La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Apprendimento, didattica e valutazione in medicina generale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Apprendimento, didattica e valutazione in medicina generale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 1."— Transcript della presentazione:

1 Apprendimento, didattica e valutazione in medicina generale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 1

2 1. Introduzione : la Medicina Generale, competenze e materie, medici pensanti, significati, pitture rupestri, storia, professione 2.Apprendimento: apprendimento individuale, apprendimento prossimale, interazione cognitiva, apprendimento situato 3. Ricerca e didattica 4. Formazione 5. Valutazione 6. Valutazione e Progetto 7. La medicina della persona: omaggio a Francesco Salvestroni 8. Conclusioni 2

3 La Medicina Generale, competenze e materie, medici pensanti, significato, pitture rupestri, storia, professione Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 3

4 La medicina generale è una specializzazione La medicina generale è una professione ad alta complessità La medicina generale è una professione eminentemente pratica che si giova soprattutto dellapprendimento dalla pratica 4 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

5 Materia Ogni seminario deve prevedere la presenza di almeno un medico di medicina generale esperto in pedagogia delladulto […] scelto dal coordinatore delle attività teoriche e ove necessario di un docente con esperienza specifica nella materia trattata Materia: infezione acuta delle basse vie respiratorie (trattamento ….) Esperto: pneumologo 5 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

6 Competenza Il futuro medico di medicina generale non deve semplicemente saper curare la polmonite ma gestire un paziente anziano in un contesto familiare con febbre tosse e ipotesi diagnostica polmonite. Il titolo del modulo è quindi il paziente anziano con tosse e febbre 6 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

7 Costituisce la suprema necessità che si diano dei medici pensanti, i quali non siano disposti a cedere il campo ai tecnici della scienza. M. Heidegger, Seminari di Zollikon, 8 luglio 1965 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Medici pensanti 7

8 André Brink scrittore sudafricano La fame esiste, e la si può placare solo con del pane, non con la musica. Il riconoscimento della piena umanità di una donna non dipende da un dipinto. Ma ciò non implica nemmeno per un istante che l'umanità non abbia bisogno di musica, o di letteratura, di teatro o di pittura Riconoscere il nostro bisogno di cultura non significa sottovalutare la necessità basilare degli esseri umani di sopravvivere, essere liberi, potere lavorare, migliorare la propria condizione: è solo riconoscere che l'umanità richiede anche significato, o almeno la possibilità di cercare un significato. Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 8

9 La pittura in ocra rossa, che che raffigura due uccelli con il collo proteso, risalirebbe ai primi tempi di insediamento umano nel continente. Fu scoperta circa tre anni fa (2008) Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Dal meccanico al simbolico: La necessità biologica dellessere umano di dare senso e significato 9

10 Storia … capire cosa poteva significare il saluto un po freddo di un amico o cosa intendeva dire lIra non usando la parola permanente nella dichiarazione di cessate il fuoco del 1994 … sono questioni che richiedono una storia. J. Bruner Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

11 Da Lo studio etnografico delle professioni, Attila Bruni, Carocci 2003 Essere musicista jazz non significa soltanto "suonare bene" ma sapere come relazionarsi con il pubblico, con gli altri musicisti, nonchè sapersi atteggiare adeguatamente in sala o nel backstage. Significa anche essere in grado di assumersi responsabilità 11 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

12 apprendimento individuale, interazione apprendimento prossimale, interazione cognitiva, apprendimento situato Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 12

13 Una competenza distintiva delle specie viventi che negli esseri umani è principalmente basata sulla competenza simbolica e sul linguaggio verbale. Lapprendimento consente il rientro e lelaborazione di conoscenze mediante la selezione e il riconoscimento, ed è alla base di ogni processo di cambiamento. (U. Morelli) Apprendimento Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 13

14 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 14

15 Apprendimento Educazione Istruzione come Trasferimento di conoscenze APPRENDIMENTO Individuale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 15

