La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2 3 I partecipanti del corso di formazione per animatori polivalenti, organizzato e gestito dallEnaip e finanziato dal fondo sociale europeo, hanno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2 3 I partecipanti del corso di formazione per animatori polivalenti, organizzato e gestito dallEnaip e finanziato dal fondo sociale europeo, hanno."— Transcript della presentazione:

1 1

2 2

3 3 I partecipanti del corso di formazione per animatori polivalenti, organizzato e gestito dallEnaip e finanziato dal fondo sociale europeo, hanno svolto una Ricerca-Intervento sul territorio del Quartiere Cogne dal 9 al 14 dicembre 2009, che ha avuto come obiettivo una conoscenza maggiore delle persone di età superiore ai 65 anni e delle loro famiglie. Nella organizzazione della Ricerca-Intervento i 16 animatori si sono divisi in due gruppi e sono state concepite due tipi di interviste: una rivolta alle persone sopra i 65 anni e laltra alle persone dai 25 ai 64 anni. Il fatto innovativo è stato che le interviste rivolte agli ultra 65enni venivano somministrate da un adulto della categoria anni e le interviste rivolte alle famiglie venivano fatte da un ultra 65enne. Il ruolo di ogni animatore era di osservare lo svolgimento delle interviste e di segnare le risposte. La Ricerca-Intervento è stata pubblicizzata tramite lettere di presentazione,volantini e contatti con i presidenti, responsabili di varie strutture, servizi e associazioni.

4 4 Allinterno della Ricerca-Intervento, svoltasi dal 9 al 14 dicembre 2009 nel quartiere Cogne di Aosta, sono state raccolte le seguenti informazioni di Scenario: documenti di cui 75 interviste agli anziani e 82 agli adulti. La popolazione totale del Quartiere Cogne è di circa persone. Le persone coinvolte nella ricerca-intervento sono state 250, circa il 10% del totale. Di queste sono stati intervistati 82 Maschi e 75 Femmine. In più, nellintervistare gli anziani, sono state coinvolte 43 persone adulte under 65 mentre nellintervista agli adulti 55 persone anziane over 65. Gli intervistati adulti rientrano principalmente nella fascia di età compresa tra il 1949 e il 1968, (52%), in contrapposizione, per gli intervistati anziani la fascia detà principale è compresa tra il 1931 e il 1950 (89%). Continuando, nella preparazione della ricerca-intervento sono state coinvolte diverse persone a cui si è comunicato il progetto. Alcuni esempi sono: - Il Presidente della cooperativa per lautogestione - Il Servizio centro per le famiglie. - La cooperativa Trait dUnion - La Bocciofila - Il Cral Cogne

5 5 Quesito Che percezione ha lanziano di sé nella società e come pensa di essere visto dal resto della società. Cambiamento Che lanziano venga visto e si senta una risorsa per la società. Utenti: persone anziane da 65 anni in avanti Luogo: Quartiere Cogne: circolo sportivo-ricreativo Bocciofila C.C.S Cogne Cooperativa Anziani per lAutogestione Mercato di quartiere Via Liconi Vie del quartiere Strumenti Fonti : -Esprit -Cral Cogne -Internet interviste individuali e/o di gruppo utilizzo macchine digitale per foto

6 ,6% ,9% ,5% Dati Anagrafici Sesso m60% f40%

7 7 PensionatoOccupato

8 8 1 In casa lei vive? a)Da solo b)con coniuge c)figli d)nipoti e)altro

9 9 2 Lei ha figli ? 77,3% 22, 7% 31,5% 38,6% 24,6% 5,3% 0% 3 Quanti ne ha? 53,8 % 46,2 % 4 I figli abitano vicino a casa sua ? 13,1% 8,2% 32,8% 13,1% a)stesso palazzo b)stesso quartiere c)in città d)altro comune e)altra regione Dove ?4 A - 77,3% 22, 7%

10 10 5 Che tipo di relazione ha con i suoi figli ? 6 Lei ha nipoti ? SI 84% NO 16%

11 11 7 Collabora o contribuisce alla vita familiare ? a)tutti i giorni b)tutte le settimane c)qualche giorno d)il weekend e)mai

12 12 8 Come trascorre la giornata ? RispostePersone Faccende domestiche24 Occupazione- lavoro3 Cura dei nipoti- famiglia8 Hobbies5 Relazioni- amici16 Tempo libero (di cui 10 volontariato)50 7,5% 29,3% 34,9% 28,3% 0% 9 Come trascorre le feste ? 1.Da solo 2.Col Coniuge 3.Con i figli 4.Altro 5. Non risponde a)Migliorata b)Uguale c)Peggiorata d)non so 10 La sua vita è migliorata o peggiorata da quando è andata in pensione ? 33,7% 31,3 % 22,9% 12,1%

13 13 La sua vita dopo i 65 anni ha comportato cambiamenti ? Quali sono stati ?

