La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BioDiritto a.a. 2010 Carlo Casonato Progetto Biodiritto, DSG.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BioDiritto a.a. 2010 Carlo Casonato Progetto Biodiritto, DSG."— Transcript della presentazione:

1 BioDiritto a.a Carlo Casonato Progetto Biodiritto, DSG

2 Approccio Diritto Diritto e bioetica (e religione) Natura e artificio (definizioni sono convenzionali) Pr. di non contraddizione (una verità?) Diritto costituzionale I 4 principi della bioetica Diritti fondamentali e principi (personalista e pluralista) Bilanciamento dinteressi (leggi senza se e senza ma) Comparazione BioDiritto,

3 Loggetto Vita e morte Scienze della vita e della cura dellessere umano Medicina, biologia, genetica… Unalternativa: worldmapper.org BioDiritto,

4 The World BioDiritto,

5 Mortality 1-4 Year Olds ( worldmapper.org) BioDiritto,

6 Maternal Mortality BioDiritto,

7 Life Expectancy BioDiritto,

8 HIV Prevalence BioDiritto,

9 Yellow Fever BioDiritto,

10 Malaria Deaths BioDiritto,

11 Physicians Working BioDiritto,

12 Nurses Working BioDiritto,

13 Public Health Spending BioDiritto,

14 Private Health Spending BioDiritto,

15 Military Spending (2002) BioDiritto,

16 Nuclear Weapons BioDiritto,

17 Arms Exports BioDiritto,

18 War Deaths (2002) BioDiritto,

19 Water use BioDiritto,

20 The World BioDiritto,

21 Definizioni Le definizioni sono convenzionali ma convincenti Le definizioni giuridiche dipendono dallo spazio e dal tempo (cultura e comparazione) C. Casonato, dir. cost

22 Il mercato celestiale del libero sapere : gli animali quelli che appartengono allimperatore quelli che sono imbalsamati quelli che sono addomesticati i porcellini da latte le sirene quelli che sono favolosi i cani randagi quelli che sono inclusi in questa classificazione quelli che sono innumerevoli quelli che sono disegnati con un fine pennello di pelo di cammello quelli che, da lontano, sembrano mosche C. Casonato, dir. cost

23 Norme sociali e norme giuridiche Ubi societas ibi jus La pluralità degli ordinamenti Il pluralismo come condizione e risorsa dello stato costituzionale di diritto Il diritto: fenomeno plurale C. Casonato, dir. cost

24 Cosa è il diritto? Problema teorico? Metagiuridico? Il diritto come risposta a problemi concreti Dimensione funzionale del diritto e comparazione C. Casonato, dir. cost

25 Cosè il diritto (qui e ora) Diritto è ciò che è posto da una fonte del diritto Diritto in senso soggettivo : Pretesa, potere Diritto in senso oggettivo : Insieme di norme giuridiche Ordinamento giuridico Disciplina scientifica che studia un sistema di regole C. Casonato, dir. cost

26 Le fonti del diritto COSTITUZIONE LEGGI (atti con forza di legge) REGOLAMENTI BioDiritto,

27 Il diritto della UE e il diritto internazionale Art. 11. L'Italia … consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. Art La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali. TUE. 6.2 I diritti fondamentali, garantiti dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti del­ l'uomo e delle libertà fondamentali e risultanti dalle tradizioni costituzionali comuni agli Stati membri, fanno parte del diritto dell'Unione in quanto principi generali. BioDiritto,

28 Diritto e bioetica The first patient on dialysis receives treatment in BioDiritto,

29 The Life and Death Committe Seattle Kidney Center a lawyer, a minister, a housewife, a state government official, a banker, a labor leader, a surgeon as a "doctor-citizen" BioDiritto,

30 La bioetica 70 : V.R. Potter – A. Hellegers Interdisciplinary analysis for biosphere preservation Ampliamento successivo 60 : coincidenza di sviluppo scientifico/tecnologico & culturale e giuridico La bioetica ha fallito? BioDiritto,

31 Il biodiritto Studio sistematico dei principi giuridici che orientano la condotta umana (individuale e collettiva) nellarea delle scienze della vita e della cura della salute Settore del diritto che studia i problemi inerenti la tutela della vita fisica ed in particolare le implicazioni giuridiche delle scienze biomediche Diritto applicato ai nuovi problemi che si sviluppano alle frontiere della vita Diritto relativo ai fenomeni della vita organica del corpo, della generazione, dello sviluppo, maturità e vecchiaia, della salute, della malattia e della morte Diritto della ricerca e della prassi biomedica BioDiritto,

32 Loggetto Vita e morte : dalla natura alla tecnica, alla volontà da fatti a possibilità Sviluppo scientifico e culturale: lincertezza delloggetto BioDiritto,

