La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ad opera della 3C che ha trovato il modo (o almeno speriamo) di aprire uno spiraglio di luce per informare e far conoscere gli angoli più nascosti del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ad opera della 3C che ha trovato il modo (o almeno speriamo) di aprire uno spiraglio di luce per informare e far conoscere gli angoli più nascosti del."— Transcript della presentazione:

1 Ad opera della 3C che ha trovato il modo (o almeno speriamo) di aprire uno spiraglio di luce per informare e far conoscere gli angoli più nascosti del nostro istituto. Scoprirete lo sport, le attività scolastiche ed extra scolastiche, le iniziative promosse dalla scuola. … ASPETTIAMO I VOSTRI COMMENTI ! IL PING-PONG ENTRA A SCUOLAPING-PONG SALVIAMOSALVIAMO IL MONDO MADAMA BUTTERFLY: UNOPERA DAVVERO COINVOLGENTE BUTTERFLY INTERVISTA ALLA DIRIGENTE

2 Negli anni passati larea verde adiacente allistituto Federico II di Jesi è stata trascurata e quindi la scuola ha deciso, già dalla.s , di lavorare con gli alunni delle classi prime, per rafforzare lidea di una scuola attiva nel contesto sociale. Ogni ragazzo ha disegnato il proprio giardino ideale e grazie a questa idea ci sono stati dei risultati molto importanti: lampliamento dellarea verde, la nuova recinzione e la piantumazione di una siepe e di aiuole di piante aromatiche. Nel progetto cè un tavolo da ping-pong che è già stato realizzato, mentre il campo da basket è in fase di realizzazione. Nellottica della continuità progettuale, le attività di questanno prevedono il coinvolgimento delle famiglie che potranno utilizzare le aree ludiche (ping-pong, basket) insieme ai loro figli che sono stati gli artefici del cambiamento positivo. In primavera è in progetto un torneo di ping-pong tra adulto/alunno. La scuola si è impegnata a organizzare, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, i seguenti corsi di apprendimento della tecnica del gioco: 1) un corso per le classi prime che si sta svolgendo in palestra nelle ore di scienze motorie; 2) un corso pomeridiano per tutte le classi. Il gruppo sportivo è seguito dallallenatore Nicola Falappa. Linaugurazione del progetto il tennistavolo nella nostra scuola si è svolta il giorno 29 ottobre 2010 nel giardino della scuola, con la dimostrazione della campionessa italiana Sabrina Moretti. Per avere il polso della situazione siamo andati ad intervistare sia lallenatore che i partecipanti al corso. Nicola Falappa ha risposto con piacere alle nostre domande, dimostrando la sua disponibilità. Ci ha spiegato che lidea è nata proprio dal progetto scolastico Il giardino della nostra scuola e le attrezzature, 7 tavoli da ping-pong, le racchette e le palline, sono state fornite dal CSI. Agli alunni è molto piaciuta questa attività. Per loro è stata unoccasione non solo per imparare un nuovo sport, ma anche per conoscere nuove persone; la maggior parte continuerebbe anche il prossimo anno e vorrebbe partecipare a tornei. Infine abbiamo ascoltato il parere della nostra Dirigente, la Prof.ssa Maria Ambrogini che ha dichiarato:Il Tennistavolo rappresenta una significativa ed importante opportunità offerta agli alunni dellI.C. Federico II e ha una duplice valenza educativa e socializzante, che comporta rispetto delle regole e si ispira a principi di lealtà e correttezza sportiva. Da subito ho deciso di sostenere e sollecitare il progetto, fortemente voluto dalla Prof.ssa Paola Filipponi, ed è mia intenzione condividerne sistematicamente i risultati con lAssessore allo Sport del Comune di Jesi. Liniziativa, infatti, deve avere il giusto risalto, in quanto coronamento di un percorso di riqualificazione dellarea verde che interessa non solo la scuola e il quartiere, ma la città intera. Quando le abbiamo chiesto se parteciperà al torneo in programma in primavera, ha gentilmente declinato linvito, anche se da adolescente si divertiva a giocare a ping-pong in oratorio. Siamo comunque sicuri che sarà in prima fila per sostenerci! CLASSE 3C FEDERICO II

