La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO BANDO ISI 2010 14 Dicembre 2010 – Camera di Commercio, Catania Inail Sede di Catania.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO BANDO ISI 2010 14 Dicembre 2010 – Camera di Commercio, Catania Inail Sede di Catania."— Transcript della presentazione:

1 1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO BANDO ISI Dicembre 2010 – Camera di Commercio, Catania Inail Sede di Catania

2 2 OGGETTO L'INAIL finanzia progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie: 1. Progetti di investimento; 2. Progetti di formazione; 3. Progetti per ladozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale Le imprese possono presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia Gli interventi devono essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge.

3 3 Ogni Allegato raccoglie in un quadro sinottico: Le caratteristiche del Progetto Lelenco della documentazione da inviare alla Sede INAIL in fase di presentazione della domanda I parametri per la valutazione del valore economico del progetto Le spese tecniche ammissibili con relativa % Lelenco della documentazione da inviare alla Sede INAIL entro 12 mesi dalla comunicazione di avvenuta ammissione al contributo per ottenere, una volta realizzato il progetto, lerogazione del contributo, ovvero il saldo del contributo qualora sia stata erogata unanticipazione. OGGETTO Contenuto degli Allegati 1, 2, 3

4 4 Spese ammesse a contributo : Spese direttamente necessarie alla realizzazione del Progetto, nonché le spese accessorie e strumentali, funzionali alla realizzazione ed indispensabili alla sua completezza Spese tecniche OGGETTO

5 5 SPESE NON AMMESSE : dispositivi di protezione individuale o qualsiasi attrezzatura destinata al lavoratore per proteggerlo contro i rischi durante il lavoro, nonché ogni altro complemento o accessorio destinato a tale scopo; automezzi e mezzi di trasporto su strada, aeromobili, imbarcazioni e simili - Sono invece ammesse a contributo le spese per acquisto/sostituzione dei mezzi dopera installati sui mezzi di trasporto (ad es. braccio gru, piattaforme mobili di carico, betoniere, ecc.) sempreché il loro acquisto determini miglioramento delle condizioni di lavoro degli addetti. impianti per labbattimento di emissioni o rilasci nocivi allesterno degli ambienti di lavoro, o comunque qualsiasi altra spesa mirata esclusivamente alla salvaguardia dellambiente; OGGETTO

6 6 SPESE NON AMMESSE : hardware, software e sistemi di protezione informatica; mobili e arredi. progetti già realizzati o in corso di realizzazione alla data di pubblicazione del presente avviso; manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi dopera; Corsi di formazione e aggiornamento per RSPP/ASPP, dirigenti, preposti, RLS, addetti primo soccorso e antincendio. OGGETTO

7 7 RISORSE L'entità delle risorse destinate al finanziamento per l'anno 2010 é di 60 milioni di euro. Limporto è ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e del rapporto di gravità degli infortuni. Dopo sei mesi dallavvio della procedura di erogazione, viene riaperta la possibilità di presentare le domande, al fine di utilizzare i fondi rimasti non utilizzati. Tale riapertura non verrà effettuata nella prima edizione annuale del ciclo di finanziamenti, relativa al 2010.

8 8 REGIONI/PROVINCIE AUTONOMESTANZIAMENTO PERCENTUALE SPESE FINANZIABILI SETTORI PRODUTTIVI PER I QUALI SONO PREVISTI 5 PUNTI AGGIUNTIVI (macrosettore ATECO 2007) ABRUZZO % COSTRUZIONI & AGRICOLTURA BASILICATA % --- BOLZANO (ALTO ADIGE) % --- CALABRIA % --- CAMPANIA % --- EMILIA R % --- FRIULI V.G % COSTRUZIONI & MANIFATTURIERO LAZIO % --- LIGURIA % MANIFATTURIERO & acqua, reti fognarie, attività gestione rifiuti e risanamento LOMBARDIA % --- MARCHE % COSTRUZIONI & MANIFATTURIERO MOLISE % COSTRUZIONI & AGRICOLTURA PIEMONTE % COSTRUZIONI & METALLO PUGLIA % EDILIZIA & AGRICOLTURA SARDEGNA % COSTRUZIONI & AGRICOLTURA SICILIA % COSTRUZIONI & MANIFATTURIERO TOSCANA % --- TRENTO % COSTRUZIONI UMBRIA % COSTRUZIONI & MANIFATTURIERO VALLE D'AOSTA % COSTRUZIONI VENETO % COSTRUZIONI & MANIFATTURIERO

