La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMPETENZE e DIDATTICA LABORATORIALE. RIFERIMENTI NORMATIVI DM 139 Agosto 2007 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18/12/2006 DL.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMPETENZE e DIDATTICA LABORATORIALE. RIFERIMENTI NORMATIVI DM 139 Agosto 2007 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18/12/2006 DL."— Transcript della presentazione:

1 COMPETENZE e DIDATTICA LABORATORIALE

2 RIFERIMENTI NORMATIVI DM 139 Agosto 2007 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18/12/2006 DL 25 giugno 2008 n 112 convertito dalla legge 6 Agosto 2008 n 133 (organizzazione dei percorsi)

3 SECONDO IL PIANO EUROPEO DELLE QUALIFICHE CONOSCENZE:CONOSCENZE: indicano il risultato dellassimilazione di informazioni attraverso lapprendimento. Le conoscenze sono linsieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro. Nel Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli (EQF), le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche ABILITA:ABILITA: indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Nel Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli, le abilità sono descritte come cognitive(uso del pensiero logico intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano labilità manuale e luso di metodi, materiali, strumenti).

4 COMPETENZE Indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale. Nel Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia

5 Competenze chiave UE Comunicazione nella madre lingua Comunicazione nelle lingue straniere Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologie Competenza digitale Imparare ad imparare Competenze interpersonali, interculturali e sociali e competenza civica Imprenditorialità Espressione culturale

6 LA SCELTA ITALIANA lindividuo Costruisce se stesso Si relaziona con gli altri Interagisce con la realtà Imparare ad Imparare Progettare Comunicare Collaborare e partecipare Agire in modo autonomo e responsabile Risolvere problemi Individuare collegamenti e relazioni Acquisire ed interpretare linformazioni

7 GLI ASSI CULTURALI Gli insegnamenti del biennio, vengono aggregati in quattro assi culturali: - dei linguaggi - matematico - scientifico- tecnologico - storico-sociale

8 costituiscono la base contenutistica in termini di conoscenze abilità e competenze su cui sviluppare le competenze trasversali il substrato interdisciplinare e multidisciplinare su cui fondare le competenze chiave per la cittadinanza attiva Le competenze di base relative agli assi culturali devono essere certificate al termine dell'obbligo Scolastico (DM n.9 del 27/01/2010)

9 Raccordi di massima con le 8 competenze chiave europee (Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006) Assi del biennio italiano dei linguaggi matematico scientifico-tecnologico storico-sociale Competenze chiave UE Comunicazione nella madre lingua Comunicazione nelle lingue straniere Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologie Competenza digitale Imparare ad imparare Competenze interpersonali, interculturali e sociali e competenza civica Imprenditorialità Espressione culturale operare essere per interagire conoscere conoscereconoscere conoscere Da Maurizio Tiriticco: obbligo 2009

10 LE COMPETENZE: PUNTI DI FORZA Insegnare per competenze favorisce: l acquisizione di conoscenze, il loro utilizzo in contesti nuovi per affrontare e risolvere situazioni problematiche di vita, di ricerca, di lavoro,anche collaborando con gli altri Un apprendimento per competenze investe Un apprendimento per competenze investe : Il sé Il sé con gli altri Il sé con la realtà

11 LANELLO RICORSIVO TRA LE DIMENSIONI DELLAZIONE DIDATTICA APPRENDIMENTO VALUTAZIONE INSEGNAMENTO COMPETENZE (MARIO CASTOLDI: LEDUCATORE n /2007)

12 PROGETTARE PER COMPETENZE Operare collegialmente e a diversi livelli (Istituto, Dipartimento, Consiglio di Classe) Superare la frammentazione dei saperi Ripensare alle metodologie didattiche

13 LE METODOLOGIE Il laboratorio e la didattica laboratoriale

14 LABORATORIO DIDATTICO Spazio mentale attrezzato in cui lalunno : - conosce attraverso lazione e la riflessione (apprendimento come processo attivo e riflessivo) - opera in modo costruttivo e cooperativo ( apprendimento come processo sociale) - acquisisce competenze personali e professionali (apprendimento come processo intenzionale e contestualizzato)

15 Perché… laboratorio Didattica delle competenze Valorizzazione dei diversi stili di apprendimento Costruzione del sapere Metodologia della ricerca

16 Quali atteggiamenti favorisce … Quali atteggiamenti favorisce … laboratorio dialogo partecipazione sperimentazione condivisione progettualità operatività

17 DIDATTICA LABORATORIALE è un approccio metodologico-didattico Prende le mosse da situazioni problematiche, utilizza il metodo della ricerca, favorisce lacquisizione di competenze, rispetta i diversi stili di apprendimento Si sviluppa da un progetto, si fonda su apprendimento e didattica cooperativi non deve essere applicata a tutte le fasi del curricolo, ma ad alcuni nodi cruciali

18 Il docente: - Progetta il laboratorio - Gestisce il laboratorio attraverso la pianificazione, la conduzione e la valutazione - ridisegna stili di lavoro, di insegnamento e di apprendimento

19 VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE le competenze non si possiedono ma si esercitano in situazioni diverse le competenze si esercitano mentre si agisce losservazione e il metodo attraverso il quale accertare il raggiungimento di una competenza

20 VALUTAZIONE AUTENTICA ATTRAVERSO UNA PROVA IN SITUAZIONE si pensa a un compito complesso e completo inserito in un contesto reale o verosimile si valuta, perciò, lo svolgimento di una prestazione e/o la realizzazione di un prodotto che ha un valore e un significato anche oltre il successo scolastico

21 CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE Il raggiungimento di una competenza non è paragonabile allacquisizione di un contenuto disciplinare: lacquisizione di un contenuto disciplinare si valuta il raggiungimento di una competenza, se accertato, si certifica Da Maurizio Tiriticco: obbligo 2009

22 la certificazione risponde ad esigenze di carattere formale e non solo didattiche prevede un processo standardizzato di valutazione rappresenta uno strumento per la trasparenza dei sistemi e per la mobilità dei cittadini mettendo in comunicazione i diversi sistemi tra loro (scuola, formazione professionale, mondo del lavoro).


Scaricare ppt "COMPETENZE e DIDATTICA LABORATORIALE. RIFERIMENTI NORMATIVI DM 139 Agosto 2007 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18/12/2006 DL."

Presentazioni simili


Annunci Google