La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Elementi di Statistica descrittiva Lez. 2 - Misure di tendenza centrale - le Medie - la Moda - la Mediana ____________________ Anno scolastico 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Elementi di Statistica descrittiva Lez. 2 - Misure di tendenza centrale - le Medie - la Moda - la Mediana ____________________ Anno scolastico 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1

2 1 Elementi di Statistica descrittiva Lez. 2 - Misure di tendenza centrale - le Medie - la Moda - la Mediana ____________________ Anno scolastico 2012/2013 I.T.I.S. P.A. Fiocchi - Lecco

3 2 Valori MEDI ( o indici di posizione ) visione dinsieme Nello studio dei fenomeni collettivi è importante calcolare dei valori sintetici che siano rappresentativi dellinsieme dei dati, che diano una visione dinsieme del fenomeno. Tali valori si dicono MEDIE Si possono definire diversi tipi di medie, tra le più comuni si hanno: le medie aritmetiche, la mediana, la moda, (la media geometrica, la media armonica, la media quadratica).

4 3 Esempio Si vogliono confrontare le stature di 3 gruppi: Un gruppo di bambini Un gruppo di giocatori di pallacanestro Un gruppo di clienti di un supermercato

5 4 Poligoni di frequenza dei tre gruppi

6 5 Elementi per cui le tre distribuzioni differiscono Valore attorno al quale si distribuiscono i dati Valore attorno al quale si distribuiscono i dati Diversa distribuzione dei dati attorno al centro Diversa distribuzione dei dati attorno al centro Presenza più o meno accentuata di code a destra o sinistra Presenza più o meno accentuata di code a destra o sinistra Distribuzione più o meno appuntita. Distribuzione più o meno appuntita.

7 6 Confronto delle tre distribuzioni

8 7 Fra le misure che permettono di valutare sinteticamente tali caratteristiche ci sono: Misure di tendenza centrale: MEDIE Misure di tendenza centrale: MEDIE Misure di variabilità o dispersione Misure di variabilità o dispersione

9 8 Le misure di tendenza centrale possono essere distinte in due gruppi: Medie aritmetiche Media geometrica Media armonica Media quadratica 2° gruppo Medie lasche o di posizione Moda Mediana 1° gruppo Medie ferme o analitiche

10 9 Quali di queste è la Media più giusta? Non esiste la media migliore, ma la media da utilizzare deve essere scelta in relazione al problema che si sta risolvendo. La media più adatta, più giusta, va scelta a seconda dei DATI e degli SCOPI dellelaborazione statistica.

11 10 La Media aritmetica La Media aritmetica ponderata La Moda La Mediana Noi vedremo le seguenti medie:

12 11 Esempio 1: Valutazioni In una verifica di matematica nella classe 1^C si sono avute le seguenti valutazioni:

13 12 LA MEDIA ARITMETICA semplice Permette di ottenere come informazione quale è, in media, la valutazione generale della classe. Essa si calcola addizionando tutte le valutazione e dividendo tale somma per il numero degli alunni:

14 13 In generale, se x 1, x 2, … x n sono n dati numerici, la loro Media aritmetica (media aritmetica semplice) si ottiene sommando tutti i dati numerici e dividendo la somma per il numero dei dati:

15 14 Esempio 2 Una società di ricerca statistica deve determinare la ricchezza degli abitanti di alcuni paesi al fine di decidere dove aprire alcuni punti vendita per una ditta operante nel settore commerciale. I dati raccolti sono riportati nella seguente tabella

16 15. Esempio 2 - Tabella dei redditi rilevati

17 16 Esempio 2 - Diagramma delle frequenze dei redditi

18 17 Vogliamo calcolare dei valori numerici che siano indicativi del grado di ricchezza/povertà della popolazione del paese considerato. Gli indici più utili potrebbero essere: –il reddito medio –il reddito più diffuso –il reddito rispetto al quale la popolazione risulta divisa in due parti uguali.

19 18 Reddito relativo al 1° paese: Questa media aritmetica si dice ponderata, le frequenze rappresentano i diversi pesi che hanno i singoli valori nel calcolo della media. Più grande è la frequenza di un valore, maggiore è linfluenza che esso ha sul valore medio.

20 19 In particolare se gli n dati numerici sono tali che: il dato x 1 compare f 1 volte, x 2 f 2 volte,…. x k f k volte, la Media Aritmetica ponderata) è data da: LA MEDIA ARITMETICA ponderata

21 20 La Media Geometrica Def. Siano x 1, x 2, … x n gli n valori, tutti >0, assunti da una variabile numerica La media geometrica G di questi valori è: Vediamo qualche esempio: 1- Se x 1 e x 2 sono i due lati di un rettangolo, la media geometrica rappresenta il lato del quadrato equivalente al rettangolo.

22 21 x1x1 x2x2 G G G · G = x 1 · x 2 1- Se x 1 e x 2 sono i due lati di un rettangolo, la media geometrica rappresenta il lato del quadrato equivalente al rettangolo.