33 Il mutamento del paradigma biologico Dalla natura a variabili di carattere scientifico e culturale La clonazione Divisione embrionale Clonazione nucleare BioDiritto,

34 La clonazione Riproduttiva BioDiritto, Terapeutica

35 Il mutamento del paradigma giuridico: la morte Il paradosso della non morte Il processo del morire Criterio respiratorio, cardiaco, encefalico Relatività della definizione, incertezza e variabili scientifiche e culturali: la WLT e i casi del Giappone e del New Jersey BioDiritto,

36 Harvard Medical School (1968) « There are two reasons why there is need for a definition: 1) improvements in resuscitative and supportive measures have led to increased efforts to save those who are desperately injured. Sometimes these efforts have only partial success so that the result is an individual whose heart continues to beat but whose brain is irreversibly damaged. The burden is great on patients who suffer permanent loss of intellect, on their families, on the hospitals, and those in need of hospital beds already occupied by those comatose patients. 2) Obsolete criteria for the definition of death can lead to controversy in obtaining organs for transplantation » BioDiritto,

37 New Jersey Declaration of Death Act (1991) « The death of an individual shall not be declared upon the basis of neurological criteria pursuant to sections 3 and 4 of this act when the licensed physician authorized to declare death, has reason to believe, on the basis of information in the individuals available medical records, or information provided by a member of the individuals family or any other person knowledgeable about the individuals personal religious beliefs that such a declaration would violate the personal religious beliefs of the individual. In these cases, death shall be declared, and the time of death fixed, solely upon the basis of cardio-respiratory criteria pursuant to section 2 of this act » BioDiritto,

38 Il mutamento del paradigma giuridico: la vita e il suo inizio BioDiritto,

39 Segue: la tutela giuridico-cost. «Osserva il collegio che le norme di rango costituzionale invocate non recano una nozione certa circa il momento iniziale della vita umana e lestensione dellambito di tutela nel corso del suo sviluppo. Lo specifico problema forma oggetto di ampio dibattito in sede scientifica, bioetica e religiosa - aspetto di cui sono ben consapevoli le parti in causa - e non ha trovato soluzione in apposita regolamentazione.» (TAR Lazio, 8465/2001) «Osserva il collegio che la legge n. 194/1978, nel regolamentare i casi di interruzione volontaria della gravidanza, non enuncia una puntuale nozione clinica dellinizio della "gravidanza, e cioè se tale momento coincida con la fecondazione dellovulo, ovvero con il suo annidamento nellutero materno, evento che si verifica in un lasso temporale di circa sei giorni dalla fecondazione.» BioDiritto,

40 Segue: aborto e inizio gravidanza « We need not resolve the difficult question of when life begins. When those trained in the respective disciplines of medicine, philosophy, and theology are unable to arrive at any consensus, the judiciary, at this point in the development of mans knowledge, is not in a position to speculate as to the answer »(Roe v. Wade, 1973) Corte cost. sent. 27/1975 «non esiste equivalenza fra il diritto non solo alla vita ma anche alla salute proprio di chi é già persona, come la madre, e la salvaguardia dellembrione che persona deve ancora diventare» BVerfGE 39, 1 (1975): diritto alla vita v. tutela della dignità Linizio della gravidanza fra fecondazione e annidamento: legge 40; legge 194; caso Norlevo (TAR Lazio 8465/2001) Vita umana e persona BioDiritto,

41 La legge 194 sulla ivg Art. 4 Per l'interruzione volontaria della gravidanza entro i primi novanta giorni, la donna che accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la sua salute fisica o psichica, in relazione o al suo stato di salute, o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alle circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie o malformazioni del concepito, si rivolge ad un consultorio pubblico istituito ai sensi dell'articolo 2, lettera a), della legge 29 luglio 1975 numero 405, o a una struttura socio- sanitaria a ciò abilitata dalla regione, o a un medico di sua fiducia. BioDiritto,

42 Segue Art. 6 L'interruzione volontaria della gravidanza, dopo i primi novanta giorni, può essere praticata: a) quando la gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna; b) quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna. BioDiritto,

43 La nuova disciplina della PMA La legge 40 dopo lintervento della sent. 151 del 2009 Carlo Casonato BioDiritto,

44 Requisiti soggettivi Italia - coppie maggiorenni - di sesso diverso - coniugate conviventi - in età fertile - entrambi viventi (art. 5) Nessun requisito di coppia in: Spagna, Olanda, Regno Unito, Belgio, Australia… Relazione stabile in: Austria, Germania, Canada, Francia, Svezia, Danimarca, US... BioDiritto,

45 Finalità Italia Solo per sterilità, senza eccezioni Austria: simile Spagna, Inghilterra, Francia, Germania, Grecia, Belgio, Canada, US: - anche per evitare trasmissione di malattie genetiche BioDiritto,

