La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ecomafie e incultura della illegalità IV A IGEA Stralci del convegno sul tema:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ecomafie e incultura della illegalità IV A IGEA Stralci del convegno sul tema:"— Transcript della presentazione:

1 Ecomafie e incultura della illegalità IV A IGEA Stralci del convegno sul tema:

2 Mafia una realtà invisibile come laltra faccia della luna Compito della scuola è formare i giovani alla cultura della legalità e delle Istituzioni. Era, questa, una ferma convinzione del giudice Paolo Borsellino, che, insieme allamico e collega Giovanni Falcone è uno degli uomini simbolo della lotta alla criminalità mafiosa.

3 Strage di Capaci – 23 maggio 1992 Strage di via DAmelio (21/07/92) La Mafia sempre diversa e sempre uguale a sé stessa La Mafia sempre diversa e sempre uguale a sé stessa

4 Falcone e Borsellino sono stati uccisi perché difendevano lo Stato dallingerenza mafiosa. La loro morte grida ai nostri cuori e noi abbiamo il dovere di non dimenticarli.

5 Uccidere, uccidere e farla franca È questa lattività che la mafia ha elevato a forma darte nella sua corsa al potere e al denaro. Ormai da tempo è emersa prepotentemente una nuova mafia : LA MAFIA IMPRENDITRICE, che ha soppiantato le antiche cosche legate al ferreo codice donore di un tempo.

6 La mafia è un fenomeno criminale che ha avuto fin dallorigine come teatro la Sicilia per poi allungare i suoi tentacoli nel Mezzogiorno dItalia. Lo Stato ha dovuto impegnarsi in una serie di contromisure, utilizzando le forze dellordine, la Magistratura e le leggi per fronteggiare il fenomeno mafioso.

7 Giovanni Falcone è stato il primo giudice ad istruire, a Palermo, il primo maxi-processo alla mafia, che ha elargito diverse condanne a pericolosi suoi adepti.

8 Carmine Pecorelli (20/03/77) Peppino Impastato (09/06/78) Piersanti Mattarella (06/01/80) Pio La Torre (30/04/82) Carlo Alberto Dalla Chiesa (03/09/82) Giangiacomo Caccio Montalto (26/01/83) Rocco Chinnici (29/07/83) Ninni Cassarà (06(09/85) Giuseppe Insalaco (12/01/88) Rosario Livatino (21/09/90) Salvo Lima (12/03/92) Giovanni Falcone (23/05/92) Paolo Borsellino (21/07/92) Don Pino Puglisi (05/09/93)….... Peppino Impastato Don Pino Puglisi Libero Grassi

9 Ecomafia Da qualche decennio vi è alla ribalta il fenomeno delle Ecomafie. La criminalità organizzata opera in settori nuovi come lo smaltimento illecito dei rifiuti e labusivismo edilizio.

10 Le montagne di rifiuti speciali scomparsi Anno Rifiuti speciali prodotti (milioni di t) Rifiuti speciali gestiti (milioni di t) Rifiuti speciali scomparsi (milioni di t) Altezza della montagna con base di 3 ettari (m) ,946,814, ,411, ,561,311, ,86913, ,17713, ,177,514, Fonte : elaborazione Legambiente dal Rapporto Rifiuti 2004 di Apat e Osservatorio nazionale sui rifiuti

11 Classifica dellillegalità nel ciclo del cemento 2004

12

13 Somalia : strada della cooperazione italiana… sembrerebbe che la maggior parte dei rifiuti tossici provenienti dallItalia finirebbe proprio qui, un paese dove non cè ne sicurezza ne controllo e dove nessuno ha interesse che saltino fuori scomode verità …

14 La giornalista Ilaria Alpi e loperatore Hrovatin uccisi a Mogadiscio, vittime della Ecomafia

15 Regione Infrazioni accertate Percentuale sul totale Sequestri Campania55013,5246 Puglia49812,2232 Toscana2937,2112 Sicilia2786,8157 Calabria2365,8130 Veneto2305,6130 Sardegna2245,561 Emilia – Romagna 2095,188 Lazio1914,795 Piemonte1864,679 Classifica della illegalità nel ciclo dei rifiuti

16 Umbria1393,441 Trentino Alto Adige 1323,214 Basilicata1313,263 Lombardia1293,251 Abruzzo1102,741 Friuli Venezia Giulia 1062,664 Molise781,928 Valle dAosta 260,714 Totale Liguria1664,176Marche1614,056 Fonte: elaborazione Legambiente su dati delle forze dellordine

17

18 Indietro


Scaricare ppt "Ecomafie e incultura della illegalità IV A IGEA Stralci del convegno sul tema:"

Presentazioni simili


Annunci Google