La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Job 6859IZ01 Ipsos Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove generazioni Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Job 6859IZ01 Ipsos Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove generazioni Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove."— Transcript della presentazione:

1 Job 6859IZ01 Ipsos Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove generazioni Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove generazioni

2 Job 6859IZ01 Ipsos 2 Indice Premessa Obiettivi Metodologia Caratteristiche del campione Risparmio e investimento: dati di trend Il futuro delleconomia Le nuove generazioni LEuropa In sintesi

3 Job 6859IZ01 Ipsos 3 Premessa ACRI rappresenta a livello nazionale le Fondazioni di Origine Bancaria e le Casse di Risparmio Spa; In occasione della 80a Giornata Mondiale del Risparmio, che si svolgerà il 5 di Novembre, ACRI presenta i risultati di unindagine di opinione effettuata presso un campione di popolazione italiana adulta; ACRI ha condotto un analogo monitoraggio anche nei 3 anni precedenti. Largomento dominante della Giornata Mondiale del Risparmio 2004 è: Risparmio e sviluppo per le nuove generazioni

4 Job 6859IZ01 Ipsos 4 Obiettivi ACRI ha chiesto ad IPSOS di condurre unindagine con lo scopo di fornire informazioni e dati di trend, ove possibile, rispetto a: Propensione ed atteggiamenti nei confronti del risparmio; Percezione del clima economico, sia personale che generale I comportamenti prevalenti di impiego del risparmio Le opinioni riguardo il tema del Risparmio e sviluppo per le nuove generazioni, in particolare: Valutazione del futuro dei giovani rispetto a quello dei genitori Ruolo attribuito al risparmio Le giovani generazioni ed il risparmio: possibilità ed atteggiamento Valutazione generale circa LUnione Europea e lallargamento

5 Job 6859IZ01 Ipsos 5 Metodologia Tecnica di rilevazione: Interviste Telefoniche (CATI) Campione: Campione base: individui rappresentativi della popolazione adulta italiana di 18 anni ed oltre Sovracampionamento: 200 individui di anni, al fine di consentire la sufficiente rappresentatività statistica per questo segmento di età * Selezione degli intervistati: sulla base di quote di genere, età, titolo di studio, area geografica, ampiezza dei comuni di residenza Margine di errore campionario: compreso tra +/-0,6% e +/- 3,1% Periodo di rilevazione: Ottobre 2004 * I dati sono stati ponderati per riproporzionare la presenza dei giovani dai 18 ai 30 anni secondo la distribuzione reale della popolazione italiana I DATI DEGLI ANNI SONO STATI FORNITI A IPSOS DAL COMMITTENTE

6 Job 6859IZ01 Ipsos 6 CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE

7 7 Job 6859IZ01 Ipsos 7 Caratteristiche del campione Area geograficaAmpiezza centri Base: Totale Campione (1199)

8 8 Job 6859IZ01 Ipsos 8 EtàSesso Caratteristiche del campione Età media: 47 anni Base: Totale Campione (1199)

9 9 Job 6859IZ01 Ipsos 9 Professione Titolo di studio OCCUPATI 48% Caratteristiche del campione Base: Totale Campione (1199)

10 10 Job 6859IZ01 Ipsos 10 Numero di persone in famiglia Caratteristiche del campione Base: Totale Campione (1199) Media: 3,1 componenti

11 11 Job 6859IZ01 Ipsos 11 Numero di figli Caratteristiche del campione Base: Totale Campione (1199) In media 1,3 figli per famiglia Il 59% ha almeno un figlio Età dei figli Base: Genitori (709) Famiglie con almeno un figlio da 18 a 30 anni: 64%

12 12 Job 6859IZ01 Ipsos 12 Numero di percettori di reddito in famiglia Caratteristiche del campione Media: 1,8 Base: Totale Campione (1199) Chi percepisce il reddito più elevato