16 Le informazioni da una fonte attendibile/autorevole vengono trasmesse ad un pubblico più ampio Chi apprende acquisisce ed immagazzina le informazioni in un comparto della mente; lo utilizza quando necessario Le procedure di applicazione pratica delle conoscenze sono esse stesse conoscenze logico razionali di metodo che possono essere apprese individualmente Lapprendimento individuale di conoscenze e procedure è un potente strumento di stimolo allo sviluppo del pensiero simbolico astratto APPRENDIMENTO individuale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 16

17 Interazione cognitiva e sviluppo prossimale: la necessità di apprendere con gli altri Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 17

18 I bambini sanno fare alcune cose da soli. Questo si misura con test o altro e da la misura del sapere evolutivo individuale compiuto. Il sapere evolutivo individuale compiuto è una delle basi del problem solving Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover M. Lichtner 18

19 I bambini possono fare cose diverse assieme (con laiuto di) ad altri. Questo apprendimento non viene considerato importante o viene ignorato Quello che possono fare insieme ad altri è in realtà una possibilità di sviluppo. Questa possibilità di sviluppo possiamo chiamarla sviluppo potenziale. Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover M. Lichtner 19

20 La zona di apprendimento prossimale è la distanza tra il livello effettivo di sviluppo così come è determinato dal da problem solving autonomo e il livello di sviluppo potenziale come è determinato sotto la guida di di un adulto o in collaborazione con i propri pari più capaci (Vygotski, 1986: ) La zona di sviluppo prossimale consiste nella distanza che separa ciò che le persone sanno riconoscere o comprendere quando avviene sotto i loro occhi da ciò che sanno produrre da soli. (J. Bruner 1996) Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 20

21 Il passaggio da un sapere potenziale ad uno effettivo passa attraverso la zona prossimale di interazione cognitiva Con interazione cognitiva si intende un interazione che fornisce apprendimento. Linterazione cognitiva è sempre comunque un interazione globale che comprende anche emozioni, affetti, relazioni di potere, ecc Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Vygotski, 1986 pg 126-7; M. Lichtner mod. da F. Valcanover

22 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 22

23 I processi cognitivi non sono mai context-free Il contesto (motivazioni, aspetti relazionali, caratteristiche del problema,vicoli sociali, culturali, economici, geografici …) è parte integrante del cognitive event. Due compiti formalmente simili (uno astratto, uno concreto) non sono la stessa cosa (le sorprese dellisomorfismo). Logical problem solving versus practical problem solving (Rogoff, 1984) Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 23

24 Le idee viaggiano globalmente e attecchiscono localmente. Ciò significa che il loro significato va ricercato nel contesto locale e presso la comunità di parlanti che danno forma a tale idea. Silvia Gherardi 2008 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 24

25 Apprendimento come sapere pratico Apprendere come come facoltà di partecipare con la dovuta competenza alla complessa rete di relazioni ed attività in cui si è coinvolti quando si mette in atto una pratica. S.Gherardi 2003 L'apprendimento nelle comunità di pratica come forma di compartecipazione ad alcune pratiche, più che come acquisizione di sapere astratto Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 25

26 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 26

27 Summary points (1) Critical literature appraisal and evidence based medicine (EBM) can be taught through standalone courses or through instructional methods that incorporate teaching into routine clinical care Several randomised and non-randomised studies have evaluated the effects of teaching EBM to postgraduates Both standalone courses and integrated teaching improve knowledge Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 27

28 Summary points (2) Improvements in skills, attitudes, and behaviour, however, come about when teaching is integrated into clinical practice; standalone courses bring about no change It is important to incorporate EBM teaching into clinical practice, but this would require a sustained effort well beyond standalone instruction Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 28

