La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Pisa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Pisa."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Pisa

2 A partire dalla 16°-17° s.d.g (settimana di gestazione) il feto mostra preferenze, reazioni e comportamenti che ritroveremo poi dopo la nascita. LO SVILUPPO PRECOCE IN UTERO DEI SENSI HA DUE FUNZIONI Modellare in SNC Apprendimento in utero, introducendo il feto al mondo esterno SENSIBILITA TATTILE CHEMIO-OLFATTIVAVESTIBOLAREACUSTICA VISIVA Per prima si sviluppa la SENSIBILITA TATTILE, poi quella CHEMIO-OLFATTIVA e VESTIBOLARE, poi quella ACUSTICA ed infine quella VISIVA

3 7°sdg: i recettori tattili della pelle sono presenti nella regione peribuccale 11°sdg: Epidermide e Viso 20°sdg: resto della superficie cutanea e mucose Sviluppo delle vie nervose che trasmettono le sensazioni Linstaurarsi della sensibilità cutanea avviene quindi in modo progressivo e consente al feto di esplorare la PLACENTA, la PARETE UTERINA con mani e piedi. SONO QUESTE LE SUE PRIME ESPERIENZE TATTILI

4 8°-11°sdg: comparsa dei neurorecettori del Sistema Olfattivo e dei centri Bulbo-Olfattivi cerebrali 13°sdg: conformazione dell Apparato Gustativo con recettori al livello della lingua e della parte posteriore della V linguale 3° trimestre: il feto inizia ad apprezzare i cambiamenti nella composizione dellambiente prenatale distinguendo, dunque, i diversi sapori in utero ( lamaro, il dolce, il salato e lacido )

5 E formato da recettori situati nellorecchio interno in prossimità dellorgano delludito interno in prossimità dellorgano delludito. 5°sdg: il sistema vestibolare inizia ad organizzarsi per formare i canali semicircolari 18°sdg: le cellule sensoriali hanno acquisito la loro forma adulta 21°sdg: neuroni e nuclei vestibolari sono funzionali

6

7 Il Sistema Vestibolare è formato da canali riempiti di liquido MOVIMENTO DEI LIQUIDI SI MUOVONO MINUSCOLE CIGLIA STIMOLAZIONE CELLULE NERVOSE E TRASMISSIONE DI : Accelerazioni lineari (GRAVITA) Accelerazioni angolari (MOVIMENTI DELLA TESTA)

8 10°sdg: movimenti di flessione ed estensione degli arti 14°sdg: primi movimenti di deglutizione e apertura-chiusura della bocca ( suzione ) 16°sdg: maggiori mov.di deglutizione con i gusti dolci e minori con i gusti amari (smorfie di non gradimento)

9 Il feto gioca, tocca ed afferra con mani e piedi tutto ciò che lo circonda ( per es. IL CORDONE OMBELICALE ) ( per es. IL CORDONE OMBELICALE ) MOVIMENTI VOLONTARI SPONTANEI ENDOGENI PRIME ESPRESSIONI : strofinarsi, piangere, singhiozzare, sorridere, sbadigliare

10 8°sdg: inizio maturazione anatomo-funzionale dellorecchio medio ( termina a 10 sdg ) 24°-26°sdg: capacità reattiva del feto a rumori e suoni esterni grazie alla VIBRAZIONE DEL LIQUIDO AMNIOTICO ( sentire TATTILE ) 28°sdg: capacità di discernere tra suoni e sillabe differenti ( per es. babi oppure biba ) afferrandone solo la carica affettiva, lintonazione ed il ritmo IMPORTANTE DOPO LA NASCITA

11 AMBIENTE ESTERNO CORPO MATERNO ( voce, battito cardiaco, ritmo respiratorio ) MA …. ….SE LE STIMOLAZIONI SONO TROPPO FORTI… > BCF !! > MOVIMENTI FETALI !!