13 Job 6859IZ01 Ipsos 13 Risparmio e investimento

14 Job 6859IZ01 Ipsos 14 Note di Commento La situazione italiana è dominata da un crescente sentimento di incertezza e preoccupazione: lindicatore ISAE, che rileva il grado di fiducia dei consumatori italiani, segnala un brusco calo a partire dallottobre 2001: scende, infatti, dal 122 di allora (fatto 100 il livello di fiducia degli italiani nel 1980) allattuale 103, perdendo 4 punti nellultimo anno. Questo scenario negativo è confermato dalle indicazioni di trend sul risparmio. Ben il 48% degli Italiani dichiara di aver consumato tutto il proprio reddito e solo il 34% afferma di essere riuscito a risparmiare, con un decremento di 4 punti percentuali rispetto al 38% del 2003 (era il 47% nel 2002 e il 48% nel 2001). Circa il 20% delle famiglie italiane si trova poi in seria difficoltà: ha dovuto utilizzare risparmi accumulati (13%) o addirittura ha dovuto ricorrere a prestiti (4%). Anche peggiori sembrano le previsioni per il futuro: solo il 15% degli Italiani pensa di risparmiare di più nel prossimo anno, confermando un percorso in continua discesa dal 2001, quando questa quota era del 32%. Il 44% delle famiglie pensa, invece, di risparmiare meno (erano il 29% nel 2001).

15 Job 6859IZ01 Ipsos 15 Il clima di fiducia dei consumatori Italiani Inchiesta Mensile ISAE sui consumatori italiani Base: Indice base: 1980 = 100

16 Job 6859IZ01 Ipsos 16 Risparmio negli ultimi 12 mesi A1. Negli ultimi 12 mesi Lei/ la sua Famiglia è riuscito/a a risparmiare parte del reddito guadagnato? Base: Totale Campione

17 Job 6859IZ01 Ipsos 17 Risparmio negli ultimi 12 mesi A1. Negli ultimi 12 mesi Lei/ la sua Famiglia è riuscito/a a risparmiare parte del reddito guadagnato? Base: Totale Campione

18 Job 6859IZ01 Ipsos 18 Risparmio nei prossimi 12 mesi A2. E nel corso dei prossimi 12 mesi Lei/la sua famiglia pensa di riuscire a risparmiare di più o di meno rispetto a questanno? Base: Totale Campione -17 punti percentuali

19 Job 6859IZ01 Ipsos 19 Risparmio nei prossimi 12 mesi A2. E nel corso dei prossimi 12 mesi Lei/la sua famiglia pensa di riuscire a risparmiare di più o di meno rispetto a questanno? Base: Totale Campione

20 Job 6859IZ01 Ipsos 20 Nota di Commento Combinando landamento del risparmio nellultimo anno e le previsioni per quello futuro, si delineano sei gruppi di tendenza rispetto al risparmio: Famiglie con trend positivo: hanno risparmiato nellultimo anno e lo faranno di più o nella stessa misura anche nei prossimi 12 mesi (sono il 19%) Famiglie in risalita: hanno speso tutto senza fare ricorso ai risparmi/debiti, ma nei prossimi 12 mesi pensano di risparmiare di più (6%) Famiglie che galleggiano: hanno speso tutto senza fare ricorso ai risparmi/debiti e pensano che lo stesso avverrà nel prossimo anno o hanno fatto ricorso ai risparmi/debiti ma pensano di risparmiare di più nei prossimi 12 mesi (23%) Famiglie in discesa: sono riusciti a risparmiare ma risparmieranno meno nei prossimi 12 mesi (14%) Famiglie in crisi moderata: hanno consumato tutto il reddito e nei prossimi 12 mesi pensano di risparmiare di meno (21%) Famiglie in crisi grave: hanno fatto ricorso ai risparmi/fatto debiti e pensano che la situazione del prossimo anno sarà identica o si aggraverà (14%)

21 Job 6859IZ01 Ipsos 21 Più di un terzo delle famiglie italiane si trova dunque in seria crisi. Si tratta di famiglie che non sono riuscite a risparmiare nulla e che pensano che dovranno ricorrere a risparmi o prestiti o, ancora più grave, di famiglie che stanno ricorrendo già a risparmi o prestiti e che lo faranno, in qualche caso in misura maggiore, anche nel prossimo anno. A queste sono da aggiungere il 14% di famiglie che si attendono una discesa della propria capacità di risparmio: hanno risparmiato qualcosa ma pensano di non essere più in grado di farlo. Circa un quarto di famiglie poi vivono senza risparmiare nulla. Il restante 25% è composto da un piccolo gruppo (6%) che lo scorso anno non ha risparmiato ma pensa di riuscire a farlo nei prossimi 12 mesi e dal 19% che invece ha risparmiato e continuerà a farlo, in qualche caso in misura maggiore, anche nei prossimi 12 mesi. In sostanza solo un quarto delle famiglie italiane prevede di risparmiare come o più che nel Il profilo sociale di questi gruppi conferma molte delle opinioni espresse da più parti negli ultimi mesi: se da un lato le famiglie in difficoltà sono molto più spesso appartenenti ad un ceto medio/basso (basso titolo di studio, operai e pensionati, età medio/alta) e se dallaltro le famiglie senza difficoltà sono più presenti nei ceti medio/alti, è tuttavia proprio in questi ultimi (professionisti, lavoratori autonomi, impiegati e insegnanti) che si trova una concentrazione decisamente maggiore delle famiglie in discesa, di quelle famiglie cioè che perdono solidità economica e potere dacquisto. Il fenomeno dellimpoverimento dei ceti medi sembra quindi confermarsi. Le famiglie e la situazione del risparmio: una sintesi

