La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Competitività del Sistema Turistico Italiano Evidenze dal Rapporto sulla Competitività Turistica Mondiale Thea Chiesa Responsabile Trasporti e Turismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Competitività del Sistema Turistico Italiano Evidenze dal Rapporto sulla Competitività Turistica Mondiale Thea Chiesa Responsabile Trasporti e Turismo."— Transcript della presentazione:

1 La Competitività del Sistema Turistico Italiano Evidenze dal Rapporto sulla Competitività Turistica Mondiale Thea Chiesa Responsabile Trasporti e Turismo World Economic Forum Alberto de Monte, Principal T&T - Booz & Company Riva del Garda 20 giugno 2008

2 2 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Agenda della Presentazione Chi e il World Economic Forum Il programma sulla Competitività Globale e il Rapporto 2008 sulla Competitività del settore Turistico Mondiale L Indice della Competitività del Sistema Turistico (TTCI - Travel & Tourism Competitiveness Index) I risultati comparativi del TTCI per il 2008 Analisi sulla Competitività Italiana: la performance del Paese sulla base della ricerca (Booz & Company)

3 3 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Organizzazione Internazionale e Fondazione senza scopo di lucro Costituita nel 1971 dal Prof. Klaus Schwab, attuale Presidente Sede Centrale a Ginevra. Uffici internazionali a New York, USA e Pechino, Cina Scopo: Piattaforma neutrale per facilitare il dialogo e la collaborazione tra il Pubblico e Privato Dialoghi, collaborazione e progetti su temi di attualità ed innovativi Rete di esperti mondiali capace di identificare i temi più critici per i governi e le aziende creando la possibilità di scambiare metodi e pratiche per meglio affrontare tale problematiche Monitoriamo i temi globali che hanno maggiore impatto sul settore privato Collaborazione tra tutti gli attori ad un problema (società civile, media, etc.) Chi e il World Economic Forum? Punti di Forza del Forum aziende mondiali di tutti settori industriali Presenza attiva della società civile, media, rappresentati religiosi, governi, ecc. Programmi per valutare la competitività delle nazioni a livello globale Programmi per valutare la competitività dei settori industriali (es. Turismo) Programmi di sviluppo scenari ( regionali, settoriali) Rete per valutare i rischi globali

4 4 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 La Rete sulla Competitività Mondiale Globale Prodotto Principale: Rapporto sulla Competitività Globale Programma iniziato nel 1979 con una copertura di 16 Paesi Attualmente il programma monitora 131 Paesi 2007 e il 28° Anniversario della nascita del programma

5 5 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Il Rapporto sulla Competitività del Settore Turismo Perchè Monitorare il settore Turistico (1/2) Il settore è cruciale per lo sviluppo economico e la prosperità di molte nazioni. E uno dei settori chiave per Paesi in via di sviluppo per ridurre la povertà e raggiungere gli obbiettivi posti nei Millenium development goals delle Nazioni Unite. Il Rapporto va visto come un potente strumento nel dialogo tra settore privato e governi per meglio capire quali sono le leve sulle quali realizzare un piano dazione per lo sviluppo sostenibile del settore turistico nazionale. L Indice sulla Competitività Turistica (TTCI) misura i fattori e le politiche che incentivano lo sviluppo del settore a livello nazionale. Inoltre stabilisce il quadro internazionale del settore. Rapporto e sviluppato con organismi internazionali: UNWTO, IUCN, Associazioni Internazionali di Settore: IATA, WTTC, e il settore privato: British Airways, Bombardier, Emirates, Netjets, Travelport, Carlson, SilverSea Cruies, Abercrombie & Kent, Booz & Company,...

6 6 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Il Rapporto sulla Competitività Mondiale LIndice e fortemente correlato con gli indicatori più tradizionali del settore Turistico Competività Globale e Arrivi Internazionali Fonti: WTTC, World Economic Forum

7 7 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 A)Questionario sullOpinione di Executives: Fornisce dati sulle opinioni dei leader dimpresa a livello mondiale; il questionario è importante specialmente per quelle variabili per le quali non esistono fonti di dati affidabili Gli intervistati confrontano i propri ambienti operativi con standard internazionali sulla base di una serie di dimensioni. E diffuso in tutti i paesi analizzati dal rapporto Fornisce dati unici su molte variabili qualitative delle istituzioni nazionali e del settore privato Nel 2007 abbiamo ottenuto un record di risposte: 11,000 7 domande specifiche sul settore turistico sono state incluse nel questionario fornendo informazione di ulteriore importanza per questo Rapporto B) Dati primari ottenuti principalmente da IATA, ICAO, UNWTO, WTTC, WTO, ecc. LIndice sulla Competività Turistica Fonte dei Dati?

