La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 P.R.A.V. P.R.A.V. Piano Regionale Amianto Regione Veneto DGRV n.5108 del 28.12.1998.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 P.R.A.V. P.R.A.V. Piano Regionale Amianto Regione Veneto DGRV n.5108 del 28.12.1998."— Transcript della presentazione:

1 1 P.R.A.V. P.R.A.V. Piano Regionale Amianto Regione Veneto DGRV n.5108 del

2 2 COMPOSIZIONE DEL GRUPPO REGIONALE AMIANTO Sarto (responsabile), Muneghina Dip-Spisal Padova Fiorini, Verga Dip-Spisal Verona De Nard Dip-Spisal Bussolengo Pinton Dip-Spisal Camposampiero Guidi Dip-Spisal Venezia Peterle Dip-Spisal Belluno Lovo Dip-Spisal Rovigo Ros Dip-Spisal Treviso Zorzetto Dip-Spisal Arzignano Zanin Dip-Spisal Vicenza

3 3 Censimento edifici: ? scuole e ospedali edifici pubblici edifici ad utilizzazione collettiva blocchi di appartamenti edifici industriali dismessi e rotabili formazione operatori ARPAV formazione operatori ARPAV adeguamento strumentazione ARPAV adeguamento strumentazione ARPAV comunicazione del rischio alla popolazione comunicazione del rischio alla popolazione piano di gestione rifiuti piano di gestione rifiuti Individuazione ed elaborazione delle fonti informative Censimento ditte: banca dati ISPESL somministrazione questionari domande di benefici previdenziali notifiche ex art. 9 L. 257/92 piani di lavoro ditte con personale abilitato da corsi di formazione....di competenza DIP/SPISAL....di competenza ARPAV Creazione di una banca dati funzionale formazione operatori ULSS formazione operatori ULSS formazione addetti e dirigenti di bonifica formazione addetti e dirigenti di bonifica linee guida regionali linee guida regionali comunicazione del rischio alla popolazione comunicazione del rischio alla popolazione adeguamento strumentazione SPISAL adeguamento strumentazione SPISAL Sorveglianza a regime Programmazione interventi di bonifica Realizzazione DGRV n.5108 del

4 4 P.R.A.V. Risultati conseguiti 2000 – 2003 ATTI LEGISLATIVI E DI INDIRIZZO 1.Modello Unico del Piano di Lavoro per il cemento-amianto da presentare alle ULSS (Decreto del Dirigente Regionale della Direzione per la Prevenzione n. 265/2000); 2.Corsi di formazione di cui allart. 10 co. 2 lett. F della Legge 257/92. Aggiornamenti gestionali ed organizzativi (DGRV n del 17/12/01); 3.Progress report n.1 e n.2 ed altri documenti; 4.Microraccolta di rifiuti contenenti amianto (DGRV n del 28/06/2002); 5.Documento dindirizzo per la risposta al Piano di Lavoro.

5 5 P.R.A.V. Risultati conseguiti 2000 – 2003 FORMAZIONE 1.Corsi per operatori SPISAL + operatori della regione Friuli Venezia Giulia circa 60 persone 2.Corsi per operatori di imprese di bonifica: - gestionale: 800 persone - operativo: 1980 persone INFORMAZIONE 1.Pieghevole informativo Amianto, un problema comune da risolvere assieme 2.Riunioni informative sui censimenti delle ditte a rischio amianto in ogni provincia 3.Opuscolo Io non ci casco (premiato alla Fiera di Modena) 4.Opuscolo per gli idraulici Idraulici e Amianto, come identificare le fonti di rischio e lavorare in sicurezza.

