La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONTESTO CLASSI PRIME SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI SCIENZE PER INCREMENTARE LINSEGNAMENTO E L APPRENDIMENTO SCIENTIFICO UTILIZZANDO LA SPERIMENTAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONTESTO CLASSI PRIME SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI SCIENZE PER INCREMENTARE LINSEGNAMENTO E L APPRENDIMENTO SCIENTIFICO UTILIZZANDO LA SPERIMENTAZIONE."— Transcript della presentazione:

1

2 CONTESTO CLASSI PRIME SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI SCIENZE PER INCREMENTARE LINSEGNAMENTO E L APPRENDIMENTO SCIENTIFICO UTILIZZANDO LA SPERIMENTAZIONE IN LABORATORIO LAPPRENDIMENTO COOPERATIVO NELLE CLASSI IN CUI SI LAVORA ANCHE CON LAUSILIO DELLA LAVAGNA INTERATTIVA

3 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI Affrontare concetti fisici quali: temperatura, calore e passaggi di stato, effettuando esperimenti e comparazioni, raccogliendo e correlando dati con strumenti di misura. Imparare a riconoscere i passaggi di stato e le cause che li provocano. Imparare ad usare tabelle e diagrammi per comunicare risultati di una ricerca. Prospettare ipotesi di soluzione e di interpretazione... Comprendere gli effetti del calore sulla materia. Saper formalizzare unosservazione o un esperimento. Saper usare il linguaggio simbolico

4 METODOLOGIA FASE DI SPERIMENTAZIONE IN LABORATORIO: Gli alunni lavorano in gruppi con la metodologia dellapprendimento cooperativo seguendo le istruzioni e registrando i dati.

5

6

7

8 FASE DI RIELABORAZIONE IN CLASSE: gli alunni stendono la relazione scientifica

9

10

11

12 FASE DI RICERCA: gli alunni utilizzano la lavagna interattiva per costruire mappe,ricercare informazioni e materiale da integrare

13

14

15

16 FASE DI RIELABORAZIONE DEL MATERIALE: gli alunni rimettono insieme informazioni, conoscenze realizzano e presentano i propri lavori Passaggi di stato; Temperatura, scale termometriche; Effetto del calore sulla materia; Cruciverba;

17 STATO SOLIDO STATO LIQUIDO STATO AERIFORME

18 Quando si riscalda un solido,lagitazione delle sue molecole aumenta e i legami che le tengono unite si allentano. Le molecole non mantengono più le loro posizioni e cominciano a scorrere le une sulle altre: IL SOLIDO DIVENTA LIQUIDO

19 Continuando a fornire calore, le molecole si staccano completamente le une dalle altre e acquistano libertà di movimento:IL LIQUIDO DIVENTA AERIFORME

20 Quando si raffredda un aeriforme,lagitazione delle molecole diminuisce sino a che si possono di nuovo stabilire legami tra di esse: LAERIFORME DIVENTA LIQUIDO

21 Continuando a sottrarre calore, le molecole rallentano sempre più i loro movimenti e si legano strettamente fra loro:IL LIQUIDO DIVENTA SOLIDO

22 Tali fenomeni sono detti cambiamenti di stato

23 Durante un cambiamento di stato,la temperatura resta costante fine a che tutta la sostanza si è trasformata,ciò accade perché il calore viene utilizzato per spezzare i legami tra le molecole.

24 La fusione è il passaggio dallo stato solido allo stato liquido;la temperatura alla quale avviene è detta punto di fusione. La solidificazione è il passaggio inverso, dalla stato liquido allo stato solido. Anche la solidificazione avviene per ogni sostanza ad una temperatura particolare, che coincide con quella di fusione.

25 Alcune immagini :

26 La vaporizzazione è il passaggio dallo stato liquido a quello aeriforme. Se avviene lentamente,solo in superfice e non dipende da una temperatura precisa, si parla di evaporizzazione. Tutti i liquidi evaporano,anche se in tempi diversi: alcuni evaporano rapidamente come lalcol e la benzina,altri evaporano lentamente,come gli oli e il mercurio.

27 1) LESTENSIONE DELLA SUPERFICE:Maggiore è la superfice esposta,maggiore è levaporazione; 2) LA TEMPERATURA:Maggiore è la temperatura, maggiore è levaporazione. 3) LA VENTILAZIONE:Maggiore è la ventilazione, maggiore è levaporazione.

28 Se la vaporizzazione avviene in modo rapido in ogni punto del liquido,il fenomeno viene detto ebollizione e la temperatura precisa a cui avviene il cambiamento di stato è detta PUNTO DI EBOLLIZIONE.

