La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO vangelo di Luca IL REGNO È IN MEZZO A NOIGalilea LAgnus Dei di Fauré, evoca il perdono che Gesù

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO vangelo di Luca IL REGNO È IN MEZZO A NOIGalilea LAgnus Dei di Fauré, evoca il perdono che Gesù"— Transcript della presentazione:

1

2 IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO vangelo di Luca IL REGNO È IN MEZZO A NOIGalilea LAgnus Dei di Fauré, evoca il perdono che Gesù da a coloro che si avvicinano a Lui FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO

3 LINIZIO nella sinagoga di Nazareth illumina la 1ª Parte di Luca (4,11- 6,11) Inizia lanno di GRAZA: Siamo chiamati a condividerlo, anche se siamo PECCATORI come Pietro Gesù sceglie collaboratori per proclamare come Lui la Buona Novella

4 Fotografie del lago di Galilea Il lago è il Tempio dove quelli sensibili accolgono la buona Notízia

5 Lc 5,1-11 In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.

6 Gesù non cerca persone speciali, accetta qualunque barca, e qualunque persona Vuole gettare le reti con loro

7 Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca».

8 Non rimanete ancorati nelle sicurezze Al largo troverete più di quanto avete lasciato

9 Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti».

10 E lasciamo il risultato nelle mani di Gesù Impegniamoci a fare tutto il possibile

11 Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare.

12 Dipende dalla nostra capacità di aprirci allinedito di Gesù Anche nei momenti di crisi, il mio successo può essere abbondante

13 Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontanati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone.

14 Il Santo, davanti al peccatore, luno di fronte allaltro... Un MIRACOLO quotidiano

15 Gesù disse a Simone: «Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini».

16 I peccatori diventano davvero pescatori Luguale, salva luguale

17 E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

18 Gesù ne ha bisogno per continuare i MIRACOLI dellamore Vuoi seguirmi?

19 Pur con i nostri difetti, Signore, lasciamo le barche per annunciare l ANNO di GRAZIA del tuo REGNO

20


Scaricare ppt "IL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO vangelo di Luca IL REGNO È IN MEZZO A NOIGalilea LAgnus Dei di Fauré, evoca il perdono che Gesù"

Presentazioni simili


Annunci Google