La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Volontariato e servizi Lavorare insieme in ambito socio-sanitario Dott.ssa Barbara Giacconi Convegno Interregionale A.V.U.L.S.S. Tolentino, 8 ottobre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Volontariato e servizi Lavorare insieme in ambito socio-sanitario Dott.ssa Barbara Giacconi Convegno Interregionale A.V.U.L.S.S. Tolentino, 8 ottobre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Volontariato e servizi Lavorare insieme in ambito socio-sanitario Dott.ssa Barbara Giacconi Convegno Interregionale A.V.U.L.S.S. Tolentino, 8 ottobre 2005

2 I volontari operano in un contesto sociale mutevole che richiede capacità di flessibilità ed adattamento. Cambiamenti nei servizi socio-sanitari: processo di aziendalizzazione (sanità), processo di aziendalizzazione (sanità), regionalizzazione dei modelli sociali e sanitari. regionalizzazione dei modelli sociali e sanitari.

3 Cambiamenti nella comunità: aumento qualitativo e quantitativo della domanda per aumento qualitativo e quantitativo della domanda per - progressi della medicina (più persone non autossuff.), - processi di immigrazione; diminuiscono le possibilità della famiglia di rispondere al bisogno di cura (famiglia da parentale a nucleare, cambia il ruolo della donna) aumenta la domanda di assistenza verso i servizi; diminuiscono le possibilità della famiglia di rispondere al bisogno di cura (famiglia da parentale a nucleare, cambia il ruolo della donna) aumenta la domanda di assistenza verso i servizi; bisogni multidimensionali (salute+lavoro+casa…); bisogni multidimensionali (salute+lavoro+casa…); molteplicità delle risposte (istituzioni e soggetti diversi); molteplicità delle risposte (istituzioni e soggetti diversi); crisi del Welfare. crisi del Welfare.

4 Allinterno di questo complesso sistema, come possono lavorare in rete i soggetti che partecipano alla cura e allassistenza delle persone? Quando un problema sociale viene gestito e si risolve è perché unefficace dinamica di rete si è messa in moto al suo interno.

5 Cosè il lavoro di rete? Per lavoro di rete si intende quella attività che porta i soggetti che lavorano, a vario titolo, nei servizi alla persona ad interagire fra loro, sviluppando migliori relazioni finalizzate al fronteggiamento di un problema. Lattività di volontariato, che deve essere integrativa e non sostitutiva del lavoro dei servizi, trova nel lavoro di rete la massima espressione di quella partecipazione, solidarietà e pluralismo richiamate dalla Legge – quadro (n. 266/1991 art. 1).

6 Che ruolo ha il volontariato in questo contesto? Elementi essenziali propri della natura del volontariato: spontaneità spontaneità gratuità gratuità servizio agli altri servizio agli altri rispetto rispetto condivisione condivisione solidarietà solidarietà promozione degli individui promozione degli individui personalizzazione personalizzazione partecipazione partecipazione responsabilità responsabilità continuità continuità democraticità della forme organizzative democraticità della forme organizzative

7 Il ruolo del volontariato assume diverse connotazioni: individuazione dei bisogni emergenti, individuazione dei bisogni emergenti, anticipazione nella risposta ai bisogni emergenti, anticipazione nella risposta ai bisogni emergenti, stimolo e contatto delle istituzioni pubbliche a tutela dei diritti dei cittadini, stimolo e contatto delle istituzioni pubbliche a tutela dei diritti dei cittadini, integrazione dei servizi esistenti, pubblici e privati, integrazione dei servizi esistenti, pubblici e privati, formazione della cultura della solidarietà. formazione della cultura della solidarietà.

8 Il volontariato rappresenta una specificità, allinterno dei servizi e della comunità, per il valore della gratuità insito nel suo agire, che si contrappone al rischio di mercantilizzazione di ogni attività umana (anche quelle di cura).

9 Il volontariato allinterno dei servizi non è solo… … integrazione delle attività dei professionisti, … una risorsa a cui attingere in una fase di crisi del Welfare State, e di ritirata del pubblico nel settore dellassistenza e della sanità.

