La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Finanziamento pubblico e mutamenti organizzativi nei partiti italiani di Eugenio Pizzimenti e Piero Ignazi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Finanziamento pubblico e mutamenti organizzativi nei partiti italiani di Eugenio Pizzimenti e Piero Ignazi."— Transcript della presentazione:

1 Finanziamento pubblico e mutamenti organizzativi nei partiti italiani di Eugenio Pizzimenti e Piero Ignazi

2 Autori Piero Ignazi insegna Politica comparata presso l'Università di Bologna. Ha scritto vari saggi sui sistemi di partito in Italia e in Europa. Collabora con l'Espresso e Il Sole-24 Ore. Dal 2009 dirige la rivista di cultura e politica Il Mulino. Eugenio Pizzimenti (1978) è Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dellUniversità di Pisa.

3 Introduzione Partito di quadri: notabili assicuravano risorse personalmente. Partito di massa: tesseramento formale degli iscritti. La trasformazione dei partiti in professionali-elettorali o in cartel party ha comportato lespansione dellapparato organizzativo e lemergere di nuove spese. Cartel party: estensione del finanziamento pubblico. Il saggio è articolato in 2 parti: 1.Realizzazione e modifiche del finanziamento pubblico nel tempo. 2.Analisi dei dati di bilancio dei partiti e del ruolo delle facce del partito(Ppo,Pco,Pog) nella gestione dei flussi finanziari.

4 Realizzazione e modifiche del finanziamento pubblico nel tempo Le quattro fasi dellevoluzione della normativa sul finanziamento dei partiti Vuoto normativo – assenza di una regolamentazione del finanziamento delle attività dei partiti Instaurazione normativa – introduzione di specifiche leggi sulla disciplina del finanziamento delle attività dei partiti Consolidamento normativo – la disciplina del finanziamento delle attività dei partiti non subisce modificazioni Attuale Fluidità normativa – la disciplina del finanziamento delle attività dei partiti viene più volte modificata dal legislatore.

5 Analisi dei dati di bilancio dei partiti e del ruolo delle facce del partito(Ppo,Pco,Pog) nella gestione dei flussi finanziari 3 ipotesi: Dipendenza o meno dal finanziamento pubblico rivelata dai bilanci dei partiti. Accentramento o meno delle risorse nelle strutture centrali(Pco e Ppo) a scapito di quelle locali(Pog). Limpatto di dipendenza e accentramento sullassetto organizzativo dei partiti.

6 Dipendenza dal finanziamento pubblico Le voci dei bilanci dei partiti nellarco temporale sono state aggregate in 2 voci principali: Contributi pubblici(CP), e Capacità di autofinanziamento(CA). La tabella riporta i valori percentuali. Anni DsDlFiAn tot DsDlFiAn CP CA

7 Relazione tra il controllo del tesseramento e il livello di centralizzazione Tab. 9a

8 Tabella 9b

9 Punteggi standardizzati dei partiti lungo le 5 dimensioni analitiche (scala 0-10)

10 Conclusioni Questo lavoro ha analizzato il flusso, la destinazione e limpatto delle risorse finanziarie nei partiti italiani(An,Fi,Pds-Ds,Ppi-Dl) nel decennio Lipotesi della crescente dipendenza è confermata:le entrate nei partiti provengono dallo Stato in una misura che varia da un minimo dei 2/3 ad un massimo dei ¾. Lanalisi del rapporto orizzontale indica una radicata prevalenza del Pco sul Ppo,ciò vale per tutti i partiti. Il rapporto verticale offre invece un panorama più articolato:Pds e Ds hanno garantito alta autonomia al Pog mentre Fi e Dl risultano essere più accentrati. Dallanalisi degli statuti e di altri documenti emerge una tendenza verso maggiore decentramento di funzioni e prerogative alla periferia. Solo An rimane ancorato ad una visione fortemente verticista e centralista su tutte le dimensioni.


Scaricare ppt "Finanziamento pubblico e mutamenti organizzativi nei partiti italiani di Eugenio Pizzimenti e Piero Ignazi."

Presentazioni simili


Annunci Google