La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A.I.D.A. Automazione Integrata Dogane Accise PROGETTO CARGO

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A.I.D.A. Automazione Integrata Dogane Accise PROGETTO CARGO"— Transcript della presentazione:

1 A.I.D.A. Automazione Integrata Dogane Accise PROGETTO CARGO

2 Lo scenario del commercio internazionale
Agenzia delle Dogane 29/03/2017 Lo scenario del commercio internazionale Il complesso delle operazioni legate alla movimentazione delle merci è caratterizzato: Da un flusso imponente di dati Da complesse procedure che prevedono l’intervento di una pluralità di enti ed amministrazioni L’organizzazione dell’attività produttiva, commerciale, logistica, amministrativa e finanziaria è sempre più basato sul marcato utilizzo dell’ICT. Il vantaggio competitivo determinato dall’ICT è in parte annullato se uno degli enti coinvolti interrompe la “catena telematica”. La crescente liberalizzazione dei commerci produce una pressante domanda di “standardizzazione” delle procedure a livello più ampio di quello nazionale Da un flusso imponente di dati a volte replicati su documenti diversi (fino a 73 documenti per completare una transazione) Da complesse procedure che prevedono l’intervento di una pluralità di enti ed amministrazioni Strategie per l'I'innovazione Tecnologica

3 Adeguarsi allo scenario
un processo parallelo di “telematizzazione” e reingegnerizzazione dei processi di servizio e delle attività correlate per modellarli sulle esigenze e sulle opportunità di semplificazione derivanti dall’ICT pianificare interventi e soluzioni da “amministrazione elettronica” facendo interagire i sistemi informatici degli enti coinvolti nei vari processi garantire un accesso telematico generalizzato ai servizi erogati ed alle informazioni gestite, senza perturbare organizzazioni preesistenti

4 Approccio single-window
Agenzia delle Dogane 29/03/2017 Approccio single-window Riduzione della complessità operativa che ostacola la fluidità dei traffici: Superando le frammentazioni derivanti dalla suddivisione di competenze tra una molteplicità di enti Razionalizzando e velocizzando i flussi di informazioni Impostando un sistema integrato di controllo Rendendo fruibili “sulla rete” le informazioni trattate (“sportello unico doganale”: art. 4 Legge Finanziaria 2004) patrimonio informativo risultante dall’interoperabilità tra gli enti e le amministrazioni partecipanti al processo di sdoganmento In armonia con i piani e-gov Strategie per l'I'innovazione Tecnologica

5 CARGO Scopi e obiettivi del progetto Single-window approach
La dogana si inserisce nella catena logistica del trasporto, per svolgere le attività di istituto integrandosi con i servizi telematici offerti dagli enti gestori dei servizi portuali ed aeroportuali con la molteplicità di enti coinvolti nel ciclo portuale ed aeroportuale per superare le frammentazioni degli attuali processi Tramite il controllo integrato del flusso delle merci (tracciamento elettronico di una spedizione) si perviene ad un sistema che accresce l’efficienza dei controlli riduce il tempo di effettuazione delle operazioni doganali mette a disposizione degli “attori” del processo le informazioni in tempo reale Single-window approach

6 CARGO ATTIVITA’ CONCLUSE Tracciato manifesti merci in arrivo (MMA) e in partenza (MMP) integrati con le informazioni necessarie all’iniziativa CSI Integrazione delle informazioni dei MMA in ciclo di sdoganamento Integrazione delle informazioni del ciclo di sdoganamento nel MMP Integrazione del circuito doganale di controllo automatizzato per la razionalizzazione dell’attività di controllo

7 Gli attori del processo
Responsabile giuridico del manifesto Gestore Terminal/Magazzino ( soggetto responsabile del magazzino di temporanea custodia o del terminal container) Dogana Vettori Enti gestori dei servizi aeroportuali Guardia di Finanza Altri enti o Amministrazioni coinvolte nell’attività di sdoganamento

8 Presentazione del manifesto
Può essere completato con invii successivi (stato delle partite iscritte a manifesto N) Una volta completato il responsabile provvede alla convalida del manifesto (stato delle partite C) “Virtualizzazione” del controllo delle merci in entrata/uscita

