La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi AGENZIA DELLE ENTRATE UFFICIO STUDI Le basi imponibili IVA: Unanalisi del periodo 1982-2001 Roma 9 maggio 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi AGENZIA DELLE ENTRATE UFFICIO STUDI Le basi imponibili IVA: Unanalisi del periodo 1982-2001 Roma 9 maggio 2003."— Transcript della presentazione:

1

2 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi AGENZIA DELLE ENTRATE UFFICIO STUDI Le basi imponibili IVA: Unanalisi del periodo Roma 9 maggio 2003

3 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi OBIETTIVI DEL LAVORO: 4Costruire un indicatore macroeconomico della tax compliance; 4Quantificare il ruolo di deterrenza esercitato dallAgenzia. Si conosce solo ciò che si può misurare Lord Francis Kelvin

4 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi STRUMENTO: CONFRONTO TRA I DATI DI CONTABILITA NAZIONALE ISTAT E LA BASE IMPONIBILE IVA Dati di CN sono esaurienti (cioè comprensivi dellevasione fiscale); IVA come principio logico e fattuale di tutte le evasioni.

5 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi PERCHE LIVA? LIVA è limposta cardine della riforma del (sostituisce lIGE). … … Su circa 30 tributi esistenti, quattro (IVA, IRPEF, IRPEG, IRAP) rappresentano il 71% del gettito fiscale. LIVA è un imposta sugli scambi che incide il consumatore finale. Teoricamente neutrale, è plurifase: lincasso è frazionato. Logicamente si forma prima delle altre imposte: i risparmi che si realizzano evadendola generano a cascata risparmi per II.DD. ed IRAP. Lo stesso vale per i recuperi di base imponibile IVA.

6 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi PASSI LOGICI DELLA PROCEDURA IVAT = Gettito teorico totale

7 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Calcolo dell IVA effettiva di competenza anno 1999 Cod.AggregatiMilioni di euro 1Interno Importazioni Monopolio IVA lorda (1+2+3) Rimborsi richiesti IVA effettiva di competenza giuridica (4-5) Slittamento competenza giuridica-economica983 8IVA di competenza economica (6+7) Variazione nello stock di crediti IVA effettiva di competenza (8+9)69.216

8 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Evoluzione delladempimento spontaneo dei soggetti IVA

9 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi La riduzione del rapporto BIND/BIT che si osserva dal 1996 può essere spiegata dal mutato scenario fiscale: 4Introduzione del concordato e degli istituti conciliativi; 4incremento dellattività di controllo ed introduzione degli incentivi legati al riscosso; 4riorganizzazione degli uffici e recupero degli arretrati; 4Mod. UNICO, Mod. F24 (fisco telematico) e riforma della riscossione; 4realizzazione dei parametri e degli studi di settore; 4razionalizzazione ed ampliamento della rete di assistenza;

10 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Evoluzione del numero degli accertamenti notificati Imposte Dirette e IVA

11 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi La pressione fiscale può essere intesa come reale oapparente 4Apparente = incidenza percentuale di tutti i prelievi (fiscali e parafiscali) sul PIL. E la nozione usuale a livello internazionale 4Reale = incidenza percentuale di tutti i prelievi (fiscali e parafiscali) sul PIL al netto dellevasione. I prelievi sono rapportati alle basi imponibili dichiarate

12 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi La pressione fiscale reale fornisce unindicazione più precisa del trasferimento di reddito sopportato dai contribuenti che non evadono (proxy dellaliquota legale del sistema)

13 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Livelli quinquennali di compliance PeriodiIncidenza % della BIND sulla BIT Scarto tra IVAT e IVAEC (punti base) Scarto tra pressione fiscale reale e apparente (punti base) , , , ,

14 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Che cosa genera un mutamento nelladempimento spontaneo dei contribuenti? Ovvero: le determinanti dellevasione. Le cause sono molteplici e riconducibili a fenomeni macroeconomici, a comportamenti individuali e/o delle istituzioni. Necessità di utilizzare un modello statistico di regressione multipla

15 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Il modello di regressione consente: 4Di considerare simultaneamente più fenomeni (variabili esplicative). 4Di verificare se una singola variabile esercita un influenza reale sullevasione (significatività). 4Di quantificare linfluenza che ciascuna variabile significativa esercita sullevasione (stima dei parametri). 4Di testare quanta parte dellevasione è spiegata dalle variabili considerate (accostamento).

