La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La partecipazione della società civile agli eventi della seconda guerra mondiale Progetto curriculare, interdisciplinare di educazione alla convivenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La partecipazione della società civile agli eventi della seconda guerra mondiale Progetto curriculare, interdisciplinare di educazione alla convivenza."— Transcript della presentazione:

1 La partecipazione della società civile agli eventi della seconda guerra mondiale Progetto curriculare, interdisciplinare di educazione alla convivenza civile ITC Rosa Luxemburg (Bologna) Classi: V DL V FE a.s Il primato della coscienza, dalla campagna alluniversità: il contadino Jagerstatter e i giovani studenti della Rosa Bianca

2 Coincidenza di date, ideale continuità di coscienze Monaco (Germania), ore 17, Hans Scholl, Sophie Scholl e Cristoph Probst, esponenti del gruppo della ROSA BIANCA vengono ghigliottinati St. Radegund (Austria), FRANZ JAGERSTATTER riceve la cartolina per essere arruolato nellesercito nazista esprime il suo netto rifiuto 22 febbraio febbraio 1943

3 Questo NO al nazismo, diffuso con passione, verità e nonviolenza, è costato la condanna a morte a sette membri del gruppo e la prigione per diversi altri componenti Dallestate del 1942 al febbraio del 1943 un gruppo di giovani studenti di Monaco di Baviera distribuisce volantini firmati Rosa Bianca che incitano alla resistenza contro Hitler Hans e Sophie Scholl, Willy Graf Christoph Probst, Alex Schmorell….. un gruppo di persone unite da profonda amicizia e da una comune visione della vita fondata sul valore della persona, della libertà e della coscienza.

4 Nasce il 20 maggio 1907 a St.Radegung, un paesino nellAlta Austria. Sposato e padre di tre figli, chiamato alle armi il 23 febbraio 1943, dichiarò che come cristiano non poteva servire lideologia nazista e combattere una guerra ingiusta. Franz Jagerstatter La sua testimonianza si fonda su un alto senso della dignità della persona, sul valore della coscienza, sullimportanza della responsabilità individuale; emerge con forza il primato della coscienza, vero faro per il comportamento di un semplice laico cristiano. arrestato il 2 marzo 1943 processato Berlino nel maggio 1943 condannato a morte il 6 luglio 1943 ghigliottinato il 9 agosto 1943.

5 Benchè morti, ancora parlano Testimoni coerenti fino alla morte, testimoni oltre la morte Ci parlano e noi possiamo metterci in ascolto Combattere il male traendo forza anche dalla fede in Dio La coscienza cristiana impone il rifiuto del nazismo

6 Benchè morti, ancora parlano Non limitarsi a sopravvivere, ma vivere lottando per i propri diritti Rimane sempre la libertà e la possibilità di dire un sì o un no Saper riconoscere di essere parte della nazione che opprime Saper riconoscere i diritti degli altri popoli

7 Farsi responsabili protagonisti di una radicale non collaborazione con il male Il male, anche se diffuso, interpella comunque la responsabilità individuale La costruzione del bene esige di darsi senza risparmio per la giusta causa La costruzione del bene esige una coscienza guidata unicamente dalla verità

8 Ci sentiamo al sicuro nelle mani di Dio, qualunque cosa accada. Non è facile, ma con il suo aiuto cerchiamo di farcela. Non siamo soli. Siamo uniti nella fede e nella preghiera. Willi Graf – Rosa Bianca Scrivo con le mani legate, ma è meglio così che se fosse incatenata la volontà. Né il carcere, né le catene e neppure la morte possono separare un uomo dallamore di Dio e rubargli la sua libera volontà F. Jagerstatter

9 Nonostante Auschwitz, il male ha continuato a ripresentarsi sulla scena del mondo…… Difficilmente assisteremo alla nascita della società pura, capace di espellere dalle proprie viscere il meccanismo perverso del male estremo Possiamo solo sperare nella presenza di UOMINI GIUSTI capaci di opporsi, resistere e salvare


Scaricare ppt "La partecipazione della società civile agli eventi della seconda guerra mondiale Progetto curriculare, interdisciplinare di educazione alla convivenza."

Presentazioni simili


Annunci Google