La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Corso di riqualificazione – passaggi dallarea A alla p. e. B 1 La semplificazione amministrativa: D.p.r.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Corso di riqualificazione – passaggi dallarea A alla p. e. B 1 La semplificazione amministrativa: D.p.r."— Transcript della presentazione:

1 1 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Corso di riqualificazione – passaggi dallarea A alla p. e. B 1 La semplificazione amministrativa: D.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445 Elisa Bucci 2008

2 2 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa E articolato in sette capi: Capo I – Definizione e ambiti di applicazione Capo II – Documentazione amministrativa – disposizioni su documento amministrativo e informatico, trasmissione di documentazione, autenticazione, la firma digitale, la legalizzazione di firme e fotografie Capo III - Semplificazione della documentazione amministrativa - le istanze, i certificati, lacquisizione diretta di documenti, lesibizione di documenti, le dichiarazioni sostitutive Capo IV - Sistema di gestione informatica di documenti Capo V – Controlli Capo VI – Sanzioni Capo VII – Disposizioni finali

3 3 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa Le norme del testo unico disciplinano la formazione, il rilascio, la tenuta e la conservazione, la gestione, la trasmissione di atti e documenti da parte di organi della pubblica amministrazione; disciplinano altresì la produzione di atti e documenti agli organi della pubblica amministrazione nonché ai gestori di pubblici servizi nei rapporti tra loro e in quelli con l'utenza, e ai privati che vi consentono

4 4 DEFINIZIONI: art. 1 il documento amministrativo è ogni rappresentazione, comunque formata, del contenuto di atti, anche interni, delle pubbliche amministrazioni o, comunque, utilizzati ai fini dellattività amministrativa il documento amministrativo è ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse… (art. 22 c. 1 lettera d – L. 241/1990)

5 5 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 I soggetti tenuti ad applicare obbligatoriamente le disposizioni Tutte le pubbliche amministrazioni I gestori di servizi pubblici nei rapporti con lutenza (soggetti anche privati che, a seguito di concessioni amministrative, gestiscono servizi di pubblico interesse quali ad es. assistenza sanitaria, trasporto pubblico, fornitura di luce, gas e acqua, riscossione dei tributi..)

6 6 Autenticazione di copie Consiste nell'attestazione di conformità con l'originale scritta alla fine della copia, a cura del pubblico ufficiale autorizzato, il quale deve altresì indicare –la data e il luogo del rilascio, –il numero dei fogli impiegati, –il proprio nome e cognome, la qualifica rivestita nonché –apporre la propria firma per esteso ed –il timbro dell'ufficio –se la copia dell'atto o documento consta di più fogli il pubblico ufficiale appone la propria firma a margine di ciascun foglio intermedio Le copie autenticate possono essere validamente prodotte in luogo degli originali

7 7 Autenticazione di copie Ufficio…… Io sottoscritto ( nome cognome) _____________________________ ai sensi dellart. 18 del d.p.r n. 445 attesto che la presente copia, composta di n. ____fogli, è conforme alloriginale luogo e data Il funzionario incaricato (qualifica rivestita) timbro dellufficio firma per esteso

8 8 Autenticazione di copie L'autenticazione delle copie può essere fatta –dal pubblico ufficiale dal quale è stato emesso l'originale –dal pubblico ufficiale presso il quale è depositato l'originale –dal pubblico ufficiale al quale deve essere prodotto il documento –da un notaio –dal cancelliere, segretario comunale, o altro funzionario incaricato dal sindaco –dal responsabile del procedimento o da qualsiasi altro dipendente competente a ricevere la documentazione, su esibizione dell'originale e senza obbligo di deposito dello stesso presso l'amministrazione procedente. In tal caso la copia autentica può essere utilizzata solo nel procedimento in corso

9 9 Modalità alternative allautenticazione di copie La conformità alloriginale di una copia : –di un atto rilasciato o conservato da una pubblica amministrazione –di una pubblicazione –di un titolo di studio –di un titolo di servizio –dei documenti fiscali che devono essere obbligatoriamente conservati dai privati può essere attestata con una dichiarazione sostitutiva dellatto di notorietà che può essere apposta anche in calce alla copia stessa

