La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Ruolo e Funzioni dello Stato, Regione, Provincia A cura di Francesco Ing. Monacelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Ruolo e Funzioni dello Stato, Regione, Provincia A cura di Francesco Ing. Monacelli."— Transcript della presentazione:

1 Il Ruolo e Funzioni dello Stato, Regione, Provincia A cura di Francesco Ing. Monacelli

2 Francesco Monacelli 2 Programma I soggetti pubblici Lo Stato La Regione Province, Comuni Forme associative e di cooperazione tra enti

3 Francesco Monacelli 3 Organizzazione Periferica Costituzione Titolo V Costituzione RegioniRegioni ProvinceProvince ComuniComuni Città Metropolitane

4 Francesco Monacelli 4 I Principi Costituzionali La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato. I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione. Roma è la capitale della Repubblica. La legge dello Stato disciplina il suo ordinamento. Art.114 Costituzione

5 Francesco Monacelli 5 I Principi Costituzionali Il Friuli Venezia Giulia, la Sardegna, la Sicilia, il Trentino- Alto Adige/Südtirol e la Valle d'Aosta/Vallee d'Aoste dispongono di forme e condizioni particolari di autonomia, secondo i rispettivi statuti speciali adottati con legge costituzionale. La Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol è costituita dalle Province autonome di Trento e di Bolzano. Art.116 Costituzione

6 Francesco Monacelli 6 Ruoli Costituzione Titolo V Costituzione RegioniRegioni ProvinceProvince ComuniComuni Città Metropolitane StatoStato PotestàLegislativa FunzioniAmministrative

7 Francesco Monacelli 7 Lo Stato Lo Stato-amministrazione è lente pubblico per eccellenza. Esso si configura come: Ente sovrano, in quanto è sovraordinato a tutti gli altri soggetti che operano nellambito dellordinamento; Ente politico, poiché persegue fini generali; Ente necessario e ad appartenenza necessaria, in quanto: È indispensabile per il perseguimento dei pubblici interessi. Tutti i cittadini fanno parte di esso.

8 Francesco Monacelli 8 Lo Stato Lo Stato ha legislazione esclusiva nelle seguenti materie: a) politica estera e rapporti internazionali dello Stato; rapporti dello Stato con l'Unione europea; diritto di asilo e condizione giuridica dei cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea; b) immigrazione; c) rapporti tra la Repubblica e le confessioni religiose; d) difesa e Forze armate; sicurezza dello Stato; armi, munizioni ed esplosivi; e) moneta, tutela del risparmio e mercati finanziari; tutela della concorrenza; sistema valutario; sistema tributario e contabile dello Stato; perequazione delle risorse finanziarie;

9 Francesco Monacelli 9 Lo Stato f) organi dello Stato e relative leggi elettorali; referendum statali; elezione del Parlamento europeo; g) ordinamento e organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali; h) ordine pubblico e sicurezza, ad esclusione della polizia amministrativa locale; i) cittadinanza, stato civile e anagrafi; l) giurisdizione e norme processuali; ordinamento civile e penale; giustizia amministrativa; m) determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale;

10 Francesco Monacelli 10 Lo Stato n) norme generali sull'istruzione; o) previdenza sociale; p) legislazione elettorale, organi di governo e funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane; q) dogane, protezione dei confini nazionali e profilassi internazionale; r) pesi, misure e determinazione del tempo; coordinamento informativo statistico e informatico dei dati dell'amministrazione statale, regionale e locale; opere dell'ingegno; s) tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali.

11 Francesco Monacelli 11 Il pluralismo della P.A. Lo Stato non è lunico ente pubblico: nellordinamento italiano, infatti, vige il principio del pluralismo della PA. Per cui coesistono, accanto allo Stato, altri soggetti con capacità giuridica pubblica, che perseguono fini di interesse pubblico. Come riconoscere un ente pubblico ?