9 9 BUDGET 2010 Sicilia

10 10 Destinatarie del finanziamento sono: le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura Secondo le norme comunitarie, i finanziamenti sono erogati in regime de minimis, con i limiti previsti per le diverse imprese in tre esercizi finanziari : per le imprese agricole, per la pesca, per le imprese di trasporto, per le altre. Secondo requisiti di ammissibilità a pena di esclusione, che devono essere mantenuti fino alla realizzazione e rendicontazione del Progetto DESTINATARI

11 11 avere attiva nel territorio di questa Regione lunità produttiva per la quale intende realizzare il progetto; essere iscritta nel Registro delle Imprese o, nel caso di impresa artigiana, allAlbo delle Imprese Artigiane; essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di liquidazione volontaria, né sottoposta ad alcuna procedura concorsuale; essere in regola con gli obblighi contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.); Requisiti di ammissibilità 1/2

12 12 non trovarsi nelle condizioni di impresa in difficoltà così come definita dagli Orientamenti Comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà (pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea C 244/02 del 1 ottobre 2004); aver effettuato la verifica del rispetto delle condizioni poste dal regolamento de minimis di cui allart. 2, applicabile al settore produttivo di appartenenza ed avere pertanto titolo a presentare domanda di contributo per limporto che richiede; non aver chiesto, né aver ricevuto, altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda. Requisiti di ammissibilità 2/2

13 13 Il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale pari ad un valore % compreso tra il 50% e il 75% individuato a livello regionale delle spese ammissibili sostenute e documentate: in Sicilia il 50% In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a Per le tipologie 1 e 3 il contributo minimo erogabile è di e, per limpresa individuale, è ridotto a Per la tipologia 2 il contributo minimo è di Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a , i richiedenti: possono richiedere unanticipazione del 50% dellimporto del contributo, che sarà concessa previa costituzione di garanzia fideiussoria a favore dellINAIL (ALLEGATO 5); ENTITA DEL FINANZIAMENTO

14 14 DECENTRAMENTO Per lerogazione dei finanziamenti, le Direzioni regionali / Provinciali emettono avvisi pubblici per il territorio di competenza, redatti sulla base di un format nazionale. Variabili regionali/provinciali decise: percentuale di erogazione in conto capitale, nel range tra il 50% e il 75% dellinvestimento : in Sicilia 50% incremento di 5 punti alle imprese operanti in uno o due settori produttivi individuati in ambito regionale: in Sicilia il settore Manifatturiero e le Costruzioni (codice Ateco 2007)

15 15 in Sicilia Per il settore manifatturiero codici Ateco 2007 da C10 a C33 Per il settore costruzioni codici Ateco 2007 da F41 a F43 DECENTRAMENTO

16 16 MODALITA (1/5) La procedura di attuazione è del tipo valutativa a sportello che prevede l'istruttoria delle agevolazioni secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, nonche' la definizione di soglie e condizioni minime. Dal giorno successivo alla pubblicazione dellAvviso disponibilità una procedura informatica che consentirà, attraverso la compilazione di campi obbligati, di verificare alle imprese la possibilità di presentare la domanda. Allo scopo sono stati individuati parametri cui corrispondono specifici punteggi la cui somma definisce la soglia minima di ammissibilità pari a 90 punti. La soglia è la stessa per tutte le tipologie e per tutte le Regioni. Nel periodo di apertura dello sportello sarà sempre possibile effettuare eventuali simulazioni.

17 17 MODALITA (2/5) Linvio telematico determina : -limmodificabilità della domanda -La prenotazione della somma richiesta (e la corrispondente diminuzione delle risorse) -lattribuzione da parte del sistema informatico del numero progressivo di domanda in ordine cronologico -il rilascio della ricevuta Il sistema riceve le domande in ordine di arrivo. Fa fede la data e lora di invio elettronico della domanda. Entro i 15 giorni naturali e consecutivi successivi allinvio telematico limpresa deve far pervenire, a pena di esclusione, alla Sede INAIL territorialmente competente : 1)La stampa della domanda compilata on-line (Modulo A), debitamente sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dellimpresa; 2) tutti i documenti indicati per la specifica tipologia di Progetto di cui agli Allegati 1,2,3.

