La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La conversione al cristianesimo delle popolazioni germaniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La conversione al cristianesimo delle popolazioni germaniche."— Transcript della presentazione:

1 La conversione al cristianesimo delle popolazioni germaniche

2 1 a Premessa Riordino dellImpero Romano da parte di Diocleziano ( ) Per migliorarne lamministrazione e il governo Diocleziano divise lImpero in 4 parti: due costituivano lImpero Romano dOccidente; due lImpero Romano dOriente. Due Imperatori (Augusti) e due sottoposti (Cesari). La divisione influenzerà per tutti i secoli successivi la distinzione della Chiesa bizantina e quella romana.

3 Gruppo statuario dei tetrarchi, simboleggiante la riforma attuata da Diocleziano per risolvere il problema della successione imperiale. Le due coppie di personaggi che si danno il bacio della pace sono i due Augusti, cioè i due imperatori in carica, e i due Cesari, cioè i due vice-imperatori, destinati a succedere loro. Gruppo statuario dei tetrarchi, simboleggiante la riforma attuata da Diocleziano per risolvere il problema della successione imperiale. Le due coppie di personaggi che si danno il bacio della pace sono i due Augusti, cioè i due imperatori in carica, e i due Cesari, cioè i due vice-imperatori, destinati a succedere loro. Blocco in porfido, Basilica di S.Marco, Venezia.

4 2 a premessa: La diffusione del Cristianesimo allinterno dellImpero Romano fino al 5° secolo

5 Dal I al sec.IV le varie stirpi residenti lungo il Reno, il Limes, e sul Danubio avevano contatti a volte amichevoli, a volte ostili con i Romani. LImpero aveva di volta in volta assoldato nel suo esercito truppe di mercenari appartenenti a questi popoli. A volte queste tribù era anche stanziate allinterno dei confini dellImpero

6 Conseguenze del lungo stanziamento armato delle popolazioni germaniche nei territori dellImpero: Conseguenze del lungo stanziamento armato delle popolazioni germaniche nei territori dellImpero: Sofferenze alla popolazione romana Sofferenze alla popolazione romana Lento adattamento delle tribù germaniche Lento adattamento delle tribù germaniche

7 Religione pagana comune a tutte le tribù: tragico e cupo fatalismo. Religione pagana comune a tutte le tribù: tragico e cupo fatalismo. La conversione avveniva in massa non per conversione personale. La conversione avveniva in massa non per conversione personale.

8 Ora consideriamo: La conversione dei Visigoti La conversione dei Visigoti La conversione degli Ostrogoti La conversione degli Ostrogoti La conversione dei Franchi La conversione dei Franchi

9 La conversione al cristianesimo dei Visigoti

10 2. Dove si trovavano i Visigoti nel IV secolo 1. Dove si trovavano i Visigoti nel III-IV secolo 4. Dove si stanziano definitivamente dal I loro spostamenti allinizio del V secolo

11 Il popolo dei Visigoti fu il primo a convertirsi al cristianesimo, lo fece assumendolo, però, nella sua forma ariana. Il popolo dei Visigoti fu il primo a convertirsi al cristianesimo, lo fece assumendolo, però, nella sua forma ariana. Infatti erano in contatto molto stretto (geograficamente) con Costantinopoli (Costanzo, Valente imperatori appoggiano la confessione ariana). Infatti erano in contatto molto stretto (geograficamente) con Costantinopoli (Costanzo, Valente imperatori appoggiano la confessione ariana). Il tramite di questa conversione fu Wulfila (o Ulfila), Goto (Visigoto) inviato dai suoi capi quale ambasciatore presso la corte bizantina. Il tramite di questa conversione fu Wulfila (o Ulfila), Goto (Visigoto) inviato dai suoi capi quale ambasciatore presso la corte bizantina.

12 Ulfila, infatti, figlio di prigionieri cristiani, conosceva il goto, il latino e il greco e ciò lo rendeva particolarmente adatto alla funzione che doveva ricoprire. Ulfila, infatti, figlio di prigionieri cristiani, conosceva il goto, il latino e il greco e ciò lo rendeva particolarmente adatto alla funzione che doveva ricoprire. Nel 348 il vescovo di Costantinopoli (Eusebio di Nicomedia) lo ordina vescovo e lo invia tra i Visigoti quale vescovo missionario. Nel 348 il vescovo di Costantinopoli (Eusebio di Nicomedia) lo ordina vescovo e lo invia tra i Visigoti quale vescovo missionario. Traduce la Bibbia nella lingua gotica e ciò favorì moltissimo la sua attività missionaria. Traduce la Bibbia nella lingua gotica e ciò favorì moltissimo la sua attività missionaria. NB. Nella prassi pastorale di Costantinopoli era normale tradurre i testi sacri e liturgici nelle lingue locali. NB. Nella prassi pastorale di Costantinopoli era normale tradurre i testi sacri e liturgici nelle lingue locali.

