La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Il ruolo attivo degli istituti di credito nel salvataggio delle aziende in difficoltà: profili giuridici (avv. Leonardo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Il ruolo attivo degli istituti di credito nel salvataggio delle aziende in difficoltà: profili giuridici (avv. Leonardo."— Transcript della presentazione:

1 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Il ruolo attivo degli istituti di credito nel salvataggio delle aziende in difficoltà: profili giuridici (avv. Leonardo Maladorno) Como, 10 novembre 2004

2 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Le Banche: Compito istituzionale di sostegno al mondo delle imprese Compito istituzionale di sostegno al mondo delle imprese Imprese anchesse rischi economici e giuridici Imprese anchesse rischi economici e giuridici A confronto con principi giuridici a tutela di interessi più generali A confronto con principi giuridici a tutela di interessi più generali

3 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE LAzienda in difficoltà si rivolge alla Banca per ottenere : LAzienda in difficoltà si rivolge alla Banca per ottenere : Finanziamento ex-novo Finanziamento ex-novo Nuova finanza Nuova finanza

4 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Scopo primario legge fallimentare (art 67 L.F.): Tutela della massa creditoria tramite la rigorosa attuazione della par condicio Tutela della massa creditoria tramite la rigorosa attuazione della par condicio Valutazione della fattispecie ex post Valutazione della fattispecie ex post Vita operativa del fido Vita operativa del fido Costituzione delle garanzie che eventualmente lo assistono Costituzione delle garanzie che eventualmente lo assistono

5 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione, n.1719/2001: In tema di revocatoria fallimentare…(per) la prova della conoscenza da parte del creditore, dello stato di insolvenza del debitore poi fallito … non basta una astratta conoscibilità oggettiva accompagnata da un presunto dovere di conoscere, sicché la qualità di Banca di colui che entra in contatto con linsolvente rileva, non di per sé … dovendosi dare rilievo ai presupposti ed alle condizioni in cui si è trovato ad operare, nella specifica situazione, laccipiens ed in questambito anche allattività professionale da esso esercitata ed alle regole di prudenza ed avvedutezza che caratterizzano concretamente … loperare della categoria di appartenenza. In tema di revocatoria fallimentare…(per) la prova della conoscenza da parte del creditore, dello stato di insolvenza del debitore poi fallito … non basta una astratta conoscibilità oggettiva accompagnata da un presunto dovere di conoscere, sicché la qualità di Banca di colui che entra in contatto con linsolvente rileva, non di per sé … dovendosi dare rilievo ai presupposti ed alle condizioni in cui si è trovato ad operare, nella specifica situazione, laccipiens ed in questambito anche allattività professionale da esso esercitata ed alle regole di prudenza ed avvedutezza che caratterizzano concretamente … loperare della categoria di appartenenza.

6 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Bergamo, : La conoscenza dello stato di insolvenza assume, nei confronti di operatori economici qualificati come le Banche, un particolare valore in virtù della particolare capacità che esse hanno di percepire ogni elemento idoneo a desumere gli elementi indiziari dello stato di decozione.

7 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Milano, : La qualità di banchiere convenuto in revocatoria non rileva di per sé e neppure in relazione alle regole di prudenza ed avvedutezza che dovrebbero improntarne la condotta, ma solo in quanto ciò consenta di presumere che i modelli di comportamento di una categoria professionale agevolino la conoscenza dei sintomi dello stato di insolvenza che possono essersi manifestati nel caso concreto.

8 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Como, : Lo stato di insolvenza di una società non si denota in modo univoco dalla messa in liquidazione della stessa.

9 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione n Lo stato di insolvenza del debitore, del quale è richiesta la conoscenza ai fini dellazione revocatoria fallimentare, non presuppone la totale cessazione dei pagamenti, ma sussiste anche quando limprenditore non è in grado di adempiere regolarmente, tempestivamente e con mezzi normali alle proprie obbligazioni, per essere venute meno le condizioni di liquidità e di credito nelle quali deve trovarsi unimpresa commerciale, quandanche lattivo superi eventualmente il passivo e non esistano conclamati inadempimenti esteriormente apprezzabili Lo stato di insolvenza del debitore, del quale è richiesta la conoscenza ai fini dellazione revocatoria fallimentare, non presuppone la totale cessazione dei pagamenti, ma sussiste anche quando limprenditore non è in grado di adempiere regolarmente, tempestivamente e con mezzi normali alle proprie obbligazioni, per essere venute meno le condizioni di liquidità e di credito nelle quali deve trovarsi unimpresa commerciale, quandanche lattivo superi eventualmente il passivo e non esistano conclamati inadempimenti esteriormente apprezzabili

10 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Milano, : Quantomeno si trasferisce sul convenuto lonere di provare la propria inscientia decotionis, nel caso in cui vi fosse stata una precedente accettazione di un concordato stragiudiziale.

11 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Milano, : La creazione ex novo di un rapporto bancario accompagnata dalla concessione di affidamenti, costituisce elemento sintomatico a favore della Banca convenuta circa la mancata conoscenza dello stato di insolvenza. Tribunale di Milano, : Laver affidato un cliente insolvente costituisce presunzione contraria alla conoscenza da parte della Banca dello stato di insolvenza.