8 8 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 LIndice sulla Competitività Turistica La Struttura Travel & Tourism Competitiveness Index (TTCI) A. Quadro Normativo e Regolamentare B. Ambiente Imprenditoriale ed Infrastruttura del Turismo C. Risorse Umane, Culturali e Naturali

9 9 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 The T&T Competitiveness Index Structure 1.Policy, regole e regolamentazioni A. Quadro Normativo e Regolamentare B. Ambiente Imprenditoriale ed Infrastruttura del Turismo C. Risorse Umane, Culturali e Naturali Travel & Tourism Competitiveness Index (TTCI) 6. Infrastrutture Trasporto Aereo 11. Capitale Umano 2. Sostenibilità Ambientale 7. Infrastrutture Trasporto su Terra 12. Affinità per il Sistema Travel & Tourism 3. Safety & Security 8. Infrastrutture Turistiche 13. Risorse Naturali 4. Salute e Igiene 5. Livello di Priorità del Sistema Travel & Tourism 9. Infrastrutture ICT 10. Competitività di Prezzo nel Sistema T&T 14. Risorse Culturali

10 10 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 LIndice della Competitivita Turistica Risultati 2008 Top 20 (risultati di 130 Paesi, scala 1-7)

11 11 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 LIndice della Competitivita Turistica Risultati 2008 EU 15 (risultati di 130 Paesi, scala 1-7) LItalia si posizione a lultimo posto del ranking generale del EU15, specialmente debole il quadro normativo, e ambiente imprenditoriale.

12 12 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 LIndice della Competitività Turistica Risultati 2008 Trend Regionali

13 13 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Lindice T&T del Forum classifica lItalia al 28° posto su 131 Paesi per competitività - tutti gli altri Paesi del ClubMed sono davanti ITALY SPAGNA 5 FRANCIA 10 PORTOGALLO 15 GRECIA 22 ITALIA 28 RANKING ALTRI PAESI CLUB MED

14 14 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 ITALIA FRANCIA SPAGNA K Unit 2.5% 4.8% 2.6% CAGR 95/06 Mil di ITALIA FRANCIA SPAGNA 7.1% 4.6% 3.1% CAGR 95/06 Fonte: UNWTO Trend Storico Arrivi Internazionali Confronto Italia-Francia-Spagna Negli ultimi 10+ anni, Arrivi ed Entrate turistiche in Italia sono cresciuti ma ad un tasso inferiore rispetto a Spagna e Francia Trend Storico Entrate Internazionali Confronto Italia-Francia-Spagna 2006

15 15 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Una delle cause è la frammentazione dellofferta alberghiera 66% 14% ITALIA 36% FRANCIASPAGNA 100% Catene Alberghiere Totale Alberghi Catene Alberghiere in % dellOfferta Totale Confronto Italia-Francia-Spagna 33,527 ITALIA 19,811 FRANCIA 17,607 SPAGNA # Hotel Confronto Italia-Francia-Spagna # Camere per Hotel Confronto Italia-Francia-Spagna ITALIAFRANCIASPAGNA

16 16 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al Turismo Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero dellAmbiente Laltra è la frammentazione della governance del sistema turistico Gli Attori della Governance del Sistema Turistico ENIT ed Osservatorio del Turismo Sviluppo Italia Federturismo Assoturismo FIPE Federalberghi e Associazioni Territoriali AICA Enti ed Agenzie Governo Centrale Regioni ed Amministrazioni Locali Associazioni di Categoria e Federazioni Assessorati al Turismo – Regionali – Provinciali – Comunali ILLUSTRATIVO - NON ESAUSTIVO

17 17 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Gli effetti sono gli svantaggi competitivi relativi nelle aree Policy, Prezzi, Sostenibilità dello Sviluppo ed Immagine