13 Wulfila svolse la sua attività missionaria presso i suoi conterranei per circa 40 anni. Wulfila svolse la sua attività missionaria presso i suoi conterranei per circa 40 anni. La fede ariana fu custodita dal popolo Goto e gelosamente mantenuta come patrimonio distintivo nazionale, contrapposta a quella cattolica, anche quando limperatore Teodosio ( ) adottò la fede nicena (ortodossa) come legge dellImpero. La fede ariana fu custodita dal popolo Goto e gelosamente mantenuta come patrimonio distintivo nazionale, contrapposta a quella cattolica, anche quando limperatore Teodosio ( ) adottò la fede nicena (ortodossa) come legge dellImpero.

14 Caratteristiche dellarianesimo visigoto Professione della fede omeista (il Figlio è solo simile al Padre, non eterno come lui); Professione della fede omeista (il Figlio è solo simile al Padre, non eterno come lui); Ripudio delle speculazione trinitarie e cristologiche dei Greci; Ripudio delle speculazione trinitarie e cristologiche dei Greci; Uso della lingua germanica nelle funzioni liturgiche; Uso della lingua germanica nelle funzioni liturgiche; Il re governa la Chiesa secondo il sistema della chiese proprie (nomina dei vescovi e convocazione dei sinodi). Il re governa la Chiesa secondo il sistema della chiese proprie (nomina dei vescovi e convocazione dei sinodi).

15 378 battaglia di Adrianopoli. Imperatore Valente ucciso. 378 battaglia di Adrianopoli. Imperatore Valente ucciso. Vani tentativi di Teodosio e S.Giovanni Crisostomo di convertire alla fede nicena i Visigoti. Vani tentativi di Teodosio e S.Giovanni Crisostomo di convertire alla fede nicena i Visigoti. Popolo trasmigra verso Occidente: devasta la Grecia e Roma (410) (Alarico). Popolo trasmigra verso Occidente: devasta la Grecia e Roma (410) (Alarico). Una nuova patria nella Gallia meridionale (419). Una nuova patria nella Gallia meridionale (419). … la storia prosegue

16 Sorse il primo regno germanico indipendente sul suolo romano. Sorse il primo regno germanico indipendente sul suolo romano. Si vedrà più avanti come e quando avvenne la conversione dei Visigoti alla fede cattolica. Si vedrà più avanti come e quando avvenne la conversione dei Visigoti alla fede cattolica.

17 I Vandali professav ano già larianesi mo quando incominci arono a muoversi dalla Pannonia insieme agli Svevi e agli Alani. I Vandali professav ano già larianesi mo quando incominci arono a muoversi dalla Pannonia insieme agli Svevi e agli Alani. 2 brevi excursus: i Vandali e i Burgundi 1. Dove si trovavano i Vandali nel IV secolo 2. I Vandali allinizio del V secolo 3. I Vandali a metà del V secolo

18 Passati alla storia per la loro ferocia. Passati alla storia per la loro ferocia. Dopo le marce devastatrici attraverso la Gallia, si stabilirono nel 409 nella penisola iberica. Dopo le marce devastatrici attraverso la Gallia, si stabilirono nel 409 nella penisola iberica. Erano sempre ariani quando passarono in Africa Nord occidentale (429), dove il re Genserico ( ), uomo dalle capacità straordinarie, eliminò lentamente la dominazione romana e lì fondò un regno vandalico. Nel 431, con Agostino vescovo di Ippona sul letto di morte i Vandali erano alle porte della città. Nel 455 giunsero perfino ad assaltare e saccheggiare Roma. Erano sempre ariani quando passarono in Africa Nord occidentale (429), dove il re Genserico ( ), uomo dalle capacità straordinarie, eliminò lentamente la dominazione romana e lì fondò un regno vandalico. Nel 431, con Agostino vescovo di Ippona sul letto di morte i Vandali erano alle porte della città. Nel 455 giunsero perfino ad assaltare e saccheggiare Roma.

19 Il regno vandalico Il regno vandalico

20 I Vandali concepirono anche il progetto di estirpare il cattolicesimo dalle terre da loro occupate. Questo diede luogo, durante i regni di Genserico e Unserico ( ), a ripetute persecuzioni, che colpivano soprattutto i vescovi e i nobili. I Vandali concepirono anche il progetto di estirpare il cattolicesimo dalle terre da loro occupate. Questo diede luogo, durante i regni di Genserico e Unserico ( ), a ripetute persecuzioni, che colpivano soprattutto i vescovi e i nobili. Alla fine fu limperatore Giustiniano a travolgere il regno dei Vandali grazie allesercito guidato dal generale Belisario (534). Alla fine fu limperatore Giustiniano a travolgere il regno dei Vandali grazie allesercito guidato dal generale Belisario (534).

21 LEuropa verso il 565 dopo le guerre bizantine di Giustiniano


Scaricare ppt "La conversione al cristianesimo delle popolazioni germaniche."

Presentazioni simili


Annunci Google