16 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Il modello di regressione deriva da uno schema teorico Lammontare dellevasione dipende da: 4La probabilità che un evasore venga scoperto (numero di accertamenti). 4Il risparmio derivante dallevasione (pressione reale). 4Il ciclo economico (PIL-IMP+ESP). 4Gli aspetti distributivi (quota dei profitti lordi sul PIL). 4Le sanatorie e i condoni fiscali. 4 …4 …

17 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Alcune precisazioni metodologiche 4Si è analizzata la dinamica dellevasione (differenze prime logaritmiche come proxy delle variazioni percentuali). 4Regressione su dati annuali ( ). 4Le grandezze economiche sono condizionate dallinflazione, per sterilizzare questo effetto si considerano grandezze a prezzi costanti. 4Ciò implica che gli operatori economici non sono soggetti ad illusione monetaria.

18 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi I risultati della stima (modello II) BINDk= 0,03+1,45 PFR+1,63 CE-0,12AC+0,40 QPR-0,07D1+e 0,03 = Termine costante PFR = pressione fiscale reale; CE = ciclo economico; AC = accertamenti ritardati di un periodo; QPR = quota dei profitti lordi sul PIL; D1 = variabile di comodo per il condono del 1991; e = residuo rappresentante tutto ciò che non è spiegato. Il modello spiega più dell80% della variabilità del fenomeno

19 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Allinterno del modello si può isolare il ruolo di deterrenza svolto dallAgenzia BINDk = F ( … - 0,12 AC …) 4Levasione reagisce con un anno di ritardo, 4è sensibile alla totalità degli accertamenti (controllo del territorio), 4allincremento dell1,00% dei controlli corrisponde un decremento dello 0,12% dellevasione (elasticità stimata sullintero periodo e valida solo nellintorno dei valori considerati), 4lintroduzione della variabile di comodo condono abbassa il coefficiente della variabile accertamento.

20 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Il modello mette in evidenza delle relazioni che sarebbe difficile individuare con altri strumenti

21 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Levasione risente particolarmente di due fattori esogeni rispetto allattività dallAgenzia BINDk = F ( … +1,40 PFR …) 4Aumenta/diminuisce allaumentare/diminuire della pressione fiscale legale, e … BINDk = F ( … +1,88 CE …) 4si riduce nelle fasi di contrazione del ciclo economico e si incrementa nelle fasi espansive (ruolo dei produttori marginali e … ). …

22 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Ulteriori affinamenti futuri per spiegare il 20% residuo 4Esplicitare il ruolo dei parametri e degli studi di settore; … … 4Evidenziare maggiormente il ruolo svolto dalle importazioni extra UE; …… 4Cercare di cogliere aspetti più prettamente qualitativi (semplificazione fiscale, aspettative, customer satisfaction, ecc.) …. Necessità di un confronto con la comunità scientifica

23 Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi Conclusioni 4Come siamo e come eravamo … … 4Limportanza della deterrenza … … 4Dalla patologia alla fisiologia … … 4Cosa manca per rendere fino in fondo autonoma lAgenzia … … 4Programmazione pluriennale degli accertamenti. … …


Scaricare ppt "Agenzia delle Entrate - Ufficio Studi AGENZIA DELLE ENTRATE UFFICIO STUDI Le basi imponibili IVA: Unanalisi del periodo 1982-2001 Roma 9 maggio 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google