La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LOsservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LOsservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive."— Transcript della presentazione:

1 LOsservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

2 Opera nellambito del Dip.to della P.S. – Ufficio Ordine Pubblico, a seguito di accordo informale tra le Amministrazioni interessate, e con il bene placet del Capo della Polizia a seguito dellincendio di un treno speciale di tifosi salernitani, il 23 maggio 1999; La L. 17 ottobre 2005, n che converte, con mod., il DL 17 agosto 2005, n introduce nel DL 24 febbraio 2003, n conv., con mod., in L. 24 aprile 2003, n lart. 8-octies con cui si dispone listituzione formale, presso il Ministero dell'interno, dellOsservatorio al fine di favorire la migliore attuazione delle disposizioni e delle misure in materia di prevenzione e contrasto della violenza in occasione di manifestazioni sportiveCompiti effettuare il monitoraggio dei fenomeni di violenza e intolleranza commessi in occasione di manifestazioni sportive e dello stato di sicurezza degli impianti sportivi; esaminare le problematiche connesse alle manifestazioni in programma ed attribuire i livelli di rischio delle manifestazioni medesime; approvare le linee guida del regolamento d'uso per la sicurezza degli impianti sportivi; promuovere iniziative coordinate per la prevenzione dei fenomeni di violenza e intolleranza in ambito sportivo, anche in collaborazione con associazioni, rappresentanze di tifosi organizzati e club di sostenitori, enti locali, enti statali e non statali; definire le misure che possono essere adottate dalle società sportive per garantire il regolare svolgimento delle manifestazioni sportive e la pubblica incolumità; pubblicare un rapporto annuale sull'andamento dei fenomeni di violenza ed intolleranza in occasione di manifestazioni sportive. Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Genesi

3 Linee operative, le attività strumentali allespletamento dei compiti, nonché lorganizzazione, le modalità di funzionamento e la composizione dellOsservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive Linee operative, le attività strumentali allespletamento dei compiti, nonché lorganizzazione, le modalità di funzionamento e la composizione dellOsservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive (Decreto del Ministro dellInterno di concerto con il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali del 1 dicembre 2005) : opera nell'ambito del Dipartimento della pubblica sicurezza, avvalendosi del Centro nazionale di informazione sulle manifestazioni sportive svolge i compiti indicati dall'art. 1-octies del citato DL 24/2/03, n. 28 conv., con mod., dalla L 24/04/03, n. 88, come int. dall'art. 1 del DL 17/8/05, n. 162, conv., con mod., dalla L. 17/10/05, n. 210 quale organo di consulenza tecnico amministrativa del Ministro dell'interno, può essere chiamato a pronunciarsi, a richiesta dello stesso Ministro o del Capo della Polizia Direttore generale della pubblica sicurezza, su ogni altra questione attinente alla prevenzione della violenza in occasione di manifestazioni sportive può essere altresì chiamato a pronunciarsi su richiesta delle altre amministrazioni, enti o istituzioni rappresentati nell'Osservatorio stesso, quando si tratta di materie diverse da quelle rientranti nelle competenze del Ministero dell'interno Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

4 Presidente Ministero per le politiche giovanili e le attività sportive CONI FIGC Lega Nazionale Prdelessionisti Lega Nazionale Serie C Lega Nazionale Dilettanti Servizio Polizia Stradale Servizio Polizia Ferroviaria Direzione C.le Polizia Prevenzione Ferrovie dello Stato S.p.A. SIAE Agenzia delle entrate ANCI Comando Generale Arma Carabinieri Soggetti pubblici e privati interessati Vigili del Fuoco Ufficio Ordine Pubblico Organo di coord.nto naz.le delle tifoserie organizzate dei club prdelessionisti Composizione Composizione. Il presidente e i componenti dell'Osservatorio sono nominati con decreto del Ministro dell'interno, su designazione delle Amministrazioni o altri organismi interessati, durano in carica quattro anni e possono essere riconfermati. Per ciascun componente effettivo è nominato un supplente Comando Generale Guardia di Finanza Segretario (CNIMS) Componenti con diritto di voto Componenti integrativi Possono essere invitati Leggenda Servizio Reparti Speciali Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