12 Francesco Monacelli 12 Lente Pubblico Indici di riconoscimento dellente pubblico, laddove manchi una espressa previsione normativa, sono: Un sistema di controlli pubblici; Lingerenza dello Stato o di altra P.A. nella nomina e revoca dei dirigenti nonché nellamministrazione dellente; Una partecipazione dello Stato o di altra P.A. alle spese di gestione; Il potere di direttiva dello Stato nei confronti degli organi, in relazione al conseguimento di determinati obiettivi; Finanziamento pubblico istituzionale; La costituzione ad iniziativa pubblica.

13 Francesco Monacelli 13 LEnte Pubblico e lEnte Privato ENTI PUBBLICI: STATO REGIONE PROVINCIA COMUNE CITTA METROPOLITANA UNIVERSITA …………. ENTI PRIVATI: FONDAZIONI ASSOZIAZIONI SPA SRL SAS COOPERATIVE CONSORZI …………………

14 Francesco Monacelli 14 La Regione La Regione è un ente pubblico territoriale ossia il territorio costituisce: Lelemento delimitativo della sfera di competenza e di efficacia dei relativi poteri; Lelemento costitutivo; Le Regioni sono enti: Autarchici, cioè operano in regime di diritto amministrativo; Ad appartenenza necessaria, in quanto ne fanno parte necessaria tutti coloro che risiedono stabilmente nel loro territorio ed hanno,pertanto, diritto di voto; Associativi, poiché composti da tutti i risiedenti sul loro territotio Autonomi rispetto allo stato, in quanto dotati di autonomia politica, amministrativa e finanziaria.

15 Francesco Monacelli 15 Governance StatutoStatuto determina la forma di governo e i principî fondamentali di organizzazione e funzionamento determina la forma di governo e i principî fondamentali di organizzazione e funzionamento ConsiglioConsiglio PresidenteGiuntaPresidenteGiunta Leggi Deliberazioni Competenze Pubblicazione

16 Francesco Monacelli 16 La regione e gli enti Regione Aziende(Sanità) Agenzie(Agricoltura) Associazioni (terzo settore) Autorità(Acque) Confederazioni (Autonomie Locali) Istituti(ricerca) Laboratori(Ambiente) Organi di controllo (TV)

17 Francesco Monacelli 17 La Regione Lordinamento italiano prevede due tipi di regione: A Statuto Ordinario A Statuto Speciale Gli elementi di differenziazione attengono a: Procedimento di formazione dello Statuto Sfera di competenza legislativa ed amministrativa Sistema Finanziario

18 Francesco Monacelli 18 La Regione Gli organi direttivi della Regione sono: Il Consiglio Regionale (esercita il potere legislativo spettante alla regione) La Giunta Regionale ( esegue le leggi e le deliberazioni del consiglio, amministra il patrimonio, indirizza lattività degli uffici regionali, predispone il bilancio) Il Presidente della Regione rappresenta la regione, promulga le leggi ed i regolamenti, indice i referendum.

19 Francesco Monacelli 19 Struttura organizzativaAssessore Area Settori Unità Organizzativa Struttura operativa Area Servizi Direttore

20 Francesco Monacelli 20 La Regione Organizzazione in direzioni Polizia locale, Prevenzione e Protezione civile Famiglia e Solidarietà sociale Sanita' Istruzione, Formazione e Lavoro Giovani, Sport e Promozione attività turistica Agricoltura Artigianato e Servizi Industria, Piccola e Media Impresa e Cooperazione Cultura Commercio, Fiere e Mercati Infrastrutture e Mobilita' Ambiente Territorio e Urbanistica Casa e Opere pubbliche Reti e Servizi di pubblica utilità

21 Francesco Monacelli 21 La Regione La regione ha potestà legislativa nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali. La regione non può legiferare nelle materie di competenza esclusiva dello Stato. Nelle materie di legislazione concorrente spetta alle Regioni la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei principi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato. Spetta alle Regioni la potestà legislativa in riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato. Art. 117 Costituzione