9 CARGO - MMA Responsabile Manifesto Dogana Gestore Magazzino
2. Elabora MMA e , restituisce in risposta l'elenco delle A3 generate. 4. Predispone la risposta con l'elenco dettagliato delle partite generate per nave/volo indicati e per gestore magazzino (container, polizza, pesi, colli e stato N/C/R) . 7. Controlla le richieste di rettifica e acquisisce i nuovi dati. Dogana 3. Può richiedere, per via telematica, l'elenco delle A3 assegnate per le merci in sbarco, di competenza del proprio terminal 5. Controlla congruenza tra elenco ricevuto ed effettivo ingresso merce in magazzino Gestore Magazzino In ogni momento può richiedere la giacenza del proprio magazzino 1. Invia MMA o presenta Floppy disk. 6. Presenta in dogana eventuali richieste di rettifica.

10 CARGO - MMP Gestore Magazzino Responsabile Manifesto Dogana
1. Invia MMP o presenta Floppy disk. 3. Può richiedere, per via telematica, l'elenco delle partite da scaricare dal proprio magazzino in partenza (messaggio O). 2. Elabora MMP e , restituisce risposta. 4. Predispone la risposta con l'elenco dettagliato delle partite da scaricare per magazzino/nave/volo (container, polizza, pesi, colli e stato N/C/R) . 5. Controlla congruenza tra elenco ricevuto ed effettivo imbarco 6. Presenta in dogana eventuali richieste di rettifica. 7. Controlla le richieste di rettifica e acquisisce i nuovi dati.

11 Schedulazione attività
Entro luglio: Osservazioni, criticità e suggerimenti sui tracciati e sul flusso procedurale; Realizzazioni connesse ad eventuali modifiche; Fase di test (necessaria autorizzazione EDI); Entro l’anno: avvio trasmissione telematica (MMA/MMP/Richiesta dati Terminal) anche in ambito aeroportuale. (Presentazione CARGO/AEREO il 17 giugno u.s.)

12 Regole utilizzate: Codici paesi come da Codice Iso 3166 Codici uffici comunitari da GUCE Codice del porto come da Racc. UNECE n.20 Specie dei colli come da Racc. UNECE n.21 Tipo contenitore come da regola ISO 6346

13 indicando in oggetto CARGO
I tracciati ed il flusso procedurale sono disponibili su: nella sezione “Celeste AIDA” servizio telematico doganale-ambiente di prova   https://telematicoprova.agenziadogane.it , selezionando “Guida in linea” Per osservazioni, richieste e proposte contattateci all’indirizzo: indicando in oggetto CARGO

14 Merce in transhipment NUM. OB. CONTENUTO DEL CAMPO PICTURE Regole/Cond
6 Si Numero d’ordine riga manifesto 9(4) 7 Codice ufficio MMA 9(6) 8 Numero MMA 9(14) 9 Codice identificativo firmatario MMA X(16) 10 Data registrazione MMA 9(8) 11 Codice ufficio partita 12 Data registrazione partita 13 Numero partita 14 Quantità contenitori 15 Quantità polizze/LTA 16* No Codice polizza/LTA X(11) 17* Codice contenitore 18* Tipo Contenitore X(4) 19* Sigillo X(15) 20 Numero colli (0 se rinfusa) 21 Codice merce Ob se Dest Usa 22 Descrizione merce X(30) 23 Volume 9(9)V9(3) 24 Peso lordo 25 Unità di misura X(3) 26 Codice porto/aeroporto Destinazione X(5) Ob se 27 assente 27 Denominazione porto/Aeroporto dest Ob se 26 assente 28 Codice identificativo destinatario 29 Denominazione destinatario 30 Codice identificativo trasportatore 31 Denominazione trasportatore 32 Codice identificativo speditore all’imbarco 33 Denominazione speditore 34 Specie dei colli X(2) 35 Codice magazzino 36 Progressivo dettaglio

15 EDI - Autorizzazioni +40 % % %

16 Disponibilità del sistema EDI per CARGO:
Operatività del sistema Disponibilità del sistema EDI per CARGO: 22 ore su 24 fino al dalle alle 23.00 dal dalle alle 00.00 Disponibilità del sistema AIDA per uffici H24: fino al dalle alle 23.15 dal dalle alle 00.15


Scaricare ppt "A.I.D.A. Automazione Integrata Dogane Accise PROGETTO CARGO"

Presentazioni simili


Annunci Google