlavano fra di loro in lingue nazionali

23 L indovinello veronese Se pareba boves alba pratalia araba albo versorio teneba negro semen seminaba Spingeva avanti i buoi arava un campo bianco aveva un aratro bianco spargeva una semenza nera Soluzione: la mano che scrive È il testo che costituisce la più antica attestazione in lingua romanza

24 … E FINALMENTE L ITALIANO L italiano è stato per lungo tempo solo una lingua scritta e letteraria Scrittori importanti: – Dante Alighieri( ) – Francesco Petrarca ( ) – Giovanni Boccaccio ( )

25 Francesco Petrarca Dante Alighieri Giovanni Boccaccio

26 IL TOSCANO Il toscano viene identificato come una lingua illustre. Nessuno voleva prendere come modello la pronuncia toscana: – Consonanti molli – L articolazione della lettera c L idioma che divenne l italiano, non mutò per quasi 5 secoli poiché si è diffuso unicamente in forma scritta

27 L ITALIA UNITA La situazione dell Italia dal Medioevo: il Regno di Sicilia Gli Stati della Chiesa Le città toscane e del nord (Firenze, Genova, Milano …) Diversità dialettale dovuta alle invasioni barbariche 1861 il Paese ha raggiunto un unità politica

28

29 LE LINGUE PARLATE IN ITALIA Lingua ufficiale – Italiano (toscano letterario) Lingue ufficiali regionali – Francese – Tedesco – Sardo Altri idiomi – Romanze: piemontese, lombardo, genovese, veneziano, emiliano-romagnolo, marchigiano … – Germanici: tedesco e parlate germaniche – Slavi: sloveno e serbo-croato – Diversi: albanese, greco e zingaro

30 …1900 Il prestigio secolare del Toscano non paralizza lo sviluppo della lingua Creazione di neologismi Prestiti francesi e inglesi

31 LINGUE ROMANZE: Italiano Francese Portoghese Spagnolo Brasiliano Rumeno LINGUE AVENTI DELLE INFLUENZE LATINE: Inglese Tedesco Greco

32 La lingua dell altro bisogna viverla come una barriera che ci separa per sempre? O come un velo dietro il quale si nasconde un altra visione dell uomo o della vita?

33 FONTI: 1.L avventura delle lingue in Occidente, autore: H. Walter, editore: Laterza, 1999 Bari 2.Il quadrato magico, autore: Rino Cammilleri, Rizzoli google immagini


Scaricare ppt "LEVOLUZIONE DELLA LINGUA LATINA. LA LINGUISTICA STORICA è lo studio della parentela genealogica delle lingue e del loro mutamento attraverso il tempo."

Presentazioni simili


Annunci Google