22 Job 6859IZ01 Ipsos 22 Dimensione dei gruppi di famiglie In difficoltà: 35% Situazione positiva: 25%

23 Job 6859IZ01 Ipsos 23 I gruppi di famiglie: profilo espresso in indici di concentrazione

24 Job 6859IZ01 Ipsos 24 I gruppi di famiglie: profilo espresso in indici di concentrazione

25 Job 6859IZ01 Ipsos 25 Nota di Commento Sulla stessa linea di difficoltà per il risparmiatore sono gli altri indicatori di trend: il possesso di strumenti finanziari si contrae, mentre specularmente cresce la percentuale di Italiani che tiene i propri risparmi liquidi, passando al 68% contro il 57% del 2003, il 52% del 2002, il 47% del Anche se è in costante aumento (sono il 34% sul totale campione e il 38% fra gli adulti di età superiore ai 30 anni) il numero di coloro che non si sentono tranquilli se non mettono da parte qualcosa (erano il 33% nel 2003, il 29% nel 2002, il 26% nel 2001), rispetto al 2003 diminuiscono gli investimenti anche in quegli strumenti generalmente considerati sicuri quali: titoli di stato, 7 punti percentuali in meno; certificati di deposito, 6 punti in meno; polizze assicurative vita e fondi pensione, 5 punti in meno. Il desiderio sarebbe, invece, quello di poter investire nel mattone. Infatti il 70% degli intervistati ritiene linvestimento immobiliare il modo migliore per salvaguardare, oggi, il proprio risparmio (erano il 59% nel 2003, il 53% nel 2002, il 39% nel 2001); solo l11% propende per gli strumenti finanziari cosiddetti sicuri; il 4% investirebbe in strumenti finanziari a rischio. La diminuita possibilità di risparmio si coniuga dunque con una diffusa sfiducia che provoca un atteggiamento diffidente e di scarsissima disponibilità allinvestimento e lalternativa sembra ormai porsi tra investimento immobiliare e liquidità.

26 Job 6859IZ01 Ipsos 26 Dal risparmio allinvestimento A5. In generale, Lei reinveste almeno una parte dei suoi risparmi, oppure li mantiene liquidi, sul conto corrente? Base: Totale Campione +21 punti percentuali

27 Job 6859IZ01 Ipsos 27 Dal risparmio allinvestimento A5. In generale, Lei reinveste almeno una parte dei suoi risparmi, oppure li mantiene liquidi, sul conto corrente? Base: Totale Campione

28 Job 6859IZ01 Ipsos 28 Atteggiamento verso il risparmio A3. In fatto di risparmio, quale di queste 3 affermazioni descrive meglio il Suo pensiero?… Base: Totale Campione

29 Job 6859IZ01 Ipsos 29 Atteggiamento verso il risparmio A3. In fatto di risparmio, quale di queste 3 affermazioni descrive meglio il Suo pensiero?… Base: Totale Campione

30 Job 6859IZ01 Ipsos 30 Esperienza negli investimenti A8. In materia di investimenti, Lei si considera … Base: Percettori di reddito Ha fiducia in sé stesso 2004:44% 2003:42% 2002:41% 2001:42% Non ha fiducia in sé stesso 2004:55% 2003:57% 2002:58% 2001:57%

31 Job 6859IZ01 Ipsos 31 Esperienza negli investimenti A8. In materia di investimenti, Lei si considera … Base: Percettori di reddito Ha fiducia in sé stesso giovani:40% oltre 30:45% Non ha fiducia in sé stesso giovani:60% oltre 30:53%

32 Job 6859IZ01 Ipsos 32 A4. Attualmente Lei possiede per suo conto o in comune con altri...? Attività finanziarie possedute Base: Totale Campione

33 Job 6859IZ01 Ipsos 33 A4. Attualmente Lei possiede per suo conto o in comune con altri...? Attività finanziarie possedute Base: Totale Campione

34 Job 6859IZ01 Ipsos 34 Come investire il risparmio nellincertezza? Sintesi Base: Totale Campione A6. E oggi, alla luce della attuale situazione economica, in quale di questi modi è meglio investire i propri risparmi ?

