La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di laurea in Psicologia Clinica e di Comunità Corso di laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Conoscenze informatiche - Prof.ssa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di laurea in Psicologia Clinica e di Comunità Corso di laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Conoscenze informatiche - Prof.ssa."— Transcript della presentazione:

1 Corso di laurea in Psicologia Clinica e di Comunità Corso di laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Conoscenze informatiche - Prof.ssa Elisa Pergola - a.a. 2007/2008 La ricerca nella banca dati PsycInfo Puccini Stefania Biblioteca Umanistica 1° lezione Via della Torretta Aula 10

2 Stefania Puccini La ricerca nella banca dati PsycInfo Cosa sintende per letteratura scientifica ?

3 Stefania Puccini La ricerca nella banca dati PsycInfo Autorevolezza (Comitato scientifico, peer review) Scopi, finalità Target di riferimento Costi Lingua Editori

4 Stefania Puccini Cosè una banca dati? É un archivio di dati, relazionati fra loro, dotato di un sistema di recupero dellinformazione (information retrieval system), che consente linterrogazione mirata dellinformazione contenuta.

5 Stefania Puccini PsycInfo La base dati PsycInfo prodotta dall American Psychological Association (APA) contiene oltre registrazioni bibliografiche. Indicizza oltre 1800 periodici, libri, capitoli, indici, rapporti tecnici, tesi di laurea nel campo della psicologia e delle discipline collegate quali psichiatria, neurologia, medicina, psicofarmacologia, linguistica, pedagogia, educazione, famiglia, business, legge. Quasi tutti i record contengono abstract e tutti i record dal 1967 ad oggi sono indicizzati con luso del thesaurus of psychololgical index terms. Copertura temporale: Aggiornamento: settimanale.

6 Stefania Puccini A cosa servono le banche dati bibliografiche ? Si consultano per sapere cosa è stato scritto su un dato argomento

7 Stefania Puccini Per fare una banca dati bibliografica ci vuole investimento di denaro e risorse umane. Occorre: fare una scelta del materiale di pregio della letteratura internazionale del settore stabilire le regole e i criteri di indicizzazione procedere allo spoglio di tutto il materiale, descriverlo, immagazzinare i dati in modo che si possano interrogare e recuperare le informazioni

8 Stefania Puccini Banche dati bibliografiche costruite da esperti del settore autorevoli perché controllate da comitati scientifici che usano criteri oggettivi e prestabiliti per valutare le fonti

9 Stefania Puccini Qualè la differenza fra un catalogo e una banca dati? Il catalogo ci dice quali documenti sono posseduti dalla biblioteca/che (è possibile trovarli fisicamente) La banca dati ci dice cosa è stato scritto su un argomento (ma non cè nessun riferimento a dove si trova il documento)

10 Stefania Puccini Preparare la ricerca

11 Stefania Puccini Scopo della ricerca Se la ricerca riguarda: una tesi di laurea una tesina finalizzata allo svolgimento di un esame scrivere un articolo il lavoro sarà proporzionato al risultato finale e allimpegno richiesto TEMPO e APPROFONDIMENTO saranno diversi

12 Stefania Puccini Scelta dellargomento Disturbi alimentari Mobbing

13 Stefania Puccini Scelta dellargomento Gli argomenti proposti sono troppo vasti non si trova nulla o si trova troppo Perché largomento contiene in sé molti aspetti RISCHIO

14 Stefania Puccini Scelta dellargomento Ridurre largomento ad una dimensione maneggevole Valutare le dimensioni del lavoro e il tempo disponibile

15 Stefania Puccini Fare in modo che diventi una domanda precisa

16 Stefania Puccini argomento della ricerca ipotesi prova a esprimeli in un modo diverso (sinonimi, singolare/plurale, varianti della forma es.: behavior, behaviour ). Quali sono i concetti chiave che la definiscono? (Fare un elenco scritto) Qualè largomento della ricerca?

17 Stefania Puccini Ricapitoliamo definire largomento individuare i diversi aspetti della ricerca sceglierne uno e individuare un punto focale

18 Stefania Puccini esempio di una mappa dei concetti argomento della ricerca ipotesi Chi sono gli attori? Chi coinvolge? Conosci degli autori che ne hanno parlato? Dove è condotta la ricerca? Cosa voglio dimostrare? Elencare tutti gli aspetti possibili quale si vuole mettere in risalto? a quali altri argomenti si può associare? è una ricerca sperimentale?

