La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.O. Sistemi Informativi, Organizzazione e Controlli (Responsabile A. M. Terrile) Genesi storica, architettura del sistema, organizzazione e obiettivi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.O. Sistemi Informativi, Organizzazione e Controlli (Responsabile A. M. Terrile) Genesi storica, architettura del sistema, organizzazione e obiettivi."— Transcript della presentazione:

1 U.O. Sistemi Informativi, Organizzazione e Controlli (Responsabile A. M. Terrile) Genesi storica, architettura del sistema, organizzazione e obiettivi

2 I SISTEMI INFORMATIVI genesi storica - normativa/programmatica Con il Decreto Legislativo 23 dicembre 1997, N. 469 "Conferimento alle regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in materia di mercato del lavoro, a norma dell'articolo 1 della Legge 15 marzo 1997, n. 59, allArticolo 4 (Criteri per l'organizzazione del sistema regionale per l'impiego), comma d), venivano affidate le funzioni di assistenza tecnica e monitoraggio nelle materie di cui all'articolo 2 (funzioni e compiti in materia di politica attiva del lavoro), comma 2, ad apposita struttura regionale dotata di personalità giuridica, con autonomia patrimoniale e contabile avente il compito di collaborare al raggiungimento dell'integrazione tra i servizi per l'impiego, le politiche attive del lavoro e le politiche formative, nel rispetto delle attribuzioni ai vari soggetti dettate dalla Legge.Tale struttura garantisce il collegamento con il sistema informativo del lavoro (Nazionale) di cui al successivo, specifico, articolo 11. Con lentrata in vigore della Legge Regionale 20 agosto 1998, N. 27 "Disciplina dei Servizi per l'Impiego e della loro integrazione con le Politiche Formative e del Lavoro, in cui allArticolo 10 si istituiva l'Agenzia Liguria Lavoro (formalmente costituita in data 1 gennaio 2000), al successivo Articolo 11 si sancivano i compiti assegnati alla stessa, fra i quali quelli, di cui alla lettera e., di progettazione e di supporto tecnico in materia di sistema informativo del lavoro (Regionale).

3 I SISTEMI INFORMATIVI genesi storica - normativa/programmatica I Programmi annuali di attività (elaborati dalla Giunta ed approvati dal Consiglio Regionale) hanno negli anni guidato ed accompagnato levoluzione operativa dellAgenzia, specificando negli anni i compiti assegnati allEnte che, nel dettaglio ed in sequenza cronologica, hanno previsto: anno 2000 dotazione di una rete telematica interna all'Agenzia collegata con quella della Regione e fornitura alla Regione e alle Province di supporto per la realizzazione del sistema informativo del lavoro e del sistema informativo regionale integrato per l'occupazione. anno 2001 assegnazione di compiti di cui l'Agenzia appariva il naturale destinatario e che assumevano particolare rilevanza nell'ambito della rete regionale dei servizi per l'impiego. Tra questi: lassistenza allo sviluppo del sistema informativo regionale; in particolare l'obiettivo di fornire alla Regione e alle Province il supporto necessario per la realizzazione del sistema informativo del lavoro e del sistema informativo regionale integrato per l'occupazione. anno 2002 concorrere con la Regione e le Province alla realizzazione del sistema informativo del lavoro e del sistema informativo regionale integrato per l'occupazione. Gli specifici obiettivi prevedono: a) la realizzazione della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale; b) linserimento in rete con tecnologia internet/intranet/extranet degli archivi dell'Osservatorio sul mercato del lavoro; c) lalimentazione del Portale internet regionale in materia di lavoro; d) la realizzazione di una banca dati dirigenti disoccupati fruibile da parte degli stessi, delle Province e degli altri soggetti autorizzati; e) il supporto con adeguata tecnologia informatica degli strumenti informativi del Centro Risorse.

