La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DUE ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLE STRAVAGANTI PROPRIETÀ DELLE PARTICELLE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DUE ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLE STRAVAGANTI PROPRIETÀ DELLE PARTICELLE."— Transcript della presentazione:

1 DUE ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLE STRAVAGANTI PROPRIETÀ DELLE PARTICELLE

2 LELETTRONE È ANCHE UNONDA INFATTI … In base alla relazione di de Broglie, un fascio di elettroni può essere sia concettualmente, sia operativamente, utilizzato come le radiazioni luminose, nella tecnica microscopica. Poiché un fascio di elettroni, accelerati a grandi velocità, presenta una lunghezza donda più piccola delle radiazioni ottiche, per questo è possibile ottenere risoluzioni notevolmente elevate p = mv p = h / = h / p MICROSCOPIO ELETTRONICO

3 Il problema nellusare onde per osservare il mondo della fisica, sta nel fatto che la qualità dell'immagine che otteniamo è limitata dalla lunghezza d'onda usata.

4 I nostri occhi sono "sintonizzati" sulla luce visibile, la cui lunghezza d'onda è attorno a 0, metri. È una lunghezza abbastanza piccola per non doverci preoccupare della risoluzione finché non andiamo a guardare oggetti della misura di 0, metri. Ma la lunghezza d'onda della luce visibile è troppo ampia per analizzare qualunque cosa più piccola di una cellula. Per osservare con un ingrandimento maggiore, bisogna usare onde con lunghezze d'onda inferiori. Ecco perché si adoperano microscopi a scansione elettronica per studiare cose sub-microscopiche, come per esempio i virus. Ma neppure il miglior microscopio a scansione elettronica può far vedere un'immagine, anche indistinta, di un atomo.

5 La microscopia elettronica ci permette di vedere gli oggetti come ci apparirebbero se potessero venire ingranditi testa di una formica osservata con il microscopio elettronico

6 Che cosa vuol dire Che cosa vuol dire risoluzione di un immagine? risoluzione di un immagine? Risoluzione di unimmagine

7 MICROSCOPIO A EFFETTO TUNNEL

8 la zona grigia fra gli atomi viola indica il passaggio del 90% della corrente; fra gli atomi azzurri passa un altro 8%, il resto fra gli altri atomi. i cerchi colorati sono i singoli atomi schematizzazione ingrandita della puntina

9 Sotto la punta vediamo il materiale che deve essere osservato. La punta di metallo può essere spostata in su e in giù. Bisogna lasciare solo un piccolo spazio vuoto tra essa e loggetto da osservare. Secondo la fisica classica, gli elettroni non potrebbero attraversare il vuoto lasciando il campione per raggiungere la punta. INVECE CI RIESCONO creano una piccola corrente elettrica, e il loro numero, quindi lintensità della corrente tunnel, dipende dallo spessore dello spazio vuoto.

10 La risoluzione di questi microscopi è a livello atomico, riuscendo a mostrare le colline e le valli create dagli atomi sulla superficie del materiale che si sta misurando. Di conseguenza quando la sonda viene fatta scorrere lungo la superficie del campione, caratteristiche della superficie piccole come atomi si manifestano come variazioni dellintensità della corrente dovuta alleffetto tunnel. Tali variazioni vengono elaborate da un computer in modo da ottenere una immagine tridimensionale della superficie.

11 Nella microscopia a effetto tunnel si ottiene un'immagine costruita a partire da una scelta di variabili fisiche operata a priori, in cui l'aspetto descrittivo e quello interpretativo risultano fusi e indistinguibili Atomi di ferro su una superficie di rame osservati per mezzo di un microscopio a effetto tunnel.


Scaricare ppt "DUE ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLE STRAVAGANTI PROPRIETÀ DELLE PARTICELLE."

Presentazioni simili


Annunci Google