46 La tutela dellembrione Italia La volontà può essere revocata (…) fino al momento della fecondazione dell'ovulo (art. 6.3) 151: Quest. Inammiss. Ovunque la revoca della volontà è permessa fino al momento dellimpianto - anche in Conv. Oviedo - anche nelle linee guida BioDiritto,

47 BioDiritto,

48 La tutela dellembrione Italia -Diritti equivalenti -numero limitato (3) con unico e contemporaneo impianto -divieto di soppressione e di -crioconservazione Numero illimitato in: Canada, Francia, Norvegia, Olanda, US Numero limitato ma riduzione embrionale in: Svizzera(Cost), Austria, Australia, Germania (solo prima della singamia) Crioconservazione permessa - ovunque - anche nelle linee guida BioDiritto,

49 La sentenza 151/2009 La previsione della creazione di un numero di embrioni non superiore a tre, in assenza di ogni considerazione delle condizioni soggettive della donna che di volta in volta si sottopone alla procedura di procreazione medicalmente assistita, si pone, in definitiva, in contrasto con lart. 3 Cost., riguardato sotto il duplice profilo del principio di ragionevolezza e di quello di uguaglianza, in quanto il legislatore riserva il medesimo trattamento a situazioni dissimili; nonché con lart. 32 Cost., per il pregiudizio alla salute della donna – ed eventualmente, come si è visto, del feto – ad esso connesso. Deve, pertanto, dichiararsi la illegittimità costituzionale dellart. 14, comma 2, della legge n. 40 del 2004 limitatamente alle parole «ad un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre». BioDiritto,

50 Il nuovo articolo Le tecniche di produzione degli embrioni, tenuto conto dell'evoluzione tecnico-scientifica e di quanto previsto dall'articolo 7, comma 3, non devono creare un numero di embrioni superiore a quello strettamente necessario ad un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre. BioDiritto,

51 Il nuovo art Senza pregiudizio per la salute della donna Qualora il trasferimento nell'utero degli embrioni non risulti possibile per grave e documentata causa di forza maggiore relativa allo stato di salute della donna non prevedibile al momento della fecondazione è consentita la crioconservazione degli embrioni stessi fino alla data del trasferimento, da realizzare non appena possibile. BioDiritto,

52 Il nuovo art È vietata la crioconservazione e la soppressione di embrioni, fermo restando quanto previsto dalla legge 22 maggio 1978, n MA Sent. 151: conclusioni, che introducono una deroga al principio generale di divieto di crioconservazione di cui al comma 1 dellart. 14, quale logica conseguenza della caducazione, nei limiti indicati, del comma 2 – che determina la necessità del ricorso alla tecnica di congelamento con riguardo agli embrioni prodotti ma non impiantati per scelta medica BioDiritto,

53 La derivazione biologica Italia È vietato il ricorso a tecniche di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo. (art. 4.3) Fecondazione eterologa permessa in: Austria, Germania, Francia, Spagna, Regno Unito, Svezia, Norvegia, Danimarca, Canada, US… Fecondazione eterologa vietata in: Giappone, Arabia Saudita, Turchia BioDiritto,

54 In sintesi Diminuzione di: P rocreazione G iuridicamente O stacolata Correzione di S- bilanciamento di interessi Rimane una posizione di isolamento BioDiritto,

55 Rimangono problemi di: Divieto di revoca della volontà (6.3) Divieto di soppressione degli embrioni (14.1) Coerenza interna (favorire la soluzione dei problemi riproduttivi) Coerenza con linee guida (Hiv) Coerenza con altre leggi/sentenze (194, c.c.) BioDiritto,

56 Valutazione dimpatto normativo Coerenza con se stessa? favorire la soluzione dei problemi riproduttivi Coerenza con linee guida? Crioconservazione ; impianto di tutti embrioni; revoca volontà Coerenza con altre leggi/sentenze? legge 194 su IVG; legge 145 /2001 (Conv. Oviedo); codice civile sent. Tar Lazio 8465/2001 Coerenza con Costituzione? Salute : diritto fondamentale; consenso e TSO; regional. (art. 117) Coerenza con deontologia? Obbligo/divieto di terapia; salute della donna Coerenza con biodiritto? Apertura e pluralismo BioDiritto,

57 I referendum 1.Clonazione terapeutica Ricerca clinica sugli embrioni (nuove cure) Congelamento 2. Solo sterilità Obbligo impianto, 3 embrioni Diritti concepito non equivalenti a persone nate 4.Fecondazione eterologa BioDiritto,

58 Conferma di: Autonomia del medico + consenso (282, 338): ddl Calabrò? Ragionevolezza tecnica (letteratura + caso) Biodiritto mite (limiti di legge, autorità indipendenti…) Apertura e pluralismo BioDiritto,

