La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA QUALITÀ IN ONCOLOGIA: INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Le nuove Frontiere del Nursing Oncologico Le nuove Frontiere del Nursing.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA QUALITÀ IN ONCOLOGIA: INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Le nuove Frontiere del Nursing Oncologico Le nuove Frontiere del Nursing."— Transcript della presentazione:

1

2 LA QUALITÀ IN ONCOLOGIA: INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Le nuove Frontiere del Nursing Oncologico Le nuove Frontiere del Nursing Oncologico Roma, Giugno 2006 a cura di M.Cavarra e I.Vallario

3 INTRODUZIONE unassistenza di buona qualità In linea di massima si potrebbe affermare che unassistenza di buona qualità dovrebbe fare le cose giuste, nel modo giusto, per dare alle persone quello che si aspettano e di cui hanno bisogno nello spazio di tempo ritenuto più idoneo

4 individuare elementi qualità Diviene importante individuare i principali elementi che costituiscono la qualità di una prestazione e in seguito cimentarsi con la misurazione e il confronto degli stessi INTRODUZIONE

5 Qualità è un fenomeno dinamicomultidimensionale La Qualità non è una proprietà assoluta, intrinseca ai servizi e indipendente dalle percezioni … … … al contrario, essa è un fenomeno dinamico e multidimensionale che dipende da molti fattori, più o meno tra loro correlati (ad esempio il tipo di prestazione ricevuta, le modalità con le quali viene erogata, i costi e i risultati che raggiunge) INTRODUZIONE

6 Qualità La Qualità può essere intesa come il risultato di una combinazione di tanti attributi, in parte oggettivi e in parte soggettivi, ciascuno dei quali partecipa, in varia misura, a qualificare le prestazioni INTRODUZIONE

7 QUALITÀ IN ONCOLOGIA qualità dellassistenza potrebbe essere definita semplicemente come il rapporto tra il servizio desiderato e quello effettivamente ricevuto Alla luce di quanto esposto potremo affermare che la qualità dellassistenza potrebbe essere definita semplicemente come il rapporto tra il servizio desiderato e quello effettivamente ricevuto

8 Risulta estremamente opportuno suddividere il concetto di qualità in alcuni elementi essenziali che ci permettano di misurare, analizzare e giudicare la qualità: Efficacia Attesa Efficacia Attesa Efficacia Pratica Efficacia Pratica Competenza Tecnica Competenza Tecnica Accettabilità Accettabilità Efficienza Efficienza Adeguatezza/Accessibilità Adeguatezza/Accessibilità Appropriatezza Appropriatezza QUALITÀ IN ONCOLOGIA

9 Efficacia Attesa: misura la capacità potenziale (probabilità) di una certa prestazione di modificare in modo favorevole le condizioni di vita delle persone cui è rivolta, quando essa venga applicata in condizioni ottimali. Efficacia Attesa: determina il limite massimo di efficacia potenzialmente raggiungibile con lerogazione delle prestazioni QUALITÀ IN ONCOLOGIA

10 Efficacia Pratica (Effectiveness): Efficacia Pratica (Effectiveness): descrive i risultati espressi in termini di condizioni di vita ottenute dallapplicazione di routine di un certo intervento, in un preciso contesto operativo; rappresenta il migliore risultato possibile allo stato delle conoscenze e delle tecnologie disponibili e descrive il miglioramento ottenuto con i servizi effettivamente erogati QUALITÀ IN ONCOLOGIA

11 Il rapporto tra E.P. (misurata in condizioni reali) ed E.A. (misurata in condizioni ideali) esprime la proporzione di miglioramento ottenuto rispetto a quello potenziale e può essere utilizzato come un indicatore qualitativo dellefficacia dellintervento QUALITÀ IN ONCOLOGIA

12 Competenza Tecnico-Scientifica (I): si intende lespressione del livello di applicazione, nel processo di erogazione del servizio, delle conoscenze scientifiche, delle abilità professionali e delle tecnologie disponibili per migliorare lo stato di bisogno della popolazione e il grado di soddisfazione degli utenti QUALITÀ IN ONCOLOGIA

13 Competenza Tecnico-Scientifica (II): essa rappresenta la dimensione della qualità più frequentemente oggetto di valutazione. Linappropriata esecuzione di procedure per mancanza di conoscenze scientifiche o per scarsa abilità tecnica del professionista incaricato può avere gravi ripercussioni sugli assistiti QUALITÀ IN ONCOLOGIA

14 Accettabilità (I): si intende il grado di apprezzamento del servizio ricevuto da parte dellutente. La soddisfazione umana è un concetto complesso che dipende da numerosi fattori quali lo stile di vita, le esperienze passate, le aspettative, i valori individuali e della società; il grado di soddisfazione per un certo servizio può essere molto diverso tra persone diverse QUALITÀ IN ONCOLOGIA

15 Accettabilità (II): la soddisfazione dellutente è uno dei più importanti fattori di qualità dellassistenza Le informazioni di ritorno degli assistiti riguardo ai servizi ricevuti, le segnalazioni di punti di forza e critici del servizio, possono essere sistematicamente utilizzate per scegliere tra metodi alternativi di erogazione e organizzazione dellassistenza QUALITÀ IN ONCOLOGIA

16 Efficienza: si riferisce al rapporto tra i risultati ottenuti dagli interventi e le risorse impiegate per realizzarli QUALITÀ IN ONCOLOGIA

17 LEfficienza si può definire secondo due modalità: (I) Si stabiliscono a priori gli standard qualitativi cui si orientano le prestazioni che si intendono erogare e in seguito si valuta lefficienza come la capacità di raggiungere i risultati attesi con il minor costo possibile valuta lefficienza come la capacità di raggiungere i risultati attesi con il minor costo possibile (II) Si stabilisce lammontare delle risorse disponibili e quindi si valuta lefficienza sulla base dei migliori risultati ottenuti QUALITÀ IN ONCOLOGIA

