La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FAIR SPOT Ovvero il NUOVO concetto di pubblicità EQUA Presenta La DLR Programming & Service.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FAIR SPOT Ovvero il NUOVO concetto di pubblicità EQUA Presenta La DLR Programming & Service."— Transcript della presentazione:

1 FAIR SPOT Ovvero il NUOVO concetto di pubblicità EQUA Presenta La DLR Programming & Service

2 LA NORMALE PUBBLICITA NON E EQUA LAzienda pianifica una campagna pubblicitaria LAzienda esborsa per pagarsi la campagna Se la pubblicità ha avuto successo, si ripaga ed il resto è tutto guadagno Se la pubblicità non ha avuto il successo sperato, lAzienda ha GETTATO VIA i propri soldi ! VI SEMBRA EQUO ?

3 ANCHE I RICCHI PIANGONO ! Anche le più grandi e famose aziende fanno i loro FLOP PUBBLICITARI E li PAGANO molto CARI ! Nonostante i loro prodotti siano molto buoni e validi !

4 LE FASI DI UNO SPOT [1] Ideazione e produzione dello spot [2] Trasmissione dello spot [3] Contatto da parte del Cliente [4] Eventuale acquisizione del Cliente e suo acquisto LAZIENDA PAGA LA PRIMA E LA SECONDA FASE … MA SE IL BUON FINE DELLA QUARTA FASE E SUA RESPONSABILITA … … LA TERZA FASE E CIO PER LA QUALE HA PAGATO, E NON LA SI GARANTISCE MAI !

5 CI DEVE ESSERE EQUITA Non è possibile PREVEDERE lesito di una campagna pubblicitaria… Ma è possibile FAR PAGARE solo ciò che REALMENTE si ottiene ! Questo significa EQUITA !

6 LA PROPOSTA DLR Si articola in TRE opzioni: [1] ALTERNATIVA [2] CLASSICA [3] NO PROFIT Si paga solo ciò che si ottiene realmente ! In questo momento economicamente difficile, è giunto il momento di rimboccarci le maniche e darci una mano lun laltro ! Non si pagherà nemmeno un centesimo di Euro se lo spot non dovesse funzionare !

7

8 UNA PROPOSTA ALTERNATIVA… La proposta DLR consiste nel fornire GRATUITAMENTE lideazione, progettazione, esecuzione e consegna di uno spot video pubblicitario per la Vostra Azienda. In questo modo avrete GRATIS la parte più ingente di spesa! Vi resterà da pagare (e questo è inevitabile in quanto non dipende da noi) E SOLO SE VORRETE, la messa in onda dello spot in TV Se non vorrete spendere nulla nemmeno per la messa in onda, potrete farlo ! In questo caso starà a Voi diffondere lo spot nei modi a Voi più congeniali : Nel vostro sito internet Distribuendo video cataloghi e/o presentazioni aziendali su CD-ROM, DVD o videocassette promozionali Proiezioni a meetings, open houses e riunioni Video a riproduzione continua su televisori negli stands fieristici od in vetrina … e tutto ciò che la Vostra fantasia ed intraprendenza imprenditoriale vi suggerirà ! Senza limiti !

9 …UNA PROPOSTA CLASSICA MA ECONOMICA… Indipendentemente dalla durata e complessità dello spot, la DLR propone un forfait fisso di Euro + IVA In questo caso, verrà chiesto solo linserimento in un angolino del logo DLR Il filmato diverrà proprietà del Cliente, il quale potrà farne ciò che vuole fuorchè modificarlo Nessun controllo su fatturati, messe in onda o contatti

10 …ED UNA PROPOSTA PER GLI ENTI NO PROFIT ! Per tutti gli enti no profit, la DLR offrirà del tutto GRATUITAMENTE lo spot ! La DLR chiederà solo TRE secondi dello spot, allinizio od alla fine, come pubblicità della propria Azienda Verrà richiesto solamente di non modificare lo spot Nessun controllo su fatturati, messe in onda o contatti

11 LO SPOT VIDEO Consiste in un filmato di breve durata atto alla trasmissione VIDEO Verrà consegnato UN MASTER su videocassetta, (Super)Video CD, DVD o CD-ROM Il cliente potrà trasmetterlo in TV e/o duplicarlo e distribuirlo a chiunque e con qualsiasi mezzo !