4 I SISTEMI INFORMATIVI genesi storica - normativa/programmatica anno 2003 fornire il necessario supporto alla Regione e alle Province per la realizzazione del sistema informativo del lavoro nazionale (S.I.L.) e del sistema informativo regionale integrato per l'occupazione (S.I.R.I.O.) avendo come obiettivo laggiornamento e lo sviluppo della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale. anno 2004 fornire il necessario supporto al sistema regionale per lattuazione del sistema informativo del lavoro che sarà realizzato dalla Regione. Gli obiettivi contemplano: a) la realizzazione della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale; b) linserimento in rete con tecnologia internet/intranet/extranet degli archivi dell'Osservatorio sul mercato del lavoro. anno 2005 obiettivo strategico di favorire lutilizzazione e la diffusione sul territorio della rete informatica a supporto del Sistema Informativo del Lavoro in sinergia con le iniziative di livello regionale, interregionale e nazionale. Sotto il profilo operativo è così articolato: a) aggiornamento e sviluppo della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale, progettazione, installazione, configurazione e manutenzione dei sistemi e delle tecnologie hw, sw e di rete; b) supporto allattività di alimentazione del Portale Internet regionale dedicato al lavoro, di aggiornamento dei dati della Borsa Continua del Lavoro, di inserimento in rete degli archivi dellOsservatorio del Mercato del Lavoro e del Centro risorse tramite manutenzione, aggiornamento e sviluppo applicativi web-based (SSOOL).

5 I SISTEMI INFORMATIVI genesi storica - normativa/programmatica anno 2006 obiettivo prioritario di supportare il sistema regionale nella realizzazione e nello sviluppo del Sistema Informativo del Lavoro. Le attività richieste sono: a) aggiornamento e sviluppo della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale, progettazione, installazione, configurazione e manutenzione dei sistemi e delle tecnologie hw, sw e di rete; b) supporto allattività di alimentazione del Portale Internet regionale dedicato al lavoro, di aggiornamento dei dati della Borsa Continua del Lavoro, di inserimento in rete degli archivi dellOsservatorio del Mercato del Lavoro e del Centro Risorse tramite manutenzione, aggiornamento e sviluppo applicativi web-based (SSOOL). anno 2007 attività che consistono nel supportare il sistema regionale nella realizzazione e nello sviluppo del Sistema Informativo del Lavoro. Le attività consolidate, che hanno ormai assunto negli anni un carattere strutturale, sono: a) supporto allattività di alimentazione del Portale Internet regionale dedicato al lavoro, di aggiornamento dei dati della Borsa Continua del Lavoro, di inserimento in rete degli archivi dellOsservatorio del Mercato del Lavoro nellambito del Sistema Informativo del Lavoro regionale; b) aggiornamento e sviluppo della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale.

6 I SISTEMI INFORMATIVI architettura di sistema e risorse Risorse tecnologiche: infrastruttura di rete switched LAN in Cat5e a 100 mbps con 4 server e 50 client, protocollo di comunicazione TCP/IP, 1 dominio root windows 2003, accesso a internet protetto da Firewall, sistema antivirus corporate centralizzato, gestione automatizzata dei server-backup; connessione con rete regionale in IP/WAN su rame Cat5e e Fibra ottica; dominio parent internet ; centrale telefonica analogico/digitale connessa in VoIP con centrali regionali. Risorse Umane: 4 persone(1 D6, 1 C5, 1 B6, 1 collab.). Servizi di sistema: sysadmin, routing, file system, database, mailing, internet e web, intranet e intranetworking. Applicazioni e dati core: applicativi gestionali client-server (bilancio, contabilità, paghe, ecc.), protocollo web, portale, sito internet.