18 18 La documentazione deve essere inserita in plico sigillato indirizzato a: INAIL – Sede di ……………………. – Processo Prevenzione e recante sul fronte: la denominazione e lindirizzo dellimpresa il numero progressivo attribuito alla domanda la dicitura: INAIL AVVISO PUBBLICO INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - DOMANDA DI AMMISSIONE MODALITA (3/5)

19 19 Nel plico va inoltre inserito un supporto informatico (CD, DVD) nel quale deve essere contenuta, in formato pdf, tutta la documentazione cartacea, compresa la domanda (Modulo A). Il suddetto plico deve pervenire, a mezzo servizio postale o recapitato a mano, nei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 12.30, alla Sede INAIL territorialmente competente (cfr. all. 4) che rilascerà apposita ricevuta. Ai fini della verifica del termine perentorio di 15 giorni di cui sopra, fa fede la data sulla ricevuta. MODALITA (4/5)

20 20 Il recapito del plico é ad esclusivo rischio del mittente. Le domande pervenute con modulistica diversa da quella predisposta dalla procedura informatica, o non complete degli allegati richiesti, o non sottoscritte con firma autografa del titolare o legale rappresentante dellimpresa saranno dichiarate non ammissibili. La mancata o incompleta presentazione della domanda nei tempi e nei modi sopra descritti comporta anche la decadenza della domanda inoltrata per via telematica. MODALITA (5/5)

21 21 1) Progetti di investimento 1.Dimensione aziendale 2.Rischiosità dellattività di impresa 3.Destinatari dellintervento 4.Finalità dellintervento 5.Efficacia dellintervento Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

22 22 Esempio: Progetti di investimento Caratteristiche del progetto (Allegato 1): a) Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro b) Installazione e/o sostituzione di macchine, dispositivi e/o attrezzature c) Modifiche del layout produttivo d) Interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio

23 23 Spese di progettazione ed elaborati a firma di tecnico abilitato Spese per Direzione Lavori e Responsabile della sicurezza in fase di esecuzione Certificazioni di regolare esecuzione o collaudo Relazioni e dichiarazioni asseverate sulle barriere architettoniche Certificazioni relative alla prevenzione incendi Certificazioni acustiche rilasciate da tecnici abilitati in acustica ambientale Dichiarazione di conformità degli impianti Denuncia di messa in servizio di impianti di messa a terra e relative verifiche Denuncia di messa in servizio di impianto di protezione scariche atmosferiche (D.P.R. 462/01) Spese tecniche 15% il limite massimo concedibile (Allegato 1)

24 24 Spese tecniche 15% il limite massimo concedibile (Allegato 1) Relazioni tecniche per la classificazione ambienti con pericolo di esplosione (Titolo XI D.Lgs 81/08) Denuncia di messa in servizio di impianti elettrici installati in luoghi con pericolo di esplosione (D.P.R. 462/01) e relative verifiche (art. 296 D.Lgs 81/08) Ogni altra documentazione o certificazione prevista per la materia su cui si chiede il contributo richiesta dalla specifica normativa Perizia giurata, ove prodotta Oneri previsti per il rilascio di autorizzazioni o nulla osta da parte di enti e amministrazioni preposte. Contributi previsti dalle Casse di Previdenza relativi alle parcelle professionali

25 25 Spese tecniche 10% il limite massimo concedibile (Allegato 1) Relazioni tecniche in merito alle caratteristiche della nuova macchina, alle modalità di eliminazione della macchina oggetto di sostituzione ecc. Certificati di prove, verifiche e collaudo della macchina (ove previsto) Perizia giurata, ove prodotta Ogni altra documentazione o certificazione prevista per la materia su cui si chiede il contributo richiesta dalla specifica normativa Contributi previsti dalle Casse di Previdenza relativi alle parcelle professionali

26 26 Spese tecniche 10% il limite massimo concedibile (Allegato 1) Le spese relative a: Relazioni tecniche in merito alle caratteristiche della nuova macchina, alle modalità di eliminazione della macchina oggetto di sostituzione ecc. Certificati di prove, verifiche e collaudo della macchina (ove previsto) Ogni altra documentazione o certificazione prevista per la materia su cui si chiede il contributo richiesta dalla specifica normativa Perizia giurata, ove prodotta Contributi previsti dalle Casse di Previdenza relativi alle parcelle professionali