3 SALVIAMO IL MONDO È quello che dice ogni giorno un volontario Emergency. Questo è quello che hanno pensato Gino Strada e i suoi colleghi quando, a Milano nel 1994, fondarono Emergency, unassociazione che ha lo scopo di assistere le vittime della guerra. Questa associazione costruisce ospedali gratuiti e di elevata qualità in paesi con situazioni molto difficili, come Cambogia, Iran, Iraq. In questi paesi, dove la popolazione ha imparato a convivere con la guerra, la maggior parte delle vittime sono civili e bambini. Le mine sono appositamente progettate con forme e colori sgargianti per attirare lattenzione dei bambini, che quindi le portano nei villaggi per giocare; con il movimento la bomba si detona causando unesplosione che ferisce numerose persone. I volontari di Emergency sono venuti nella nostra scuola e noi li abbiamo incontrati Sabato 20 Novembre in aula magna. Tre volontari ci hanno informato su quello che sta succedendo nei paesi colpiti dalle guerre e lincontro è stato molto interessate. La cosa che ci ha colpito di più è stata la passione e limpegno dei volontari che lavorano instancabilmente in prima linea, sempre esposti al pericolo: ciò che li ripaga non è il denaro, ma la consapevolezza di contribuire a salvare vite umane. Non si può essere indifferenti di fronte a tutto questo, perché se vogliamo vivere in un mondo migliore…bisogna iniziare da qui. Classe 3C Scuola Secondaria di I grado Federico II Jesi

4 MADAMA BUTTERFLY: UNOPERA DAVVERO COINVOLGENTE! JESI: Il giorno 26 novembre 2010, al Teatro Moriconi, è anda- ta in scena lopera di Puccini: Madama Butterfly. La Fondazione Pergolesi-Spontini ha permesso agli alunni del- le Scuole del territorio di avvicinarsi alla lirica, nellambito del Progetto : Impariamo l opera, proponendo la Madama Butterfly come recital lirico in forma semiscenica. La storia rappresentata è quella conosciuta da tutti, cioè la- more infelice della geisha quindicenne giapponese Cio-cio-san, la piccola farfalla (Madama Butterfly), per un uf- ficiale della Marina degli Stati Uniti: Pinkerton. Attratto dalla grazia e dalla delicatezza della fanciulla e senza tener conto della sincerità di lei, lufficiale, solo per vanità e spirito dav- ventura, la sposa secondo la legge giapponese, acquisendo, così, il diritto di ripudiarla anche dopo un mese. Pinkerton non la ama, ha già deciso di avere una moglie americana, per cui dopo le nozze parte per tornare negli Stati Uniti. Na- turalmente la fanciulla giapponese non sa che poi lui la tradi- rà e che lei cadrà in una profonda disperazione fino al punto di morire di dolore. Lopera è stata un successo. Il pubblico ne è stato entusiasta, sia per la recitazione che per i costumi. La scenografia era molto semplice: due sedie, qualche sgabello, e una tenda ci- nese. I costumi e il trucco erano, invece molto curati. Per quanto riguarda la recitazione,gli attori sono stati molto bravi e convincenti. Ciò che ha reso originale lopera è stata la pre- senza di un attore che tra un atto e laltro saliva sul palcoscenico per narrare in modo comico e divertente le scene successive e per presentare i vari personaggi, coinvolgendo an- che il maestro, che accompagnava il tutto con grandi varia- zioni di piano e forte Questo ha permesso al pubblico dei ragazzi di interagire con lopera e di essere maggiormente coinvolto. Il momento comunque più divertente è stato quando il comico ha scelto un bambino tra il pubblico e lha portato sul palcoscenico,per indicarlo come figlio di Butterfly e Pinkerton. Ci sono stati anche altri momenti comici,dovuti alle battute del narratore, che ha saputo rendere partecipi e interessati gli alunni durante la rappresentazione. Lo spetta- colo è stato divertente ed è riuscito nello scopo di coinvolge- re i ragazzi nellambito dellopera lirica, che è un genere mu- sicale e unarte molto lontana dalle esperienze e dai gusti dei più giovani. Il recital lirico è stato realizzato a scopo di- dattico, perché lopera completa dura circa quattro ore. Il fatto, però, che le scuole accompagnino gli alunni a questo tipo di spettacoli è qualcosa di molto educativo, che spinge i ragazzi ad apprendere anche divertendosi, scoprendo un mondo fantastico e unarte nobile. Classe III A Scuola Secondaria I° Federico II° Monsano