29 Osservazione sugli oggetti di valutazione (NTT) e sulla valutazione di conoscenze e la valutazione di processo Osservazioni sulle criticità della ricerca: difficoltà di individuare oggetti valutazione su abilità attitudini e comportamenti ed anche su outcomes dei pazienti in relazione variabilità individuale Osservazioni su stimoli interessanti: obiettivo di integrare EBM con valori del cittadino Osservazione sulle preoccupazioni degli studenti di medicina (curriculun e valutazione) Osservazioni sullimportanza della pratica Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 29

30 Capacità di apprendimento Il 10% di ciò che si legge Il 20% di ciò che si ascolta Il 30% di ciò che si vede Il 50% di ciò che si vede e si ascolta L80% di ciò che si dice Il 90% di ciò che si fa Con effetto sinergico Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 30

31 Discente/i caratteristiche personali motivazione, stile …………… Obiettivi Contenuto Metodologie Docente/i carattersitiche, motivazione, stile... Mandato del committente APPRENDIMENTO Fattori che influenzano lapprendimento La gestione daula: Valorizzazione di conoscenze Atmosfera di rispetto Coinvolgimento Feedback costruttivo e rispettoso Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Altro ancora 31

32 Formazione Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 32

33 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 33

34 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 34

35 Mauro Bertoluzza 2004 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 35

36 Allevare è caratterizzato dalla soggettività, dalla complessità, dalla non riproducibilità. Allenare caratterizzato dalla oggettività, dalla performance, dalla riproducibilità. Crescere può essere inteso come sintesi tra allevare ed allenare Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 36

37 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 37

38 Dal lat. valuta, valere: valutare. Confronto tra la situazione iniziale e quella di arrivo. Processo scientifico e sistematico con cui viene determinato il grado in cui un intervento o programma pianificato raggiunge pre- determinati obiettivi (WHO). Fornisce le basi di un giudizio di valore che permette di prendere le migliori decisioni pedagogiche. Include una componente di misurazione e una componente di giudizio e decisione. E un processo continuo, si basa su criteri, nella formazione può misurare il comportamento dei discenti, lefficacia degli insegnanti, la qualità nel programma. Vettore Scandellari Saiani Pressato Galliani Moreni Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 38

39 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Valutazione/Verifica: attribuire valore, rendere vero sono sinonimi che indicano la disposizione a riconoscere il senso, il significato e la misura dellazione sociale, in ogni campo, dal lavoro, allapprendimento e ai servizi. (Morelli) 39

40 Se lo scopo che ci proponiamo noi non è solo misurare, cioè evidenziare le differenze tra individui, confrontare, classificare, ma prima di tutto capire come gli studenti apprendono, come costruiscono il loro sapere, e verificare a quali risultati più significativi via via pervengono non solo in termini di conoscenze acquisite ma come capacità di comprensione e di autonoma elaborazione, ci rendiamo conto che valutare è unimpresa piuttosto complessa piena di implicazioni. Maurizio Lichtner Valutare lapprendimento teorie e metodi. FrancoAngeli srl Milano, Italy 2004 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 40

41 Che relazione tra la formazione,professionale e le performance nella pratica stessa? Che modalità di valutazione utilizzo per scegliere il collega che mi sostituisce? Come faccio a valutare la capacità di agire in presenza di eventi contingenti, imprevisti, atipici? Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 41

42 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 42

43 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Esperienza formativa ApproccioFunzionalista Bloom – Tyler 1971 La teoria del curricolo ApproccioFenomenologico 2 concezioni di apprendimento Mod Lichtner Saiani 43

44 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Approccio funzionalista Quali sono gli obiettivi del progetto ? Sono stati definiti chiaramente allinizio e tenuti presneti nel corso dellazione formativa ? Gli obiettivi sono stati definiti sulla base di unindagine preliminare sui bisogni di formazione ? Approccio fenomenologico Rispetto agli obiettivi formulati allinizio, ci sono state modifiche, tenendo conto delle esigenze che via via emergevano ? In che misura lindagine preliminare, se cè stata, ha attivamente coinvolto i soggetti interessati ? Progetto obiettivi e valutazione: approcci a confronto Mod Lichtner Saiano 44