5 Compiti del Presidente Compiti del Presidente (art. 3 del DM ): a)formare il calendario delle riunioni ed a determinare lordine del giorno; b)convocare le riunioni dellOsservatorio e dirigerne i lavori; c)designare il vice-presidente tra i componenti dellOsservatorio, delegato a sostituirlo in caso di assenza o impedimento; d)richiedere alle Amministrazioni o ad altri soggetti competenti, compresi quelli rappresentati nellOsservatorio, specifici accertamenti, anche attraverso sopralluoghi o perizie tecniche, presso Enti o Società, senza oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato, al fine di acquisire elementi di valutazione su specifiche problematiche; e)costituire appositi gruppi di lavoro per lapprdelondimento di specifiche tematiche anche indirettamente connesse ai fenomeni di intolleranza, devianza e violenza in ambito sportivo. E in facoltà del presidente sospendere il calendario delle sedute ordinarie o rinviarle in particolari periodi dellanno, ovvero in assenza di eventi sportivi di rilievo. Le sedute dellOsservatorio sono valide quando intervengano almeno i due terzi dei suoi componenti e le deliberazioni sono adottate a maggioranza dei presenti. Le determinazioni dellOsservatorio di cui allart. 1-octies, lettere c) ed e)*, del decreto legge 24 febbraio 2003, n. 28, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2003, n. 88, come integrato dallart. 1 del decreto legge 17 agosto 2005, n. 162, convertito con modificazioni dalla legge 17 ottobre 2005, n. 210, sono adottate a maggioranza assoluta. * c) Approva le linee guida del regolamento duso per la sicurezza degli impianti sportivi; e) Definisce le misure che possono essere adottate dalle società sportive per garantire il regolare svolgimento delle manifestazioni sportive e la pubblica incolumità; Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

6 Compiti del CNIMS Compiti del CNIMS (art. 3 del DM ) : a)cura listruttoria di tutte le questioni da sottoporre allesame dellOsservatorio; b)redige e mette a disposizione dei componenti dellOsservatorio prospetti informativi analitici contenenti i dati necessari per le valutazioni da assumere; c)fornisce assistenza nel corso delle riunioni dellOsservatorio con proprio personale e la strumentazione tecnico-logistica; d)effettua studi e ricerche in specifici settori, anche in ambito internazionale, al fine di supportare a livello informativo lo sviluppo, da parte dellOsservatorio, delle iniziative, anche di natura organizzativa, strumentali alla prevenzione dei fenomeni di violenza, intolleranza e devianza nelle manifestazioni sportive; e)predispone le bozze dei documenti in discussione ed i verbali delle riunioni e provvede a documentare tutte le attività dellOsservatorio; f)raccoglie i dati statistici necessari per la redazione del rapporto annuale anche da parte delle amministrazioni, enti, istituzioni ed aziende rappresentate in seno allOsservatorio; g)fornisce il supporto necessario per il costante aggiornamento del sito web dedicato alle attività dellOsservatorio. per lo svolgimento delle attività di cui sopra ed in attuazione dellart. 5), su disposizioni interne, il CNIMS provvede alla diretta acquisizione dei dati dalle Autorità Provinciali di pubblica sicurezza e dagli Uffici centrali e periferici del Dipartimento della pubblica sicurezza, nonché allacquisizione dei dati e delle informazioni elaborati dalle altre Amministrazioni dello Stato, Enti ed Istituzioni rappresentate in seno allOsservatorio. Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

7 Ai sensi della lett. e) dellart. 1, comma 3, del DM sulla Videosorveglianza - lOsservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive definisce i protocolli di trasmissione delle immagini delle apparecchiature di ripresa alla Sala Regia presso il Centro per la gestione della sicurezza delle manifestazioni sportive e da lì alle Sale Operative della Questura e del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco Ai sensi dellart. 1 Misure per la sicurezza degli impianti sportivi del DL 8 febbraio 2007, n. 8 come conv., con mod, dalla L. 4/4/07, n Le determinazioni in proposito alla disputa degli incontri in assenza di pubblico negli impianti non a norma sono assunte dal prefetto competente per territorio, in conformità alle indicazioni definite dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive. In base al Progetto Manganelli 2007, LOsservatorio è responsabile della: -Area Messa in sicurezza degli stadi (uffici concorrenti: Ufficio Ordine Pubblico, CONI, FIGC, Lega Prdelessionisti) -Area Steward (uffici concorrenti: Ufficio per lAmm.ne Gen.le del Dip.to PS, Ufficio Ordine Pubblico -Area Comunicazione (uffici concorrenti: Ministero Sport, FIGC, Leghe Calcio, Ufficio Relazioni Esterne) -Raccordo delle aree di intervento (uffici concorrenti: Ufficio Ordine Pubblico per lArea Impiego FF.P., per il Piano nazionale per la sicurezza degli eventi calcistici, per le relazioni internazionali e per il Sito web dellOsservatorio congiuntamente allUff. Relazioni Esterne; DCPP e la DAC per lArea Tifoserie violente) Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Altri compiti

