La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lascesa di Costantino 305: Diocleziano abdica 312: Costantino sconfigge Massenzio a Ponte Milvio 324: Costantino sconfigge Licinio Costantino riunisce.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lascesa di Costantino 305: Diocleziano abdica 312: Costantino sconfigge Massenzio a Ponte Milvio 324: Costantino sconfigge Licinio Costantino riunisce."— Transcript della presentazione:

1 Lascesa di Costantino 305: Diocleziano abdica 312: Costantino sconfigge Massenzio a Ponte Milvio 324: Costantino sconfigge Licinio Costantino riunisce le due parti dellImpero

2 La politica religiosa di Costantino Diversamente rispetto a Diocleziano Costantino si rende conto dellimportanza del Cristianesimo per lunità dellimpero: In oriente la maggior parte della popolazione è cristiana Diversamente rispetto il sincretismo romano, il cristianesimo è in grado di dare unità alla popolazione

3 313: Editto di Milano Noi Costantino Augusto e Licinio Augusto felicemente riuniti in Milano, e trattando di ciò che riguarda la sicurezza e utilità pubblica, abbiamo creduto che uno dei primi nostri doveri fosse di regolare ciò che interessa il culto della divinità, e di dare ai cristiani, come a tutti gli altri nostri sudditi, la libertà di seguire la loro religione.

4 Le diverse conseguenze delleditto. I cristiani possono esprimere liberamente la loro religione. Costantino può avvalersi della collaborazione di èlites culturali e economiche forti in oriente. Costantino, avvalendosi del titolo di pontefice ereditato dalla tradizione classica può controllare lepiscopato.

5 325: Il concilio di Nicea Costantino si attribuisce il diritto di controllare lepiscopato riunendo un concilio a Nicea. Si cercherà soprattutto di combattere lArianesimo.

6 330: la capitale dellImpero si trasferisce Per tenere sotto controllo il fronte orientale, Costantino sposta la capitale a Bisanzio Conseguenze: lamministrazione dellImpero sarà sempre più legata alla cultura greca.

7 Le invasioni barbariche del IV secolo Agli inizi del IV secolo la popolazione steppica degli Unni si sposta verso occidente alla ricerca di nuovi pascoli. Effetto domino: il popolo dei Visigoti intorno al 375 si sposta sul confine danubiano.

8 La disfatta di Adrianopoli Nel 378 i Visigoti sbaragliano lesercito imperiale ad Adrianopoli

9 La caduta dellImpero in Occidente I Visigoti vengono nominati foederati dellimperatore di Oriente Nel 402 i Visigoti si spostano nelle Gallie Nel 410 viene saccheggiata Roma Nel 476 lultimo imperatore viene cacciato.

10 Per riprendere i problemi: la linea del tempo: 324: Costantino imperatore 325: Concilio di Nicea 364: dopo una breve parentesi, lImpero torna diviso 378: Lesercito romano è massacrato a Adrianopoli 379: Teodosio nomina i Visigoti come federati 395: impero diviso tra Onorio e Arcadio 402: i Visigoti invadono le Gallie

11 Verso i Regni romano-germanici

12 476: finisce unepoca! 476: il principe degli Eruli Odoacre allontana lultimo imperatore Romolo Augusto Per la prima volta non cè più un imperatore ma un re! Ormai il resto dellEuropa occidentale è in mano dei popoli germanici

13 493: Teodorico entra a Ravenna Su istigazione bizantina il re degli Ostrogoti Teodorico dichiara guerra a Odoacre. 493: la popolazione ariana degli Ostrogoti assume il controllo della penisola Sotto Teodorico si afferma una politica di tolleranza rispetto la popolazione locale (giustapposizione)

14 526: la situazione precipita 526: muore Teodorico Iniziano gli scontri tra la gli Ostrogoti ariani e la popolazione locale cattolica Ne approfitta limperatore Giustiniano per estendere i territori bizantini in Italia

15 : La guerra greco-gotica Mentre Totila stava occupandosi di queste faccende, gli ufficiali dellesercito romano insieme coi soldati continuavano a saccheggiare le proprietà dei loro sudditi italiani, non astenendosi nemmeno da soprusi e scostumatezze. Gli ufficiali, entro le stesse mura delle città, si davano a baldorie con donne di malaffare, e i soldati si dimostravano sempre più insubordinati verso i loro superiori e si abbandonavano ad ogni genere di licenze.Così agli Italiani toccava sopportare gravissimi disagi per colpa delluno e dellaltro esercito. Mentre, infatti, erano privati delle loro terre dai nemici, dallesercito dellimperatore venivano depredati dei loro beni personali, e inoltre capitava loro di subire anche violenze fisiche e persino di essere uccisi senza alcun motivo, oltre a dover patire la penuria di viveri. I soldati, incapaci di difendersi dalle offese che ricevevano dai nemici, non solo non provavano nessuna vergogna per le condizioni in cui erano venuti essi stessi a trovarsi, ma col loro deprecabile comportamento costringevano la gente a rimpiangere di non essere più dominata dai barbari.


Scaricare ppt "Lascesa di Costantino 305: Diocleziano abdica 312: Costantino sconfigge Massenzio a Ponte Milvio 324: Costantino sconfigge Licinio Costantino riunisce."

Presentazioni simili


Annunci Google