La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Loccidente germanico e loriente bizantino secc. V e VI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Loccidente germanico e loriente bizantino secc. V e VI."— Transcript della presentazione:

1 Loccidente germanico e loriente bizantino secc. V e VI

2 Regni romano-barbarici 476 d.C.: deposizione dell'ultimo imperatore Romolo Augustolo e fine dell'Impero romano d'Occidente Nascita di nuovi regni, detti regni romano-barbarici, che si erano andati formando nelle ex province romane a partire dalle invasioni del V secolo Molti Germani si erano convertiti al cristianesimo, ma abbracciando leresia ariana, mentre altri erano rimasti pagani

3 Teodorico fonda un Regno ostrogoto in Italia ( ) Gli Ostrogoti, che erano ariani, guardavano con sospetto al crescente potere del vescovo di Roma; tale sospetto si acuì quando limperatore dOriente (Giustino I) cominciò a perseguitare gli ariani Teodorico, allora, imprigionò il papa e molti esponenti della classe dirigente romana furono giustiziati. Alla morte di Teodorico (526) il regno versava in una situazione di grave debolezza. Teodorico rappresentato in una miniatura del XII secolo.

4 LEuropa nel 526

5 Larianesimo L'arianesimo è una dottrina cristologica elaborata dal monaco e teologo cristiano Ario ( ) e condannata al primo concilio di Nicea (325). Egli non negava la Trinità, ma subordinava il Figlio al Padre, negandone la natura divina. Battesimo di Cristo, Mosaico della cupola del Battistero degli Ariani, Ravenna.

6 LImpero bizantino raccoglie leredità dellImpero romano Mentre lImpero dOccidente era preda dei barbari, lImpero romano dOriente sia avviava verso una stabilità economico- istituzionale destinata a durare altri mille anni grazie alla: struttura statale romana cultura e lingua greca religione cristiana

7 LImpero bizantino La posizione geografica di ponte tra Oriente e Occidente fece di Costantinopoli (la sua capitale costruita sulle rovine della città greca di Bisanzio) una città aperta a tutti gli stimoli culturali Tutto lImpero fu multietnico: come lantica Roma, la nuova Roma fu grande perché seppe assorbire tutti i popoli senza perdere la sua identità

8 Nasce la distinzione tra la Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa Il cesaropapismo Costantino, nel Concilio di Nicea (325), aveva dichiarato eretica la religione ariana ed aveva assunto la doppia veste di capo politico e di capo spirituale. Questo doppio potere venne chiamato cesaropapismo che non venne accettato dai vescovi di Roma che lottavano, al contrario, per affermare la loro suprema autorità in materia di fede. La Chiesa si divise, quindi, in: Chiesa cattolica romana Chiesa ortodossa (vera fede") bizantina

9 Subito espresse, con forte convincimento, che: le leggi romane erano superiori a tutte le altre i barbari dovevano essere scacciati e limpero doveva tornare ai suoi vecchi confini. Sale al trono limperatore Giustiniano 527

10 Il Codice di Giustiniano (Corpus Iuris Civilis) salva le leggi romane (527) Raccolta sistematica del patrimonio giuridico romano. Si articola in quattro parti: 1.Le leggi emanate dagli imperatori (Codice) 2.Le leggi emanate da Giustiniano stesso (Nuove Costituzioni) 3.Le sentenze dei giuristi romani (Digesto) 4.I fondamenti del diritto (Istituzioni) Il Codice di Giustiniano ebbe unimportanza enorme nella storia perché fornì le basi giuridiche dellOccidente medievale e moderno. Perse la sua funzione di modello legislativo solo nel 1804, anno in cui entrò in vigore il Codice napoleonico.