27 27 2) Progetti di formazione 1.Dimensione aziendale 2.Rischiosità dellattività di impresa 3.Destinatari dellintervento 4.Finalità dellintervento 5.Modalità di formazione Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

28 28 3) Modelli organizzativi e di responsabilità sociale 1.Dimensione aziendale 2.Rischiosità dellattività di impresa 3.Modello Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

29 29 1.Dimensione aziendale * NB. In caso di progetto di tipologia 3), il punteggio è quello massimo (40 punti) fino a 50 dipendenti (ad eccezione dei progetti per responsabilità sociale) Parametri comuni alle tre tipologie (1/2) Fatturato (milioni Euro) Punteggio (se il fatturato è maggiore del valore riportato il punteggio va moltiplicato per 0,8) Numero dipendenti (compreso il Datore di lavoro): 1 – – 15 * 1035* 16 – 20 * 1030* 21 – 30 * 1025* 31 – 50 * 1020* 51 – – – – – oltre 500 3

30 30 Nota : dimensione aziendale Parametro 1 (Dimensioni aziendali) che è definito da due fattori: n° dipendenti e fatturato/bilancio. Per calcolare il numero dei dipendenti si fa riferimento a U.L.A. (unità lavorativa anno). Per U.L.A. si intende il numero medio mensile di dipendenti occupati a tempo pieno durante un anno, mentre i lavoratori a tempo parziale rappresentano frazioni di U.L.A. Alcuni esempi pratici: 120 dipendenti a tempo pieno per tutto l'anno corrispondono a 120 U.L.A..1 dipendente a tempo pieno occupato per 6 mesi corrisponde a 0,5 ULA Nel caso in cui l'impresa richiedente l'agevolazione sia associata o collegata, ad una o più imprese, ai dati degli addetti, del fatturato o del bilancio della propria impresa sommerà i dati delle imprese associate o collegate secondo i criteri di calcolo indicati dal D.M. del 18 aprile 2005 (GU n. 238 del )

31 31 2. Rischiosità dellattività di impresa - tasso di tariffa I punteggi indicati sono incrementati di 5 punti qualora le imprese operino in settori Manifatturiero e delle Costruzioni Tasso di tariffa medio nazionale della voce prevalente per n. lavoratori /anno della PAT: Categorie specialiPunteggio Agricoltura (tasso medio standardizzato) + Artigiani classi 8 e Artigiani classi 6 e Artigiani classe facchini e pescatori Artigiani classe Artigiani classe Artigiani classi 1 e 24 Non definito4 per le PAT ponderate si utilizza il tasso medio ponderato Parametri comuni alle tre tipologie (2/2)

32 32 3.Destinatari dellintervento: % lavoratori coinvolti, rispetto al totale dei dipendenti Il punteggio è dato dalla percentuale /10 Esempio: sostituzione di una macchina sulla quale lavorano n. 15 addetti, su un totale di n. 45 dipendenti dellunità produttiva per la quale è richiesto il contributo (15 /45= 33%) Il punteggio è dato da: percentuale lavoratori ( 33%) diviso 10 = 3,3 punti Parametri comuni ai Progetti di investimento e ai Progetti di formazione (1/2)

33 33 4. Finalità dellintervento: a) Mirato a eliminare/ridurre: causa di infortunio oppure MP punti -1^ nel settore / Regione oppure Affezioni dischi intervertebrali 30 -2^ oppure Tendiniti 23 -3^ oppure Ipoacusia e sordità da rumore 17 -4^ oppure Artrosi 10 -5^ oppure Sindrome tunnel carpale 7 oppure b) uno dei seguenti fattori di rischio: Spazi confinati, agenti chimici "molto tossici", "cancerogeni", "mutageni" e "teratogeni 25 Incendi, emergenze, rischio elettrico 10 Altro 4 Parametro comune ai Progetti di investimento e ai Progetti di formazione (2/2)

34 34 5.Efficacia della misura prevista:punti eliminazione rischio30 (es.: sostituzione di una sostanza cancerogena con una non cancerogena, interdizione di area a rischio, ecc.) preventiva 20 (es.: sostituzione macchine o agenti con altri meno pericolosi, ecc.) protezione collettiva10 (es.: sistemi di ventilazione, aspirazione, barriere, parapetti, protezioni, ecc.) Parametro specifico per i Progetti di investimento

