La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La sicurezza Roma, 17 Aprile 2008 Dr. Franco Fiumara Direzione Protezione Aziendale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La sicurezza Roma, 17 Aprile 2008 Dr. Franco Fiumara Direzione Protezione Aziendale."— Transcript della presentazione:

1 La sicurezza Roma, 17 Aprile 2008 Dr. Franco Fiumara Direzione Protezione Aziendale

2 2 Furti a bordo treno ( )

3 3 Furti in stazione ( )

4 4 Furti complessivi Blu: furti in stazione Verde: furti a bordo treno -37% -34%

5 5 Il trasporto tifosi

6 6

7 7 Gli sgomberi La riqualificazione delle aree/zone ferroviarie abusivamente occupate viene effettuata tramite operazioni congiunte tra Protezione Aziendale RFI, Polfer e Questure, attraverso : demolizione di fabbricati demolizione dei solai di alcuni fabbricati, per non offrire condizioni favorevoli ai potenziali occupanti realizzazione e potenziamento di recinzioni per ridurre la permeabilità dei siti demolizione di manufatti di fortuna realizzati dagli occupanti bonifica igienico-sanitaria delle aree interessate dal fenomeno decespugliamento radicale delle scarpate ferroviarie

8 8 Gli sgomberi Bari76 Bologna1819 Firenze211 Genova96 Milano1314 Napoli27 Palermo54 Reggio di Calabria31 Roma1018 Torino-3 Verona45

9 9 data : 19/05/2007 Inizio h / fine treno soppresso 120 manifestanti TRASPORTO MANIFESTANTI: Napoli

10 10 Roma Tiburtina treno 830 data : 25/06/2007 Inizio h 3.02 / fine (11H e 28min) Coinvolto 249 (esclusi i treni deviati) 8241 minuti di ritardo 400 passeggeri coinvolti

11 11 Associazione sostenitori della Polstrada ASAPS Analisi sul fenomeno della violenza nei confronti di operatori di polizia 868 casi di violenza nel 2007 Alcol principale fattore che innesca violenza (56% casi alcol-correlati) Il nord sembra più violento 42% degli attacchi viene ad opera di stranieri Caratteristiche 359 Polizia di Stato 377 Carabinieri 150 Polizia Locale 99 Altro (le divise che solitamente non effettuano controllo del territorio, pubblici ufficiali e incaricati di pubblica servizio, comprendendo anche ferrovieri i conducenti di BUS, guardie private e sanitari) casi di violenza nel 2004 le persone denunciate per violenza o resistenza a pubblico ufficiale Risultato di una degenerazione dei valori e di un crescente rancore verso chi interviene in difesa dei più deboli e della legalità

12 12 Le aggressioni in RFI

13 13 Il ruolo del personale TRENITALIA In occasione del Workshop tenutosi in data 21/22 Novembre si ribadiva il concetto che i Capitreno continuano ad esercitare le mansioni di controlleria a bordo treno in forza del D.P.R. 753/1980 per cui considerati Pubblico ufficiale o Incaricato di pubblico servizio

14 14 Le aggressioni in TRENITALIA 2008

15 15 Le aggressioni in TRENITALIA – Analisi

16 16 Le aggressioni in TRENITALIA – Analisi - Il personale femminile 2008

17 17 Le aggressioni in TRENITALIA – Analisi -

18 18 Le iniziative

19 19 Tutela legale personale vittima aggressioni Tutela indiretta: Avvocato scelto dal dipendente offeso Pagamento solo a fine procedimento se veniva accettato il ricorso dallazienda Massimali non conformi ai prezzi di mercato Tutela diretta: Accettazione immediata da parte del Comitato se conforme ai requisiti descritti dalla procedura Avvocato fornito e pagato dallazienda No massimali Tutela indiretta: Massimale portato a Euro PrimaDopo

20 20 Tutela legale personale vittima aggressioni La procedura offre tutela legale al personale di bordo e di terra: rimasto vittima di aggressione da parte di soggetti terzi rispetto al Gruppo FS in occasione dello svolgimento della propria prestazione lavorativa, ovvero intervenendo a salvaguardia di beni appartenenti ad FS S.p.A. e alle Società operative del Gruppo o di personale da queste dipendente.

21 21 Attivazione procedura il dipendente aggredito ne dà informazione scritta al Responsabile del proprio impianto/ufficio di appartenenza e al Responsabile di struttura organizzativa superiore, il quale inoltra lapposita richiesta di assistenza giudiziale diretta al Comitato Tutela Aggressioni entro i successivi 2 giorni lavorativi da detto ricevimento. La Tutela legale diretta: la procedura Il Comitato la richiesta verrà anticipata tramite posta elettronica allindirizzo con allegata la richiesta scritta inviata dal dipendente, alla segreteria del Comitato; la richiesta andrà rinnovata secondo le stesse modalità di trasmissione, per ogni eventuale grado di giudizio successivo al primo. Valutazione del Comitato Tutela Aggressioni il Comitato esamina le richieste pervenute, sentito il parere della struttura legale e tenendo conto dei parametri descritti nella C.O.

22 22 Corso di Sicurezza personale PA Ad aprile 2007 si è tenuto un corso di Sicurezza Personale per il personale femminile di Protezione aziendale con lobiettivo di riconoscere le situazioni potenzialmente esplosive e gestirle, come proteggersi dallaggressore, tecniche di dissuasione verbale e non, tecniche di de- escalation. Inoltre si sono approfonditi i seguenti argomenti: aspetti e circostanze caratteristici della violenza a sfondo sessuale conseguenze psicologiche di unaggressione a sfondo sessuale.

23 23 Progetto TUTèLàTI Il progetto migliora gli strumenti operativi a supporto del personale per individuare e gestire il potenziale aggressore, dallaltro, la più puntuale applicazione delle norme in vigore e delle tutele legali ed assicurative previste. Tra gli strumenti operativi, sono state predisposte specifiche condotte procedurali per il Personale di Bordo, che introducono un nuovo approccio al treno orientato a contenere le situazioni di criticità prima che possano verificarsi. A tutela del personale front line è stato infatti avviato nel mese di novembre 2007 il progetto formativo Tutélati diretto a fornire al Personale di Bordo della Divisione Passegeri Regionale gli strumenti per individuare e gestire le situazioni potenzialmente aggressive e a rafforzare adeguatamente la rete organizzativa di sostegno del personale dipendente nelle situazioni critiche

24 24 Progetto TUTèLàTI : i risultati 1^ Fase Workshop 2^ Fase Workshop (trasmissione conoscenze ai tutor) 3^ Fase –Erogazione a tutto il PdB Partecipanti 29Testimonianze dirette dei CST donne Partecipanti 110 Partecipanti 1420

25 25 Progetto TUTèLàTI: prossimi obiettivi Estendere il corso anche a tutto il Personale front line Trenitalia (Bordo, Assistenza e Vendita) Inserire un intervento specifico sul punto di vista del Comitato pari opportunità


Scaricare ppt "La sicurezza Roma, 17 Aprile 2008 Dr. Franco Fiumara Direzione Protezione Aziendale."

Presentazioni simili


Annunci Google