7 I SISTEMI INFORMATIVI organizzazione e funzioni La nascita dellAgenzia Liguria Lavoro associata alla complessa e delicata fase di passaggio delle competenze dallo Stato alla Regione e alle Province, ha previsto un forte processo di innovazione dei processi procedurali e organizzativi anche e soprattutto attraverso un sostanziale adeguamento tecnologico, indispensabile per supportare le vecchie e nuove competenze assegnate all'Agenzia, con modalità moderne, efficaci ed efficienti. Le esigenze specifiche delle attività che determinano la "mission" dellEnte Strumentale Regionale sono state adeguatamente supportate dal punto di vista tecnologico pur dovendo scontare, nella fase d'avvio, le limitate capacità di investimento e quindi facendo particolare attenzione a economizzare sui costi di acquisizione e di gestione. Nella fase attuale, caratterizzata da una forte spinta nella direzione del cosiddetto e-government, dellinnovazione nella PA e del contenimento della spesa con la conseguente contrazione delle risorse, occorre distinguere ma affrontare nel loro insieme tutti gli aspetti che definiscono una coerente ed evoluta organizzazione delle tecnologie ICT all'interno del sistema regionale dei servizi per l'impiego.

8 I SISTEMI INFORMATIVI organizzazione e funzioni Attività e prodotti realizzazione, aggiornamento e sviluppo della rete informatica interna e del collegamento con quella regionale; amministrazione della LAN attraverso la conduzione operativa dei server e degli apparati di rete (manutenzione degli ambienti hw/sw di sistema, configurazione e modifica di componenti, monitoraggio sicurezza dei sistemi, backup/restore), la gestione dei client e delle periferiche di rete, linstallazione e la manutenzione delle postazioni, la formazione ed il supporto agli utenti; inserimento in rete con tecnologia internet/intranet/extranet degli archivi dellOsservatorio del Mercato del Lavoro; ausilio allalimentazione del Portale Internet regionale dedicato al lavoro e dellaggiornamento dei dati della Borsa Continua del Lavoro; governo degli strumenti informativi e di comunicazione attraverso lanalisi e lapplicazione delle tecnologie informatiche appropriate; supporto alle attività interne per garantire una maggiore automazione delle tradizionali attività di ufficio, attraverso lo sviluppo di soluzioni software che favoriscano sia la produttività e lefficacia individuale, sia la comunicazione e lintegrazione tra le unità operative; studio, implementazione, conduzione, sviluppo e aggiornamento delle procedure gestionali amministrativo/contabili dellEnte;

9 I SISTEMI INFORMATIVI organizzazione e funzioni in particolare ed in continuità, per quanto possibile, con loperatività consolidata ed in accordo con le nuove norme dettate dalla L.R. n. 42/2006, anche attraverso la partecipazione attiva ai gruppi di lavoro costituiti nellambito dello sviluppo del SIIR: 1.gestione del sistema RAP (rilevazione automatica presenze) con manutenzione data base, elaborazioni periodiche, verifica, stampa e consegna cartellini orari mensili, verifica, stampa e consegna buoni pasto; 2.installazione patch di aggiornamento per procedure amministrativo/contabili/personale, di gestione e installazione nuove releases dellapplicativo web based di protocollo informatizzato, di gestione centralizzata della suite antivirus enterprise a protezione di server e client, di costante update dei prodotti Microsoft e di altro sw specializzato; 3.programmazione avanzata di sw specifico, acquisizione dati e immagini, archiviazione ottica ed attività su richiesta; 4.formazione/supporto/assistenza agli utenti attraverso assistenza di 1° livello (telefonica e teleassistenza), supporto nelluso delle funzionalità dei sistemi (assistenza di 2° livello), progettazione e somministrazione formazione specifica; 5.conduzione e controllo connettività Internet ADSL e firewall su subscriber centralizzato, assistenza alla connessione con Intranet regionale su linea dedicata CDN ed apparati relativi; 6.amministrazione, sviluppo ed aggiornamento del sito Web istituzionale; gestione delle caselle di Posta elettronica istituzionali, gestione Intranet; 7.gestione Redazione Portale IoLavoroLiguria.it, check up su alimentazione dei contenuti, supporto tecnico agli utenti; 8.attività burocratico/amministrative di gestione Licenze sw, Inventario apparecchiature, Gare (specifiche tecniche, stima costi, indagini di mercato), rapporti con fornitori e gestione assistenza tecnica esterna. 9.in conseguenza al trasloco della sede sono stati acquisiti nuovi apparati hw (server, firewall, switch, ecc.), sono stati realizzati ex- novo i cablaggi (elettrici, fonia e dati) ed è stata reinstallata, configurata e resa operativa la nuova infrastruttura LAN;

