La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OGNI ISTITUZIONE SCOLASTICA DOVREBBE : -Inserire il modello di pdp nel Piano dellOfferta Formativa (POF) -Ricevere la diagnosi dalla famiglia -Protocollare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OGNI ISTITUZIONE SCOLASTICA DOVREBBE : -Inserire il modello di pdp nel Piano dellOfferta Formativa (POF) -Ricevere la diagnosi dalla famiglia -Protocollare."— Transcript della presentazione:

1 OGNI ISTITUZIONE SCOLASTICA DOVREBBE : -Inserire il modello di pdp nel Piano dellOfferta Formativa (POF) -Ricevere la diagnosi dalla famiglia -Protocollare la diagnosi -Inserire la diagnosi nel fascicolo riservato dellalunno -Informare il Consiglio di Classe della presenza di una alunno dsa tramite referente o coordinatore o altro incaricato dal dirigente scolastico -Procedere alla stesura del pdp -Aggiornare il fascicolo personale riservato inserendo il pdp -Inserire il modello di pdp nel Piano dellOfferta Formativa (POF) -Ricevere la diagnosi dalla famiglia -Protocollare la diagnosi -Inserire la diagnosi nel fascicolo riservato dellalunno -Informare il Consiglio di Classe della presenza di una alunno dsa tramite referente o coordinatore o altro incaricato dal dirigente scolastico -Procedere alla stesura del pdp -Aggiornare il fascicolo personale riservato inserendo il pdp

2 IL REFERENTE O IL COORDINATORE ORGANIZZA : -Incontro di presentazione tra coordinatore, famiglia dello studente, dirigente scolastico e/o il referente dsa per la raccolta delle informazioni dalla diagnosi e dalla famiglia (è consigliata verbalizzazione da parte del coordinatore) -Accordo tra docenti per la predisposizione del pdp e per la distribuzione della modulistica da compilare (es nel Consiglio di Classe di ottobre) -Stesura finale e sottoscrizione del documento : docenti, genitori dello studente e, se possibile, il tecnico che ha redatto la diagnosi ( es nel Consiglio di Classe di novembre) -Ogni Istituzione scolastica potrà realizzare il modello di pdp che risponde in maniera più esaustiva alle proprie esigenze -Incontro di presentazione tra coordinatore, famiglia dello studente, dirigente scolastico e/o il referente dsa per la raccolta delle informazioni dalla diagnosi e dalla famiglia (è consigliata verbalizzazione da parte del coordinatore) -Accordo tra docenti per la predisposizione del pdp e per la distribuzione della modulistica da compilare (es nel Consiglio di Classe di ottobre) -Stesura finale e sottoscrizione del documento : docenti, genitori dello studente e, se possibile, il tecnico che ha redatto la diagnosi ( es nel Consiglio di Classe di novembre) -Ogni Istituzione scolastica potrà realizzare il modello di pdp che risponde in maniera più esaustiva alle proprie esigenze

3

4 PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO 1.Dati relativi allalunno 2.Descrizione del funzionamento delle abilità strumentali 3.Caratteristiche comportamentali 4.Caratteristiche del processo di apprendimento 5.Strategie utilizzate dallalunno per lo studio 6.Strumenti utilizzati dallalunno nello studio 7.Individuazione di eventuali modifiche allinterno degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dai piani di studio 8.Strategie metodologiche e didattiche adottate 9.Attività programmate 10.Strumenti compensativi e misure dispensative 11.Criteri e modalità di verifica e valutazione 12.Patto con la famiglia 1.Dati relativi allalunno 2.Descrizione del funzionamento delle abilità strumentali 3.Caratteristiche comportamentali 4.Caratteristiche del processo di apprendimento 5.Strategie utilizzate dallalunno per lo studio 6.Strumenti utilizzati dallalunno nello studio 7.Individuazione di eventuali modifiche allinterno degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dai piani di studio 8.Strategie metodologiche e didattiche adottate 9.Attività programmate 10.Strumenti compensativi e misure dispensative 11.Criteri e modalità di verifica e valutazione 12.Patto con la famiglia

5 ART. 5 COMMA 4 DELLA LEGGE 170/2010 … agli studenti con DSA sono garantite, durante il percorso di istruzione e di formazione scolastica e universitaria, adeguate forme di verifica e di valutazione, anche per quanto concerne gli esami di Stato e di ammissione alluniversità nonché gli esami universitari.

6 PERCHÉ COMPILARE IL PDP ? Perché ci permette di : -Ripensare alla didattica -Riflettere sullimportanza dellosservazione sistematica dei processi di apprendimento dellalunno -Documentare per decidere e/o modificare strategie didattiche -Condividere la responsabilità educativa con la famiglia -Svolgere azione di monitoraggio Per quanto sopra elencato e per le implicazioni determinate dalla Legge 170/2010, il pdp, come strumento di documentazione, diventa un atto dovuto. Perché ci permette di : -Ripensare alla didattica -Riflettere sullimportanza dellosservazione sistematica dei processi di apprendimento dellalunno -Documentare per decidere e/o modificare strategie didattiche -Condividere la responsabilità educativa con la famiglia -Svolgere azione di monitoraggio Per quanto sopra elencato e per le implicazioni determinate dalla Legge 170/2010, il pdp, come strumento di documentazione, diventa un atto dovuto.


Scaricare ppt "OGNI ISTITUZIONE SCOLASTICA DOVREBBE : -Inserire il modello di pdp nel Piano dellOfferta Formativa (POF) -Ricevere la diagnosi dalla famiglia -Protocollare."

Presentazioni simili


Annunci Google