La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La struttura industriale italiana tra filiere e settori Aerospazio, sicurezza e difesa Michele Nones Direttore Area Sicurezza e Difesa - IAI XXXIV Convegno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La struttura industriale italiana tra filiere e settori Aerospazio, sicurezza e difesa Michele Nones Direttore Area Sicurezza e Difesa - IAI XXXIV Convegno."— Transcript della presentazione:

1 La struttura industriale italiana tra filiere e settori Aerospazio, sicurezza e difesa Michele Nones Direttore Area Sicurezza e Difesa - IAI XXXIV Convegno di Economia e Politica Industriale LITALIA FUORI DALLA CRISI IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELLINDUSTRIA ITALIANA Università di Perugia, settembre 2010, I^ Sessione

2 2/19 AEROSPAZIO, SICUREZZA E DIFESA INTERAZIONI TECNOLOGICHE 1. Aeronautica e Spazio 2. Aeronautica/Spazio/Navale/Terrestre civile e militare 3. Sicurezza e Difesa 4. Piattaforme e Sistemi/Equipaggiamenti/Componenti 5. Prodotti/Tecnologie Duali INTERAZIONI NELLOFFERTA 1. Imprese militari/civili o civili/militari a livello di piattaforma 2. Imprese militari/civili o civili/militari a livello di sistema/equipaggiamenti INTERAZIONI NELLA DOMANDA 1. Sicurezza e Difesa a livello di acquisti e di regole del mercato (Direttiva europea 2009/81) 2. Spazio IAI 9/2010

3 3/19 INDUSTRIA STATO (+ privati) STATI ESTERI (+ privati) IAI 9/2010 MERCATO DELLA SICUREZZA E DIFESA Autorizzazioni finanziamento R&S proprietà Procurement (prodotti e servizi) Autorizzazioni export

4 4/19 MERCATO INTERNAZIONALE DELLAEROSPAZIO, SICUREZZA E DIFESA (2009, miliardi di euro) Fonte: Elaborazione IAI IAI 9/2010

5 5/19 LA DIFESA EUROPEA A GEOMETRIA VARIABILE IAI 9/2010

6 6/19 EUROPA 27 mercati nazionali (26 EDA, 6 FA/LOI, 6 OCCAR) Una domanda frammentata (OCCAR, programmi intergovern.) Una politica della ricerca tecnologica frammentata (EC solo sicurezza, EDA, FA/LOI, ESA solo civile) Mancata liberalizzazione trasferimenti intra-comunitari (EC, FA/LOI) Una politica esportativa diversificata (UE) Un sistema sulla sicurezza degli approvvigionamenti debole, limitato e parziale (FA/LOI, EDA) Solo alcune iniziative nazionali per il controllo degli investimenti stranieri nei settori strategici (EC) IAI 9/2010

7 7/19 Elaborazione IAI su dati EDA, Bilanci NazionaliFonte STATI UNITI ED EUROPA: INVESTIMENTI MILITARI (2008, miliardi di euro) Equipaggiamenti R&S IAI 9/

8 8/19 LA SPESA EUROPEA PER LA DIFESA (2009, miliardi di euro) Nota: * Rapporto spese funzione difesa/personale militare Fonte: E laborazione IAI su dati EDA, Nota Aggiuntiva e Bilanci Nazionali IAI 9/2010

9 9/19 LE TRE AREE DI INTERVENTO DELLEUROPA PROCUREMENT 1. Codice di condotta EDA (EDA 21/11/2005) 2. Comunicazione Interpretativa CE (CE 7/12/2006) 3. Direttiva appalti pubblici UE (2009/81/CE) RICERCA & TECNOLOGIA (R&T) 1. Iniziative EDA 2. Settimo Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico CE (7° PQ – 1982/2006) TRASFERIMENTI/ESPORTAZIONI 1. Posizione comune intermediazione UE (2003/468/PESC) 2. Emendamento art. 16 FA (Comitato Esecutivo FA 13/3/2008) 3. Posizione comune esportazioni UE (2008/944/CFSP) 4. Direttiva trasferimenti intra-comunitari UE (2009/49/CE) IAI 9/2010

10 10/19 SPESE PREVISTE DAL MINISTERO DELLA DIFESA ( , milioni di euro) Fonte: Elaborazione IAI su Nota Aggiuntiva, diversi anni IAI 9/2010

11 11/19 SPESE PREVISTE DAL MINISTERO DELLA DIFESA ( , % sul PIL) Fonte: Elaborazione IAI su Nota Aggiuntiva, diversi anni IAI 9/2010

12 12/19 IAI 9/2010 Fonte: Elaborazione IAI su dati Ministero della Difesa, Nota aggiuntiva allo stato di previsione per la Difesa, SPESE DEL MINISTERO DELLA DIFESA ( , % sul PIL)

13 13/19 IAI 9/2010 Fonte: Elaborazione IAI su dati da Rapporto del Presidente del Consiglio dei Ministri sui lineamenti di politica del Governo in materia di esportazione, importazione e transito dei materiali darmamento, settembre Dati al netto dei Programmi intergovernativi. ESPORTAZIONI ITALIANE DI ARMAMENTI ( , milioni di euro)

14 14/21 IAI 9/2010 I GRANDI PLAYERS INTERNAZIONALI (fatturato aerospazio e difesa 2008, miliardi di euro) Fonte: Elaborazione IAI su dati e bilanci delle società

15 15/19 Integratori di sistemi Sistemisti di sistemi Aziende Specializzate Boeing Lockheed Martin Raytheon Northrop General Dynamics BAE Systems Thales EADS L3 Communications Finmeccanica ITTRockwell Alvis Safran Honeywell Alcatel Fincantieri DassaultSAABRheinmetall Textron HDWSTN AtlasSmiths IAI 9/2010 PIRAMIDE INDUSTRIALE

16 16/19 Elaborazione IAI sui bilanci delle societàFonte: I GRANDI GRUPPI EUROPEI (fatturato aerospazio e difesa 2008, miliardi di euro) IAI 9/2010 THALES 11,4 Bae Systems 23,4 EADS 43,3 FINMECCANICA 14,1

17 17/ INDUSTRIA ITALIANA (fatturato 2008, milioni di euro) Nota: Il fatturato di Finmeccanica è consolidato e comprende le controllate (*). Fonte: Rilevazione IAI IAI 9/2010

18 18/19 IAI 9/2010 I LIMITI DEL MERCATO ITALIANO CRITICITA DELLA DOMANDA Inferiore spesa militare, soprattutto per investimenti Impossibilità di programmazione Lunghezza iter contrattuali Inerzia dei programmi Debolezza del sostegno alla ricerca e scarso coordinamento Normativa sullexport inadeguata Debolezza della politica esportativa CRITICITA DELLOFFERTA Internazionalizzazione Razionalizzazione Specializzazione Privatizzazione

19 19/19 IAI 9/2010 CONCLUSIONI Progressiva integrazione del mercato europeo nel prossimo quinquennio Sfida che comporta rischi e opportunità Occasione di crescita per le PMI su un mercato continentale Capacità italiana di adeguare tempestivamente quadro normativo e procedurale: Direttiva del PCM per lapplicazione art. 346 TFEU Individuazione KSA – Key Strategic Activities Codice degli appalti pubblici per difesa e sicurezza Sistema di controllo sulle esportazioni militari


Scaricare ppt "La struttura industriale italiana tra filiere e settori Aerospazio, sicurezza e difesa Michele Nones Direttore Area Sicurezza e Difesa - IAI XXXIV Convegno."

Presentazioni simili


Annunci Google