10 I SISTEMI INFORMATIVI organizzazione e funzioni 10.assistenza alla connessione con Intranet regionale su linea dedicata controllo connettività Internet ADSL e firewall; 11.acquisizione di casella di Posta Elettronica Certificata; 12.acquisizione ed implementazione di carta regionale per firma elettronica; 13.abilitazione e messa a punto di sistema di e-procurement su mercato elettronico della PA. 14.progettazione e realizzazione del sito della Consigliera Regionale delle Pari opportunità sviluppando la veste grafica e lalbero dei contenuti, curando in particolar modo gli aspetti relativi al rispetto della accessibilità, per gli utenti disabili, e della usabilità, per migliorare l'esperienza degli utenti dotati di scarsa o nulla preparazione informatica, realizzando i contenuti in linguaggio standard xhtml e nel rispetto delle raccomandazioni fornite da W3C, raggiungendo la conformità WAI-AAA. 15.test ed progressivo utilizzo degli strumenti di datawarehouse dedicati ai dati del mercato regionale del lavoro (Rubens). 16.implementazione di nuove funzionalità riguardo gli applicativi gestionali (gestione Decreti e Determine, Rilevazione Automatica Presenze, ambiente per il Controllo di Gestione e Invio Cedolino paga via ); 17.aggiornamento release applicativo protocollo web e gestione documentale; 18.acquisizione nuovi PC in sostituzione di hw obsoleto, sw di produttività individuale ed applicazioni specifiche ove necessario; 19.adozione di misure specifiche per il rispetto delle norme di cui al D.Lgs. 196/03; 20.completamento, messa in esercizio e manutenzione del sito dedicato alla Consigliera Regionale di Parità; 21.perfezionamento dellutilizzo di strumenti integrati di e-procurement; 22.miglioramento della Intranet aziendale accrescendo i servizi erogati e la partecipazione attiva del personale;

11 I SISTEMI INFORMATIVI evoluzione dello scenario: L.R. 42/2006 Indirizzi e prospettive favorisce lo sviluppo integrato sul territorio regionale delle tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (ICT) attraverso listituzione del Sistema Informativo Regionale Integrato (SIIR) e il Progetto istituzionale Liguria in Rete; fornisce indirizzi per rafforzare lo sviluppo dei sistemi informativi della Regione, degli Enti appartenenti al SIIR e, mediante il progetto istituzionale Liguria in rete, delle Amministrazioni ed Enti liguri; introduce processi innovativi allinterno degli Enti anche in recepimento del contesto normativo nazionale: il Codice dellAmministrazione Digitale (D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82); attiva un processo di coordinamento, cooperazione ed integrazione dei sistemi informativi degli Enti del sistema regionale; promuove l'impiego esteso ed integrato delle tecnologie innovative da parte degli enti appartenenti al SIIR nello svolgimento delle funzioni e nell'erogazione dei servizi.

12 I SISTEMI INFORMATIVI evoluzione dello scenario: L.R. 42/2006 Criteri applicativi La L.R. 42/06 nelle sue definizioni generali ha individuato lAgenzia Liguria Lavoro quale soggetto attivo del Sistema Informativo Integrato Regionale; da questo discende la ns. partecipazione autonoma e stabile ai Gruppi di Lavoro previsti dalla Legge: G.d.L. 1 attività a supporto allattuazione della L.R. 42/2006 per quanto riguarda gli aspetti amministrativi, organizzativi ed economici; G.d.L. 2 attività per lo sviluppo e razionalizzazione delle infrastrutture informatiche e telematiche (reti telefonia fissa e mobile, telecomunicazioni, servizi di rete, postazioni utente); sottogruppo Capitolato per la fornitura di servizi di Telefonia Mobile. Abbiamo di recente concretizzato i primi esempi operativi, attraverso la stesura di specifici capitolati tecnici per: l'affidamento del servizio di manutenzione ed assistenza tecnica per le procedure applicative gestionali ed implementazione di nuovi moduli applicativi integrati; lacquisizione di attrezzature, hardware e software; lipotesi di possibili ulteriori conferimenti alla Società di Informatica Regionale Datasiel relativamente a: hosting, servizio , ecc.; conduzione sistemistica e applicativa apparati server e di rete; assistenza tecnica e manutenzione hardware.

