La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL TELELAVORO IN ARPA PIEMONTE: UNOPPORTUNITA DI CONCILIAZIONE Agosto 2012 A cura di: Antonella Bari e Alessandra Parodi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL TELELAVORO IN ARPA PIEMONTE: UNOPPORTUNITA DI CONCILIAZIONE Agosto 2012 A cura di: Antonella Bari e Alessandra Parodi."— Transcript della presentazione:

1 IL TELELAVORO IN ARPA PIEMONTE: UNOPPORTUNITA DI CONCILIAZIONE Agosto 2012 A cura di: Antonella Bari e Alessandra Parodi

2 Le normative nazionali ed europee sono sempre più attente a recepire ed orientare le trasformazioni in atto nella cultura del lavoro e delle organizzazioni, sollecitando allinterno delle aziende ladozione di buone pratiche quali il telelavoro. Il Comitato Unico di Garanzia (CUG) di ARPA Piemonte, istituito nel novembre 2011, sin dalla sua costituzione, ha operato per la promozione del telelavoro allinterno dellAgenzia, ritenendolo uno degli strumenti più efficaci di conciliazione vita lavoro. Grazie alla sensibilizzazione della Direzione Generale, che già a partire dal 2010 ne ha consentita la sperimentazione, oggi ARPA Piemonte può vantare un vero e proprio progetto di telelavoro, rappresentando la prima fra le Agenzie ambientali ad aver introdotto per i suoi dipendenti questo istituto. Sperando di fare cosa gradita ai colleghi, il CUG ha realizzato questo opuscolo con lo scopo di fornire indicazioni sintetiche sullorganizzazione del telelavoro in ARPA Piemonte ed un aiuto per accedere alla documentazione e ai riferimenti normativi interni ed esterni che lo regolamentano. La Presidente del CUG Bona Griselli Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione

3 Arpa, con Decreto del Direttore Generale n°17 del 28/02/2012, ha adottato il Regolamento sul telelavoro nelle modalità domiciliare e a distanza. Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Principali disposizioni normative che disciplinano il telelavoro nella pubblica amministrazione: Legge n.191/1998 Art. 4 …può avvalersi di forme di lavoro a distanza autorizzando i propri dipendenti ad effettuare a parità di salario la prestazione lavorativa in luogo diverso dalla sede di lavoro. D.P.R. n.70/1999 Regolamento recante disciplina del telelavoro nelle pubbliche amministrazioni CCNQ del 23/03/2000 Accordo quadro sul telelavoro CCNL Comparto Sanità 20/09/2011 – art. 4. IL TELELAVORO

4 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione IL TELELAVORO A DOMICILIO A tutti i lavoratori del comparto di Arpa Piemonte con anzianità di servizio di almeno tre anni che si trovino almeno in una delle seguenti condizioni: portatori di handicap affetti da gravi patologie con necessità di terapie salvavita avere conviventi con invalidità documentata o gravi patologie avere necessità di assistere un parente o affine portatore di handicap Che cosè È una modalità di telelavoro che consente di svolgere la propria attività presso la propria abitazione mantenendo la dipendenza gerarchica e funzionale dalla Struttura di appartenenza. A chi è rivolto Tali condizioni devono essere documentate ai sensi della normativa vigente

5 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione La durata Lassegnazione del telelavoro è temporanea per la durata di un anno, rinnovabile una sola volta per un massimo di ulteriori 12 mesi. Al termine dei due anni di assegnazione il/la dipendente potrà ripresentare una nuova domanda. Attività di norma non telelavorabili Vigilanza e controllo ambientale Attività laboratoristica Monitoraggio ambientale Attività sala operativa e di centro funzionale SC Sistemi Previsionali Qualora lattività lavorativa richiedesse la presenza fisica del dipendente presso la propria struttura, è prevista la possibilità di variare la propria mansione.