10 10 Autenticazione di sottoscrizioni L'autenticità della sottoscrizione di qualsiasi istanza o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da produrre agli organi della pubblica amministrazione, nonché ai gestori di servizi pubblici è garantita se: la sottoscrizione è stata apposta in presenza del dipendente addetto, previo accertamento dellidentità della persona che sottoscrive listanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore La sottoscrizione delle domande per la partecipazione a selezioni per l'assunzione, a qualsiasi titolo, in tutte le pubbliche amministrazioni, nonché ad esami per il conseguimento di abilitazioni, diplomi o titoli culturali non è soggetta ad autenticazione

11 11 Documenti di identificazione documento di identità carta d'identità ed ogni altro documento munito di fotografia del titolare e rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione competente dello Stato italiano o di altri Stati, con la finalità prevalente di dimostrare l'identità personale del suo titolare

12 12 Documenti di identificazione Documenti di riconoscimento equipollenti alla carta di identità: Il passaporto; La patente di guida e la patente nautica; Il libretto di pensione; Il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici; Il porto darmi; Le tessere di riconoscimento munite di fotografia e di timbro (o altra segnatura equivalente) rilasciate da unamministrazione dello Stato (articolo 35)

13 13 Certificato Documento rilasciato da una pubblica amministrazione avente funzione di cognizione, riproduzione e partecipazione a terzi di stati, fatti o qualità personali contenuti in albi, elenchi o registri pubblici (ad es. certificati di residenza) o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche (ad es. certificati medici) (art. 1 - definizione di certificato presente per la prima volta in un testo normativo)

14 14 Accertamenti d'ufficio – art. 43 Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi non possono richiedere atti o certificati concernenti stati, qualità personali e fatti che risultino elencati all'art. 46, –data e il luogo di nascita, residenza, cittadinanza; –godimento dei diritti civili e politici; –stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero; –stato di famiglia, esistenza in vita; –nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente; –iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni; –appartenenza a ordini professionali; –titolo di studio, esami sostenuti –qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica; … –possesso e numero del codice fiscale … –stato di disoccupazione; qualità di pensionato e categoria di pensione; qualità di studente; …….. che siano attestati in documenti già in loro possesso o che comunque esse stesse siano tenute a certificare

15 15 Accertamenti d'ufficio – art. 43 In luogo di tali atti o certificati l e amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad –acquisire d'ufficio le relative informazioni, previa indicazione, da parte dell'interessato, dell'amministrazione competente e degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, –ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato La richiesta di tali atti costituisce violazione dei doveri dufficio I dati relativi a cognome, nome, luogo e data di nascita, la cittadinanza, lo stato civile e la residenza attestati in documenti di identità o di riconoscimento in corso di validità, possono essere comprovati mediante esibizione dei documenti medesimi

16 16 Dichiarazione sostitutiva di certificazione Può essere prodotta per attestare stati, qualità personali e fatti indicati tassativamente allart. 46 Deve essere sottoscritta dallinteressato, senza nessuna particolare formalità I certificati medici, sanitari, veterinari, di origine, di conformità CE, di marchi o brevetti non possono essere sostituiti da altro documento

17 17 Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà La dichiarazione sostitutiva dellatto di notorietà è il documento, sottoscritto dallinteressato, concernente stati, qualità personali e fatti, a sua diretta conoscenza e non ricompresi nellelencazione dallart. 46 Tale forma può essere utilizzata anche per: Attestare la conformità alloriginale della copia di un documento (art. 19) Dichiarare lo smarrimento di un documento, al fine di ottenere un duplicato, nei casi in cui la legge non preveda lobbligo di denuncia (art. 47)

18 18 Ampliamento dei soggetti destinatari Ampliamento dei soggetti che possono avvalersi dellautocertificazione I privati, se manifestano il loro consenso I cittadini non appartenenti allU.E., purché con permessi di soggiorno, limitatamente a fatti certificabili o attestabili in Italia da soggetti pubblici (fatte salve le speciali disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell'immigrazione e la condizione dello straniero) I cittadini non appartenenti allU.E., purché con permessi di soggiorno, in applicazione di convenzioni internazionali fra l'Italia ed il Paese di provenienza del dichiarante Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni

19 19 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni Eliminazione del requisito dellautentica della firma per tutte le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà unificandole alle dichiarazioni sostitutive di certificazioni E sufficiente per entrambe la mera sottoscrizione fatta in presenza del dipendente addetto oppure fatta non in sua presenza ma allegando copia fotostatica non autenticata di un documento didentità dellinteressato

20 20 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni Semplificate le dichiarazioni di chi non sa o non può firmare Semplificate le dichiarazioni di coloro che sono impediti temporaneamente per motivi di salute Vengono raccolte dal pubblico ufficiale senza la presenza di due testimoni e dellautentica della loro sottoscrizione Vengono presentate, dinanzi al pubblico ufficiale, dal coniuge o in assenza dai figli o in mancanza da altro parente o collaterale fino al III grado

21 21 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni Acquisizione diretta (art. 43): Divieto per le Amministrazioni pubbliche di richiesta di atti o certificati concernenti stati, qualità personali o fatti (elencati nellart. 46) attestati in altri documenti o che esse sono tenute a certificare Accettazione delle dichiarazioni sostitutive Accertamento dufficio Indicazione, da parte dellinteressato, dellamministrazione competente e degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni

22 22 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni Si passa dallemanazione di certificati Non con lacquisizione delle certificazioni al controllo delle dichiarazioni sostitutive di certificazione ma con una conferma da parte dellamministrazione che detiene le informazioni di quanto dichiarato dallinteressato

23 23 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni I controlli (art. 71) hanno il compito principale di evitare che luso delle autocertificazioni non veritiere possa viziare il processo decisionale delle amministrazioni, inducendole ad adottare provvedimenti diversi da quelli che avrebbero adottato se fossero state in possesso di informazioni corrette sia a campione, sia nei confronti di quelle dichiarazioni che danno adito a fondati dubbi necessario attivare una modulistica che contenga modalità ed effetti dei controlli (sanzioni previste dagli artt. 75 e 76)

24 24 Semplificazione della documentazione amministrativa - Innovazioni Sanabilità delle irregolarità o delle omissioni rilevabili dufficio, non costituenti falsità (la regolarizzazione o rettifica delle dichiarazioni incomplete fornite non fa riferimento alla differente ipotesi di dichiarazioni non veritiere nel loro contenuto. Consiglio di Stato sez. V - sent. n dell ) Il funzionario competente a ricevere la documentazione deve dar notizia allinteressato per consentirgli la regolarizzazione o il completamento della dichiarazione onde evitare che il procedimento si arresti

25 25 Sanzioni a carico del funzionario per violazione dei doveri dufficio Per violazione dei doveri dufficio si intende il mancato compimento di una certa attività prevista come obbligatoria per legge; comporta lapplicazione di sanzioni disciplinari Costituisce violazione dei doveri dufficio (art. 74) la mancata accettazione delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà rese a norma delle disposizioni testo unico; la richiesta di certificati o di atti di notorietà nei casi in cui, ai sensi dell'articolo 43, ci sia l'obbligo del dipendente di accettare la dichiarazione sostitutiva; il rifiuto da parte del dipendente addetto di accettare l'attestazione di stati, qualità personali e fatti mediante l'esibizione di un documento di riconoscimento; la mancata risposta alle richieste di controllo entro trenta giorni

26 26 Sanzioni a carico del dichiarante Qualora dal controllo (previsto dallart. 71) emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefìci eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75) Le pubbliche amministrazioni e i loro dipendenti, salvi i casi di dolo o colpa grave, sono esenti da ogni responsabilità per gli atti emanati, quando l'emanazione sia conseguenza di false dichiarazioni o di documenti falsi o contenenti dati non più rispondenti a verità, prodotti dall'interessato o da terzi (art. 73)

27 27 Sanzioni penali a carico del dichiarante (art.76) Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia L'esibizione di un atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso. Se i reati suindicati sono commessi per ottenere la nomina ad un pubblico ufficio o l'autorizzazione all'esercizio di una professione o arte, il giudice, nei casi più gravi, può applicare l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione e arte


Scaricare ppt "1 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Corso di riqualificazione – passaggi dallarea A alla p. e. B 1 La semplificazione amministrativa: D.p.r."

Presentazioni simili


Annunci Google