13 I SISTEMI INFORMATIVI evoluzione dello scenario: L.R. 42/2006 Convenzione con Datasiel In ordine alla convenzione attualmente predisposta, ma non ancora stipulata, è opportuno approfondire le modalità in essa previste e le relative conseguenze. In particolare si richiama lattenzione sui seguenti punti facendo riferimento sempre ai principi di efficienza ed efficacia ai quali la legge e la convenzione vorrebbero puntare: Gli affidamenti presuppongono una importante e cospicua attività di specificazione da parte dellente committente anche nei casi in cui venga affidata a Datasiel la progettazione della fornitura. (Art. 5 c. 1) La verifica delle proposte di Datasiel comporta ulteriore attività assolutamente inderogabile per avere la garanzia che quanto richiesto nel capitolato sia stato compreso e che la fornitura comprenda, anche sotto il profilo economico, tutto quanto lente abbia previsto. (Art. 5 c. 3, Art. 7 c. 4, Art. 8 c. 2) Relativamente ad eventuali difetti di fornitura (mancata consegna, ritardi, mancato superamento del collaudo, non rispetto livelli di servizio e mancato raggiungimento indicatori) è previsto un meccanismo di per sé corretto e tuttavia anche in questo caso necessitante di elevata attenzione e tempestività nelle eventuali contestazioni. Il meccanismo di cui sopra per altro non tutela lEnte da eventuali inadempienze verso terzi non prevedendo nella convenzione il riconoscimento del danno, ma solo di uneventuale penale. (Art. 9 c ) Lintroduzione di una tolleranza di 20 giorni nellapplicazione delle penali di per se non particolarmente critica, manifesta tuttavia una tendenza a considerare normale un tale ritardo evidenziando unimpostazione non particolarmente attenta agli aspetti di puntualità nelle forniture. (Allegato tecnico – parte 4) Esiste inoltre una serie di costi pur marginali, ma significativi della difficoltà di conseguire concreti vantaggi economici per gli enti tenuto conto anche del fatto che la riduzione di carico di lavoro delle strutture preposte allo svolgimento delle gare, pur presente, sarà compensata dal carico di lavoro necessario per seguire lo svolgimento delle attività da parte di Datasiel ed inoltre inciderà sul valore patrimoniale dei beni in termini da approfondire.

14 I SISTEMI INFORMATIVI obiettivi 2008 Applicativi funzionali Sviluppo Intranet – ovvero come semplificare la comunicazione interna, ottimizzare le procedure informative, facilitare l'interazione con la struttura, efficacemente contribuire a sviluppare una visione e una cultura aziendale condivisa e capacità collaborative. 626 – ovvero come accrescere la consapevolezza, linformazione e la formazione rispetto alle problematiche della prevenzione e protezione. Adozione strumenti specifici di Network Collaboration (documenti/calendari/indirizzari condivisi). Utilizzo di telefonia mobile con uso integrato voce, dati ed immagini, VoIP, supporto Wi-Fi, invio e ricezione , agenda integrata e rubrica sincronizzabili con PC, sincronizzazione anche da remoto, in grado di gestire documenti office e dati personali, calcoli, utilizzo programmi.

15 I SISTEMI INFORMATIVI obiettivi 2008 Applicativi gestionali cedolino paghe via modulo sw delibere e determine upgrade modulo rilevazione presenze websi civilia – motore e area del personale prometeo web (controllo di gestione).