29 Il passaggio inverso dalla vaporizzazione,cioè il passaggio dallo stato areiforme a quello liquido,è chiamato in due diversi modi:CONDENSAZIONE se laeriforme è un vapore,LIQUEFAZIONE se laeriforme è un gas.

30 Esistono poi due particolari passaggi di stato:dalla stato solido a quello aeriforme e viceversa;entrambi i fenomeni vengono indicati comunemente con il termine SUBLIMAZIONE

31

32 Scuola Secondaria di 1°grado Classi 1^A-B La Dilatazione Dei Corpi

33 LA DILATAZIONE DEI CORPI In un corpo caldo, le molecole sono in continuo movimento.

34 La Dilatazione Termica Un corpo riscaldato si dilata, raffreddato si contrae.

35 La Dilatazione Termica Durante il movimento le molecole si allontanano provocando un aumento delle dimensioni del corpo stesso. Questo fenomeno si chiama DILATAZIONE TERMICA

36 La dilatazione termica dei corpi solidi avviene secondo ciascuna delle tre dimensioni dello spazio.

37 Il corpo viene riscaldato

38 E non passa più attraverso il foro

39 La Dilatazione Termica dei liquidi e dei gas Anche i liquidi e i gas si dilatano con il calore.

40 Il livello del liquido sale nel tubicino

41 Ecco le bollicine anche i gas …. si dilatano

42 L'acqua EPPURE ……. l'acqua quando passa allo stato solido aumenta di volume

43 Secondaria di 1° grado Classi 1^ A-B Temperatura e scale termometriche

44 La temperatura è proprio la misura dell agitazione termica. Indica l energia posseduta dalle molecole del corpo stesso. La temperatura informa su quanto un corpo è caldo o freddo.

45 La temperatura si misura con il termometro

46 SCALE TERMOMETRICHE Scala centigrada Scala Reamur Scala Fahrenheit Scala Kelvin

47 LA SCALA CENTIGRADA Per la scala Celsius o Centigrada lo zero di riferimento è la temperatura di congelamento dell'acqua alla pressione di un'atmosfera. Come valore 100 è stata presa la temperatura di ebollizione dell'acqua. L'intervallo fra i due punti è stato suddiviso in 100 gradi, da qui il nome di centigrada.

48 LA SCALA DI REAMUR Nella scala di Réaumur la temperatura del ghiaccio è di 0° R e nell acqua bollente misurerà 80° R. L intervallo tra queste due temperature è diviso in 80 parti uguali.

49 LA SCALA DI FAHRENHEIT Nella scala di Fahrenheit la temperatura del ghiaccio è fissata a 32° F e nell acqua bollente misurerà 212°F. Con queste due misure uscirà un risultato di 180 parti uguali.

50 La scala di kelvin La scala di kelvin è una scala teorica dipendente direttamente dai principi della termodinamica e non fenomenologica. Lo zero Kelvin, o zero assoluto, corrisponde ad una temperatura irraggiungibile in cui teoricamente le particelle che compongono la materia sono prive di energia cinetica.

51 THE END …. AUTORI DEL PROGETTO: TRACCHIA SIMONA !! CERICOLA ANNA !! IBRALIU ALESIA !! DÌ GIULIO DÌ LALLO CHIARA !! DÌ GIULIO DÌ LALLO ANTONIO!!

52 CRUCIVERBA

53 1.È TUTTO CIOCHE OCCUPA UNO SPAZIO; 2.È LO STRUMENTO CHE MISURA LA TEMPERATURA; 3.È LUNITA DI MISURA DELLA TEMPERATURA; 4.È LA PARTE PIU PICCOLA DI UNA SOSTANZA; 5.È UN MODO DI PROPAGARSI DEL CALORE; 6.È LUNITA DI MISURA DEL CALORE; 7.È MULTIPLI DELLA CALORIA; 8.SERVE PER MISURARE IL CALORE ASSORBITO O CEDUTO DA UN CORPO; 9.È IL PASSAGGIO DALLO STATO SOLIDO A QUELLO LIQUIDO; 10.È LUNITA DI MISURA INTERNAZIONALE DELLA CALORIA; 11.È IL PASSAGGIO DALLO STATO SOLIDO A QUELLO AERIFORME; 12.È LA VAPORIZZAZIONE CHE AVVIENE IN MODO TUMULTUOSO; POAROLA CHIAVE: È IL PASSAGGIO INVERSO DALLO STATO LIQUIDO ALLO STATO SOLIDO


Scaricare ppt "CONTESTO CLASSI PRIME SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI SCIENZE PER INCREMENTARE LINSEGNAMENTO E L APPRENDIMENTO SCIENTIFICO UTILIZZANDO LA SPERIMENTAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google