La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione Infermieristica gas alogenati in ICU: AnaConDa Isotta Virzo CNS Cristiano Chiappa CNS HSR 2 Dicembre 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione Infermieristica gas alogenati in ICU: AnaConDa Isotta Virzo CNS Cristiano Chiappa CNS HSR 2 Dicembre 2009."— Transcript della presentazione:

1 Gestione Infermieristica gas alogenati in ICU: AnaConDa Isotta Virzo CNS Cristiano Chiappa CNS HSR 2 Dicembre 2009

2 AnaConDa Innovativa tipologia di pet therapy

3 AnaConDa

4 Ventilatore Agent line Filtro battericoVaporizzatore Paziente Monitor dei gas High efficiency conserving medium

5 Inizio espirazione Fine espirazione Il paziente espira O2, CO2 e il gas L’agente anestetico espirato viene assorbito dal conserving medium L’agente anestetico rilasciato e riciclato va verso il paziente L’agente anestetico nel media è pronto ad essere rilasciato Inizio inspirazioneFine inspirazione Air/Oxygen CO2 Anaesthetic agent

6

7 Interazioni BETABLOCCANTI: riduzione delle reazioni cardiovascolari di compensazione per i betabloccanti ISONIAZIDE: potenziamento dell'effetto epatotossico con aumentata formazione di metaboliti tossici SIMPATICOMINETICI BETA (ISOPRENALINA): disturbi gravi del ritmo ventricolare (aumento della reattivita‘ cardiaca) BENZODIAZEPINE ED OPPIOIDI: le benzodiazepine e gli oppioidi diminuiscono presumibilmente la MAC del sevoflurano MIORILASSANTI: influenza l'intensita' e la durata del blocco neuromuscolare indotto dai miorilassanti non depolarizzanti

8 Dati di laboratorio Aumenti transitori della glicemia Leucocitosi Funzione renale ed epatica: incrementi transitori dei livelli di fluoro inorganico nel siero. Le concentrazioni di fluoro inorganico generalmente raggiungono il picco entro 2 ore dal termine dell'anestesia e ritornano nella norma entro le 48 ore successive

9 Concentrazione minima alveolare La Mac è la concentrazione alveolare minima di gas anestetico nel sangue alla quale il 50% dei pazienti non reagisce con il movimento ad una incisione della cute; quando questo avviene il valore MAC (o xMAC) è uguale ad 1sangue

10 Il valore di MAC è dipendente dall’età del paziente Equazione di W.W. Mapleson MACcorretto= MAC40anni x 10(-0,00269 x (età-40)) British Journal of Anaesthesia 1996, p

11

12 Preparazione posto letto → Preparazione del circuito di ventilazione → Predisposizione del ventilatore allo smaltimento dei gas Monitoraggio del paziente → Risvegli improvvisi → Ipotensione Gestione del device → Deconnessioni programmate → Nebulizzazione di farmaci → Sostituzione del device

13 Preparazione del circuito di ventilazione Montaggio del device e del sistema di monitoraggio ad esso collegato Aspirazione del gas anestetico con l’apposito adattatore Priming della linea di erogazione - paziente connesso - paziente deconnesso

14 Immagini

15 Predisposizione del ventilatore allo smaltimento dei gas Predisposizione su: - Evita 2 e 4 - Puritan Bennet - Savina Cambio bidone di raccolta dei gas ( 10% dei gas ) - tempi - modalità

16 Deconnessione programmata Valutare sedazione alternativa Sospendere la somministrazione dei gas Deconnettere dal raccordo a Y Chiudere i raccordi e la siringa dell’AnaConDa con il tappo ermetico Esecuzione della procedura prevista

17 Nebulizzazione di farmaci Sospendere erogazione Deconnettere la Y dal device Deconnettere il paziente dal device (chiudere il device) Connettere il sistema di nebulizzazione al paziente ed avviarla Connettere nebulizzazione al device Riconnetere device alla Y Riprendere erogazione dalla siringa Valutare sedazione alternativa

18 Sostituzione device Sospendere la somministrazione dei gas Deconnettere dal raccordo a Y Chiudere i raccordi dell’AnaConDa con il tappo ermetico. Deconnettere linea di erogazione dell’anestetico dalla siringa AnaConDa Smaltire nell’apposito contenitore per rifiuti infetti il filtro Collegare alla siringa il nuovo filtro Avviare il priming Riconnettere al paziente il device e successivamente alla Y del ventilatore Valutare sedazione alternativa

19 Gestione ipotensioni Instabilità emodinamica dose dipendente Ridurre la velocità di somministrazione Valutare risvegli improvvisi

20 Gestione e prevenzione risvegli improvvisi: - Attento monitoraggio attività respiratoria - Variazione della velocità di somministrazione - Eventuale sedazione combinata

21 Effetti collaterali….

22

23

24 La letteratura dice di sì… Short-term sevoflurane sedation using the anaesthetic conserving device AnaConDa® after cardiac surgery: feasibility, recovery and clinical issues KD Röhm, MW Wolf, J Boldt, T Schöllhorn, A Schellhaass, SN Piper Critical Care 2008, 12(Suppl 2):P270

25 70 pazienti CABG elettivo 35 AnaConDa35 Propofol Endpoints: Termine di sedazione (tempo di estubazione, apertura degli occhi spontanea). Qualità di sedazione (Richmond Agitation Sedation Scale, RASS).

26 Tempo di estubazione (p < 0.002) Sevoflurane 21.5 min (2–259) Propofol min (22–910) Qualità di sedazione Sevoflurane RASS –3 to –4 Propofol RASS –3 to –4 Tempo di degenza (p < 0.03) Sevoflurane 10.6 ± 3.3 days Propofol 14 ± 7.7 days

27 Conclusioni CONS Difficile mantenimento della MAC Difficile gestione durante le deconnessioni Osservazione continua PROS Effetto cardioprotettivo Riduzione dei tempi di VAM Riduzione della durata di degenza

28


Scaricare ppt "Gestione Infermieristica gas alogenati in ICU: AnaConDa Isotta Virzo CNS Cristiano Chiappa CNS HSR 2 Dicembre 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google