35 35 5.Modalità di formazione: punti Lezione frontale 30 Mista con formazione a a distanza (per non più del 50%) 15 VIENE AMMESSA AL FINANZIAMENTO ESCLUSIVAMENTE LA FORMAZIONE EROGATA DAI SOGGETTI FORMATORI INDIVIDUATI DAL D.LGS. 81/2008 S.M.I., E DA QUELLI ACCREDITATI ex DM 166/2001 Parametro specifico per i Progetti di formazione

36 36 CORSI A CATALOGO e CORSI AZIENDALI Devono essere erogati dai soggetti accreditati Il valore massimo ammesso, su cui calcolare il contributo, è di 30 euro persona/ora (il numero massimo di discenti non deve essere superiore a 25 per aula) (Esempio, per un corso di 32 ore al quale partecipano 4 dipendenti, il valore riconosciuto al progetto è di (= 30 x 4 x 32). La percentuale di contributo erogabile sarà quindi calcolata: »sul valore massimo ammesso, se il costo del corso è superiore o uguale, »sullimporto richiesto, se il costo del corso è inferiore. Parametro specifico per i Progetti di formazione (Allegato 2)

37 37 Adozione di un SGSL certificato da un ente di certificazione accreditato per lo specifico settore presso ACCREDIA 70 Adozione di un SGSL certificato da enti non accreditati per lo specifico settore presso ACCREDIA 60 Adozione di un SGSL 60 Adozione di un modello organizzativo e gestionale ex D.Lgs 231/01 (reati di cui art 300 D.Lgs. 81/2008) 60 Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) di settore previsti da accordi INAIL- Parti Sociali 60 Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente ( es. GBS) 50 Parametro specifico per i Modelli di organizzazione e Responsabilità sociale (Allegato3)

38 38 Collaborazione con Parti sociali I punteggi sono incrementati del 10% se gli interventi sono progettati e/o effettuati attraverso strutture facenti capo a organizzazioni rappresentative delle parti sociali o ad associazioni nazionali di tutela degli invalidi del lavoro. BONUS - PUNTEGGIO AGGIUNTIVO

39 39 sono Enti bilaterali ma anche Organismi paritetici, Organizzazioni datoriali, Organizzazioni sindacali e associazioni nazionali Mutilati Invalidi Lavoro. Queste Organizzazioni oltre ad operare direttamente, spesso si servono di agenzie di servizio. E previsto un modulo per attestare tale collegamento. BONUS - PUNTEGGIO AGGIUNTIVO

40 40 ESEMPIO 1 - PROGETTO INVESTIMENTO Piccola impresa del settore costruzioni che intende acquistare un ausilio per la movimentazione dei carichi punti 1) Dimensioni aziendali: 50 dipendenti20 2) Tasso di tariffa: ) Lavoratori coinvolti: 35 (= 70%)7 4) 1^ Malattia professionale: Affezione dischi intervertebrali30 5) Efficacia: preventiva20 pre totale107 Intervento progettato con Struttura collegata ad unAssociazione datoriale 10 TOTALE118

41 41 ESEMPIO 2 - PROGETTO FORMAZIONE Microimpresa del settore farmaceutico che intende acquistare un percorso formativo per i dipendenti punti 1) Dimensioni aziendali: 8 dipendenti40 2) Tasso di tariffa: ) Lavoratori coinvolti: 4 (= 50%)5 4) Oggetto: trattamento agenti chimici molto tossici25 5) Lezione parte frontale e parte a distanza15 pre totale97 Intervento progettato e realizzato autonomamente- TOTALE97

42 42 ESEMPIO 3 - MODELLI ORGANIZZAZIONE E R.S. Grande impresa di impiantistica industriale che intende adottare un sistema di gestione della sicurezza non certificato punti Dimensioni aziendali: 550 dipendenti3 Tasso di tariffa: Adozione SGSL non certificato60 pre totale93 Intervento realizzato con Struttura collegata ad unAssociazione datoriale 9,3 TOTALE102,3

43 43 VERIFICHE IN SEDE DI AMMISSIONE In seguito al ricevimento della documentazione cartacea lINAIL procederà al riscontro di quanto inviato dallimpresa allo scopo di verificare leffettiva sussistenza di tutti gli elementi dichiarati nella fase della domanda on-line. Le verifiche amministrative sono effettuate a cura della Sede competente per territorio ed in particolare dalla funzione Prevenzione di Sede. Le verifiche tecniche sono effettuate dalle professionalità tecniche (CONTARP e CTE) delle DDRR.

