La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Climatizzazione Da 30 anni nel settore della climatizzazione civile ed industriale DETRAZIONI 55% POMPE DI CALORE E COGENERAZIONE! Via C. Sarti, 16/18.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Climatizzazione Da 30 anni nel settore della climatizzazione civile ed industriale DETRAZIONI 55% POMPE DI CALORE E COGENERAZIONE! Via C. Sarti, 16/18."— Transcript della presentazione:

1 climatizzazione Da 30 anni nel settore della climatizzazione civile ed industriale DETRAZIONI 55% POMPE DI CALORE E COGENERAZIONE! Via C. Sarti, 16/18 TRAVERSETOLO (PR) Tel IMPIANTI FOTOVOLTAICI MINI EOLICI SOLARE TERMICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI MINI EOLICI SOLARE TERMICI Mono e Multi Split

2 IMPIANTI FOTOVOLTAICI I principali vantaggi degli impianti fotovoltaici: Il sole è una fonte di energia inesauribile; Assenza di qualsiasi tipo di emissione inquinante; Risparmio dei combustibili fossili; Estrema affidabilità poiché non esistono parti in movimento (vita utile superiore a 25 anni); Costi di manutenzione ridotti al minimo; Modularità del sistema (per aumentare la taglia basta aumentare il numero dei moduli).

3 I MODULI FOTOVOLTAICI Costituiscono lelemento principale dellimpianto in quanto la loro esposizione alla radiazione solare determina la produzione di energia elettrica. I moduli in silicio si dividono in: Monocristallini Poli/Multi cristallini Thin-Film

4 LINVERTER E un dispositivo elettronico che consente di adeguare lenergia elettrica creata dai moduli alle esigenze delle apparecchiature elettriche e della rete. E in grado di convertire corrente continua (prodotta dai moduli) in corrente alternata (che serve per le esigenze delle apparecchiature domestiche) con una frequenza di 50 Hz.

5 I SISTEMI DI CONTROLLO Mediante tali apparecchiature è possibile monitorare il funzionamento dellimpianto, registrare le misure su un PC e ricevere segnalazioni via internet, , sms ecc…

6 LE STRUTTURE DI SOSTEGNO Sono particolari strutture che sorreggono i moduli e provvedono al loro orientamento e alla loro inclinazione. In Italia lorientamento ottimale è a SUD mentre linclinazione ottimale è di 30°-35°. Le strutture possono essere in acciaio zincato a caldo o in alluminio, e vengono fissate sulla superficie di appoggio mediante ancoraggi o zavorre. Alcuni impianti fotovoltaici utilizzano delle strutture di sostegno che durante larco della giornata cambiano automaticamente inclinazione e orientamento dei moduli seguendo così il percorso del sole durante la giornata aumentando così la produzione di energia elettrica; questo tipo di strutture viene chiamato inseguitore o tracker. Un impianto fotovoltaico può essere collocato su tetto (sia piano che a falda), sulla facciata di un edificio o a terra.

7 Incentivo Conto Energia Es. Impianto parzialmente integrato di 3 kWp, il cliente guadagnerà 0,431 Euro x ogni kWp prodotto. Quindi stimiamo che in 1 anno produca 3000 kWp x 0,431= Euro/annui. E dura x 20 anni! Così facendo si stima che in circa 10 anni si ha il ritorno del capitale investito x la creazione dellimpianto fotovoltaico.

8 Lincentivo Conto Energia è incrementato di un ulteriore 5% nei seguenti casi: Impianti a terra di potenza superiore a 3 kWp, se nellarco dellanno almeno l 70% dellenergia prodotta viene autoconsumata, Impianti a servizio di scuole pubbliche o parificate, Impianti a servizio di strutture sanitarie pubbliche, Impianti con integrazione architettonica che vadano a sostituire coperture in eternit o cmq contenenti amianto. Impianti a servizio di enti locali con popolazione residente inferiore a 5000 abitanti.

9 Il conto energia può essere utilmente cumulato con uno tra i due seguenti benefici: I ricavi legati al meccanismo di Scambio sul Posto, La vendita dellenergia immessa in rete (energia prodotta e non autoconsumata). SCAMBIO SUL POSTO: Possono beneficiare di questo sistema tutti gli impianti allacciati alla rete che hanno una potenza NON superiore a 200 kW. Lenergia prodotto e non assorbita dalle utenze elettriche (es. elettrodomestici) viene immessa in rete e misurata da un apposito contatore. Se è + alto il valore di energia prodotta in confronto a quella prelevata il conguaglio viene conservato come credito economico per gli anni successivi, senza scadenza temporale e senza rivalutazione economica. VENDITA DELLENERGIA ELETTRICA: Lenergia prodotta che NON viene autoconsumata, viene ceduta alla rete elettrica di distribuzione (ENEL) e venduta al GSE attraverso il Ritiro Dedicato, ad un prezzo stabilito dallAEEG. Per poter vendere lenergia elettrica è necessario: · Avere una P.IVA, Stipulare ogni anno una convenzione con il GSE che ha 1 costo variabile in funzione allenergia venduta, Stipulare le pratiche per lofficina elettrica. (impianti >20kWp).

10 INTEGRAZIONI ARCHITETTONICHE Impianto fotovoltaico INTEGRATO cioè totalmente equilibrato con gli aspetti tecnici ed estetici dellinvolucro edilizio (tetto). Si ha sostituito le fegole con i moduli, se invece i moduli venivano messi sopraelevati alle tegole era un impianto parzialmente integrato. Impianto fotovoltaico INTEGRATO perché è a facciata quindi in un unico piano senza sporgenze

11 Parzialmente Integrato Parzialmente Integrato perché NON sono state tolte le tegole per fare posto ai moduli. Se cè la balaustra (ringhiera, muretto ecc..) ed è più alta di 50 cm, i moduli NON devono superare la metà dellaltezza della balaustra! Altrimenti diventa un impianto NON INTEGRATO! (Es. balaustra di 60 cm, i moduli devono stare sotto i 30 cm)

12 IMPIANTO NON INTEGRATO perché è installato a terra NON INTEGRATO! NON Integrato perché sono inseguitori messi a terra.

13 PUBBLICITA TE.CO.S. ITALIA S.r.l.


Scaricare ppt "Climatizzazione Da 30 anni nel settore della climatizzazione civile ed industriale DETRAZIONI 55% POMPE DI CALORE E COGENERAZIONE! Via C. Sarti, 16/18."

Presentazioni simili


Annunci Google