35 Job 6859IZ01 Ipsos 35 A6. E oggi, alla luce della attuale situazione economica, in quale di questi modi è meglio investire i propri risparmi? Come investire il risparmio nellincertezza? Sintesi Base: Totale Campione

36 Job 6859IZ01 Ipsos 36 Come investire il risparmio nellincertezza? A6. E oggi, alla luce della attuale situazione economica, in quale di questi modi è meglio investire i propri risparmi? Base: Totale Campione +31 punti percentuali Strumenti finanziari più sicuri Strumenti finanziari più a rischio

37 Job 6859IZ01 Ipsos 37 A7. E secondo lei qual è latteggiamento migliore da tenere? Atteggiamento da tenere nellattuale situazione economica Base: Totale Campione

38 Job 6859IZ01 Ipsos 38 A7. E secondo lei qual è latteggiamento migliore da tenere? Atteggiamento da tenere nellattuale situazione economica Base: Totale Campione

39 Job 6859IZ01 Ipsos 39 Nota di Commento Chiamati a pronunciarsi sullinteresse allimpiego dei propri risparmi, cresce il numero di percettori di reddito che fanno attenzione a dove vengano investiti: nel 2004 sono il 56% contro il 35% del Sul totale degli intervistati il 31% ha interesse a che vengano utilizzati per lo sviluppo del Paese, peraltro solo l11% del campione ritiene che gli Italiani tengano presente nei loro investimenti uno specifico interesse allo sviluppo economico dellItalia. Analizzando coloro che prestano attenzione al modo di utilizzo del proprio denaro (il suddetto 56% dei percettori di reddito), si evidenzia che il 34% è prevalentemente orientato ad attività che contribuiscano allo sviluppo dellItalia in generale (era il 18% nel 2001, il 26% nel 2002 e il 27% nel 2003) oppure allo sviluppo della propria specifica zona (il 27% nel 2004 contro il 21% del 2003). Al terzo posto troviamo le iniziative di solidarietà (26%), che sono però al primo posto tra i giovani (31%). In forte calo la preoccupazione verso il rischio che i propri investimenti possano contribuire a sostenere attività illecite (30% nel 2001; 14-15% nel ; 2% nel 2004): evidentemente per chi è attento alla destinazione dei propri investimenti sono soverchianti le preoccupazioni rivolte allo sviluppo, piuttosto che ad attività illecite ed attività non condivise (solo il 4%, contro il 10% del 2003).

40 Job 6859IZ01 Ipsos 40 Interesse per limpiego dei risparmi A9. Nel momento in cui investe dei risparmi, Lei si interessa principalmente di quanto rendono, oppure tiene in considerazione anche dove verrà investito il suo denaro? Base: Percettori di reddito Non sa 5% 16% 11% 10%

41 Job 6859IZ01 Ipsos 41 Interesse per limpiego dei risparmi A9. Nel momento in cui investe dei risparmi, Lei si interessa principalmente di quanto rendono, oppure tiene in considerazione anche dove verrà investito il suo denaro? Base: Percettori di reddito

42 Job 6859IZ01 Ipsos 42 Interesse per limpiego dei risparmi a favore dello sviluppo economico dellItalia B10. Nel momento in cui investe i suoi risparmi, lei… gli italiani… Base: Totale campione Non sa 5% 6%

43 Job 6859IZ01 Ipsos 43 Interesse per limpiego dei risparmi a favore dello sviluppo economico dellItalia Risposte: interessato principalmente al rendimento Base: Totale campione

44 Job 6859IZ01 Ipsos 44 A10. Lei mi ha detto di considerare importante come investe il suo denaro chi gestisce il suo investimento. Mi potrebbe dire con quale delle seguenti affermazioni si trova più daccordo? Base: Considerano dove verranno investiti i propri risparmi Destinazione degli investimenti +8 punti percentuali +6 punti percentuali