12 COME APPARIRA Alla fine del filmato, in un angolino dello spot, verrà inserito il logo della DLR, in piccolo Lo spot verrà deciso di comune accordo con il Cliente Potrà contenere anche effetti speciali particolari

13 LOPZIONE ALTERNATIVA DI CONTROLLO SUL FATTURATO La DLR prevederà un incremento minimo del fatturato, a seguito della campagna pubblicitaria, del 15% dopo un anno dalla consegna dello spot La DLR chiede quindi il 5% (un terzo del minimo previsto) dellincremento del fatturato annuale La DLR richiederà verifica tramite diretto accesso alla documentazione ufficiale inerente le ultime dichiarazioni fiscali presentate dal Cliente Esiste però una alternativa a questo sistema…

14 LOPZIONE ALTERNATIVA DI CONTROLLO SUI CONTATTI Lalternativa è quella di limitare lo spot, sia in audio che in video, come riferimenti, al solo nome del Cliente e come recapito solo un INDIRIZZO INTERNET Al Cliente sarà proibito modificare o cancellare sia in audio che in video questi riferimenti, ed altresì gli sarà proibito di aggiungere in tal senso informazioni, siano esse video oppure audio A questo indirizzo, i visitatori potranno compilare un form nel quale specificheranno il loro nome e recapito e/o telefonico, il quale perverrà alla DLR La DLR ricontatterà il visitatore per accertarsi della sua effettiva esistenza e gli fornirà indirizzo e recapito del Cliente La DLR invierà, poi, una di avviso in copia al Cliente del contatto acquisito ed invierà un fax mensile riepilogativo Il Cliente pagherà mensilmente a contatto, indipendentemente dallesito dello stesso, una cifra precalcolata, la quale verrà moltiplicata per il numero di contatti che la DLR raccoglierà

15 COME VENGONO MONETIZZATI I CONTATTI – primo esempio Il prezzo a contatto verrà calcolato come segue: si calcolerà il prezzo medio ad utente finale, relativo allesercizio del Cliente, di una singola vendita media di un cliente medio, dal quale si presupporrà un guadagno netto medio fisso del 20%. Questo guadagno netto calcolato lo si dividerà per 10, ed il risultato rappresenterà il costo di ogni contatto che la DLR passerà al Cliente Esempio pratico : negozio di alimentari. Una massaia media farà una spesa media di 10 Euro alla volta (vale a dire al giorno). Si presuppone un guadagno del 20% su questi 10 Euro, pari quindi a 2 Euro. Dividendo per 10 otterremo il prezzo per ogni contatto passato dalla DLR al Cliente : 0,2 o se si preferisce : 20 Centesimi di Euro.

16 COME VENGONO MONETIZZATI I CONTATTI – secondo esempio Poniamo il caso di un cliente con articoli molto eterogenei : cancelleria e computers In questo caso potrà decidere quale categoria di prodotto far apparire nello spot: se sceglierà la cancelleria il prezzo medio sul quale calcolare la monetizzazione dei contatti potrà anche essere 2 Euro Se sceglierà invece di far apparire i computers nello spot, il prezzo medio sarà per esempio non meno di Euro Se sceglierà di far apparire TUTTI i suoi prodotti nello spot, il prezzo medio sarà quello relativo alla categoria più costosa, indipendentemente dalle quantità di scorta del cliente e dei suoi volumi medi di vendita per ogni categoria I valori dei prezzi medi delle merci fin qui descritte, sono puramente indicativi ed andranno valutati caso per caso, Cliente per Cliente