18 18 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Policy incerte sfavoriscono il mercato turistico e quindi gli investimenti esteri in Italia Policy - Le Principali Issue Politica nazionale del turismo poco efficace – Branding Paese poco sviluppato - facciamo leva sulla rendita di posizione ma non adeguiamo immagine ed offerta alle nuove tendenze del turismo mondiale Perdita di competitivit à delle nostre localit à –Milano, Roma, Firenze e Venezia tengono - anche se in declino nel ciclo del mercato degli hotel –Altre citt à in contrazione (Bologna, Torino, Napoli) Immagine Paese verso gli investitori internazionali –21° posto e Tier 2 (secondo gruppo) per Risk Premium Factor e Trasparenza degli investimenti nel settore immobiliare Declino Crescita Lenta Declino Lento Madrid, S. Pietroburgo Londra Dublino, Regno Unito Stoccolma Monaco Heatrow, Gatwick Zurigo Parigi Varsavia, Mosca Bruxelles Abu Dhabi, Vienna, Amsterdam Dubai, Ginevra Copenhagen Barcellona Jeddah Marrakech, Instanbul Berlino Budapest Amburgo Francoforte, Colonia Doha Il Cairo Dusseldorf Praga Roma Milano Ciclo Mercato Hotel nei Paesi EMEA Fonte:Jones Lang Lasalle Hotel Investment Outlook 2008, EIU, Booz & Company Crescita

19 19 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Il basso indice di competitività dei prezzi dellItalia si giustifica rispetto alla Spagna, mentre rispetto alla Francia risulta migliore Fonte:Analisi Booz & Company Confronto Competitività di Prezzo Italia Base TRASPORTI Costo Trasporto Ferroviario Costo Noleggio Auto Tratte Aeree Low Cost Costo Trasporto Ferroviario Costo Noleggio Auto Tratte Aeree Low Cost ALBERGHI Costo Camere per Hotel (4, 3 e 2 stelle) Costo Camere per Hotel RISTORAZIONE Ristoranti FRANCIA SPAGNA 124 ITALIA RANKING COMPETITIVITA PREZZO TTCI

20 20 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 LItalia deve mantenere la sostenibilità ambientale per restare competitiva nel turismo Fonte: World Economic Forum (WEF) Travel & Tourism Competitiveness Index report (2008); Environmental Performance Index (Yale Center for Environmental Law & Policy – 2008) Top 30 del TTCI vs. Environmental Performance Index Ranking (1) Forum TTCI Rank EPI Rank Italia Australia Spagna Migliorare la Sostenibilità Ambientale è cruciale per mantenere la competitività Stati Uniti Regno Unito Svizzera Austria Germania Svezia Francia Canada Indice di Correlazione = 0,52 Mantenere la sostenibilità ambientale per mantenere la competitività Fare leva sulla sostenibilità ambientale per migliorare la competitività

21 21 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 History Art & Culture Families Fine Dining Shopping Nightlife Extend A Business Trip Categorie fra i Top 10 La nostra immagine Paese è ancora positiva sopratutto grazie alla rendita di posizione dei nostri tipici asset Categorie fuori i Top 10 Authenticity Resort / Lodging Options Outdoor Activities / Sports Beach Natural Beauty Environmental Rest & Relaxation Safety Value for Money Friendly Locals Conferences Fonte:Country Brand Index, FutureBrand 2007 Ranking Brand Italia Categorie Top Ten vs. Fuori Top Ten Facciamo leva sulla nostra rendita di posizione Non orientiamo lofferta e limmagine alle tendenze del turismo mondiale

22 22 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Ciò è confermato anche dai vantaggi competitivi evidenziati dal TTCI, ovvero quantità dellofferta turistica e patrimonio culturale