45 Job 6859IZ01 Ipsos 45 A10. Lei mi ha detto di considerare importante come investe il suo denaro chi gestisce il suo investimento. Mi potrebbe dire con quale delle seguenti affermazioni si trova più daccordo? Base: Considerano dove verranno investiti i propri risparmi Destinazione degli investimenti

46 Job 6859IZ01 Ipsos 46 B12. Pensando agli ultimi anni ed escludendo eventuali mutui per lacquisto della casa, rispetto agli anni precedenti, lei e la sua famiglia avete fatto più o meno ricorso al prestito, al credito al consumo, o ai fidi per gli acquisti, anche di piccola entità? Base: Totale campione Ricorso al credito al consumo o al prestito

47 Job 6859IZ01 Ipsos 47 B12. Pensando agli ultimi anni ed escludendo eventuali mutui per lacquisto della casa, rispetto agli anni precedenti, lei e la sua famiglia avete fatto più o meno ricorso prestito, al credito al consumo, o ai fidi per gli acquisti, anche di piccola entità? Base: Totale campione Ricorso al credito al consumo o al prestito

48 Job 6859IZ01 Ipsos 48 Il futuro delleconomia

49 Job 6859IZ01 Ipsos 49 Nota di Commento Coerentemente con i dati prima esposti, circa metà degli Italiani è insoddisfatta della propria situazione economica e non si aspetta miglioramenti per il Paese. Guardando le previsioni, infatti, pur se la situazione personale segnala qualche attesa di miglioramento; la situazione economica europea e quella mondiale sono ritenute stabili; senza miglioramenti né peggioramenti apprezzabili, mentre la situazione delleconomia italiana è fonte di vivissime preoccupazioni. Più della metà del campione (51%) ritiene che nei prossimi tre anni si assisterà ad un peggioramento della nostra economia e solo poco più di un quinto (23%) prevede un miglioramento. Anche in questo caso è nettissima la crescita di preoccupazione negli anni: nel 2001 prevalevano le aspettative positive (+31% il saldo migliorerà/peggiorerà), nel 2002 il saldo era 0, dal 2003 prevalgono le previsioni negative con un saldo a favore del peggiorerà (-25%) confermato dal dato 2004 (-28%). Unattesa di peggioramento delleconomia del Paese ingenera attese negative sia per i livelli di occupazione che di reddito. Ma anche la capacità delle imprese italiane di competere sui mercati internazionali, cioè la capacità del made in Italy di mantenere le proprie posizioni, è messa in discussione dalla maggioranza degli intervistati. In questo senso è legittimo parlare di una percezione di declino del Paese che prevale in una quota ormai maggioritaria di cittadini.

50 Job 6859IZ01 Ipsos 50 Soddisfazione riguardo la propria attuale situazione economica B1. Lei quanto è soddisfatto della Sua attuale situazione economica? Base: Totale Campione Soddisfatti (Molto+Abbastanza) 2004:53% 2003:53% 2002:54% 2001:65%

51 Job 6859IZ01 Ipsos 51 Soddisfazione riguardo la propria attuale situazione economica B1. Lei quanto è soddisfatto della Sua attuale situazione economica? Base: Totale Campione

52 Job 6859IZ01 Ipsos 52 Aspettative per la situazione economica dei prossimi 3 anni B2.3,4,5. Se pensa ai prossimi 3 anni, Lei pensa che la Sua situazione economica/la situazione economica italiana/europea/mondiale … Base: Totale Campione Delta = migliorerà - peggiorerà

53 Job 6859IZ01 Ipsos 53 Base: Totale Campione Aspettative per la situazione economica dei prossimi 3 anni. Trend Delta = migliorerà - peggiorerà

54 Job 6859IZ01 Ipsos 54 Valutazione di alcuni aspetti della situazione italiana Base: Totale Campione

55 Job 6859IZ01 Ipsos 55 Valutazione di alcuni aspetti della situazione italiana Base: Totale campione Risposte positiva (voti 6-10)

56 Job 6859IZ01 Ipsos 56 Nota di Commento Se sintetizziamo gli atteggiamenti complessivi, tenendo conto anche delle previsioni di andamento delleconomia personale, europea e mondiale, oltre che di quella italiana, gli ottimisti sono complessivamente poco più di un terzo, i pessimisti quasi la metà (46%), mentre circa il 20% ha una percezione neutra, di sostanziale stabilità. Gli intervistati di età fra 18 e 30 anni, presi specificamente, sono un po più ottimisti degli over 30. Questo deriva da unattesa nettamente più positiva per landamento della propria situazione personale, che pensano migliorerà decisamente. In particolare sono gli intervistati di età fra i 25 e i 30 anni che manifestano il maggiore ottimismo, cioè coloro che si affacciano al mondo del lavoro e stanno costruendo la propria vita autonoma: molti di loro si attendono un chiaro progresso nel futuro.