17 LE CONDIZIONI di controllo sui contatti In questo caso il Cliente avrà lobbligo, entro e non oltre UN MESE dal momento della consegna del master video, di presentare a DLR il contratto di messa in onda di almeno DODICI spots nellarco di un anno dalla consegna del master, con data ed ora delle messe in onda, verificabili da DLR in diretta visione via etere In difetto della presentazione del contratto e della positività delle verifiche visive da parte di DLR, entro massimo un mese dalla consegna del master, e con decorrenza immediata, la modalità di verifica passerà automaticamente dal controllo sui contatti al controllo sul fatturato In questultimo caso, una volta avvenuto il passaggio automatico a regime di controllo sul fatturato, in difetto della presentazione a DLR da parte del Cliente delle necessarie documentazioni fiscali richieste per passare a regime di controllo del fatturato, il contratto si intenderà risolto con decorrenza immediata

18 LE CONDIZIONI di controllo sul fatturato In questo caso il Cliente avrà lobbligo di presentare a DLR la dovuta documentazione fiscale per i controlli del caso relativi allultima dichiarazione dei redditi ed in seguito a quella relativa alle dichiarazioni di chiusura danno In difetto della presentazione a DLR da parte del Cliente delle necessarie documentazioni fiscali richieste per passare a regime di controllo del fatturato, la stipula del contratto non avrà luogo Nel caso di mancata consegna dei documenti fiscali conclusivi danno, il Cliente si ritroverà in stato di insolvenza contrattuale, con tutte le conseguenze del caso, e sarà tenuto a pagare un forfait fisso pari a Euro + IVA oltre ad essere obbligato a restituire il master ed a non diffondere ed utilizzare più lo spot

19 STIPULA DEL CONTRATTO La DLR si riserva il diritto di accettare o meno ed insindacabilmente le richieste di adesione dei Clienti La DLR si riserva il diritto di accettare o meno prenotazioni per questo servizio FAIR SPOT, a causa delle possibili congestioni dovute ad un esubero di richieste da parte dei Clienti La DLR si riserva di dedicare anche giornate festive per la fornitura di questo servizio, per le quali il Cliente dovrà dare di volta in volta la sua eventuale disponibilità

20 DURATA DEL CONTRATTO Il contratto si intende di durata annuale Il Cliente potrà rinnovare il contratto di anno in anno, previa accettazione da parte della DLR Alla scadenza del contratto, a meno della sopravvenenza di un rinnovo, il Cliente è tenuto a restituire il master dello spot e non potrà più fare uso dello spot video, né tanto meno duplicarlo, distribuirlo e/o trasmetterlo con qualsiasi mezzo e modalità

21 CONCLUSIONE O MODIFICHE DEL CONTRATTO IN ATTO Il contratto può considerarsi concluso con decorrenza immediata in caso di insolvenza contrattuale da parte del Cliente Il Cliente può recedere dal contratto con almeno un mese di preavviso ma sarà tenuto al pagamento dellultimo mese nel caso di controllo sui contatti In caso di recessione del Cliente in caso di controllo sul fatturato, ed in qualsiasi momento esso avvenga, il Cliente sarà tenuto a pagare un forfait fisso pari a Euro + IVA In qualsiasi caso di terminazione del contratto, il Cliente sarà tenuto a riconsegnare a DLR il master e sarà diffidato dal trasmettere e/o riprodurre con qualsiasi mezzo lo spot Una volta stabilita inizialmente la modalità di controllo, non sarà possibile cambiarla se non in modalità automatica a seguito del sopravvenire delle condizioni di insolvenza contrattuale di cui ai precedenti punti

22 IN CONCLUSIONE Vi chiediamo SOLO IL 5% del REALE incremento delle vostre vendite ! Oppure vi chiediamo SOLO LA DECIMA PARTE del vostro guadagno stimato ! Il resto è GRATIS ! A noi, questo sembra più che EQUO, e a VOI ?


Scaricare ppt "FAIR SPOT Ovvero il NUOVO concetto di pubblicità EQUA Presenta La DLR Programming & Service."

Presentazioni simili


Annunci Google