6 annualmente, entro il mese di aprile, viene pubblicato e comunicato ai dipendenti lavviso con il numero massimo di progetti di telelavoro a domicilio attivabili entro 20 gg dalla pubblicazione dellavviso deve essere presentata la domanda, previa verifica dei criteri di ammissibilità (art. 8.2 D.D.G. n°17 del 28/02/2012) che deve riportare il parere del responsabile di SC lufficio personale valuta lammissibilità delle domande, assegna i punteggi e redige la graduatoria e assegna i posti disponibili. Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Come partecipare Qualora, successivamente alla chiusura del bando, si verificassero eventi di gravità, può essere attivata una quota di riserva, pari all1% dei posti assegnabili, che garantisce la possibilità di accedere al telelavoro a domicilio. Dove trovare la modulistica Assegnazione del telelavoro Entro 30 gg dalla data di pubblicazione delle graduatorie il dirigente responsabile del dipendente deve predisporre un progetto di telelavoro ( all.B D.D.G. n°17 del 28/02/2012)

7 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Svolgimento della prestazione lavorativa La prestazione oraria lavorativa svolta presso il proprio domicilio resta invariata rispetto allorario di lavoro previsto dal contratto individuale, ma può essere distribuita in maniera più flessibile nellarco della giornata. La postazione domiciliare verrà attrezzata con PC, connessione alla rete internet/intranet, alle banche date aziendali e con postazione telefonica fissa. Il dipendente deve rispettare due fasce orarie di reperibilità al giorno di unora ciascuno per comunicazioni di servizio Il telelavoratore/trice autocertifica lorario di servizio tramite compilazione di un rapporto di attività giornaliera con ora di inizio e fine lavoro (all. D D.D.G. n°17 del 28/02/2012) Il lavoratore è tenuto a rientri periodici presso la sede di appartenenza di norma non inferiore a un giorno settimanale. In caso di rientri periodici presso la sede di appartenenza il dipendente non ha diritto al rimborso spese per il viaggio dalla propria dimora alla sede e i tempi di viaggio non vengono considerati nellorario di lavoro. La gestione delle presenze resta in capo allufficio personale della SC di appartenenza Il dipendente ha diritto alla regolare erogazione del buono pasto.

8 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione IL TELELAVORO A DISTANZA A tutti i lavoratori del comparto di Arpa Piemonte con anzianità di servizio di almeno tre anni. Sono esclusi i dipendenti aventi incarichi di funzione. Che cosè È una modalità di telelavoro che consente di svolgere la propria attività in una sede di lavoro diversa da quella di assegnazione senza modificare lattività in corso e mantenendo di norma le stesse competenze e la dipendenza gerarchica e funzionale dalla Struttura di appartenenza. A chi è rivolto

9 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Criteri prioritari per lassegnazione portatori di handicap affetti da gravi patologie con necessità di terapie salvavita Essere in stato di gravidanza avere conviventi con invalidità documentata o gravi patologie avere necessità di assistere un parente o affine portatore di handicap avere figli conviventi fino a 8 anni di età sussistenza di motivi di studio (fino al diploma di scuola media superiore) distanza dimora abituale e sede di effettivo servizio La durata Lassegnazione del telelavoro è temporanea per la durata di un anno, rinnovabile per ulteriori 12 mesi. Al termine dei due anni di assegnazione il/la dipendente potrà reiterare la domanda nel rispetto del principio di rotazione. Costituiscono elementi di priorità ma non di esclusione, per lassegnazione del punteggio, le seguenti condizioni: Tali condizioni, qualora presenti, devono essere documentate ai sensi della normativa vigente

10 annualmente, entro il mese di aprile, viene pubblicato e comunicato ai dipendenti il bando con individuato il numero di postazioni disponibili per ognuna delle sedi territoriali entro 20 gg dalla pubblicazione del bando deve essere presentata la domanda, riportante gli elementi di priorità (art D.D.G. n°17 del 28/02/2012) la domanda deve riportare il parere del responsabile di SC, sentito il responsabile di SS di appartenenza del dipendente, allo svolgimento dellattività presso altra sede lufficio personale valuta lammissibilità delle domande, assegna i punteggi e redige la graduatoria e assegna i posti disponibili. Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Dove trovare la modulistica Come partecipare

11 Il telelavoro in Arpa Piemonte: unopportunita di conciliazione Svolgimento della prestazione lavorativa La prestazione lavorativa si svolge presso la sede territoriale individuata nel rispetto dellorario di lavoro previsto dal contratto individuale Il lavoratore è tenuto a rientri periodici presso la sede di appartenenza di norma non inferiore a due giorni settimanali. Il dipendente è tenuto ad effettuare le timbrature regolamenta a seconda della sede in cui si trova. La gestione delle presenze resta in capo allufficio personale della SC di appartenenza Il dipendente ha diritto alla regolare erogazione del buono pasto.


Scaricare ppt "IL TELELAVORO IN ARPA PIEMONTE: UNOPPORTUNITA DI CONCILIAZIONE Agosto 2012 A cura di: Antonella Bari e Alessandra Parodi."

Presentazioni simili


Annunci Google