22 Francesco Monacelli 22 La Regione Sono materie di legislazione concorrente quelle relative a: rapporti internazionali e con l'Unione europea delle Regioni; commercio con l'estero; tutela e sicurezza del lavoro; istruzione, salva l'autonomia delle istituzioni scolastiche e con esclusione della istruzione e della formazione professionale; professioni; ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all'innovazione per i settori produttivi; tutela della salute; alimentazione; ordinamento sportivo; protezione civile; governo del territorio; porti e aeroporti civili; grandi reti di trasporto e di navigazione;

23 Francesco Monacelli 23 La Regione ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell'energia; previdenza complementare e integrativa; armonizzazione dei bilanci pubblici e coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario; valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali; casse di risparmio, casse rurali, aziende di credito a carattere regionale; enti di credito fondiario e agrario a carattere regionale.

24 Francesco Monacelli 24 Forme associative tra enti Gli enti Pubblici possono adottare le seguenti forme associative e di cooperazione: Convenzioni Consorzi Unioni di Comuni Accordi di Programma Protocollo dintesa

25 Francesco Monacelli 25 Convenzioni Al fine di svolgere in modo coordinato funzioni e servizi determinati, gli enti locali possono stipulare tra loro apposite convenzioni. Le convenzioni devono stabilire: i fini, la durata, le forme di consultazione degli enti contraenti, i loro rapporti finanziari ed i reciproci obblighi e garanzie.

26 Francesco Monacelli 26 Convenzioni Per la gestione a tempo determinato di uno specifico servizio o per la realizzazione di un'opera lo Stato e la regione, nelle materie di propria competenza, possono prevedere forme di convenzione obbligatoria fra enti locali, previa statuizione di un disciplinare-tipo. Le convenzioni possono prevedere anche la costituzione di uffici comuni che operano con personale distaccato dagli enti partecipanti, ai quali affidare l'esercizio delle funzioni pubbliche in luogo degli enti partecipanti all'accordo, ovvero la delega di funzioni da parte degli enti partecipanti all'accordo a favore di uno di essi, che opera in luogo e per conto degli enti deleganti. Art.30 Testo Unico EELL

27 Francesco Monacelli 27 Consorzi Gli enti locali per la gestione associata di uno o piu' servizi e l'esercizio associato di funzioni possono costituire un consorzio. Al consorzio possono partecipare altri enti pubblici, quando siano a cio' autorizzati, secondo le leggi alle quali sono soggetti. A tal fine i rispettivi consigli approvano a maggioranza assoluta dei componenti una convenzione ai sensi dell'articolo 30, unitamente allo statuto del consorzio. In particolare la convenzione deve disciplinare: le nomine e le competenze degli organi consortili prevedere la trasmissione, agli enti aderenti, degli atti fondamentali del consorzio; Lo statuto, in conformita' alla convenzione, deve disciplinare l'organizzazione, la nomina e le funzioni degli organi consortili

28 Francesco Monacelli 28 Consorzi Salvo quanto previsto dalla convenzione e dallo statuto per i consorzi, ai quali partecipano a mezzo dei rispettivi rappresentanti legali anche enti diversi dagli enti locali, l'assemblea del consorzio e' composta dai rappresentanti degli enti associati nella persona del sindaco, del presidente o di un loro delegato, ciascuno con responsabilita' pari alla quota di partecipazione fissata dalla convenzione e dallo statuto. Tra gli stessi enti locali non puo' essere costituito piu' di un consorzio. La convenzione fra gli Enti Locali dovrà essere approvata dal Consiglio Comunale/Provinciale (l'organo di indirizzo e di controllo politico- amministrativo) secondo quanto previsto dallart.42 del Testo Unico Art. 31 Testo Unico EELL

29 Francesco Monacelli 29 Unioni di Comuni Le unioni di comuni sono enti locali costituiti da due o piu' comuni di norma contermini, allo scopo di esercitare congiuntamente una pluralita' di funzioni di loro competenza. L'unione ha potesta' regolamentare per la disciplina della propria organizzazione, per lo svolgimento delle funzioni ad essa affidate e per i rapporti anche finanziari con i comuni. Alle unioni di comuni si applicano, in quanto compatibili, i principi previsti per l'ordinamento dei comuni. Art. 32 Testo Unico EELL