44 44 AMMISSIONE - ANTICIPAZIONE Una volta espletata la verifica, la Sede INAIL territorialmente competente provvederà entro 45 giorni dal ricevimento del plico a dare comunicazione dellesito di tale verifica allimpresa richiedente, a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento. Ai fini dellerogazione dell anticipazione del contributo, il richiedente che avrà ricevuto comunicazione di concessione dello stesso dovrà costituire a favore dellINAIL fideiussione bancaria o assicurativa, secondo lo schema di riferimento allegato allAvviso. Verificata la fideiussione, la Sede dispone per la erogazione dell anticipazione. La fideiussione sarà restituita entro 15 giorni dalla data di emissione del mandato di pagamento del saldo del contributo.

45 45 Ai fini delle vigenti norme sulla tracciabilità dei movimenti finanziari, limpresa deve: regolare le spese effettuate esclusivamente a mezzo di bonifico bancario attraverso il conto corrente dedicato dichiarato nellapposito spazio del modulo di domanda on-line; indicare, come causale dei relativi bonifici bancari, nonché sulle copie conformi delle fatture e/o dei documenti equipollenti la dicitura SPESA OGGETTO DI RICHIESTA CONTRIBUTO INAIL – AVVISO PUBBLICO EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO – TRACCIABILITA FINANZIARIA

46 46 REALIZZAZIONE DELLINTERVENTO Dalla data della comunicazione di ammissione al finanziamento decorrono i termini PERENTORI (12 mesi) per la realizzazione dellintervento da parte dellimpresa e per la presentazione della relativa documentazione per la rendicontazione. I termini sono tassativi e inderogabili.

47 47 Il progetto deve essere realizzato conformemente a quanto descritto in sede di domanda ed ammesso al contributo. In caso di incompleta o parziale realizzazione del progetto il contributo verrà erogato solo a condizione che quanto realizzato non comporti una riduzione del punteggio al disotto della soglia dei 90 punti: in tal caso farà carico allimpresa dimostrare il raggiungimento della predetta soglia, dichiarando i parametri variati e ricalcolando il punteggio. Tale dimostrazione è tassativamente necessaria, pena la mancata erogazione del contributo e, in caso di anticipazione, lescussione della polizza fideiussoria. VARIAZIONI AMMISSIBILI

48 48 VERIFICHE Il progetto deve essere realizzato conformemente a quanto descritto in sede di domanda ed ammesso al contributo. In ogni caso, limporto del contributo indicato nella lettera di ammissione resterà invariato anche qualora la spesa finale documentata risultasse superiore a quella preventivata; qualora invece la spesa finale documentata risultasse inferiore allimporto preventivato si procederà al rimborso nei limiti del solo importo documentato

49 49 VERIFICHE IN SEDE DI RENDICONTAZIONE LINAIL procederà alla verifica della effettiva realizzazione degli interventi programmati e dell effettivo pagamento degli importi previsti nel progetto. Le verifiche amministrative e tecniche si svolgeranno con modalità analoghe a quelle in sede di ammissione e dovranno completarsi entro il 60° giorno successivo alla data di presentazione della documentazione da parte dellimpresa. Allesito positivo della verifica, La Sede ne dà comunicazione allimpresa e dispone per lerogazione del saldo. In caso di esito negativo, viene data comunicazione motivata della non ammissione al finanziamento.

50 50 LINAIL si riserva, successivamente alla conclusione della procedura, di effettuare, anche con controlli in loco, tutte le verifiche opportune circa le autocertificazioni e le documentazioni prodotte dalle imprese e circa la conformità dellintervento eseguito rispetto al progetto presentato e approvato. VERIFICHE

51 51 TEMPISTICA - 10 Dicembre 2010: pubblicazione bando e avvio campagna informativa -Invio telematico dal 12 gennaio ore al 14 febbraio ore : accettazione domande incentivi -Verifica di ammissibilità 15 Aprile 2011


Scaricare ppt "1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO BANDO ISI 2010 14 Dicembre 2010 – Camera di Commercio, Catania Inail Sede di Catania."

Presentazioni simili


Annunci Google