14 14

15 15 Secondo lei, la sua famiglia (figli, nipoti) di che cosa avrebbe bisogno per venire maggiormente incontro alle sue esigenze?

16 16 Dai risultati ottenuti, si puo osservare che gli anziani del quartiere cogne (i 62 intervistati) hanno principalmente bisogno di relazioni personali con la propria famiglia. allo stesso tempo un numero uguali di intervistati esprime il suo ottimo rapporto con la famiglia senza voler richiedere nessuna esigenza particolare. Gli anziani ci riferiscono che: le loro famiglie principalmente non hanno tempo da dedicare allanziano le loro famiglie hanno problemi economici per questo non hanno la possibilita di venire incontro alle loro esigenze. Migliorare le relazioni personali tra famiglie e anziani.

17 17 45 uomini e 30 donne 67 pensionati e 6 occupati 32 vivono da soli 39 vivono con il coniuge 11 con i figli 3 anche con i nipoti. 58 persone hanno figli e 17 no 63 hanno nipoti e 12 non ne hanno

18 18 Dai risultati ottenuti,si può osservare che gli anziani intervistati del quartiere Cogne, hanno principalmente bisogno di relazioni personali con la propria famiglia. Allo stesso tempo un numero alla pari di intervistati esprime il suo ottimo rapporto con la famiglia senza voler richiedere nessuna esigenza particolare. gli anziani ci riferiscono che il motivo per cui ci sono poche relazioni personali è perché le loro famiglie principalmente non hanno tempo da dedicare allanziano oppure perché le loro famiglie hanno problemi economici per questo non hanno la possibilità divenire incontro alle loro esigenze. Dalle nostre interviste è emerso che gli intervistati collaborano e contribuiscono alla vita familiare. Nel loro tempo libero si dedicano alla lettura, alle passeggiate, al ballo, agli incontri al bar, a giocare a carte o a scacchi,al collezionismo, o al cucito. Il tempo che le famiglie dedicano allanziano non è molto ma ciò è dovuto anche alle diverse esigenze di tipo lavorativo e di vari impegni dovuti dalla società odierna. INTERVENTO ANIMATIVO POSSIBILE Migliorare le relazioni personali tra famiglie e anziani.

19 19 Quesito Che percezione hanno le famiglie dellanziano nella società e i bisogni che hanno nella gestione dellanziano stesso. Cambiamento Che lanziano venga visto come una risorsa per la società e che le famiglie abbiano più consapevolezza dei servizi utili nella cura dellanziano. Utenti: adulti capifamiglia. Luogo: Quartiere Cogne: circolo sportivo-ricreativo Bocciofila Scuola Cooperativa Anziani per lAutogestione Mercato di quartiere Via Liconi Vie del quartiere Strumenti Fonti :Cral Cogne Internet Interviste individuali e/o di gruppo

20 20 I BISOGNI DELLA FAMIGLIA NELLA GESTIONE DEGLI ANZIANI Dati intervistato:

21 21 italiano91,2% straniero8,8% Nazionalità: Nella vostra famiglia ci sono persone sopra i 65 anni? si7289% no911%

22 22

23 23 Quali servizi a pagamento sarebbe disposta ad attivare per lanziano o per potersi occupare meglio dellanziano? NESSUNO33 SERVIZI PER LA CURA28 CENTRO DI AGGREGAZIONE4 SERVIZI PUBBLICI2 NON HO BISOGNO2 NON RISPONDE2 TURISMO1 TUTTO3 Quali difficoltà ha ad attivare i servizi in questione? Problemi economici13 Trasporti1 Burocrazia6 Nessuno20 Mancanza di informazione 5

24 24 Immagina altre forme di aiuto attivabili per i bisogni degli anziani? NON SO 41% COMPAGNIA 7% Secondo lei com'è essere anziano nella società di oggi? 1 -non risponde / Non sa (8+1) 2 -Bisogni relazione/solitudine (12) 3 -Malessere (36) 4 -Benessere (25) 5 - Stranezze: - avvelenati -inquinati -inutili produttivamente - necessari consumo

25 25 Alla domanda N° 6 Cosa sarebbe disposto a ridurre per lanzianoil 57% degli intervistati adulti ha affermato che ridurrebbe il proprio tempo libero per una persona anziana a scapito del denaro e delle ore di lavoro in quanto è più facile rinunciare a beni immateriali che materiali. E evidente che al giorno doggi, una delle difficoltà che pesa maggiormente sulle famiglie è quella di tipo economico, di qui infatti solo il 14% era disposto a ridurre del denaro e il 19% era disposto a ridurre delle ore lavorative. Si può tenere conto anche che a questo tipo di domanda poteva essere più facile e sbrigativo rispondere con il tempo libero siccome è più facile pensare di ridurre delle ore al posto di qualcosa di concreto.