11 Giustiniano attacca i Regni romano-barbarici In Africa: sconfigge i Vandali In Spagna: riconquista la parte meridionale del Regno visigoto In Italia:sconfigge gli Ostrogoti (guerra greco- gotica ) Mappa dellImpero bizantino: prima dellavvento di Giustiniano (527) e dopo la sua morte (565)

12 Guerra greco-gotica: una guerra lunga e distruttiva ( ) Gli Ostrogoti furono sconfitti Nuova epidemia di peste Guerra e peste causarono in Italia 15 milioni di morti, la metà della popolazione di allora I Bizantini affidarono i loro possedimenti italiani a un governatore chiamato esarca che scelse, come residenza, Ravenna

13 I Bizantini opprimono gli Italici Fu creata una rete di dazi (tasse) su tutte le merci in movimento I vescovi divennero funzionari agli ordini di Bisanzio Il papa veniva comandato a bacchetta dallimperatore (cesaropapismo) Fu imposto il greco come lingua ufficiale

14 In seguito alla guerra greco-gotica, lItalia va in rovina Vaste zone della penisola rimasero senza abitanti I campi furono divorati dallincolto Molte strade caddero in disuso Nelle città interi quartieri si svuotarono I Bizantini ingaggiarono dei mercenari (guerrieri germanici) che furono congedati anzitempo a causa del loro comportamento bestiale: i Longobardi

15 RAVENNA sec. V a.C. - V d.C. I sec. a.C.: Augusto fondò il porto di Classe III sec. d.C: Ravenna decadde IV sec. d.C. (402): divenne capitale dellImpero dOccidente, quando Onorio lasciò Milano e si trasferì a Ravenna Onorio costruì un immenso palazzo imperiale che si estendeva a sud fino al mare

16 Galla Placidia Costantinopoli, 388/392 – Roma, 450 imperatrice romana, sorella di Onorio e figlia dellimperatore Teodosio I che regnò dal 378 al 395 dapprima prigioniera dei Visigoti, poi loro regina Sposò il re Ataulfo e tentò una politica di avvicinamento tra barbari e Romani, ma il tentativo fallì alla morte del re

17 Galla Placidia Costantinopoli, 388/392 – Roma, 450 Sposò l'imperatore Costanzo III, ma la morte del consorte fu seguita da un rapido degrado dei rapporti col fratello Onorio, e Galla dovette rifugiarsi con i due figli a Costantinopoli, alla corte del nipote Teodosio II. A seguito della morte di Onorio, in Occidente salì al trono un usurpatore; con l'aiuto dell'esercito orientale, Galla tornò in Occidente, depose l'usurpatore e pose sul trono il giovanissimo figlio Valentiniano III, per il quale fu reggente.

18 Il mausoleo di Galla Placidia Prima metà del V secolo Mausoleo imperiale annesso alla chiesa di Santa Croce secondo un modello documentato sia a Roma (Mausoleo di Santa Costanza) che a Costantinopoli. Infatti l'edificio, in origine era collegato con un portico, ora perduto, alla chiesa della quale oggi rimangono pochi resti.

19 La Ravenna del goto Teodorico Mantenne la capitale a Ravenna arricchendola di monumenti. Costruì a Cesarea (tra Ravenna e Classe) un palazzo reale e una basilica palatina (cioè annessa al palazzo) dove amministrava la giustizia Eresse una cattedrale ariana (ora chiesa di Santo Spirito) e, vicino, un battistero degli ariani Il palazzo reale fu distrutto, ma la basilica si trasformò; fu trasformata in una chiesa e divenne SantApollinare Nuovo (la ricchezza dei mosaici testimoniano il gusto bizantino del re germanico). Palazzo di Teodorico a Ravenna, mosaico nella basilica di SantApollinare Nuovo

20 Lepoca di Giustiniano ) e Teodora Giustiniano successe a Teodorico; riconquistò Ravenna e ne fece la capitale dellEsarcato (possedimenti bizantini in Italia). Creò le basiliche di San Vitale e di SantApollinare in Classe


Scaricare ppt "Loccidente germanico e loriente bizantino secc. V e VI."

Presentazioni simili


Annunci Google