La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Interventi per la sistemazione del canale industriale Sud a Porto Marghera 4° stralcio – sponda sud e darsena terminale 1° LOTTO - NUOVA SIRMA - FASE A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Interventi per la sistemazione del canale industriale Sud a Porto Marghera 4° stralcio – sponda sud e darsena terminale 1° LOTTO - NUOVA SIRMA - FASE A."— Transcript della presentazione:

1 Interventi per la sistemazione del canale industriale Sud a Porto Marghera 4° stralcio – sponda sud e darsena terminale 1° LOTTO - NUOVA SIRMA - FASE A Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Magistrato alle Acque di Venezia Concessionario: consorzio Venezia Nuova COORDINAMENTO PROGETTAZIONE CONSORZIO VENEZIA NUOVA PROGETTO ESECUTIVO

2 2 Gli interventi del MAV sulle sponde dei canali industriali Scopi: Arrestare lerosione Impedire gli apporti da falde inquinate Impedire il ruscellamento Conservare la fruibilità delle sponde Adeguare le opere ai piani vigenti Grazie a: Conterminazioni di sponda Opere strutturali Opere idrauliche

3 3 Ü Il problema: Erosione naturale ed indotta Progressivo arretramento delle sponde ed interrimento dei canali Rilascio di inquinanti nelle acque lagunari Le sponde dei canali industriali di Porto Marghera

4 4 Garantire la stabilità delle sponde Impedire il rilascio degli inquinanti Conservare la fruibilità degli accosti Ü La soluzione: Le sponde dei canali industriali di Porto Marghera

5 5 Il progetto definitivo (dicembre 2002) Canale SUD Sviluppo intervento complessivo: Canale Industriale Sud: lunghezza ~ 3.6 km larghezza ~ 150 m Cunetta a quota -12 m s.l.m.: larghezza ~ 120 m Approvazioni Commissione per la salvaguardia di Venezia Conferenza dei Servizi (settembre 2003)

6 Il progetto esecutivo 4° stralcio: in prosecuzione dei tre stralci lungo la sponda nord del Canale Sud; 1° lotto: sistemazione di circa 276 m di sponda del Canale sud in prossimità della sponda nord della Darsena terminale. Area interessata: in concessione a SIRMA S.p.A Priorità di tale tratto: esigenza di completare la chiusura verso ovest del marginamento del lato sud della penisola del Petrolchimico

7 7 Avanzamento per fasi A causa dellindisponibilità attuale delle somme necessarie al completamento delle opere (a carico del frontista), lintervento si articola in: FASE 1: Opere in sponda, di impermeabilizzazione, drenaggio, e protezione contro lerosione per garantire le finalità ambientali FASE 2, a lungo termine: Demolizione banchina esistente e adeguamento delle opere a banchina portuale (cordolo sommitale, tiranti, piano banchina, protezione catodica, sistema di drenaggio)

8 Piano Regolatore Portuale (1999) La realizzazione delle banchine deve rispettare le indicazione del PRP

9 Aerofoto dello stato di fatto Limite ovest intervento Limite est intervento Banchina industriale (~120 m) costituita da una soletta in c.a. fondata su pali Conterminazioni realizzate lungo sponda Nord SM1 SM2 SM1 ed SM2 : scarichi misti operanti in continuo

10 Stratigrafia ed Indagini geognostiche

11 11 Il Progetto: elementi tipologici StrutturaliIdrauliche OPERE Palancole metalliche Drenaggi

12 Il Progetto: opere strutturali Le PALANCOLE in acciaio, previste sul fronte, saranno caratterizzate da: cordolo sommitale, atto a ripartire i carichi concentrati gravanti; tiranti in sommità; finestratura al piede (ad evitare interferenze con le falde profonde) maggiore modulo di rigidezza rispetto ai meri marginamenti in zona non portuale; sistema di impermeabilizzazione dato dalla continuità del fronte strutturale e dallinterposizione di una guarnizione poliuretanica allinterno dei gargami. resistenza alla corrosione, tramite trattamento, specie sul lato canale, con vernici poliuretaniche fino a 2 m oltre il fondale massimo previsto in accosto nel rispetto del P.R.P.; nella seconda fase, il tratto di banchina portuale sarà protetto tramite impianto Catodico a corrente impressa. CARICHI: La destinazione duso portuale influisce sullentità dei sovraccarichi gravanti sulla banchina e quindi sul palancolato. 50 kPa uniformemente distribuiti sul piano banchina