57 Job 6859IZ01 Ipsos 57 Il futuro delleconomia: indicatore di ottimismo/pessimismo pessimisti: 46% Indicatore costruito sulla previsione di miglioramento/peggioramento delleconomia familiare, nazionale, europea, internazione ottimisti: 35%

58 Job 6859IZ01 Ipsos 58 Indicatore di ottimismo/pessimismo : profilo espresso in indici di concentrazione

59 Job 6859IZ01 Ipsos 59 Indicatore di ottimismo/pessimismo : profilo espresso in indici di concentrazione

60 Job 6859IZ01 Ipsos 60 Le nuove generazioni

61 Job 6859IZ01 Ipsos 61 Nota di Commento Lopinione degli Italiani sulle giovani generazioni non è particolarmente positiva, soprattutto in merito al rapporto con il denaro e, in particolare, la loro propensione/possibilità di risparmiare. Si ritiene che si trovino in una situazione di benessere decisamente superiore a quello delle generazioni precedenti, ma che si appoggino troppo alla famiglia e che le loro attese siano sproporzionate rispetto alla realtà che hanno di fronte. Le opinioni si dividono allincirca a metà quando si tratta di giudicarli su valori e ideali: metà del campione pensa che i giovani non ne abbiano; altrettanti ritengono invece che li abbiano. Oppure quando si parla della loro sicurezza nellaffrontare il mondo o della concretezza e capacità di pensare al proprio futuro. In questultimo caso sono più ottimisti nel nord-ovest del Paese e più pessimisti nel nord est. Al centro, invece, si profila con maggior evidenza la sensazione che i giovani abbiano troppi desideri, aspettative, e tendano ad appoggiarsi troppo alla famiglia.

62 Job 6859IZ01 Ipsos 62 La propensione al risparmio dei giovani Base: Totale Campione C5. Facciamo finta che i giovani abbiano le stesse occasioni di lavoro e lo stesso livello di reddito dei loro genitori. Lei pensa che un giovane di oggi in queste condizioni, rispetto ai suoi genitori, risparmierebbe di più o di meno?

63 Job 6859IZ01 Ipsos 63 Opinioni sulle giovani generazioni Base: Totale Campione

64 Job 6859IZ01 Ipsos 64 Opinioni sulle giovani generazioni: confronto giovani e non Base: Totale campione Risposte daccordo (voti 6-10)

65 Job 6859IZ01 Ipsos 65 Immagine delle giovani generazioni: profilo espresso in indici di concentrazione

66 Job 6859IZ01 Ipsos 66 Immagine delle giovani generazioni: profilo espresso in indici di concentrazione

67 Job 6859IZ01 Ipsos 67 Nota di Commento Il futuro delle nuove generazioni non è considerato roseo. In generale prevale una situazione molto segmentata: metà degli intervistati pensa che il proprio futuro sarà almeno un po migliore di quello dei padri; altrettanti pensano invece che sarà peggiore. Ma quando dal generale si passa agli aspetti particolari, i dubbi si trasformano nella certezza di un peggioramento. Gli Italiani pensano, infatti, che solo il livello dei servizi quali sanità, scuola, servizi sociali migliorerà. Tutto il resto tenderà al contrario a peggiorare: reddito più basso; maggiore difficoltà nel trovare casa, che avrà costi più elevati; minori occasioni di occupazione e lavori più precari; bassissima possibilità di risparmiare. In sostanza un futuro assai meno sicuro e protetto. Costruendo un indicatore di sintesi, oltre il 70% degli intervistati è in qualche modo pessimista riguardo al futuro dei giovani (27% fortemente pessimista, 44% piuttosto pessimista), meno del 30% è ottimista (solo il 6% fortemente ottimista). Questo pessimismo diffuso contagia anche i giovani stessi: tra i 18 e i 30 anni le posizioni sono sostanzialmente identiche a quelle degli adulti, sia rispetto alle aspettative future, sia per quanto riguarda limmagine che essi hanno di se stessi.