30 Francesco Monacelli 30 Accordi di programma Il presidente della regione ( o il presidente della provincia o il sindaco ) promuove un accordo di programma per la definizione e l'attuazione di opere, di interventi o di programmi di intervento che richiedono l'azione integrata e coordinata di comuni, di province e regioni, di amministrazioni statali e di altri soggetti pubblici. Elementi dellaccordo sono: i tempi, le modalita', il finanziamento ed ogni altro connesso adempimento procedimenti di arbitrato, interventi surrogatori di eventuali inadempienze dei soggetti partecipanti. Art. 34 Testo Unico EELL

31 Francesco Monacelli 31 Accordi di programma LAccordo di Programma di riuso che preveda: la gestione associata di servizi informativi spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi variazioni di bilancio Dovrà essere approvato dai consigli degli enti locali coinvolti

32 Francesco Monacelli 32 Protocollo dintesa Il protocollo dintesa non è normato fra le forme associative degli EELL. Esso presenta i caratteri della Convenzione. Un protocollo dintesa di riuso che preveda: la gestione associata di servizi informativi spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi variazioni di bilancio Dovrà essere approvato dai consigli degli enti locali coinvolti secondo quanto previsto dallart.42 comma 2 punti b,c, ed i del Decreto legislativo 8 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.

33 Francesco Monacelli 33 Parte II La Provincia ed il Comune

34 Francesco Monacelli 34 Le Funzioni Amministrative della Provincia Ente intermedio Funzioni proprie e coordinate con la Regione Compiti di programmazione economica, territoriale, ambientale Funzioni (art /2000) Spettano alla provincia le funzioni amministrative di interesse provinciale che riguardino vaste zone intercomunali o l'intero territorio provinciale Difesa del suolo, tutela e valorizzazione dell'ambiente e prevenzione delle calamità; piano territoriale di coordinamento che determina gli indirizzi generali di assetto del territorio 2. Tutela e valorizzazione delle risorse idriche ed energetiche; 3. valorizzazione dei beni culturali; 4. Viabilità e trasporti; 5. protezione della flora e della fauna parchi e riserve naturali; 6. Caccia e pesca nelle acque interne; 7. organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale, rilevamento, disciplina e controllo degli scarichi delle acque e delle emissioni atmosferiche e sonore; 8. Servizi sanitari, di igiene e profilassi pubblica, attribuiti dalla legislazione statale e regionale; 9. Compiti connessi alla istruzione secondaria di secondo grado ed artistica ed alla formazione professionale, compresa l'edilizia scolastica, attribuiti dalla legislazione statale e regionale; 10. Raccolta ed elaborazione dati, assistenza tecnico- amministrativa agli enti locali

35 Francesco Monacelli 35 Aree di intervento 1. istituti di istruzione secondaria; 2. istituti gestiti direttamente dalla provincia; 3. formazione professionale ed altri servizi inerenti l'istruzione; 4. biblioteche, musei e pinacoteche; 5. valorizzazione di beni di interesse storico, artistico e altre attività culturali; 6. turismo; 7. sport e tempo libero; 8. trasporti pubblici locali; 9. viabilità; 10. urbanistica e programmazione territoriale; 11. difesa del suolo; 12. servizi di tutela e valorizzazione ambientale; 13. organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale; 14. rilevamento, disciplina e controllo degli scarichi delle acque e delle emissioni atmosferiche e sonore; 15. caccia e pesca nelle acque interne; 16. parchi naturali, protezione naturalistica e forestazione; 17. tutela e valorizzazione risorse idriche e energetiche; 18. servizi di protezione civile; 19. sanità; 20. assistenza infanzia, handicappati e altri servizi sociali; 21. agricoltura; 22. industria, commercio e artigianato; 23. mercato del lavoro;

