La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I punti cardinali Orizzonte: (dal greco orizo = limitato) è il campo visivo di un osservatore, in cui il cielo e la terra sembrano toccarsi. Per individuare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I punti cardinali Orizzonte: (dal greco orizo = limitato) è il campo visivo di un osservatore, in cui il cielo e la terra sembrano toccarsi. Per individuare."— Transcript della presentazione:

1 I punti cardinali Orizzonte: (dal greco orizo = limitato) è il campo visivo di un osservatore, in cui il cielo e la terra sembrano toccarsi. Per individuare nella cerchia dellorizzonte una località si fa riferimento a quattro punti cardinali: Nord o Settentrione corrisponde alla direzione della Stella Polare Sud o Meridione o Mezzogiorno indica il punto opposto quando il sole raggiunge posizione più elevata che avviene alle ore 12. Est o Oriente (dal latino oriens=nascente) è il punto in cui il sole si affaccia sullorizzonte Ovest o Occidente (dal latino occidens=cadente) è il punto in cui il sole tramonta.

2 Le coordinate geografiche Servono per stabilire la posizione assoluta di una qualsiasi località sulla superficie terreste Latitudine: è la distanza angolare di un punto rispetto allequatore sullarco di meridiano, si misura in gradi da 0° a 90° nord e da 0° a 90° sud. Ogni grado di lat. Misura circa 111 km. Longitudine: è la distanza angolare sullarco di parallelo di un punto rispetto al meridiano di Greenwich. Si misura in gradi da 0° a 180° est e da 0° a 180° ovest. Non è possibile stabilire una distanza costante tra i gradi di long. perché i meridiani convergono verso i poli. Altitudine: misura laltezza sopra il livello del mare

3

4 Il tempo Il globo terrestre è suddiviso in 24 spicchi di circa 15° di long. (15x24=360) e presentano unora di differenza luno dallaltro. Il meridiano di Greenwich misura il tempo universale Procedendo verso est le ore si aggiungono, verso ovest si sottraggono. Il 180° meridiano indica la linea del cambiamento di data, se si procede da ovest verso est, compiendo il giro del mondo, bisogna saltare alla stessa ora del giorno seguente. Viceversa se si procede da est verso ovest.

5

6 Le carte geografiche rappresentazione della realtà ridottaapprossimata Simbolica

7 Ridotta: scala di riduzione Approssimata: poiché non è possibile riportare la superficie di un sfera su un piano, ogni rappresentazione della superficie terrestre deve essere più o meno deformata. I metodi usati per la rappresentazione sono le proiezioni geografiche. Simbolica: per raffigurare diversi oggetti geografici (ferrovie, strade, ponti, coltivazioni, ecc) bisogna usare opportuni simboli geografici

8 Scala Scala di riduzione è il rapporto tra una lunghezza misurata sulla carta e la lunghezza ad essa corrispondente sul terreno Scala numerica: il rapporto di scala è espresso da una frazione che ha per numeratore lunità e per denominatore il numero delle volte di cui le distanze sono state rimpicciolite. Es: 1: vuol dire che a 1 cm sulla carta corrispondono 5 km nella realtà. Carte a grande scala = quando il denominatore minore di e viceversa quelle a piccola scala. Scala grafica: indica sempre il rapporto di riduzione ma espresso con un segmento diviso in parti uguali che esprime le misure corrispondenti sul terreno.

9 Classificazione delle carte 1)Carte con grandissima scala (denominatore ) rappresentano parti estese del globo e planisferi con scala piccolissima.

10 In base al metodo con cui sono costruite Carte rilevate: realizzate dallosservazione sul terreno Carte derivate: ricavate dalle precedenti per semplificazione o riduzione Carte speciali: costruite per specifiche finalità (carte nautiche, carte idrografiche, carte turistiche). Carte tematiche: rappresentano su base geografica temi particolari (densità della popolazione, flussi turistici, tipi di industrie)con rappresentazione grafica di diagrammi a barre e a torta.

11 CLIMA E linsieme delle condizioni atmosferiche che caratterizzano una regione piuttosto ampia per un periodo di tempo 20 – 30 anni

12 Climi dellEuropa Elementi costitutivi temperaturapressioneventiprecipitazioni

13 Climi dellEuropa Fattori locali Latitudine Longitudine Altitudine Presenza di acque Direzione catene montuose Correnti marine

14 Climi caldi T mediamente > 20° Subequatoriale Equatoriale Monsonico Tropicale Piovosità tutto lanno, foresta equatoriale o pluviale. Due stagioni secche e due piovose, savana Venti stagionali: 6 mesi pioggia 6 mesi siccità. Giungla Forte aridità, preannuncia il deserto, allevamento nomade Amazzonia, Congo, Indonesia America meridionale Africa meridionale Australia settentrionale Sud Est Asiatico Area caraibica Africa, America merid Desertico Temperature diurne oltre 45°, di notte 0° Vegetazione xerofila Africa Arabia Saudita

15 Climi Temperati Oceanico Mediterraneo Continentale Temperato arido Inverni miti, estati calde, piogge autunno e primavera Vegetazione macchia mediterranea coltivazioni Agrumi, ulivi e viti Piovosità uniforme, vegetazione brughiera e foresta di latifoglie Estati calde e inverni rigidi, vegetazione di tipo boschivo Estati troppo calde e inverni troppo freddi, Vegetazione steppa Francia merid Spagna orient e merid Italia merdid Penisola Balcanica Coste che vanno dalla Norvegia al Portogallo Russia Germania Rep.Ceca Pianura Padana Medie latitudini, aree interne, a mano a mano che si perde linfluenza del mare

16 Climi freddi Seminivale Temperature mai > di 10° Russia Siberiana Canada settentrionale Tundra Situazione di permafrost Polo Nord e Polo Sud Tundra Glaciale


Scaricare ppt "I punti cardinali Orizzonte: (dal greco orizo = limitato) è il campo visivo di un osservatore, in cui il cielo e la terra sembrano toccarsi. Per individuare."

Presentazioni simili


Annunci Google