La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura del comitato di zona. DescrizioneVotoAnno Convegno capi di zona (Gioca la sfida)4,332010 Convegno capi di zona (POLI-EDUC-AZIONE)3,672009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura del comitato di zona. DescrizioneVotoAnno Convegno capi di zona (Gioca la sfida)4,332010 Convegno capi di zona (POLI-EDUC-AZIONE)3,672009."— Transcript della presentazione:

1 A cura del comitato di zona

2

3

4

5 DescrizioneVotoAnno Convegno capi di zona (Gioca la sfida)4, Convegno capi di zona (POLI-EDUC-AZIONE)3, Qualità dei consigli di zona3, Convegno capi regionale (il ruolo delladulto)2, Convegno capi regionale (La differenza cristiana nelleducare scout)2,082010

6

7 DomandaTotale SITotale NO I capi sono iscritti alla mailing list del sito?012 I progetti di gruppo sono stati pubblicati sul sito di zona?011 Il sito di zona è stato usato per promuovere le iniziative del vostro gruppo?39 Il sito di zona è stato usato per scambiarsi informazioni?38 In generale come comunità capi, consultate il sito di zona?75 Il sito di zona è sufficientemente ricco di contenuti?111 Ritenete il sito web uno strumento utile per condividere le informazioni riguardanti la zona?120

8 DomandaSINO% di NO E stata creata una equipe di AE per aiutare i gruppi privi di assistente?011100,00% Nel consiglio di zona sono stati condivisi i vari progetti di gruppo?011100,00% Abbiamo affrontato con il vescovo il tema della mancanza degli AE11191,67% E stato realizzato un modello di analisi del territorio uguale per tutti?11191,67% Per chi ha gli AE, si è reso disponibile anche per altri gruppi?11191,67% Abbiamo utilizzato i consiglieri come portavoce delle esigenze dei capi?11191,67% Le iniziative della diocesi sono state sfruttate dai capi?11191,67% Abbiamo partecipato agli eventi proposti dalla diocesi (es: Marcia della pace 31/12/2010)21083,33% Avete mai riletto in questi anni il progetto di zona e fatto delle verifiche21083,33% Sono stati forniti sussidi,schede e proposte di lavoro (capi/ragazzi)?21083,33% Siamo riusciti a promuovere la collaborazione fra gli AE presenti nei vari gruppi21083,33% Avete tenuto conto del progetto di zona nei programmi di unità3975,00% Le quote di rimborso per i campi sono state alzate?3872,73% Abbiamo invitato i consiglieri al consiglio di zona per avere un confronto diretto?3872,73% I capi hanno ricevuto i rimborsi per i campi di formazione?4866,67% Secondo voi la zona ha favorito adeguatamente le collaborazioni fra i gruppi?4866,67%

9 DomandaSINO% di NO I problemi del territorio sono stati condivisi con altri gruppi?4866,67% I capi R/S sono stati adeguatamente supportati dalla zona?5861,54% Sono stati individuati possibili capi formatori5861,54% I progetti educativi sono stati condivisi5861,54% Sono stati raccolti dati da mettere in comune con gli altri: posti campo e uscite, servizi, altro..5861,54% Siamo riusciti a recuperare/consolidare la collaborazione con gli AE e i parroci5861,54% Gli IABZ Hanno preparato adeguatamente il terreno per garantire dei successori?5758,33% I verbali dei consigli di zona sono circolati?5758,33% Le date degli eventi sono state pianificate in maniera furba?5758,33% Ritenete che gli IABZ siano riusciti a creare un metodo valido per la branca da tramandare negli anni?5654,55% Siete riusciti a condividere le problematiche del gruppo con la zona o con gli altri gruppi?6650,00% Sono state censite le varie realtà di servizio dove operano i clan?6650,00% Avete avuto informazioni sui dati di partecipazione ai vari eventi?6650,00% Avete condiviso problemi simili con altri gruppi?6650,00% I momenti di spiritualità proposti durante gli eventi sono stati utili?6650,00% La zona è stata punto di riferimento per le difficoltà dei gruppi7646,15% I rover e le scolte hanno svolto servizi associativi in altri gruppi7646,15% Sono stati divulgati materiali e sussidi utili7646,15%