16 I SISTEMI INFORMATIVI obiettivi 2008 Cooperazione di sistema Contribuire, per le parti di competenza, a favorire lo sviluppo integrato sul territorio regionale delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione attraverso la fattiva collaborazione con i soggetti del Sistema Informativo Integrato Regionale (SIIR). Concorrere alla promozione dellimpiego esteso ed integrato di tecnologie innovative nello svolgimento delle funzioni e nellerogazione dei servizi, da parte degli Enti coinvolti a vario titolo nellevoluzione del Sistema Informativo del Lavoro, in accordo con le norme di attuazione dettate dalla L.R. 42/2006. Favorire lattivazione di processi di coordinamento, cooperazione, integrazione operativa e facilitazione iterativa dei sistemi informativi degli attori del sistema regionale delle Politiche del Lavoro.

17 I SISTEMI INFORMATIVI obiettivi 2008 Piano Operativo Triennale di informatizzazione Lo sviluppo del nuovo Sistema Informativo del Lavoro si colloca a cavallo dei due trienni di applicazione del POT; questo comporta una necessaria programmazione di sviluppi evolutivi per un costante adeguamento ed implementazione di nuove funzionalità, in relazione ai continui mutamenti normativi nel settore lavoro. Nel corso del triennio si dovranno anche affrontare sviluppi che semplifichino e velocizzino le comunicazioni sia allinterno della Pubblica Amministrazione che tra i privati e la Pubblica Amministrazione. Al fine di garantire la validità delle comunicazioni digitali si dovrà prevedere lutilizzo nel progetto delle nuove tecnologie di autenticazione e di firma digitale. Sfruttando infrastrutture di Cooperazione Applicativa dovranno inoltre essere realizzati sistemi per la condivisione e lo scambio dei dati relativi al mercato del lavoro con INPS e INAIL ed i soggetti istituzionali preposti ai servizi per i lavoratori stranieri, sempre nellottica di una razionalizzazione e delle comunicazioni istituzionali. In ultimo, a fronte della nuova configurazione della struttura regionale è necessario prevedere la ristrutturazione dei servizi e dei contenuti del portale IoLavoroLiguria. In generale dovrà essere assicurata lintegrazione delle attività e dei servizi realizzati dallAgenzia Liguria Lavoro nella rete delle strutture informative del sistema regionale nonché lo sviluppo dei sistemi gestionali e di comunicazione dellEnte per lintero ciclo delle proprie competenze operative.

18 I SISTEMI INFORMATIVI obiettivi 2008 Più in dettaglio lAgenzia Liguria Lavoro dovrà dare il suo apporto: allo sviluppo del sistema informativo regionale per la gestione dei servizi dei erogati dai Centri per lImpiego (RUBENS) con il superamento dei sistemi gestionali utilizzati dai centri per limpiego delle province e la gestione della programmazione, del controllo e monitoraggio della qualità dei servizi erogati dagli enti. allo sviluppo di funzionalità Internet integrate nel portale IoLavoroLiguria dedicate ai Cittadini, alle Imprese ed agli operatori del settore sia pubblici e che privati, in relazione alla Borsa Continua del Lavoro con lobiettivo di sviluppare un sistema aperto che favorisca laccesso di cittadini ed imprese al mercato del lavoro. all'estensione della piattaforma di Content Management del portale IoLavoroLiguria alle strutture legittimate alla redazione dei contenuti. all'implementazione di nuove funzioni rivolte agli utenti per migliorare linterattività del portale (i.e. SMS, feed RSS, Blog, ecc.), opportunità volte a promuovere il collegamento cooperativo in rete tra gli operatori del sistema lavoro (SSOOL) e funzionalità collaborative fra le istituzioni. al progressivo adeguamento delle pagine web alle norme ed ai requisiti per favorire laccessibilità dei contenuti alle persone disabili (L. 4/04, raccomandazioni e linee guida W3C, ecc.). al perfezionamento dei sistemi di acquisizione, elaborazione e analisi dei dati sul mercato e politiche del lavoro e della loro diffusione.