13 I palancolati costituiscono un fronte impermeabile per gli acquiferi inquinati anche per lulteriore sistema di garanzia dato da un diaframma plastico sottile, previsto in prima fase e dai getti in c.a. in aderenza al palancolato, previsti in seconda fase. COEFFICIENTE DI PERMEABILITA ~ m/s Il Progetto: opere idrauliche sistema di DRENAGGIO, per evitare variazioni apprezzabili della quota di falda tramite sistemi di: –Tubi corrugati µ-fessurati; –soglie sfioranti regolabili in altezza che recapitino le acque drenate in collettori a gravità o pressione, –sollevamento allimpianto di trattamento MASI (nel transitorio), oppure al depuratore VESTA, una volta completate le opere del P.I.F.

14 14 Drenaggi – riferimenti idrogeologici zona interessata dal flusso Falda freatica prima falda seconda falda dreno strati poco permeabili Cordolo sommitale Palancolato strutturale

15 15 Portata delle acque drenate Idrogeologia variabile rispetto a: Permeabilità Stratigrafia Gradienti Regime idraulico Alimentazione: Da infiltrazione di acque di pioggia Da acquiferi sottostanti Interventi in programma: Perimetrazione Petrolchimico Gestione acque di pioggia Metodi di calcolo semplificati

16 Monitoraggi e controlli Si prevedono le seguenti attività di controllo su: –Piezometria: piezometri posti ad interasse regolare lungo le due sponde, sia a monte che a valle delle palancole; elaborazione dei risultati tramite modello idrogeologico ante e post operam –Materiali di scavo: classificazione dei materiali di scavo secondo le indicazioni del D.M. 471/99 e del DPR 915/82; rispetto anche del D.lgs. 36/2003 e D.lgs. 13/03/03 per lammissibilità in discarica. –Palancolato: per verificare gli spostamenti della sommità delle palancole occorre apporre dei traguardi sui quali collimare con strumentazione ottica topografica

17 Planimetria di progetto

18 Particolari opere: pianta

19

20 Opere di progetto: Intervento tipo 1A – prima fase Sviluppo intervento 1A: 215 m Max accosto alla -4.00m slm Sommità a +2.10m slm Palancole composite Prefabbricato in sommità Diaframma sottile Metallizzazione e verniciatura

21 Opere di progetto: Intervento tipo 1A – fase a lungo termine 215 m Sovraccarico uniformemente distribuito 5 t/m² Accosto alla m slm Sommità a +2.10m slm Palancole composite

22 Tiranti Campo prove (UNI 1537 e AICAP): 3+3 tiranti 9 trefoli Tecniche diverse Controllo parametri p(t), v(t), q(t) Fasi esecutive: Trivellazione con stand pipe Camicia fino a estremità superiore bulbo Jet-grouting per la lunghezza del bulbo Estrazione monitor Trivellazione con camicia fino a estremità inferiore bulbo Riempimento con malta di cemento Infilaggio tirante Iniezioni ripetute Collaudo

23 Opere di progetto:

24

25 Opere di progetto: Intervento tipo 3A – prima fase Max accosto alla -4.00m slm Sommità a +2.10m slm Palancole tipo Larssen 430 Prefabbricato in sommità Diaframma sottile Metallizzazione e verniciatura

26 Opere di progetto: Intervento tipo 3A – fase a lungo termine 215 m Sovraccarico uniformemente distribuito 1 t/m² Accosto alla m slm Sommità a +2.10m slm

27 Opere di progetto:

28

29

30

31

32

33 Diaframma sottile Spessore da 25cm Permeabilità ~10 -9 m/s Riempimento in bentonite granulare secca Senza asporto di terrreno

34 Prosecuzione delle opere di 3° stralcio

35 Opere esistenti

36 Profili metallici compositi

37 Profili metallici e particolari


Scaricare ppt "Interventi per la sistemazione del canale industriale Sud a Porto Marghera 4° stralcio – sponda sud e darsena terminale 1° LOTTO - NUOVA SIRMA - FASE A."

Presentazioni simili


Annunci Google