26 26 Da sottolineare che alcuni intervistati hanno dato più di unopzione per rispondere in quanto la domanda non obbligava a dare una scelta singola. Alla domanda N°7, quali servizi a pagamento sareste disposto ad attivare o per potersi occupare al meglio dellanziano? del questionario il dato che salta allocchio è che la maggior parte degli intervistati ha risposto che non attiverebbe niente. Bisogna specificare che nella rielaborazione dei questionari sono state accorpate diverse tipologie di domande; in questo caso vi sono coloro che hanno risposto che non sarebbero disposti a pagare ma anche coloro che non hanno bisogno dei suddetti servizi. Si può affermare quindi che nel quartiere Cogne una buona parte degli anziani utilizzano i servizi che sono già disponibili sul territorio. Un altro dato rilevante è che numerosi intervistati sarebbero disposti a pagare solo per servizi di cura della persona come badanti, assistenza domiciliare e strutture adeguate.

27 27 Risulta quindi che per le famiglie del quartiere la possibilità di interventi animativi a pagamento sono poco probabili. Alla domanda n° 8 quali difficoltà ha ad attivare i seguenti servizi? la maggior parte degli intervistati non trova nessun problema sia perché non ne ha bisogno sia perché nel quartiere lappoggio alla famiglie, da parte dei servizi sociali, sembra essere molto presente e funzionale. Per alcuni rimane comunque il problema economico insieme ad una difficoltà legata alla burocrazia e alla mancanza dinformazione. Un possibile intervento animativo può essere rivolto a snellire e semplificare le difficoltà burocratiche e per aumentare la conoscenza dei servizi che il comune offre ai cittadini. Come si può vedere dalla domanda n°9 immagina altre forme di servizi non a pagamento? quasi la metà degli intervistati non ha saputo rispondere. Questo può essere interpretato come una poca conoscenza ed interesse del settore dei servizi per gli anziani. Una piccolissima parte vorrebbe dei servizi per la compagnia. Questo denota come nel quartiere i servizi la relazione e per la compagnia siano per efficiente per la maggior parte dei cittadini.

28 28 Bisognerebbe informare di più sui servizi, sia a pagamento che gratuiti, e sullanimazione. Dal punto di vista animativo questo è un ampio spazio da poter colmare con attività adeguate. (Cè comunque da ricordare che pochi sono coloro che sono disposti a pagare per tutto ciò). La maggioranza degli intervistati (42%) ha affermato che essere anziani oggi è vissuto come un malessere sia dallanziano che dalla famiglia. Lanzianità inoltre è vissuta, secondo il 14% degli adulti, come un periodo di solitudine per la persona. Si nota comunque che il 30% degli intervistati ha riposto che lanzianità e vissuta nel benessere. La visione dellanziano nella società di oggi è molto negativa; molti intervistati rispondono che essere anziano è solamente essere un peso per la società. La maggior parte degli adulti che ha risposto col in modo positivo lha fatto perché gli anziani hanno la pensione sicura, noi no. Si può dire quindi che la figura dellanziano non è vista socialmente positiva ma soltanto economicamente.

29 29 Non tutti i corsisti conoscevano lubicazione del Quartiere Cogne e delle strutture/servizi a cui ci siamo appoggiati per lo svolgimento della nostra ricerca perché alcuni vivono in altri comuni o in Piemonte, per cui chi era di casa li ha guidati al suo interno. La ricerca di intervistati ed intervistatori si è diretta dapprima verso persone di nostra conoscenza e poi verso gli estranei. Abbiamo riscontrato una certa diffidenza da parte delle persone coinvolte perché non sapevano di che cosa ci stessimo occupando ed anche perché da parte nostra cè stato un certo grado di intrusione sia nelle loro vite che nel loro ambiente. Alcuni tra intervistati ed intervistatori si sono sentiti etichettati dalla definizione anziano per cui erano un po restii a collaborare non sentendosi come tali.

30 30 Visita il nostro Blog!!!


Scaricare ppt "1. 2 3 I partecipanti del corso di formazione per animatori polivalenti, organizzato e gestito dallEnaip e finanziato dal fondo sociale europeo, hanno."

Presentazioni simili


Annunci Google