5 ALUNNO:Il progetto, nato nel 2007, per recuperare larea verde attigua alla scuola si è poi trasformato in un progetto a più ampio respiro, allargandosi al territorio ed ampliando lofferta formativa della scuola con il corso di tennis da tavolo; iniziativa che tra laltro ha avuto enorme successo, probabilmente perché ha soddisfatto una esigenza del quartiere: la scuola aperta il pomeriggio per attività educative alternative. Cosa ne pensa? DIRIGENTE:Il Tennistavolo rappresenta una significativa ed importante opportunità offerta agli alunni dellI.C. Federico II ed al territorio in quanto si configura innanzitutto come luogo d'incontro interattivo reale e non virtuale, luogo nel quale ci si può inserire in un contesto di confronto positivo con le altre individualità.In un contesto protetto viene attivata un'iniziativa non solo ludica ma con una duplice valenza educativa e socializzante.Insieme all'esperto del Centro Scolastico Italiano c'è infatti un insegnante dell' Istituto; l'alunno è inoltre inserito nel gruppo dei pari e l'attività ludico-motoria comporta rispetto delle regole e si ispira a principi di lealtà e correttezza sportiva. ALUNNO:Il giorno dellinaugurazione, 29 ottobre 2010, è stato per listituto unoccasione di festa che ha visto gli alunni protagonisti, ma è stato anche una testimonianza dellattività e dellimpegno che da anni listituto mette in campo per riqualificare larea circostante, per offrire nuovi spazi e servizi che rispondano alle esigenze del quartiere. In tale occasione è stata presente la Campionessa italiana Sabrina Moretti e il Direttore provinciale del Centro Sportivo Italiano.Prevede momenti di condivisione dei risultati del progetto anche con lassessorato comunale competente? DIRIGENTE:Sicuramente il giorno dell'inaugurazione di questa nuova attività è stato un momento gioioso e di coronamento di un percorso di riqualificazione del giardino della scuola, progetto fortemente voluto dall'insegnante Prof.ssa Paola Filipponi e da me sollecitato per la riqualificazione di tutta l'area circostante l'edificio della scuola secondaria Federico II.L' Assessore comunale allo sport Dott.ssa Bruna Aguzzi è intervenuta all'inaugurazione di questa nuova attività.E' mia intenzione condividere sistematicamente i risultati di questo nuovo progetto con l'Assessore allo sport del Comune di Jesi.

6 ALUNNO:L iniziativa, visto linteresse dimostrato dai partecipanti, dovrebbe continuare il prossimo anno, magari ampliandone lofferta. Cosa è stato deciso in proposito o casa pensa di fare? DIRIGENTE:L'iniziativa sta coinvolgendo gli alunni della secondaria che con vivo interesse stanno decretando il successo di questa nuova attività. L'Istituto valuterà le condizioni di fattibilità per estendere il Tennistavolo anche agli alunni degli altri istituti comprensivi per assicurare ai minori opportunità di sostegno di ordine relazionale e culturale, realizzando interventi di carattere socializzante ed aggregante; ALUNNO: Lei come se la cava con la racchetta? Ha mai giocato a ping pong? DIRIGENTE:Da adolescente mi sono divertita giocando spesso a ping pong in oratorio. Anche se questo gioco era il mio preferito, non l'ho mai praticato a livello di attività sportiva. La frequenza dell'Università ha successivamente bloccato le mie velleità di coltivare tale sport a livello agonistico. ALUNNO:Visto che in primavera sarà organizzato un torneo di tennis da tavolo padre-figlio, possiamo contare sulla sua partecipazione? DIRIGENTE:Se gradite la mia partecipazione al torneo primaverile vi consiglio di brevettare e realizzare una racchetta che attiri le palline altrimenti potrei già prevedere un'avvilente figura davanti ai vostri occhi anche perchè le mie performance sono diminuite negli anni, per mancanza di allenamento.


Scaricare ppt "Ad opera della 3C che ha trovato il modo (o almeno speriamo) di aprire uno spiraglio di luce per informare e far conoscere gli angoli più nascosti del."

Presentazioni simili


Annunci Google