12 7°sdg: formazione del nervo ottico e delle cellule retiniche 16°-24°sdg: inizio del funzionamento dellorgano sensoriale 26°sdg: inizio della relazione STIMOLO LUMINOSO-MOVIMENTI OCULARI 7° mese: il feto vede ( Eliane Vurpillot ) NEL VENTRE MATERNO NON CE BUIO ASSOLUTO MA UNA LUCE DEBOLE E ROSSA REAZIONE DI RISPOSTA FETALE SE LINTENSITA DELLA LUCE E FORTE SI HA UNA REAZIONE DI RISPOSTA FETALE

13 Fino agli anni 80 il dolore del feto e del neonato è sempre stato negato. Si credeva che il prematuro ed il neo. a termine non avessero memoria del dolore. I primi studi sono stati fatti grazie a Anand K.J.S (1987) 12°sdg: comparsa della sostanza P nel cervello 20°sdg: connessioni nervose con il corpo del talamo 17°-26°sdg: connessioni Talamo- Corteccia

14 MOLTI ESAMI ESEGUITI IN GRAVIDANZA GENERANO REAZIONI DEL FETO… Amniocentesi(16°-17°sdg) accelerazione e poi rallentamento del BCF e movimenti fetali Funicolocentesi(17°sdg) iperproduzione di cortisolo e beta-endorfine Chirurgia sul feto o neo pretermine SATURAZIONE SENSORIALE SATURAZIONE SENSORIALE

15 -I RUMORI E LA MUSICA- La madre rappresenta il medium di tutti gli elementi dellambiente fisico e psicologico che circonda la DIADE GENITORE-BAMBINO I rumori esterni sono attenuati e la loro intensità è filtrata dai tessuti e modulata dai rumori corporei materni. RUMORI GRAVI > INTENSITA RUMORI ACUTI (riflessi dalladdome materno) < INTENSITA

16 LE VOCI UMANE SONO IDENTIFICABILI DAL FETO Il feto avverte lintonazione della voce materna (AGITAZIONE, STANCHEZZA, DEPRESSIONE..) meglio che di altre voci esterne, meno dirette e gravi. Nelle prime ore dopo la nascita il neonato mostra RICONOSCIMENTO e PREFERENZA verso la voce della propria madre ( A.De Casper )

17 Effetti sociali ( ATTACCAMENTO ) Effetti sullo sviluppo neurale Effetti sullorientamento vocale Apprendimento dei vocaboli nei primi 10 mesi di vita CONCETTO DI ABITUAZIONE (studio svolto ad Itami nel 1970) Intensità del rumore Specificità

18 Sono stati effettuati studi su neonati a cui, prima della nascita, erano stati forniti stimoli e che sono stati riproposti una volta nati. Il neonato ha memoria delle percezioni sensoriali della vita intrauterina. Molti di questi stimoli rappresentano il suo approccio iniziale con il mondo che lo circonda.

19 VITA INTRAUTERINA 1° Ascolto di una musica specifica,di una favola, durante il 3° trimestre ( A. De Casper ) 2° Madre ferma a letto per più di 3 mesi ( MPP ) Madre in costante movimento (Ballerine ) VITA EXTRAUTERINA 1° Il neonato riascoltandola si tranquillizza e mostra per essa una spiccata preferenza 2° Il neonato ha una maggiore necessità ad essere cullato per addormentarsi e tendenza alla cinetosi no cinetosi

20 VITA INTRAUTERINA 3° Deglutizione e produzione di liquido amniotico ( Dr. Benoist Schaal ) VITA EXTRAUTERINA oRiconoscimento del latte materno oPrimo approccio con le abitudini alimentari materne oModulazione degli aspetti comportamentali oPreferenza di cibi specifici al divezzamento

21 Il feto è in grado di mostrare una precisa responsività nei giochi tattili con i genitori Il massaggio del ventre materno crea un importante legame affettivo PRECOCE COMUNICAZIONE GENITORE - BAMBINO

22 IL PRIMO OGGETTO CHE HA A DISPOSIZIONE E LA MADRE Lo sguardo OCCHIO-OCCHIO è il motore delle interazioni precoci con la madre Mentre il bambino cresce, le sue capacità verbali e motorie gli permettono di avvicinarsi al mondo esterno, un mondo per lui estremamente nuovo

23


Scaricare ppt "Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Pisa."

Presentazioni simili


Annunci Google