45 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Approccio funzionalista Le attività didattiche messe in atto sono risultate utili al perseguimento dellobiettivo ? I risultati raggiunti corrispondono agli obiettivi posti ? Le conoscenze e competenze acquisite dai soggetti sono applicabili, utilizzabili, nei contesti in cui operano ? Approccio fenomenologico Le attività proposte hanno incontrato linteresse dei partecipanti ? Hanno costituito per loro unesperienza significativa ? Quali sono, dal punto di vista dei partecipanti, i risultati più significativi che hanno raggiunto? E cambiato il modo di porsi dei soggetti di fronte ai problemi che incontrano nei loro contesti di lavoro e di vita ? Mod Lichtner Saiani 45

46 Omaggio a Francesco Salvestroni 46 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

47 C'è stata un'inflazione di roboanti parole di umanità della professione medica … si è scambiata la qualità umana della professione, in quanto poggiante sullo studio dell'uomo nella [sua] totalità, con la qualità umanitaria in quanto rivolta al bene del prossimo. Non è l'umanitarismo che distingue un medico generale da un cardiochirurgo, perché ne sono e ne devono essere dotati entrambi in eguale misura. (Cit. In Cosmacini) 47 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover

48 una differenza precisa, di campo Si tratta invece di una differenza precisa, di campo d'azione e di metodo, d'azione e di metodo, [quella] che distingue i due: il primo dovendo centrare il proprio studio e la propria abilità sulla conoscenza dell'uomo nella sua interezza, con salute e malattie, atteggiamento psicologico e storia familiare; il secondo invece dovendo considerare il proprio campo d'azione ben delimitato sul cuore, sulle sue funzioni nella circolazione e sulle tecniche per restaurarne la funzione 48 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover (Cit. In Cosmacini)

49 Il malato toracico Il tubo digerente Laddome acuto I tumori maligni del tubo digerente Il neurosico La donna e il suo apparato genitale Il bambino ammalato La visita notturna Apparato cardiovascolare Il reumatico Lanemico Le malattie renali Senilità Il malato cronico Il pensiero della morte Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 49

50 La pratica generale può sopravvivere solo se sviluppa come disciplina; quattro i criteri da soddisfare per avere il diritto di essere una disciplina: Un campo di azione unico Un ben definito campo di conoscenze Unattiva area di ricerca Uneducazione ed istruzione rigorosa Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover Mc. Whinney in Lancet, 1966, I:419 F. Salvestroni in Il medico della persona, II ed. Vallecchi Firenze 1973:

51 Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 1. Introduzione : la Medicina Generale, competenze e materie, medici pensanti, significati, pitture rupestri, storia, professione 2.Apprendimento: apprendimento individuale, apprendimento prossimale, interazione cognitiva, apprendimento situato 3. Ricerca e didattica 4. Formazione 5. Valutazione 6. Valutazione e Progetto 7. La medicina della persona: omaggio a F. Salvestroni 8. Conclusioni 51

52 E aumentata la vostra conoscenza? M. Heidegger vuole medici pensanti La teoria del sapere situato dice che la conoscenza non è mai context free Già alla fine degli anni sessanta F. Salvestroni sosteneva che la medicina generale si differenzia dalla medicina specialistica non per lafflato umano ma per una differenza di metodo e di campo di azione Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 52

53 Si è accesa una luce? E arrivata un intuizione? Avete acquisito qualche nuovo strumento? Avete accresciuto la vostra caratteristica di medici pensanti? Vi siete annoiati molto? Avete dormito bene? Un uomo senza cultura assomiglia a una zebra senza strisce (vecchio proverbio masai) Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 53


Scaricare ppt "Apprendimento, didattica e valutazione in medicina generale Formazione Ricerca e Apprendimento in MG Csermeg ottobre 2011 F. Valcanover 1."

Presentazioni simili


Annunci Google