68 Job 6859IZ01 Ipsos 68 Il futuro dei figli rispetto a quello dei padri in generale Base: Totale Campione C3. E in generale lei pensa che il futuro dei giovani di oggi sarà migliore o peggiore di quello dei loro genitori?

69 Job 6859IZ01 Ipsos 69 Il futuro dei figli rispetto a quello dei padri per alcuni aspetti Base: Totale Campione C2. Pensando alla situazione dei giovani in Italia, lei pensa che oggi stiano meglio o peggio dei loro genitori per quel che riguarda....

70 Job 6859IZ01 Ipsos 70 Il futuro dei figli rispetto a quello dei padri per alcuni aspetti : confronto giovani e non Base: Totale campione Risposte migliore (voti 6-10)

71 Job 6859IZ01 Ipsos 71 Il futuro dei giovani: indicatore di ottimismo/pessimismo pessimisti: 71% Indicatore costruito sulla previsione di miglioramento/peggioramento di occupazione, stabilità del lavoro, reddito, livello dei servizi, possibilità di trovare casa, costo delle abitazioni, possibilità di risparmio

72 Job 6859IZ01 Ipsos 72 Indicatore di ottimismo/pessimismo : profilo espresso in indici di concentrazione

73 Job 6859IZ01 Ipsos 73 Indicatore di ottimismo/pessimismo : profilo espresso in indici di concentrazione

74 Job 6859IZ01 Ipsos 74 Nota di Commento La reazione degli Italiani rispetto ad un futuro così incerto, specie per i giovani, è sostanzialmente difensiva: messi di fronte allalternativa fra consumare di più per favorire la ripresa (e quindi anche le opportunità per i giovani) o risparmiare per avere le spalle coperte, la larghissima maggioranza (e anche i giovani) opta per il risparmio, anche qualora questa scelta dovesse rendere più difficile la ripresa economica. A questo proposito la valutazione degli Italiani riguardo la capacità di risparmio dei giovani non è positiva: si pensa infatti che se i giovani fossero nella stessa situazione dei padri risparmierebbero comunque meno della generazione precedente. Si profila dunque uno scenario allinterno del quale le difficoltà che dovranno fronteggiare i giovani sono molteplici: meno capaci di risparmiare e quindi di proteggersi, in una situazione ritenuta decisamente più difficile. E comunque da sottolineare che la percentuale di giovani che preferiscono godersi la vita senza curarsi troppo del risparmio è molto ridotta (13%) ed è uguale a quella del totale del campione.

75 Job 6859IZ01 Ipsos 75 Per favorire la ripresa: consumare o risparmiare? Base: Totale Campione C6. Oggi si parla molto della necessità di far riprendere i consumi da parte delle famiglie per favorire la ripresa economica dellItalia. Secondo lei, anche pensando al futuro dei giovani, le famiglie dovrebbero...

76 Job 6859IZ01 Ipsos 76 Quello che i giovani dovrebbero fare Base: Totale Campione C4. Le leggerò ora alcune coppie di frasi. Per ciascuna di esse mi dica secondo lei cosa un giovane dovrebbe fare Nr: 2% Nr: 1%

77 Job 6859IZ01 Ipsos 77 Quello che i giovani dovrebbero fare: confronto fra giovani e non Base: Totale Campione C4. Le leggerò ora alcune coppie di frasi. Per ciascuna di esse mi dica secondo lei cosa un giovane dovrebbe fare

78 Job 6859IZ01 Ipsos 78 LEuropa

79 Job 6859IZ01 Ipsos 79 Nota di Commento Le posizioni a proposito dellEuropa mostrano una certa ambivalenza. Nei confronti dellUnione quasi due terzi degli Italiani esprime fiducia (31% molta fiducia), 33% abbastanza fiducia. Tuttavia i riflessi dellallargamento dellUnione Europea sulla situazione italiana sono considerati, in linea di massima, poco positivi: in particolare si ritiene che inciderà negativamente sulla disponibilità di risparmi e sulloccupazione, ed avrà contraccolpi anche sulla solidità complessiva del nostro sistema economico creando qualche difficoltà alla sua capacità competitiva. In sintesi, tenendo conto sia degli aspetti particolari che della fiducia generale nellEuropa, le opinioni si dividono sostanzialmente a metà, con il 52% degli intervistati che ne dà una valutazione negativa e i restanti che la valutano positivamente. Le valutazioni negative sullEuropa sono più rilevanti fra le persone di età più elevata e con un basso titolo di studio. Giovani e laureati sono molto più ottimisti: evidentemente ritengono di avere maggiori possibilità in una situazione più ampia e complessa.