19 Stefania Puccini Dobbiamo farci delle domande Chi ? Dove ? Come ? Quando ? Perchè ?

20 Stefania Puccini Scelta dellargomento … da un problema generale di ricerca Disturbi alimentari dobbiamo restringere largomento Prevenzione dellanoressia nelle adolescenti

21 Stefania Puccini Parole chiavi Prevenzione dellanoressia nelle adolescenti Quali sono i concetti chiave che la definiscono? (Fare un elenco scritto) prevenzione - anoressia - adolescenti

22 Stefania Puccini Parole chiavi Pensare ad altri modi per esprimerli. ( Sinonimi, singolare/plurale, varianti della forma es.: behavior, behaviour ). Esempio Prevenzione….prevention Anoressia…….anorexia, anorexy Adolescenti….giovani, ragazzi, teenagers, young, adolescenza, adolescence

23 Stefania Puccini Parole chiavi Alla fine avremo un elenco di parole chiavi per iniziare la ricerca

24 Stefania Puccini I ferri del mestiere

25 Stefania Puccini OR Autismo or bulimia Si trovano records, che contengono una o entrambi le parole

26 Stefania Puccini AND autismo and bulimia Si trovano records, che contengono entrambi le parole autismo e bulimia.

27 Stefania Puccini AND Autismo and bulimia and adolescente Si trovano records, che contengono entrambi le parole autismo, bulimia e adolescenti

28 Stefania Puccini AND NOT Autismo not bulimia Autismo and not bulimia si trovano records, che contengono solo la parola autismo ma non bulimia. Da usare con moderazione e con la consapevolezza che si perdono risultati senza accorgersene.

29 Stefania Puccini OR AUMENTA I RISULTATI AND DIMINUISCE I RISULTATI NOT DIMINUISCE I RISULTATI

30 Stefania Puccini Uso delle PARENTESI ( ) autismo and ( ragazzi or adolescenti ) Prima vengono elaborati i risultati dentro le parentesi tonde, poi successivamente vengono combinati con la seconda parte della ricerca. È come fare 5x (3+4)

31 Stefania Puccini ? wom ? n recupera woman e women Il punto interrogativo fa la parte del jolly e sostituisce un carattere allinterno di una parola che può avere delle varianti, o su cui ci sia incertezza. Spesso possono essere usati più di un carattere allinterno della parola

32 Stefania Puccini TRONCAMENTO * child* recupera children, chilhood …. Le parole possono essere troncate con lasterisco per recuperare la parola in tutte le sue possibili variazioni oltre la radice. Attenzione! Quando si inserisce una radice molto corta, per esempio univ*, si può trovare universo, universale, universalmente, università, universitario ecc, il cui significato è molto diverso.

33 Stefania Puccini FRASE ESATTA sviluppo mentale Le virgolette servono per ricercare parole composte o frasi. Vengono recuperati solo i records dove appare la stringa esatta del testo fra virgolette. Sono utili per cercare nomi di persona, titoli di un articolo, nome di un convegno, ecc.

34 Stefania Puccini OPERATORI di PROSSIMITÁ NEAR psicologia del lavoro near azienda Vengono recuperati solo i records, dove i termini cercati si trovano vicini a non più di alcune parole di distanza, indipendentemente dal loro ordine.

35 Stefania Puccini OPERATORI di PROSSIMITÁ WITH dyslexia with research Recupera records che hanno entrambi i termini cercati nello stesso singolo campo, ma non necessariamente nella stessa frase.

36 Stefania Puccini OPERATORI di PROSSIMITÁ ADJ dyslexia adj treatments Recupera records all'interno dei quali le parole appaiono una vicina all'altra, in qualsiasi ordine.

37 Stefania Puccini ATTENZIONE !! Gli operatori WITH, NEAR, ADJ non sono riconosciuti da tutti i linguaggi di interrogazione. Possono essere usati per interrogare le banche dati in rete d' Ateneo

38 Stefania Puccini ORDINE delle PAROLE Le parole più importanti vanno digitate per prima

39 Stefania Puccini Adesso che: abbiamo lelenco delle parole chiavi che definiscono la nostra ricerca conosciamo gli attrezzi del mestiere siamo pronti per iniziare la nostra ricerca

40 Stefania Puccini ORGANIZZARE I RISULTATI

41 Stefania Puccini É importante organizzare i risultati della ricerca. Scrivere fin dallinizio le citazioni nel testo e la bibliografia facendo riferimento al Publication manual of the American Psycological Association (5° ed.)

42 Stefania Puccini Organizzazione dei risultati: alcuni esempi ARTICOLI

43 Stefania Puccini Organizzazione dei risultati: alcuni esempi CAPITOLO di un LIBRO

44 Stefania Puccini Esempi tratti dal libro: Primi, C. (2005). Compilazione della tesi. In C. Primi (Ed.), Guida ad una tesi in psicologia (pp ). Firenze: Cusl.


Scaricare ppt "Corso di laurea in Psicologia Clinica e di Comunità Corso di laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Conoscenze informatiche - Prof.ssa."

Presentazioni simili


Annunci Google