23 23 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Per il miglioramento della competitività dellItalia è necessario porsi obiettivi sfidanti ma possibili - lesempio della Spagna LEsempio della Spagna Piano di Promozione Turistica Piano Operativo 2008 Piano di Cambiamento Piano del Turismo Spagnolo Orizzonte CONESTUR* Obiettivi –Maggiore penetrazione su segmenti di clienti (Paese / Gruppi SES) e miglioramento del Posizionamento Competitivo della Spagna –Applicazione di un sistema di obiettivi legati alle decisioni e basati su dati / informazioni e valutazione dei risultati –Intensificazione della collaborazione fra le amministrazioni Piano di Promozione Turistica Piano Operativo 2008 Piano di Cambiamento Piano del Turismo Spagnolo Orizzonte CONESTUR* Obiettivi –Maggiore penetrazione su segmenti di clienti (Paese / Gruppi SES) e miglioramento del Posizionamento Competitivo della Spagna –Applicazione di un sistema di obiettivi legati alle decisioni e basati su dati / informazioni e valutazione dei risultati –Intensificazione della collaborazione fra le amministrazioni Risultati Analisi dei mercati: 14 Paesi + 6 Tipologie di Turismo Immagine e Posizionamento: –copertura del 70-80% dei target obiettivo –co-finanziamento al 60/40 pubblico/privato –controvalore di immagine (es., 250 M equivalenti di comunicazione su stampa) Sviluppo e Commercializzazione –Turismo balneare: formazione di agenti, comunicazione a 3,264 M di turisti potenziali –Viaggi culturali: 229 nuove offerte di prodotto, 222 campagne locali, 9,1 M di turisti potenziali raggiunti –Turismo congressuale: formazione di agenti, >500 di riunioni congressuali aggiuntive –122 aggiunte in cataloghi di operatori internazionali, 5,2 M di turisti raggiunti attraverso direct marketing Marketing on-line: miglioramento qualit à informativa ed efficacia promozionale del portale, incremento accessi, incremento utenti professionali registrati Eccellenza nella gestione: aumento della partecipazione dei professionisti del settore agli eventi di Turespaña Analisi dei mercati: 14 Paesi + 6 Tipologie di Turismo Immagine e Posizionamento: –copertura del 70-80% dei target obiettivo –co-finanziamento al 60/40 pubblico/privato –controvalore di immagine (es., 250 M equivalenti di comunicazione su stampa) Sviluppo e Commercializzazione –Turismo balneare: formazione di agenti, comunicazione a 3,264 M di turisti potenziali –Viaggi culturali: 229 nuove offerte di prodotto, 222 campagne locali, 9,1 M di turisti potenziali raggiunti –Turismo congressuale: formazione di agenti, >500 di riunioni congressuali aggiuntive –122 aggiunte in cataloghi di operatori internazionali, 5,2 M di turisti raggiunti attraverso direct marketing Marketing on-line: miglioramento qualit à informativa ed efficacia promozionale del portale, incremento accessi, incremento utenti professionali registrati Eccellenza nella gestione: aumento della partecipazione dei professionisti del settore agli eventi di Turespaña Nota:Consejo Español del Turismo, organo composto da amministrazioni pubbliche ed operatori privati del settore turistico

24 24 La Competitivita del Settore Turismo in Italia20 Giugno 2008 Per il miglioramento della competitività dellItalia è necessario porsi obiettivi sfidanti ma possibili - alcune proposte Possibili Obiettivi di Breve (<1 anno) Disegno ed avvio di un modello e programma di cooperazione fra Amministrazione Centrale, Amm.ni Locali, Enti / Agenzie ed Associazioni Identificazione di target specifici e del posizionamento dell Italia Definizione ed avvio di un programma per –Sviluppo del marchio Italia –Riposizionamento dell immagine –Adeguamento della promozione e comunicazione in funzione dei target specifici Definizione di obiettivi specifici, misurabili e ad alto impatto attraverso un Consiglio per la Competitivit à misto pubblico-privato Disegno ed avvio di un modello e programma di cooperazione fra Amministrazione Centrale, Amm.ni Locali, Enti / Agenzie ed Associazioni Identificazione di target specifici e del posizionamento dell Italia Definizione ed avvio di un programma per –Sviluppo del marchio Italia –Riposizionamento dell immagine –Adeguamento della promozione e comunicazione in funzione dei target specifici Definizione di obiettivi specifici, misurabili e ad alto impatto attraverso un Consiglio per la Competitivit à misto pubblico-privato Possibili Obiettivi di Medio Riduzione del gap degli arrivi / entrate da turismo internazionale vs. Spagna / Francia Raggiungere la top 10 del ranking internazionale del TTCI del WEF Favorire lo sviluppo di segmenti turistici che riducono la stagionalit à Mantenere la sostenibilit à ambientale Migliorare la distribuzione geografica del turismo Riduzione del gap degli arrivi / entrate da turismo internazionale vs. Spagna / Francia Raggiungere la top 10 del ranking internazionale del TTCI del WEF Favorire lo sviluppo di segmenti turistici che riducono la stagionalit à Mantenere la sostenibilit à ambientale Migliorare la distribuzione geografica del turismo Proposta per il Sistema Turistico Italiano IPOTESI


Scaricare ppt "La Competitività del Sistema Turistico Italiano Evidenze dal Rapporto sulla Competitività Turistica Mondiale Thea Chiesa Responsabile Trasporti e Turismo."

Presentazioni simili


Annunci Google