10 DescrizioneVoti Riteniamo che uno dei compiti fondamentali della zona sia quello di favorire la collaborazione tra gruppi, intervenendo dove ci siano situazioni di difficoltà ed evitando che le iniziative, pur lodevoli, rimangano isolate o demandate alle amicizie personali4 Coerenza dei capi3 Testimonianza cristiana dei capi2 Altro argomento attuale è limpegno politico degli scout e dei cristiani nella società odierna.1 Analisi dei bisogni del territorio1 Cercare di dare un metodo unico nello stilare i progetti1 Coeducazione1 Condividere ciò che si fa allinterno dei gruppi, di comunità capi e allinterno delle unità, attività, materiale, informazioni, sussidi. Idee. Progetti, servizi associativi ed extra associativi.1 Crediamo possa essere importante unanalisi sincera delle realtà che i Capi vivono nelle varie Comunità Capi e a livello personale.1 DATABASE E CONDIVISIONE DEI SERVIZI R/S EXTRASSOCIATIVI1 Discorso AE1 Facendo questa verifica ci siamo resi conto che non abbiamo seguito il progetto di zona e ci siamo domandati il perché. E forse troppo distante e poco concreto?1 FARE PIU ATTIVITA A CASCATA (MENO RIUNIONI E PIU RESPONSABILITA PER CISCUNO CHE PARTECIPA, CHE POI RIPORTA AL GRUPPO)1 Incentivare i capi a diventare capi formatori1

11 DescrizioneVoti Integrazione razziale, mutamento etnico, come viverlo e "sfruttarlo"1 Lavorare maggiormente sui capi gruppo e per ricaduta sulle comunità capi1 Lavorare maggiormente sulla condivisione dei PEG, e sulla condivisione dei problemi/bisogni in generale1 Lo scout e la guida ama e rispetta la natura. Pensiamo sia un tema molto importante da trattare visto gli ultimi eventi catastrofici.1 MIGLIORARE LA FORMAZIONE NELLE RIUNIONI DI ZONA DI BRANCA (DI MENO MA MEGLIO: FARE AD ESEMPIO UN CONFRONTO A INIZIO ANNO CON UN Po DI PROPOSTE E SPUNTI DI RIFLESSIONE, PROPOSTI IN BASE ALLE ESIGENZE/PROBLEMATICHE SPECIFICHE DEI GRUPPI1 NON RIDURRE LA FEDE A EVENTI A CUI SI DEVE PARTECIPARE PER LA DIOCESI MA RIPRENDERE LA FEDE COME CONCETTO INTERNO NECESSARIO AL NOSTRO CAMMINO E ALLE NOSTRE ATTIVITA1 PARTECIPAZIONE ALLINTERNO DELLA CHIESA E COLLABORAZIONE DIOCESI;1 PARTECIPAZIONE DELLA CO.CA. ALLE ESIGENZE DEL PATRIMONIO (?????)1 PROGETTO SNELLO CHIARO E CONCRETO;1 Puntare in alto, guardate lontano e quando sarete arrivati guardate ancora più lontano1 Puntare sulla formazione metodologica1 Rapporti con i genitori1 Ripensare il ruolo dell'AE1 RISPETTO DELLA LEGALITA.1 SOSTENERE CON LA PRESENZA MOVIMENTI CHE STIMOLANO PARTECIPAZIONE ALLA VITA PUBBLICA, POLITICA, TERRITORIALE1 VALORI SOCIALI ED UMANI ES- ACQUA PUBBLICA ETICA POLITICA1 Vorremmo dei progetti più snelli e concisi e che porti via meno tempo alle nostre attività(considerate le date furbe che non ci sono state).1


Scaricare ppt "A cura del comitato di zona. DescrizioneVotoAnno Convegno capi di zona (Gioca la sfida)4,332010 Convegno capi di zona (POLI-EDUC-AZIONE)3,672009."

Presentazioni simili


Annunci Google