19 I SISTEMI INFORMATIVI scenari Scenari - Gartner: un decalogo per i Cio Cosa fare, cosa continuare, cosa smettere e cosa imparare. Quattro punti per dieci consigli e altrettanti spunti di riflessione. Gartner Group, una delle più famose società internazionali di ricerca e di sviluppo di modelli di mercato in ambito tecnologico, ha presentato un'anteprima del suo Cio New Year Resolutions, con il quale la società di analisi presenta le proprie considerazioni sui punti nodali che i Cio non potranno non prendere in considerazione nel corso del prossimo anno. 1 Tra le priorità identificate dalla società di analisi vi è soprattutto un serio esame del cosiddetto ricambio generazionale. Gradualmente alcune figure storiche dei dipartimenti It stanno uscendo dalla scena lavorativa, portando con sé un importante bagaglio di conoscenze ed esperienze, nonché una leadership oggi non facilmente sostituibile. Per questo motivo, proprio in vista di un inevitabile ricambio generazionale, è importante iniziare a identificare all'interno del proprio staff le figure più idonee per una crescita professionale, alle quali affidare gradualmente nuovi incarichi di responsabilità. In questo processo di scelta, è importante tener presente che creatività e capacità di stimolare il cambiamento devono essere tra le caratteristiche principali di queste nuove figure. 2 La seconda priorità, sempre secondo Gartner, è quella di puntare alla performance dell'ambiente It, in un'ottica di continuo miglioramento, 3 mentre il terzo punto da non dimenticare, soprattutto in questa dimensione di ricambio generazionale, è che l'innovazione va sostenuta, incentivando in modo adeguato e riconoscibile gli innovatori.

20 I SISTEMI INFORMATIVI scenari Se questi primi punti lanciano uno sguardo di medio periodo, più importanti sono alcune azioni che i Cio dovrebbero aver già intrapreso in questi mesi e dovrebbero pertanto potenziare nel corso del prossimo anno. 4 In primo luogo aumentare la strategicità delle risorse umane, superando alcune barriere che negli anni precedenti avevano finito per rappresentare dei veri e propri ostacoli allo sviluppo. 5 Fondamentale, poi, è l'esperienza in prima linea. Non è sbagliato - sostiene Gartner - che il team che ha la responsabilità dell'It aziendale trascorra almeno una settimana all'anno in mansioni di cosiddetta frontline, così da poter sperimentare e di conseguenza meglio comprendere le reali esigenze e i reali problemi con i quali quotidianamente i loro colleghi hanno a che fare. 6 Infine, è importante che gli investimenti in tecnologia abbiano un riconoscimento e una visibilità attraverso l'intera struttura aziendale. E se con i primi sei punti Gartner di fatto esprime consigli su ciò che è meglio fare, non si dimentica anche delle cose che i Cio farebbero bene a dimenticare nel corso del prossimo anno. 7 In primo luogo è il momento non considerare più valida l'equazione che parametra il risparmio sull'efficienza dei costi: se in qualche misura è stata valida in passato, ora porta con sé forte il rischio del disinvestimento infrastrutturale, pericolosissimo per qualsiasi organizzazione. 8 E' anche giunto il momento di smettere di trattare l'It governance alla stregua di una procedura, lavorando invece in termini più strategici. 9 Infine, elemento anch'esso fondamentale, è il momento di intraprendere una strada più pragmatica e decisionista: una volta fatta una scelta, perseguirla. Continuare a discutere all'infinito sulle minuzie è uno spreco di tempo e distoglie energie da progetti di ben più ampio respiro. 10 L'ultimo punto, di quello che a tutti gli effetti è il decalogo di Gartner, riguarda ciò che i Cio dovrebbero preoccuparsi di imparare. E qui si parla di tecnologie. Quattro i punti cruciali: la stampa 3D, i linguaggi di programmazione di alto livello, le comunità virtuali, i tools di analisi.


Scaricare ppt "U.O. Sistemi Informativi, Organizzazione e Controlli (Responsabile A. M. Terrile) Genesi storica, architettura del sistema, organizzazione e obiettivi."

Presentazioni simili


Annunci Google