10 Il volontariato è … … spesso più efficace del settore pubblico perché offre una cura dal volto umano, meno standardizzata, meno burocratizzata e fortemente motivata; … capace di individuare i bisogni emergenti, per le sue relazioni di vicinanza e condivisione; … presente in aree di bisogno dove né lo Stato né il mercato arrivano; … garante del rispetto della dignità umana e di un livello di giustizia sociale più alto (advocacy).

11 Obiettivo del volontariato e dei servizi: fare insieme con e non al posto di, valorizzare al massimo le potenzialità e la dignità delle persone assistite e delle reti di aiuto formali e informali. Filosofia degli interventi: promozione e rispetto dellautonomia e della responsabilità delle persone assistite e dei soggetti ad esse vicini. Ogni forma di aiuto è più efficace se chi ne è destinatario partecipa attivamente al progetto stesso di aiuto.

12 Ma come possono concretamente fare rete il volontariato ed i servizi? Non cè una ricetta valida in tutte le situazioni. Tutti i soggetti concorrono a costruire la rete e quindi a costruire relazioni (identificazione, analisi, costruzione, rafforzamento, mantenimento). Il volontariato, per le sue caratteristiche di gratuità e dono, dà un notevole contributo per il mantenimento dei legami sociali e della qualità di vita delle persone.

13 Cosa possono fare i servizi per realizzare questa sinergia? Chi opera nei servizi deve saper percepire il volontariato come un soggetto attivo, un interlocutore nella progettazione degli interventi che deve essere condivisa. Rischi di utilizzo della risorsa volontariato per fini utilitaristici o residuali.

14 Cosa possono fare le organizzazioni di volontariato? Possono agire su due livelli: sul piano progettuale L. 328/2000 il volontariato, insieme ai soggetti pubblici e privati, è chiamato a collaborare ai PDZ (importante strumento di lettura dei bisogni e delle risorse del territorio, di condivisione degli obiettivi, di coordinamento e di rappresentanza); sul piano progettuale L. 328/2000 il volontariato, insieme ai soggetti pubblici e privati, è chiamato a collaborare ai PDZ (importante strumento di lettura dei bisogni e delle risorse del territorio, di condivisione degli obiettivi, di coordinamento e di rappresentanza); Sul piano operativo-gestionale allinterno dei servizi dove i volontari operano. Sul piano operativo-gestionale allinterno dei servizi dove i volontari operano.

15 Approfondiamo il piano operativo-gestionale… concentrare le risorse in situazioni in cui è certamente utile e insostituibile; concentrare le risorse in situazioni in cui è certamente utile e insostituibile; adeguare le attività ai molteplici e concreti bisogni (v. in struttura e v. territoriale); adeguare le attività ai molteplici e concreti bisogni (v. in struttura e v. territoriale); dare una risposta immediata ai bisogni immediati (assistenza), dare una risposta immediata ai bisogni immediati (assistenza), mobilitare le risorse della rete parentale, amicale e della comunità (promozione); mobilitare le risorse della rete parentale, amicale e della comunità (promozione); stimolare i servizi (advocacy); stimolare i servizi (advocacy);

16 coinvolgimento nella fase progettuale formulazione e revisione in équipe del c.d. Piano di Assistenza Individuale, chi fa che cosa? coinvolgimento nella fase progettuale formulazione e revisione in équipe del c.d. Piano di Assistenza Individuale, chi fa che cosa? massima attenzione alla comunicazione non solo riunioni ma un aggiornamento quotidiano. Stessi spazi in tempi diversi … strumento del diario. massima attenzione alla comunicazione non solo riunioni ma un aggiornamento quotidiano. Stessi spazi in tempi diversi … strumento del diario. I volontari dentro i servizi promuovono fra i professionisti unimportante dimensione valoriale e culturale. Rischio di un settore pubblico più disposto a delegare che a collaborare.

17 Volontariato come risorsa etica per la società, tanto più apprezzabile in un epoca di disorientamento valoriale. Volontariato come riserva etica, rappresenta la libertà delluomo fondata sul donarsi gratuitamente e costruire socialità, al di fuori dei condizionamenti dello stato e del mercato.


Scaricare ppt "Volontariato e servizi Lavorare insieme in ambito socio-sanitario Dott.ssa Barbara Giacconi Convegno Interregionale A.V.U.L.S.S. Tolentino, 8 ottobre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google