8 determinazione nr. 2 del 25 Gennaio 2007 attribuzione dellindice di rischio 3 allincontro Catania – Palermo Invito alla Lega per far disputare la gara in altra data invito al Prefetto di valutare la possibilità di differire o vietare la disputa dellincontro determinazione nr. 2 del 25 Gennaio 2007 attribuzione dellindice di rischio 3 allincontro Catania – Palermo Invito alla Lega per far disputare la gara in altra data invito al Prefetto di valutare la possibilità di differire o vietare la disputa dellincontro determinazione nr. 3 del 8 Febbraio 2007 a seguito dei fatti di Catania inizio gare ore classificazione degli stadi (a norma / non a norma) per la conseguente determinazione dei Prefetti a far disputare gli incontri in stadi non a norma in assenza di pubblico determinazione nr. 3 del 8 Febbraio 2007 a seguito dei fatti di Catania inizio gare ore classificazione degli stadi (a norma / non a norma) per la conseguente determinazione dei Prefetti a far disputare gli incontri in stadi non a norma in assenza di pubblico determinazione nr. 6 del 14 Febbraio 2007 inizio gare valide per la Champions League e Coppa Uefa in orario serale; rigetto delle richieste di riduzione della capienza degli stadi al di sotto dei spettatori Impiego rilevatori di metalli portatili determinazione nr. 6 del 14 Febbraio 2007 inizio gare valide per la Champions League e Coppa Uefa in orario serale; rigetto delle richieste di riduzione della capienza degli stadi al di sotto dei spettatori Impiego rilevatori di metalli portatili determinazione nr. 7 del 15 Febbraio 2007 possibilità per Le Leghe competenti di programmare in orario serale di un incontro scelto tra quelli non ritenuti a rischio dallOsservatorio determinazione nr. 7 del 15 Febbraio 2007 possibilità per Le Leghe competenti di programmare in orario serale di un incontro scelto tra quelli non ritenuti a rischio dallOsservatorio determinazione nr. 12 Dell1 Marzo 2007 costituzione gruppo di lavoro striscioni disposizione per lacquisto dei biglietti determinazione nr. 12 Dell1 Marzo 2007 costituzione gruppo di lavoro striscioni disposizione per lacquisto dei biglietti determinazione nr. 14 Dell8 Marzo 2007 divieto di introduzione in tutti gli impianti sportivi striscioni e qualsiasi altro materiale ad essi assimilabile determinazione nr. 14 Dell8 Marzo 2007 divieto di introduzione in tutti gli impianti sportivi striscioni e qualsiasi altro materiale ad essi assimilabile determinazione nr. 15 Dell8 Marzo 2007 costituzione gruppi di lavoro per: - Parametri di rischio - responsabilità oggettiva delle società - vendita biglietti determinazione nr. 15 Dell8 Marzo 2007 costituzione gruppi di lavoro per: - Parametri di rischio - responsabilità oggettiva delle società - vendita biglietti determinazione nr. 17 del 29 Marzo 2007 vendita dei biglietti alle tifoserie ospiti determinazione nr. 17 del 29 Marzo 2007 vendita dei biglietti alle tifoserie ospiti Determinazioni di particolare rilievo determinazione nr. 32 del 14 Giugno 2007 (reserved to police operator) Nuovi parametri per lattribuzione degli indici di rischio Nuove misure da adottare in caso di attribuzione di ciascun indice di rischio determinazione nr. 32 del 14 Giugno 2007 (reserved to police operator) Nuovi parametri per lattribuzione degli indici di rischio Nuove misure da adottare in caso di attribuzione di ciascun indice di rischio determinazione nr. 37 del 13 September 2007 Definizione del cronoprogramma per la selezione e la formazione degli steward e del personale delle Forze dellordine Linee guida per la qualificazione degli istituti di selezione e formazione degli steward determinazione nr. 37 del 13 September 2007 Definizione del cronoprogramma per la selezione e la formazione degli steward e del personale delle Forze dellordine Linee guida per la qualificazione degli istituti di selezione e formazione degli steward Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

