La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO LIFE + NATURA E BIODIVERSITA LIFE08/NAT/IT/000316 AZIONE A.8.b. Progettazione per la fruizione dei siti in particolare riguardante la bonifica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO LIFE + NATURA E BIODIVERSITA LIFE08/NAT/IT/000316 AZIONE A.8.b. Progettazione per la fruizione dei siti in particolare riguardante la bonifica."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO LIFE + NATURA E BIODIVERSITA LIFE08/NAT/IT/ AZIONE A.8.b. Progettazione per la fruizione dei siti in particolare riguardante la bonifica dellarea ex So.Te.Mi. Comune di Manziana

2 PROGETTO LIFE + NATURA E BIODIVERSITA LIFE08/NAT/IT/ AZIONE A.8.b. Progettazione per la fruizione dei siti in particolare riguardante la bonifica dellarea ex So.Te.Mi. Indagini preliminari ed interventi di messa in sicurezza Ing. Edoardo Robortella Stacul Studio Tecnico Associato Ingegna

3 Cronistoria del Sito Minerario Anni Minerali estratti Minerali solfiferi Minerali Alluminiferi Caolino Zolfo Terre refrattarie Solfuri di ferro Anidride carbonica Terre refrattarie Solfuri di Ferro Anidride carbonica Terre refrattarie Solfuri di Ferro Zolfo importato Società Enti Concessionari Ditta Bousquet Soc.A. Galluzzo M.A.R.Montecatini Aldo Motosi So.Te.Mi. Aldo Motosi

4 Descrizione del Sito Aree Stabilimento Larea stabilimento si può suddividere in due macro aree. La prima area di circa 900 m 2 (denominata Corpo N) è periferica rispetto allo sviluppo centrale dellindustria mineraria. In tale corpo si trovano alcuni fabbricati uffici e spogliatoio, limpianto di frantumazione, i bacini di flottazione ed i laboratori. La seconda area di circa 5100 m 2 (denominata Corpo A, Corpo B e Corpo C) consiste nei corpi centrali dellindustria (magazzini lavorazione materiale, forni, bacini di decantazione, silos) oltre alle unità di servizio del personale e ricovero mezzi. Limitrofa a questa seconda area si sviluppa la Struttura G, consistente in quattro bacini contigui legati al processo arricchimento dei materiali. Sono inoltre presenti alcuni piccoli edifici/capannoni con funzione di guardiania e/o locali elettrici. Area Oggetto di Interventi Prioritari

5 Descrizione del Sito Area discarica mineraria Si può suddividere in due sotto aree: - la prima denominata Bacino di Scavo ha unestensione pari a circa m 2 ; - la seconda denominata Bacini di Scarti ha unestensione pari a circa m 2. Area vasta boschiva Limitrofa e contigua alle precedenti aree è presente una zona boschiva vasta, naturale prosecuzione del boscoMacchia Grande, che in assenza di attività produttiva sta ampliandosi a scapito delle strutture industriali abbandonate con formazione di cespugli e roveti.

6 Fonti Note di Contaminazione Le fonti note di contaminazione primaria sono principalmente i fusti ammalorati presenti nel capannone della ex mensa, unitamente ai trasformatori elettrici dismessi. Le sostanze ivi contenute sono composti chimici di sintesi di natura principalmente organica oltre ai PCB.

7 Progetti ed Interventi Eseguiti Progetto preliminare degli interventi Approvato da Comune ed Università in data 17 settembre 2010 Presentato al Convegno il 25 settembre 2010 Indagini propedeutiche alla messa in sicurezza Specifiche Tecniche approvate con Atto n. 51 del Procedura di selezione Data inizio attività di campo: Data fine attività di campo: Data fine lavori: Messa in sicurezza - Rimozione dei fusti ammalorati Progetto esecutivo approvato con Atto n. 83 del Acquisizione pareri dagli enti interessati Regione Lazio – Ass. Urb. e Copianificazione prot. n del Regione Lazio – Ass. Amb. e Svil. Sost. prot. n del ARPA Lazio – prot. n del Procedura di selezione Data inizio lavori: Data fine attività di campo: Data fine lavori:

8 Ubicazione Fusti Ammalorati

9 Indagini Ambientali Preliminari Al fine di definire lo stato e la tipologia di contaminazione delle matrici ambientali interessate (terreno ed acque di falda) è prevista come azione prioritaria una investigazione preliminare attraverso sondaggi e campionamenti ambientali mirati nelle zone dellimpianto con contaminazione storica.

10 Ubicazione Punti di Campionamento

11 Esecuzione Indagini Ambientali Preliminari

12 Risultati Indagini Ambientali Preliminari Sondaggio S1 – rifiuto non pericoloso Sondaggio S2 – rifiuto non pericoloso Sondaggio S3 – rifiuto non pericoloso Acque da piezometro S2 - (al di sotto dei limiti di legge tranne per Ferro, Manganese e «Zolfo») La soletta di cemento del capannone contenente i fusti non ha presentato rotture e pertanto i rifiuti pericolosi non hanno contaminato i terreni e le acque Matrice terreno e acque

13 Risultati Indagini Ambientali Preliminari Materiale solido capannone A rifiuto pericoloso da inviare a discarica per non pericolosi Materiale solido capannone C rifiuto non pericoloso da inviare a discarica per non pericolosi Materiale liquido capannone C rifiuto non pericoloso da inviare a trattamento Materiale coibentanti – assenza di amianto Materiale solido/liquido fusti ammalorati rifiuto pericoloso da inviare a trattamento Matrice Rifiuti Vari

14 Messa in Sicurezza mediante rimozione Fusti Ammalorati

15 Rimozione ed Insaccamento dei Rifiuti Pericolosi

16 Demolizione Controllata Capannone - Elementi Strutturali -

17 Demolizione Controllata Capannone - Pavimento di Fondazione -

18 Controlli in fase esecutiva ASL RMF – UOC S.Pre.S.A.L. Approvato Piano di Lavoro per rimozione materiali contenenti amianto Controlli ed ispezioni durante i lavori ARPA Lazio Acquisizione pareri Campionamento ed analisi del fondo scavo e delle pareti per validazione

19 Campionamento ARPA Lazio

20 Progettazione Ulteriori Interventi di Bonifica Bonifica Materiali Contenenti Amianto Incapsulamento, carico, trasporto e smaltimento onduline in Eternit sia in quota che a terra Cantierizzazione settembre 2013 Rimozione materiali ferrosi e ulteriori rifiuti sparsi Sezionamento, carico, trasporto e recupero macchinari in ferro, previa bonifica Insacchettamento, carico, trasporto e smaltimento rifiuti vari sparsi Cantierizzazione dicembre 2013

21 Informazioni Tecniche Ing. Edoardo Robortella Stacul


Scaricare ppt "PROGETTO LIFE + NATURA E BIODIVERSITA LIFE08/NAT/IT/000316 AZIONE A.8.b. Progettazione per la fruizione dei siti in particolare riguardante la bonifica."

Presentazioni simili


Annunci Google