18 Risultano più efficienti i servizi dove: 1. A parità di risultati il costo è inferiore; 2. A parità di risorse offrono i migliori risultati. Lintroduzione del concetto di efficienza nella valutazione della qualità è molto importante, in quanto ci costringe a scegliere, tra le diverse opzioni possibili, quella che ci assicura i migliori benefici con i minori costi QUALITÀ IN ONCOLOGIA

19 Adeguatezza-Accessibilità: esprime la capacità del servizio di assicurare le prestazioni appropriate a tutti coloro che ne hanno veramente bisogno, in modo che lassistenza risulti equamente distribuita tra tutta la popolazione servita QUALITÀ IN ONCOLOGIA

20 Appropriatezza: esprime la capacità del sistema di offerta di erogare prestazioni che siano realmente utili ai casi trattati QUALITÀ IN ONCOLOGIA

21 La Qualità definibile come una capacità di migliorare lo stato di bisogno e soddisfazione di una popolazione nei limiti concessi dalle tecnologie, dalle risorse e dalle caratteristiche dellutenza non risulta assolutamente intrinseca ai servizi QUALITÀ IN ONCOLOGIA

22 INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Perché migliorare la qualità dellassistenza socio-sanitaria? Possiamo riassumere le motivazioni di fondo in cinque grossi raggruppamenti: - motivi di ordine etico - motivi di servizio - motivi di ordine economico - motivi di rispetto degli assistiti - motivi di ordine normativo

23 INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Lobbligo di erogare adeguati servizi socio- sanitari alla popolazione rappresenta un valore universalmente riconosciuto in quanto risponde a tre dei principi basilari sui quali si fondono gli Stati moderni: - il principio di difesa della vita umana - il principio di eguaglianza delle persone - il principio di solidarietà tra i membri della società

24 INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA PERCHÈ ACCREDITARE UNUNITA OPERATIVA DI ONCOLOGIA?

25 PERCHÈ ACCREDITARE UNUNITA OPERATIVA DI ONCOLOGIA? n processo, sistematico e complesso, diretto ad accordare fiducia a qualcuno o a qualcosa; prospetta, un procedimento da parte di un soggetto finalizzato a riconoscere in un altro soggetto una condizione abilitante a fare qualcosa ovvero a rimuovere un ostacolo, stabilito dallordinamento, allesercizio di una determinata attività Per Accreditamento, si intende un processo, sistematico e complesso, diretto ad accordare fiducia a qualcuno o a qualcosa; prospetta, un procedimento da parte di un soggetto finalizzato a riconoscere in un altro soggetto una condizione abilitante a fare qualcosa ovvero a rimuovere un ostacolo, stabilito dallordinamento, allesercizio di una determinata attività Primicerio B.,Il Servizio Sanitario Nazionale : struttura,organizzazione e modelli gestionali Edizioni Luigi Pozzi

26 PERCHÈ ACCREDITARE UNUNITA OPERATIVA DI ONCOLOGIA? Finalità dellAccreditamento in Italia Impostare un sistema sanitario basato su un regime di libera concorrenza tra pubblico e privato Raggiungere, Mantenere e dove possibile Migliorare il livello di qualità del servizio e/o delle prestazioni sanitarie erogate, nonché dei professionisti (soggetti erogatori)

27 PERCHÈ ACCREDITARE UNUNITA OPERATIVA DI ONCOLOGIA? Oncologia Finalità dellAccreditamento in Oncologia Garantire al paziente una struttura che sappia svolgere la funzione specifica: assistenza al paziente oncologico nelle varie fasi della malattia Aumentare il livello di qualità della struttura e/o del professionista attraverso requisiti qualitativi e/o idonee attività operative

28 Assistenza al paziente oncologico nelle varie fasi della malattia = Prevenzione - diagnosi - cura e trattamento specifico - follow up - terapia di supporto - assistenza domiciliare Aumentare il livello di qualità della struttura e/o del professionista attraverso requisiti qualitativi e/o idonee attività operative = Prevedere personale specializzato in ambito oncologico Infermieri: Master in Nursing Care e Medicina Palliativa Altri operatori: Corsi di Perfezionamento NellUnità Operativa di Oncologia

29 Le strutture e i professionisti mirano a passare da un Accreditamento Istituzionale allAccreditamento di eccellenza Certificazione ISO 9000 PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA

30 INTRALCIO BUROCRATICO? AZIENDAPROFESSIONISTA LIVELLI DI QUALITA EROGATA

31 CONCLUSIONI Lattenzione alla qualità nasce per meglio focalizzarsi sul cittadino, soggetto di diritti, strategie, interessi, con una propria autonomia

32 La qualità non è più intrinseca allazione professionale, aziendale, amministrativa, definita e valutata quindi solo dal produttore di beni e di servizi CONCLUSIONI

33 È anche, e sempre più, qualità definita dal cittadino e dal paziente, in un ruolo che, in particolare in campo sanitario non estromette i produttori (organizzazioni e professionisti) ma li coinvolge in un processo dialogico e collaborativo di continua ri-qualificazione, di continuo miglioramento CONCLUSIONI

34 M.Cavarra e I.Vallario


Scaricare ppt "LA QUALITÀ IN ONCOLOGIA: INTRALCIO BUROCRATICO O PRESUPPOSTO PER LECCELLENZA? Le nuove Frontiere del Nursing Oncologico Le nuove Frontiere del Nursing."

Presentazioni simili


Annunci Google