La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STRUTTURE CRISTALLINE La principale peculiarità di una struttura cristallina è che essa è regolare e ripetitiva; Per quantificare tale regolarità occorre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STRUTTURE CRISTALLINE La principale peculiarità di una struttura cristallina è che essa è regolare e ripetitiva; Per quantificare tale regolarità occorre."— Transcript della presentazione:

1 STRUTTURE CRISTALLINE La principale peculiarità di una struttura cristallina è che essa è regolare e ripetitiva; Per quantificare tale regolarità occorre stabilire quale unità strutturale ordinata si ripete; Si definisce cella unitaria la più piccola unità ordinata ripetitiva in grado di descrivere lintera struttura cristallina; Le lunghezze dei tre spigoli a,b,c ed i tre angoli tra gli assi,, sono detti parametri reticolari Generica Cella Unitaria.

2 STRUTTURE CRISTALLINE La caratteristica chiave della cella unitaria è che essa contiene la descrizione totale della struttura, infatti la struttura cristallina può pensarsi generata dalla ripetizione di unità cellulari adiacenti nello spazio tridimensionale; Il vantaggio è che con un numero limitato di parametri è possibile descrivere la struttura;

3 STRUTTURE CRISTALLINE Ci sono solo sette forme di celle unitarie che possono essere messe una vicina allaltra per riempire completamente lo spazio tridimensionale. Si tratta dei sette sistemi cristallini; Cubic Hexagona l TetragonalRhombohedral Othorhombic Monoclinic Triclinic

4 STRUTTURE CRISTALLINE Si deve considerare come gli atomi possono essere organizzati insieme allinterno di una cella unitaria. Per fare questo considereremo la disposizione tridimensionale dei punti costituenti il reticolo (lattice points). Ci sono solo 14 possibili combinazioni detti reticoli di Bravais. La ripetizione nello spazio dei reticoli di Bravais genera i reticoli puntuali che sono gli scheletri su cui le strutture cristalline sono costruite ponendo gli atomi o gruppi di atomi su o vicino i punti del reticolo. Quindi è possibile avere più di un atomo associato ad ogni punto reticolare (lattice point)

5 STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI La maggior parte dei metalli presenta una seguenti tre strutture cristalline: BCC struttura cubica a corpo centrato FCC o CCP struttura cubica a facce centrate HCP struttura esagonale compatta APF = Volume occupato dagli atomi appartenenti alla cella / Volume della cella CN = numero di atomi adiacenti che circondano un atomo di riferimento

6 STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI : BCC APF = 0.68 Reticolo BCC di Bravais con un atomo centrato su ogni lattice point Numero di atomi per cella: NC = 8 Lato della cella:

7 STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI : FCC APF = 0.74 Reticolo FCC di Bravais con un atomo centrato su ogni lattice point Numero di atomi per cella: NC = 12 Lato della cella:

8 STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI : HCP APF = 0.74 Reticolo esagonale di Bravais con 2 atomi per ogni lattice point Numero di atomi per cella: NC = 12 dimensioni della cella: a c atomo a 2/3, 1/3, 1/2

9 h x x 1/3 a 2/3 a STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI : HCP

10

11 STRUTTURE CRISTALLINE DEI METALLI : FCC vs HCP

12

13 CALCOLO DELLA DENSITA La conoscenza della struttura cristallina permette di calcolare la densità nel modo seguente: n è il numero di atomi che appartengono alla cella A è il peso atomico V c è il volume della cella unitaria N A è il numero di Avogadro Esercizio: il rame Cu ha un raggio atomico di nm, un peso atomico di 63.5 g/mole e una struttura cristallina FCC. Calcolarne la densità.


Scaricare ppt "STRUTTURE CRISTALLINE La principale peculiarità di una struttura cristallina è che essa è regolare e ripetitiva; Per quantificare tale regolarità occorre."

Presentazioni simili


Annunci Google