9 Determinazione n. 14/2007 dell8 marzo 2007: striscioni È fatto divieto introdurre in tutti gli impianti sportivi striscioni e qualsiasi altro materiale ad essi assimilabile, compreso quello per le coreografie, se non espressamente autorizzato. Sono altresì vietati i tamburi ed altri mezzi di diffusione sonora (es. megafono). Procedura di presentazione della richiesta di autorizzazione: inoltro almeno 7 giorni prima dello svolgimento della gara, di apposita istanza. Ruolo delle Società: La società valutati gli spazi disponibili a monte e a valle degli spalti (balaustre), con esclusione quindi di quelli tra gli spettatori, informerà, senza ritardo, della istanza pervenuta il Dirigente del G.O.S. ovvero, per gli stadi con capienza inferiore a posti (dalla prossima stagione scesa a 7.500) lUfficio di Gabinetto del Questore. Ruolo dei responsabili della sicurezza: il Dirigente del G.O.S. o lUfficio di Gabinetto del questore, acquisito anche per le vie brevi il parere delle Amministrazioni interessate (Vigili del Fuoco e, ove presente, Capo degli Steward), provvederanno, non oltre i 5 giorni prima dello svolgimento dellincontro, a concedere il proprio nulla osta. È fatto divieto introdurre in tutti gli impianti sportivi striscioni e qualsiasi altro materiale ad essi assimilabile, compreso quello per le coreografie, se non espressamente autorizzato. Sono altresì vietati i tamburi ed altri mezzi di diffusione sonora (es. megafono). Procedura di presentazione della richiesta di autorizzazione: inoltro almeno 7 giorni prima dello svolgimento della gara, di apposita istanza. Ruolo delle Società: La società valutati gli spazi disponibili a monte e a valle degli spalti (balaustre), con esclusione quindi di quelli tra gli spettatori, informerà, senza ritardo, della istanza pervenuta il Dirigente del G.O.S. ovvero, per gli stadi con capienza inferiore a posti (dalla prossima stagione scesa a 7.500) lUfficio di Gabinetto del Questore. Ruolo dei responsabili della sicurezza: il Dirigente del G.O.S. o lUfficio di Gabinetto del questore, acquisito anche per le vie brevi il parere delle Amministrazioni interessate (Vigili del Fuoco e, ove presente, Capo degli Steward), provvederanno, non oltre i 5 giorni prima dello svolgimento dellincontro, a concedere il proprio nulla osta.

10 1.la società che ospita levento sportivo è responsabile dellemissione, distribuzione, vendita e cessione dei titoli di accesso agli impianti ove tali gare si disputano; 2.in tutti gli stadi interessati ad incontri di calcio validi per i campionati nazionali di serie A, B e C, a prescindere dalla capienza, è vietata la vendita o cessione di titoli del settore ospiti sin dalle ore 19,00 del giorno antecedente la gara medesima; 3.la società che organizza levento sportivo deve garantire la prevendita dei tagliandi di accesso per i tifosi ospiti almeno 5 giorni prima dello svolgimento della gara, avendo cura di adottare tutti gli accorgimenti volti a rendere agevole lacquisto dei biglietti da parte dei supporter (es. vendita on-line ovvero punti vendita nella città che origina la trasferta). La mancata predisposizione di misure finalizzate a dare attuazione alle precedenti indicazioni, sarà considerata alla stregua di una carenza organizzativa della società ai fini dellattribuzione di un livello di rischio allincontro. 4.Ricorrendone i presupposti, le Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza saranno invitate a valutare la sussistenza delle condizioni per ladozione di provvedimenti restrittivi, non escluso il divieto/differimento della gara, ovvero il non inizio/sospensione della medesima; 1.la società che ospita levento sportivo è responsabile dellemissione, distribuzione, vendita e cessione dei titoli di accesso agli impianti ove tali gare si disputano; 2.in tutti gli stadi interessati ad incontri di calcio validi per i campionati nazionali di serie A, B e C, a prescindere dalla capienza, è vietata la vendita o cessione di titoli del settore ospiti sin dalle ore 19,00 del giorno antecedente la gara medesima; 3.la società che organizza levento sportivo deve garantire la prevendita dei tagliandi di accesso per i tifosi ospiti almeno 5 giorni prima dello svolgimento della gara, avendo cura di adottare tutti gli accorgimenti volti a rendere agevole lacquisto dei biglietti da parte dei supporter (es. vendita on-line ovvero punti vendita nella città che origina la trasferta). La mancata predisposizione di misure finalizzate a dare attuazione alle precedenti indicazioni, sarà considerata alla stregua di una carenza organizzativa della società ai fini dellattribuzione di un livello di rischio allincontro. 4.Ricorrendone i presupposti, le Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza saranno invitate a valutare la sussistenza delle condizioni per ladozione di provvedimenti restrittivi, non escluso il divieto/differimento della gara, ovvero il non inizio/sospensione della medesima; ESITO DEL GRUPPO DI LAVORO SULLA VENDITA DEI BIGLIETTI Determinazione n. 17/2007 del 29 marzo 2007: biglietti


Scaricare ppt "LOsservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive."

Presentazioni simili


Annunci Google