La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi 2° modulo La qualità dellinformazione e la predisposizione degli strumenti di rilevazione Perugia, 9 –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi 2° modulo La qualità dellinformazione e la predisposizione degli strumenti di rilevazione Perugia, 9 –"— Transcript della presentazione:

1 Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi 2° modulo La qualità dellinformazione e la predisposizione degli strumenti di rilevazione Perugia, 9 – 11 settembre 2008

2 Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi La qualità del prodotto e la qualità del processo Perugia, 9 – 11 settembre 2008

3 Caratteristiche generali dellinformazione statistica Rilevanza Accuratezza Tempestività Accessibilità e trasparenza Confrontabilità Coerenza Completezza

4 Caratteristiche generali dellinformazione statistica Rilevanza Capacità dellinformazione di soddisfare le esigenze conoscitive. Tale caratteristica è strettamente collegata con gli obiettivi dellindagine Accuratezza Grado di corrispondenza tra la stima ottenuta dallindagine e il vero (ma ignoto) valore della caratteristica di interesse

5 Caratteristiche generali dellinformazione statistica Tempestività Brevità dellintervallo di tempo compreso tra il momento della diffusione dellinformazione prodotta e lepoca di riferimento della stessa Accessibilità e trasparenza Semplicità di reperire e acquisire linformazione disponibile in relazione alle proprie finalità

6 Caratteristiche generali dellinformazione statistica Confrontabilità Possibilità di paragonare nel tempo e nello spazio le statistiche riguardanti il fenomeno di interesse Coerenza Possibilità di combinare le inferenze semplici in induzioni più complesse Completezza Capacità di integrazione dei singoli processi al fine di fornire un quadro informativo soddisfacente

7 … in aggiunta Tutela della riservatezza Garanzia dellanonimato per i soggetti che hanno fornito informazioni utili allindagine

8 Caratteristiche generali delle procedure di acquisizione dellinformazione Universalità e stabilità Praticabilità Verificabilità Parsimonia

9 Caratteristiche generali delle procedure di acquisizione dellinformazione Universalità e stabilità Quanto la procedura è compresa in modo omogeneo dagli interessati e per un tempo sufficientemente lungo Praticabilità Grado di comparabilità delle procedure con il contesto legale e culturale entro il quale devono essere applicate e si riferisce anche allesistenza di chiarimenti adeguati su come applicare le regole e come affrontare particolari problemi

10 Caratteristiche generali delle procedure di acquisizione dellinformazione Verificabilità Necessità che la procedura preveda anche le istruzioni volte a definire i metodi e gli strumenti e le informazioni che consentono di controllare la sua applicazione Parsimonia Valutazione dellimpatto delle procedure sui costi dellindagine

11 … in aggiunta Definizione di una serie di azioni di prevenzione, correzione e valutazione dellerrore relativamente alle varie fasi dellindagine Azioni preventive al fine di rendere meno probabile lerrore Azioni di individuazione e correzione degli errori per risolvere incoerenze nelle informazioni raccolte prima dellelaborazione o comunque della produzione statistica Azioni finalizzate a quantificare il livello di errore

12 Alcune azioni di controllo Il contatto delle unità di rilevazione e la gestione della raccolta delle informazioni La tempistica e linterazione fra gli Enti preposti alla rilevazione Le campagne di sensibilizzazione dei rispondenti La formazione del personale addetto alla rilevazione La supervisione delle operazioni e il recupero delle informazioni incomplete

13 Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi La predisposizione degli strumenti Perugia, 9 – 11 settembre 2008

14 Una prima definizione Strumento: arnese, attrezzo, apparecchio atto allesecuzione di determinate operazioni proprie di unarte, di un mestiere o di una tecnica ciò di cui ci si serve per ottenere qualcosa strumento di precisione: strumenti di misura o di controllo che forniscono indicazioni più esatte di quelli di uso corrente

15 La coerenza degli strumenti di acquisizione dati Con la tipologia di monitoraggio/valutazione Con loggetto del monitoraggio/ valutazione Con la metodologia di rilevazione Con il piano di indagine

16 Cosa monitoriamo/valutiamo Un sistema di formazione/servizi Lattuazione di una norma Un progetto complesso Un corso di formazione …………………………….

17 Qual è loggetto del monitoraggio/valutazione Livelli di apprendimento Gradimento dei servizi Impatto Economicità dellintervento Realizzazione delle attività ………………………..

18 Quale metodologia di indagine Relativamente: Alla tipologia di fonte (primaria, secondaria) Alla tipologia di dati (qualitativi, quantitativi) Alla tipologia di tecniche di rilevazione (in presenza, a distanza guidata, a distanza libera, ecc.) Al tempo della rilevazione

19 Lelaborazione del piano di indagine Progettazione Definizione del campione Raccolta dati Gestione organizzativa Registrazione dati Diffusione

20 Esercitazione 1 Definizione di un piano di indagine relativamente al progetto già esaminato durante il primo modulo di formazione. In particolare individuare: Azioni da sottoporre a monitoraggio Soggetti interessati Tempi di rilevazione Metodologia di rilevazione Tipologia di strumenti

21 Le caratteristiche degli strumenti Non strutturati (stimolo aperto/risposta aperta) Semistrutturati (Stimolo chiuso/ risposta aperta) Strutturati (stimolo chiuso/risposta chiusa)

22 Alcuni accorgimenti generali Chiedere una sola cosa alla volta Ricercare una sola informazione alla volta Evitare domande lunghe e complesse Chiarire il contenuto dellinformazione richiesta direttamente nel quesito Evitare luso di negazioni

23 Alcuni accorgimenti generali Fare attenzione allintroduzione delle domande filtro Organizzare i quesiti in sezioni tematiche Evitare questionari (interviste) troppo lunghi Essere certi di poter gestire le informazioni acquisite Valutare lopportunità della risposta non so

24 Alcuni accorgimenti particolari Dove ci sono risposte multiple: Costruire tutte le alternative di risposta con la stessa struttura grammaticale e la stessa lunghezza Le alternative di risposta devono essere tutte verosimili o plausibili tranne quella giusta che è assolutamente vera Evitare risposte generiche o che escludono le altre (nessuna delle precedenti) Valutare attentamente il numero di alternative, anche in relazione al numero di risposte da fornire

25 Alcuni accorgimenti particolari Nella fase di somministrazione: Presentare brevemente ma con cura le caratteristiche della somministrazione Evitare particolari accentuazioni di frasi o risposte nella fase di somministrazione (ad esempio nellintervista in presenza) Cercare di far ruotare le alternative di risposta soprattutto se queste sono molte (ad esempio nelle interviste telefoniche) Fare particolare attenzione alla lunghezza dello strumento (soprattutto nelle interviste a distanza in cui non cè controllo sullintervistato)

26 Alcuni accorgimenti particolari Luso delle scale (scala di Likert, differenziale semantico) Porre attenzione sui gradi in cui la scala si articola Valutare la possibilità di forzare una presa di posizione

27 Esercitazione 2 Predisporre uno o più strumenti per la valutazione di un modulo di formazione In particolare considerare: Aree da sottoporre a monitoraggio Soggetti interessati Indicatori Soglie


Scaricare ppt "Monitoraggio e valutazione dei servizi formativi 2° modulo La qualità dellinformazione e la predisposizione degli strumenti di rilevazione Perugia, 9 –"

Presentazioni simili


Annunci Google