59 La dignità: definizioni Stato complessivo in cui si trova chi gode del rispetto, dellonore e della stima Qualità intrinseca alla condizione umana Essere trattato anche come fine e mai come semplice mezzo (Kant) « the vague but powerful idea of human dignity » (R. Dworkin) ACCORDO = VAGHEZZA (inizio e fine vita) BioDiritto,

60 La dignità: le fonti Dichiarazione universale dei diritti delluomo (ONU 1948) Convenzione di Oviedo (Consiglio dEuropa, 1997) Carta dei diritti fondamentali dellUnione Europea (Nizza 2000, Lisbona) Costituzioni: - Belgio, Irlanda, Svizzera, Germania, Italia BioDiritto,

61 La dignità: i titolari I cittadini Gli stranieri La persona, lessere umano Lembrione e il feto: la giurisprudenza costituzionale italiana e tedesca BioDiritto,

62 La dignità: il contenuto La giurisprudenza tedesca : - dimensione fisica, - autodeterminazione (identità personale), - esistenza dignitosa, - eguaglianza La giurisprudenza comunitaria : Casagrande (1974), P. contro S. (1996), C-377/98, Jani (2001), Omega (2004) Un concetto plurale e relativo : i modelli tendenziali BioDiritto,

63 Wrongful Life/Birth « the assumption that a doctor who undertakes [genetic advice before the conception of a child] under a contract must take responsibility for culpable mistakes is not open to doubt. The case law of the Bundesgerichtshof that the duty to maintain a child on the facts to be assessed here is to be seen as loss does not represent commercialisation which robs the child of its personal worth. The liability structure of civil law does not in principle affect human dignity, even where a claim to compensation for harm is directly linked to the existence of a human being. Human beings are not thereby reduced to objects i.e. replaceable quantities within the framework of contractual or tortious relationships. The civil law provisions and their interpretation by case law are planned on a just division of burdens. They do not result in fundamental areas of personality being commercialised. The application of the law of compensation for harm to personal relationships does not turn the human being as a person or his inalienable rights into a commodity. No more does the – partial – transfer of the burden of maintenance to third parties contain a negative value judgement against the particular person entitled to maintenance ». BioDiritto,

64 La dignità: il contenuto Contenuto minimo, nucleo essenziale MA Pena di morte, tortura (giurisprudenza tedesca), prostituzione (CG, Jani 2001), eutanasia (USSC v. Corte cost. colombiana), aborto (US e Italia v. Germania), clonazione (Svizzera e UK), …? Diritto indisponibile v. qualità disponibile : la tirannia della dignità? Dimensione biologica/corporale v. spirituale La giurisprudenza statunitense e colombiana sulleutanasia attiva BioDiritto,

65 La dignità nel fine vita Disponibilità v. indisponibilità La disponibilità condizionata 1.Il diritto al rifiuto tutti gli Stati: Italia? 2.Lassistenza al suicidio Svizzera, Oregon, Washington. Montana? Inghilterra e Galles? 3. Lomicidio del consenziente Olanda, Belgio. Colombia? BioDiritto,

66 Segue: la giurisprudenza cost. colombiana La Costituzione è basata sulla concezione secondo cui un soggetto morale è capace di assumere in modo responsabile ed autonomo le decisioni relative alle questioni che a lui primariamente incombono, dovendosi lo Stato limitare, in via di principio, a imporgli doveri in funzione degli altri soggetti morali con i quali è chiamato a convivere La decisione sul come affrontare la morte assume unimportanza decisiva per il malato terminale, che sa di essere incurabile e dunque non sta scegliendo tra la morte e molti anni di vita piena, bensì tra il morire in condizioni da lui stabilite e il morire in breve tempo in circostanze dolorose e non reputate dignitose. Il diritto fondamentale ad una vita dignitosa implica quindi il diritto di morire con dignità, pues condenar a una persona a prolongar por un tiempo escaso su existencia, cuando no lo desea y padece profundas aflicciones, equivale no sólo a un trato cruel e inhumano, prohibido por la Carta (...), sino a una anulación de su dignidad y de su autonomía como sujeto moral. La persona quedaría reducida a un instrumento para la preservación de la vida como valor abstracto. BioDiritto,

67 La dignità: potenzialità e limiti Punto di non ritorno (tortura, pena di morte, ergastolo, sterilizzazione coattiva)? Ausilio interpretativo Contenuto minimissimo + potenziale divisivo I limiti del riferimento al naturale BioDiritto,


Scaricare ppt "BioDiritto a.a. 2010 Carlo Casonato Progetto Biodiritto, DSG."

Presentazioni simili


Annunci Google