36 Francesco Monacelli 36 Le Funzioni Amministrative del Comune Territorio Popolazione Servizi ai cittadini Sviluppo Economico Funzioni (art /2000) Spettano al comune tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione ed il territorio comunale, precipuamente nei settori organici dei servizi alla persona e alla comunità, dell'assetto ed utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico, salvo quanto non sia espressamente attribuito ad altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze. 01) funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 02) funzioni relative alla giustizia 03) funzioni di polizia locale 04) funzioni di istruzione pubblica 05) funzioni relative alla cultura ed ai beni culturali 06) funzioni nel settore sportivo e ricreative 07) funzioni nel campo turistico 08) funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti 09) funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell'ambiente 10) funzioni nel settore sociale 11) funzioni nel campo dello sviluppo economico 12) funzioni relative a servizi produttivi

37 Francesco Monacelli 37 Aree tematiche di intervento… Attività Economiche Fisco e tributi Giovani e lavoro Attività produttive Finanziamenti Commercio Turismo Promozione e marketing Erogazione Energia Servizi Comunali Servizi demografici Bilancio e tributi LLPP Organizzazione e qualità dei servizi Comitati territoriali Personale Aziende municipali e miste Consorzi e Convenzioni Ufficio pubbliche relazioni Ambiente e Rifiuti Raccolta differenziata Rifiuti solidi urbani Acqua Inquinamento dell'aria Verde pubblico Risparmio energetico Arte, cultura e Spettacolo Teatro Cinema Musica Arti figurative Feste popolari Musei Biblioteche

38 Francesco Monacelli 38 Aree tematiche di intervento Sanità ed Assistenza Infanzia Infanzia Terza età Terza età Donne Donne Strutture e servizi Strutture e servizi Tossicodipendenza Tossicodipendenza Handicap Handicap Edilizia ed Urbanistica Piani urbanistici Piani urbanistici Arredo urbano Arredo urbano Aree produttive Aree produttive Edilizia popolare Edilizia popolare Educazione Civica Educazione stradale Educazione stradale Protezione civile Protezione civile Vandalismo Vandalismo Tolleranza Tolleranza Norme Norme Istituzioni Istituzioni Gemellaggi Gemellaggi

39 Francesco Monacelli 39 Territorio Pianificazione Urbanistica Difesa dellAmbiente (Ambiti protetti, igiene pubblica, qualità, ecc) Protezione civile Infrastrutture Viabilità Strutture ricreative, sportive, culturali, Sanitarie, religiose Beni culturali e Patrimonio pubblico Scuole Cimitero Infrastrutture tecnologiche Gas od altro Rete elettrica Telecomunicazioni (Cellulari, larga-banda, ecc) Rete idrica e Fognaria, Depuratori Illuminazione pubblica Aree verdi, attrezzate.. Produzione di energia

40 Francesco Monacelli 40 Popolazione Anagrafe Vigilanza e sicurezza Elettorale Salute Istruzione Sussidi sociali

41 Francesco Monacelli 41 Servizi ai cittadini Manutenzione aree (decoro) RSU, Acqua, depurazione, Illuminazione, Gas, Teleriscaldamento, Telecomunicazioni,.. Scuole fino al 2 ordine, La provincia ha competenza per le superiori Servizi sociali Salute pubblica (non la sanità) Servizi alla persona Mense Scuola Trasporti Servizi cimiteriali Altri, dove cè un corrispettivo per lerogazione del servizio Servizi ricreativi, sport, sagre, manifestazioni Servizi culturali (musei, Biblioteche,..) Sportelli unici Trasporti pubblici Residenza pubblica Sicurezza

42 Francesco Monacelli 42 Sviluppo Economico Economico Industria artigianato Commercio Terzo settore Turismo Ambiente Energia Promozione/Marketing Infrastrutture Impatto rilevante per la crescita della società nei settori Culturale Associativo Sociale


Scaricare ppt "Il Ruolo e Funzioni dello Stato, Regione, Provincia A cura di Francesco Ing. Monacelli."

Presentazioni simili


Annunci Google