6 6 P.R.A.V. Risultati conseguiti 2000 – 2003 STRUMENTAZIONE 1.Completamento della strumentazione di prelievo polveri delle aziende ULSS (4 campionatori fissi e 8 campionatori portatili) 2.Acquisto di due Personal Computer SOFTWARE GESTIONALE 1.Realizzazione della procedura relativa ai piani di lavoro per il programma gestionale SPISALNET 2.Unificazione e accesso in rete tramite SPISALNET dellarchivio delle persone abilitate dai corsi di formazione sulla rimozione dellamianto

7 7 CENSIMENTO DELLE AZIENDE AD ALTO RISCHIO AMIANTO PRESENTAZIONE DEI RISULTATI

8 8 PRESENZA DI COIBENTAZIONI CONTENENTI AMIANTO ANCORA IN OPERA – Dove e di che tipo Le ditte che hanno dichiarato presenza di coibentazioni ancora in opera sono pari a 35; 9 di queste sono in provincia di Venezia, 7 a Padova, 6 a Verona, 4 a Treviso e 3 ciascuna a Belluno, Rovigo e Vicenza.

9 9 Ditte con almeno un caso di mesotelioma Ditte con richieste benefici previdenziali Registro delle abilitazioni per i bonificatori, corsi operativi e corsi gestionali Elenco zuccherifici e siti dismessi Piani di MEMORIA STORICA Referti / Inchieste Lavoro SERVIZI M.P. Registro veneto dei casi di mesotelioma Sorveglianza sanitaria ex esposti MONITORAGGIO FRIABILE BONIFICHE FRIABILE Ditte dal censimento postale Ditte di scoibentazione (notifiche alla Regione ex art. 9 Legge 257) Ditte iscritte allalbo nazionale gestori rifiuti Cat. 10 Siti produttivi dismessi Ditte con recipienti per fluidi in pressione

10 10 Lavoratori abilitati delle ditte di bonifica Albo nazionale gestori rifiuti Lavoratori di discariche di M.C.A. e trasportatori di rifiuti speciali Idraulici di impianti termici, caldaisti Muratori (alcuni gruppi) Rischi da altre fibre cancerogene Manutentori reti idriche, forni, ecc……………. PREVENZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE DI GRUPPI POTENZIALMENTE ESPOSTI

11 11 Elenchi ditte con esposti o ex esposti Elenchi esposti Elenchi potenziali esposti SORVEGLIANZASANITARIA EX ESPOSTI PRAV Censimento ditte Censimento esposti Censimento ex esposti REGISTRO MESOTELIOMI DEL VENETO Elenchi ditte con casi di mesotelioma Elenchi ammalati con esposizione certa Elenchi ammalati con esposizione possibile

12 12 AMIANTO FRIABILE: andamento delle quantità rimosse negli anni Confronto dati fonte Regionale e fonte Aziende Ulss (anni )

13 13 AMIANTO FRIABILE scoibentato nel Veneto Distribuzione geografica per aziende Ulss ( )

14 Quantità di amianto friabile in Kg rimosso per Azienda ULSS negli anni (fonte ULSS)

15 15 AMIANTO COMPATTO: andamento delle quantità rimosse negli anni Confronto dati fonte Regionale e fonte Aziende Ulss (anni )

16 16 AMIANTO COMPATTO scoibentato nel Veneto Distribuzione geografica per aziende Ulss ( )

17 Quantità di amianto compatto in kg rimosso per ULSS negli anni (fonte ULSS)

18 18 DECRETO N.101 del 18 Marzo 2003 Regolamento per la realizzazione di una mappatura delle zone del territorio nazionale interessate dalla presenza di amianto, ai sensi dellarticolo 20 della Legge n.93/2001: In vigore dal 24/05/2003 entro il 24/08/2003 le Regioni definiscono le procedure per gli interventi urgenti. MAPPATURA PRIORITA PER LE BONIFICHE URGENTI BONIFICHE

19 19 CRITICITÀ Insufficiente coordinamento tra Direzione Regionale per la Prevenzione con le Segreterie e le Direzioni Regionali e con lARPAV. Piano discariche e smaltimenti alternativi. Censimento e monitoraggio edifici pubblici e/o privati. Controllo delle esposizioni attuali e sorveglianza sanitaria agli ex esposti. Insufficiente ricerca attiva dellamianto friabile Controllo dellesposizione alle fibre minerali alternative.


Scaricare ppt "1 P.R.A.V. P.R.A.V. Piano Regionale Amianto Regione Veneto DGRV n.5108 del 28.12.1998."

Presentazioni simili


Annunci Google