23 22 G · G · G = x 1 · x 2 · x 3 Esempio 2 Se x 1, x 2. x 3 sono i tre lati di un parallelepipedo rettangolo allora G è il lato di un cubo avente lo stesso volume.

24 23 se gli n dati numerici positivi sono tali che: il dato x 1 compare f 1 volte, x 2 f 2 volte,…. x k f k volte, la Media Geometrica è data da:

25 24 Esempio 3 Un capitale iniziale di euro viene investito ad interesse composto. Sapendo che il tasso dinteresse il primo anno è del 2%, del 4% il secondo anno e del 6% il terzo anno, calcolare il tasso medio relativo ai tre anni. C 0 = 5000 capitale iniziale: C 1 = C 0 + C 0 *r 1 = C 0 (1 + r 1 ) = 5000(1 + r 1 ) capitale alla fine del 1°anno C 2 = C 1 + C 1 *r 2 = C 1 (1 + r 2 ) = C 0 (1 + r 1 )(1 + r 2 ) capitale alla fine del 2° anno C 3 = C 2 + C 2 *r 3 = C 2 (1 + r 3 ) = C 0 (1 + r 1 )(1 + r 2 ) (1 + r 3 ) capitale alla fine del 3° anno

26 25 se indichiamo con r il tasso medio annuo costante deve risultare: Per cui da C 3 = C 0 (1 + r 1 )(1 + r 2 ) (1 + r 3 )= C 0 (1 + r) 3 C 3 = C 0 (1 + r) 3 quindi (1 + r) 3 = 5622,24/5000 da cui 1 + r = 3 1,124 r 3,9 % diversa dalla media aritmetica dei tassi = 4% avremo che (1+r) è la media geometrica (1 + r) = 3 (1 + r 1 )(1 + r 2 ) (1 + r 3 )

27 26 Esempio 4 Il numero di microrganismi di una certa coltura è aumentato da 2000 a 9000 in 3 giorni. Calcolare lincremento medio giornaliero. n 0 = 2000 numero iniziale batteri: n 1 = n 0 + n 0 *r = n 0 (1 + r) = 2000(1 + r) batteri alla fine del 1°giorno n 2 = n 1 + n 1 *r = n 1 (1 + r) = n 0 (1 + r) 2 = 2000(1 + r) 2 batteri alla fine del 2° giorno n 3 = n 2 + n 2 *r = n 2 (1 + r) = n 0 (1 + r) 3 = 2000(1 + r) 3 batteri alla fine del 3° giorno

28 27 Esempio 4 E poiché alla fine del 3° giorno ci sono 9000 batteri 2000(1 + r) 3 = 9000 (1 + r) 3 = 9000/ r = 3 4,5 r = 65,1 %

29 28 La Media Armonica Def. Siano x 1, x 2, … x n gli n valori, tutti >0, assunti da una variabile numerica La media armonica H di questi valori è:

30 29 La Media Quadratica Def. Siano x 1, x 2, … x n gli n valori assunti da una variabile numerica La media quadratica Q di questi valori è:

31 30 La Moda (o valore modale) La moda è uguale al dato che, nella distribuzione, compare con frequenza più elevata, cioè è il dato più rilevante, il dato più diffuso. Nel caso dell Esempio 1 - 2° paese Moda= = 15 milioni infatti 15 milioni è il reddito più diffuso Cioè il gruppo di abitanti con un reddito di 15 mil. è il più numeroso.

32 31 Lortogramma dei redditi del secondo paese mostra chiaramente un valore modale

33 32 Osservazioni La MODA è un valore medio interessante Se la moda è un reddito basso allora cè un gruppo consistente di cittadini poveri Se la moda è un valore alto cè un gruppo consistente di cittadini ricchi. Se il reddito è legato al tipo di attività potrebbe indicare che in quel paese una certa attività è la più diffusa, o indicare il ceto sociale prevalente.

34 33 La Mediana La Mediana è una media di posizione, è uguale al valore che si trova al centro di una distribuzione ordinata in modo crescente (o decrescente) La Mediana divide i dati in due parti tali che : il numero di osservazioni della Mediana è uguale al numero di osservazioni della Mediana

35 34. Esempio 1 - Tabella dei voti

36 35 Esempio:

37 36 Io sono il valore MEDIANO

38 37 Esercizio 3 La seguente tabella mostra i pesi in kg, degli studenti di una classe di 28 alunni. Dopo aver compilato una tabella e un grafico in excel, determina il valore centrale per ogni classe di peso e calcola la media ponderata.

39 38 Esercizio 4 Raccogli i dati relativi alle altezze in cm dei tuoi compagni di classe. Compila su un foglio di calcolo elettronico una tabella ed un grafico significativo. Calcola la media aritmetica, la moda e la mediana.

40 39 Fine lezione


Scaricare ppt "1 Elementi di Statistica descrittiva Lez. 2 - Misure di tendenza centrale - le Medie - la Moda - la Mediana ____________________ Anno scolastico 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google