La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALESSANDRO MANZONI TAPPE PRINCIPALI DELLA VITA NACQUE A MILANO NEL 1785 DAL CONTE PIETRO MANZONI E DA GIULIA BECCARIA, FIGLIA DELLILLUMINISTA CESARE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALESSANDRO MANZONI TAPPE PRINCIPALI DELLA VITA NACQUE A MILANO NEL 1785 DAL CONTE PIETRO MANZONI E DA GIULIA BECCARIA, FIGLIA DELLILLUMINISTA CESARE."— Transcript della presentazione:

1

2 ALESSANDRO MANZONI

3 TAPPE PRINCIPALI DELLA VITA NACQUE A MILANO NEL 1785 DAL CONTE PIETRO MANZONI E DA GIULIA BECCARIA, FIGLIA DELLILLUMINISTA CESARE BECCARIA, AUTORE DEL TRATTATO DEI DELITTI E DELLE PENE. Il matrimonio dei genitori ebbe breve durata, nel 1792 avvenne la separazione e la madre nel 1795 andò a vivere a Parigi con il conte Carlo Imbonati INTANTO ALESSANDRO RICEVEVA LA SUA EDUCAZIONE (RICORDATA IN SEGUITO CON AVVERSIONE) NEL COLLEGIO DEI PADRI SOMASCHI, PRIMA A MERATE, IN BRIANZA E POI A LUGANO. SI TRASFER Ī QUINDI A MILANO NEL COLLEGIO DEI NOBILI, RETTO DAI PADRI BARNABITI E VI RIMASE FINO AL 1801

4 SI ACCOSTO BEN PRESTO ALLE IDEE ILLUMINISTICHE DIVENENDO ANTICLERICALE E ANTITIRANNICO NEL 1805 RAGGIUNSE LA MADRE A PARIGI GLI ANNI PARIGINI DAL 1805 AL 1810 FURONO DECISIVI PER LEVOLUZIONE LETTERARIA E UMANA DELLO SCRITTORE. NEL 1807 SPOSO ENRICHETTA BLONDEL DI RELIGIONE CALVINISTA. NEL 1810 CI FU LA SUA CONVERSIONE AL CATTOLICESIMO DA CUI SI ERA ALLONTANATO NEGLI ANNI TRASCORSI IN COLLEGIO. DA ALLORA VISSE QUASI SEMPRE A MILANO IN MODO APPARTATO MA SEGUENDO LE VICENDE DEL RISORGIMENTO

5 Acquarello (Centro studi manzoniani a Milano) Garibaldi incontra Manzoni TRA IL 1833 ED IL 1839 LA SUA VITA FU TRAVAGLIATA DA LUTTI FAMILIARI.. NEL 1848 FIRM0 LA PETIZIONE A CARLO ALBERTO PERCHE INTERVENISSE PER LIBERARE IL LOMBARDO- VENETO DALLAUSTRIA. NEL 1861 FU NOMINATO SENATORE DEL NUOVO REGNO DITALIA E PARTECIPO A TORINO ALLA PIMA SEDUTA DEL PARLAMENTO

6 . TRASCORSE GLI ULTIMI ANNI DELLA SUA VITA ONORATO E RISPETTATO COME IL MASSSIMO SCRITTORE ITALIANO VIVENTE.. NEL 1872 ACCETTO LA CITTADINANZA ONORARIA DI ROMA PER AVER CONTRIBUITO, CON LA SUA OPERA DI SCRITTORE, ALLA CAUSA ITALIANA. MORI A MILANO NEL NEL PRIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE di A. MANZONI, IL COMPOSITORE GIUSEPPE VERDI COMPOSE E DIRESSE LA MESSA DA Requiem IN SUO ONORE

7 TRA IL 1812 e IL 1815 COMPOSE GLI INNI SACRI : -LA RESURREZIONE -IL NOME DI MARIA IL NATALE LA PASSIONE -LA PENTECOSTE ( COMPOSIZIONI POETICHE PER CELEBRARE LE SOLENNITA DELLA CHIESA MANZONI RECUPERA LA STRUTTURA DELLINNO, UNA FORMA DI CANTO RELIGIOSO POPOLARE DIFFUSO NEL MEDIOEVO, MA LO ARRICCHISCE DI UNA SENSIBILITà ROMANTICA Dovevano essere dodici

8 LE ODI (1821 ) LODE MARZO 1821 FU SCRITTA IN OCCASIONE DEI MOTI CARBONARI DEL 1821, QUANDO PAREVA CHE CARLO ALBERTO(RE DEL REGNO DI SARDEGNA ) VOLESSE VARCARE IL TICINO E LIBERARE LA LOMBARDIA DALLAUSTRIA. FU PUBBLICATA NEL 1848 LODE IL CINQUE MAGGIO FU SCRITTA IN SOLI TRE GIORNI (18-20 LUGLIO) QUANDO IL POETA APPRESE LA NOTIZIA DELLA MORTE DI NAPOLEONE A SANTELENA

9 LE TRAGEDIE: IL CONTE DI CARMAGNOLA(1816 – 1820) LADELCHI ( )

10


Scaricare ppt "ALESSANDRO MANZONI TAPPE PRINCIPALI DELLA VITA NACQUE A MILANO NEL 1785 DAL CONTE PIETRO MANZONI E DA GIULIA BECCARIA, FIGLIA DELLILLUMINISTA CESARE."

Presentazioni simili


Annunci Google