80 Job 6859IZ01 Ipsos 80 La fiducia nellEuropa Base: Totale Campione D2. In generale lei ha fiducia oppure no nellUnione Europea?

81 Job 6859IZ01 Ipsos 81 Linfluenza dellEuropa sulleconomia italiana Base: Totale Campione D1.Come lei saprà recentemente lEuropa si è allargata a dieci nuovi paesi, ed è attualmente composta da 25 nazioni. Secondo lei lallargamento, per lItalia, avrà un influenza positiva o negativa sulla....

82 Job 6859IZ01 Ipsos 82 Linfluenza dellEuropa sulleconomia italiana: confronto fra giovani e non Base: Totale Campione D1.Come lei saprà recentemente lEuropa si è allargata a dieci nuovi paesi, ed è attualmente composta da 25 nazioni. Secondo lei lallargamento, per lItalia, avrà un influenza positiva o negativa sulla.... Risposte positiva (voti 6-10)

83 Job 6859IZ01 Ipsos 83 Andamento della fiducia nellEuropa dopo lallargamento Base: Totale Campione D3. E dopo lallargamento la sua fiducia nellUnione Europea è...

84 Job 6859IZ01 Ipsos 84 Andamento della fiducia nellEuropa dopo lallargamento Base: Totale Campione D3. E dopo lallargamento la sua fiducia nellUnione Europea è...

85 Job 6859IZ01 Ipsos 85 Valutazione dellEuropa : sintesi Valutazione negativa: 52% Indicatore costruito sulle valutazioni dellEuropa relativamente a: Influenza sulla situazione italiana per i singoli aspetti e fiducia generale Valutazione positiva: 48%

86 Job 6859IZ01 Ipsos 86 Valutazione dellEuropa : profilo espresso in indici di concentrazione

87 Job 6859IZ01 Ipsos 87 Valutazione dellEuropa : profilo espresso in indici di concentrazione

88 Job 6859IZ01 Ipsos 88 In sintesi

89 Job 6859IZ01 Ipsos 89 Nota di Commento Le possibilità di risparmio delle famiglie italiane tendono a ridursi per una reale e consistente difficoltà nel far quadrare il bilancio e nel trovare risorse da mettere da parte. Risulta anche difficile investire i propri risparmi: emerge infatti una diffidenza quasi totale verso tutti gli strumenti finanziari, anche quelli ritenuti più sicuri. Solo la casa viene ancora considerata lestremo rifugio; in alternativa allinvestimento verso il mattone, che ha considerevoli barriere dingresso, cresce sempre più la preferenza per la liquidità. Il trend economico previsto è sostanzialmente decrescente: le possibilità di risparmio diminuiranno nei prossimi 12 mesi. E il quadro è aggravato dalle difficoltà particolari dellItalia, che secondo il campione intervistato fatica a tenere il passo con gli altri paesi e rischia il declino. Laumento delle difficoltà si rifletterà sul futuro delle giovani generazioni, che avranno una situazione meno sicura di quella dei loro padri. Inoltre sono considerati meno reattivi e pronti al sacrificio, anche se denotano una forte fiducia nel risparmio come fonte di sicurezza. E importante rilevare che il campione si spacca rispetto alle aspettative generali sul futuro dei giovani: per il 50% sarà migliore, e per laltro 50% peggiore di quello dei genitori, anche se sui singoli temi specifici (casa, lavoro, risparmio) prevale il pessimismo. Nemmeno lEuropa, che pure ispira unimportante fiducia negli Italiani, riuscirà a sostenere la crescita nazionale; anzi lingresso dei nuovi paesi membri si rifletterà piuttosto negativamente sulloccupazione, sulla solidità del sistema e, soprattutto, sui risparmi. La risposta è quindi prevalentemente difensiva: non spinta ad investimenti e a consumi per favorire la ripresa, ma massimizzazione dei risparmi possibili (perlopiù tenuti liquidi) per avere le spalle coperte.


Scaricare ppt "Job 6859IZ01 Ipsos Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove generazioni Giornata Mondiale del Risparmio 2004: Il risparmio e le nuove."

Presentazioni simili


Annunci Google