12 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione, , n.4759: La concessione di ulteriore credito costituisce elemento equivoco in ordine ad una prova di inscientia decotionis, poiché tale atteggiamento favorevole del creditore può trovare fondamento nella speranza che il nuovo credito agevoli il soggetto, poi fallito, a superare la crisi economica.

13 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Tribunale di Milano, : La prosecuzione del rapporto bancario non è prova certa della mancata conoscenza dello stato di insolvenza, dato che tale circostanza ben potrebbe dimostrare non la convinzione circa la solvibilità del cliente, ma essere rivelatore del tentativo della banca di rientrare dalle proprie esposizioni debitorie.

14 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Le decisioni giurisprudenziali hanno un rilievo inevitabile rispetto ai piani di ristrutturazione, sia sotto il profilo della operatività dei fidi sia sotto il profilo delle garanzie acquisite/acquisende Le decisioni giurisprudenziali hanno un rilievo inevitabile rispetto ai piani di ristrutturazione, sia sotto il profilo della operatività dei fidi sia sotto il profilo delle garanzie acquisite/acquisende

15 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Revocatoria fallimentare e garanzie: Revocatoria fallimentare e garanzie: Garanzie reali acquisite contestualmente al sorgere del debito Garanzie reali acquisite contestualmente al sorgere del debito Garanzie reali acquisite non contestualmente ad un debito però scaduto Garanzie reali acquisite non contestualmente ad un debito però scaduto Garanzie reali acquisite non contestualmente a debito non scaduto. Garanzie reali acquisite non contestualmente a debito non scaduto.

16 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione, , n. 12: Allorché... il mutuo venga stipulato al solo fine di garantire una precedente esposizione... è certamente... individuabile il motivo illecito perseguito, rappresentato dalla costituzione di una ipoteca per debiti preesistenti non scaduti. Allorché... il mutuo venga stipulato al solo fine di garantire una precedente esposizione... è certamente... individuabile il motivo illecito perseguito, rappresentato dalla costituzione di una ipoteca per debiti preesistenti non scaduti.

17 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione , n In materia di revocatoria fallimentare quando limprenditore successivamente dichiarato fallito abbia stipulato un contratto di mutuo, convenendo lapertura di un conto corrente bancario e lattribuzione al mutuante della facoltà di prelevare le somme su questo versate al fine di soddisfare il proprio credito, questa pattuizione conferisce allintera operazione, costituita da negozi collegati, carattere anormale In materia di revocatoria fallimentare quando limprenditore successivamente dichiarato fallito abbia stipulato un contratto di mutuo, convenendo lapertura di un conto corrente bancario e lattribuzione al mutuante della facoltà di prelevare le somme su questo versate al fine di soddisfare il proprio credito, questa pattuizione conferisce allintera operazione, costituita da negozi collegati, carattere anormale

18 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Cassazione, , n.17540: Questa Corte ha già avuto occasione di chiarire... che costituiscono mezzi anormali di pagamento le cessioni di beni, le datio in solutum e, in genere, tutti gli atti in cui il denaro entra in funzione non quale strumento di immediata e diretta soluzione, ma in via mediata ed indiretta, quale effetto finale di altre forme negoziali. Questa Corte ha già avuto occasione di chiarire... che costituiscono mezzi anormali di pagamento le cessioni di beni, le datio in solutum e, in genere, tutti gli atti in cui il denaro entra in funzione non quale strumento di immediata e diretta soluzione, ma in via mediata ed indiretta, quale effetto finale di altre forme negoziali. …Lo scopo di estinguere una pregressa passività come motivo ulteriore rispetto alla causa dei singoli negozi conferisce allintera operazione costituita da negozi collegati, carattere anormale e qualifica come tale, anche latto finale di estinzione del debito. …Lo scopo di estinguere una pregressa passività come motivo ulteriore rispetto alla causa dei singoli negozi conferisce allintera operazione costituita da negozi collegati, carattere anormale e qualifica come tale, anche latto finale di estinzione del debito.

19 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Lucio Ghia, Università LUISS Roma: Sosterrà infatti il curatore che lintervento delle banche è servito solo a ritardare la dichiarazione dinsolvenza., spesso a consolidare pagamenti ricevuti in precedenza e messi così al riparo da azioni revocatorie. Lerogazione di nuova finanza assume le caratteristiche della concessione abusiva del credito, causa di grave inquinamento dei rapporti commerciali, avendo causato nei terzi, secondo una siffatta accusa,il convincimento di avere di fronte non unimpresa tenuta artificialmente in vita dalle Banche, ma solida, meritevole di restare sul mercato e di ottenere ulteriore credito.

20 GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Crescente sensibilità Istituti Bancari Crescente sensibilità Istituti Bancari Maggiore serenità giuridica Codice di comportamento ABI Codice di comportamento ABI Riforma Legge Fallimentare Riforma Legge Fallimentare Procedura composizione concordata della crisi Procedura composizione concordata della crisi


Scaricare ppt "GRUPPO BANCARIO CREDITO VALTELLINESE Il ruolo attivo degli istituti di credito nel salvataggio delle aziende in difficoltà: profili giuridici (avv. Leonardo."

Presentazioni simili


Annunci Google