La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Acquisire ed elaborare immagini - Prima parte Luca Capisani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Acquisire ed elaborare immagini - Prima parte Luca Capisani."— Transcript della presentazione:

1 Acquisire ed elaborare immagini - Prima parte Luca Capisani

2 SOMMARIO Acquisizione immagini con Network Camera Rete Ethernet e protocollo HTTP Sistema operativo Linux Rappresentazione delle immagini Richiedere/Ottenere immagini con HTTP ESEMPIO: Configurare la telecamera in diretta Esempio: GIMP e le immagini esadecimali

3 SOMMARIO - 2 La programmazione nel linguaggio C Blocchi fondamentali di un programma C ESEMPI: – Un semplice programma C – Le strutture di controllo del linguaggio C – Le librerie di rete di Linux per il linguaggio C – Come acquisire una immagine da telecamera – Come salvare limmagine su un file

4 Acquisizione immagini con Network Camera Scambio di immagini Mediante Ethernet/WI-FI Internet Accesso da qualunque dispositivo che accede alla rete Internet!

5 Network Camera: quali risorse utilizza? La rete Ethernet La rete Internet I protocolli TCP/IP Il protocollo Client/Server Browser per Internet!!!

6 Network Camera: vantaggi? Perché è una soluzione interessante? Vecchie telecamere: connessioni particolari – Servivano schede apposite, difficili da trovare e programmare – Mancavano i drivers per applicazioni particolari – Tali interfacce erano spesso analogiche e costose – Un solo utilizzatore alla volta!!! Nuove telecamere: Ethernet e WI-FI – Ethernet e Wi-FI supportate da buona parte dei sistemi – Bassissimo costo di realizzazione della connessione – Ottima veliocità di trasmissione dati – Molto semplice condividere la telecamera tra più utenti – Non serve software dedicato!

7 Network Camera: Configurazione Per poter funzionare in rete bisogna: – Impostare laccesso di utenti – Configurare lindirizzo IP – Configurare il tipo di video desiderato – Configurare la luminosità e i colori Lutente usa un calcolatore da configurare: – Indirizzo IP del calcolatore – Software in grado di acquisire e visualizzare le immagini/ il video

8 Network Camera: Configurazione utenti Serve per Impostare chi può usare la telecamera Evitare che venga usata da chi non è autorizzato (la rete è pubblica!) Evitare che chiunque possa cambiare le impostazioni

9 Network Camera: Configurazione Indirizzo IP La telecamera è connessa su una rete condivisa da tanti dispositivi Deve avere un indirizzo IP unico, non utilizzato da altri dispositivi, coerente con la rete a cui è connessa – Esempio: La netmask specifica quali altri indirizzi IP appartengono alla stessa rete: – Esempio significa che appartengono alla rete tutti gli indirizzi che iniziano con Sbagliando lindirizzo IP non è possibile usare la telecamera!

10 Network Camera: Formato video/immagine Permette di: Impostare la risoluzione dellimmagine – Es. 320x240 Il tipo e la qualità dellimmagine – Es. Dimensione del file ecc. Quante immagini al secondo vengono spedite – Es. 15 frame/secondo

11 Network Camera: Configurazione colori e luminosità Configurazione colori – Da bianco e nero al massimo risalto dei colori Luminosità – Va impostata in base a quanta luce cè nellambiente da filmare Contrasto – Permette di sbiadire limmagine oppure renderla più viva

12 Network Camera: Collegamento e configurazione calcolatore Client Schema di collegamento: Switch Ethernet Utente Il client deve avere: Indirizzo IP Netmask Devono essere coerenti con la rete di appartenenza! IP: MASK: IP: MASK: Altri Utenti

13 Rete Ethernet e protocollo HTTP Sono supportati da TUTTI gli apparecchi in grado di connettersi alla rete! HTTP: permette lo scambio di FILES: – Il Client (utente) chiede al server (telecamera) un file – Il server risponde con il file richiesto (se esiste)

14 Come avviene lo scambio di dati sulla rete Ciascun livello (applicazione TCP, IP, Scheda Rete) ha una propria specifica funzione. Lapplicazione traduce il filmato in una serie di pacchetti di dati da spedire in rete Applicazione TCP IP Scheda Rete Applicazione TCP IP Scheda Rete

15 Come avviene lo scambio di dati sulla rete (2) Il flusso di dati viene suddiviso in Pacchetti Ogni pacchetto attraversa la rete indipendentemente dagli altri Un pacchetto può essere perso in tutto o in parte durante il percorso Ogni pacchetto contiene tutte le informazioni rilevati sul percorso Applicazione TCP IP Scheda Rete Applicazione TCP IP Scheda Rete

16 A cosa serve il protocollo IP Quando la rete è complessa (es. Internet) non è facile capire quale strada connette meglio due utenti La rete IP serve, come una guida telefonica, per trovare a che rete è connesso il destinatario!!!! Ogni router ha una rubrica telefonica che dice dove vanno i pacchetti a seconda del destinatario! x.x x.x x.x ???? x.x??

17 A cosa serve il protocollo TCP TCP serve per: – Mantenere una connessione tra telecamera e client – Controllare che non siano stati persi dati sulla rete – Permettere tanti flussi di dati contemporanei – Facilitare lapplicazione nel gestire la trasmissione

18 Cosè una porta? Che porta useremo? E il meccanismo per poter permettere a tante applicazioni di usare la stessa architettura di rete senza interferenze!!!! Applicazione TCP IP Scheda Rete P23P80P110 TELNETHTTPPOP3 Porta 80: è la porta predefinita per le comunicazioni HTTP alla base del trasferimento delle pagine WEB tra i server WWW e i client (utenti). Viene usata dallapplicazione Internet Explorer (o Mozilla) e dal rispettivo server (Telecamera, Apache o Microsoft Internet Information server).

19 Possiamo vedere il traffico della rete? Con il programma gratuito wireshark, si può vedere quali informazioni vengono ricevute e quali vengono spedite dal nostro PC:

20 Il protocollo HTTP: a cosa serve? Il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) – permette di trasferire dei files da un server HTTP (Apache, Internet Information Server, Network Camera) a un client HTTP (Mozilla Firefox, Internet Explorer) – Permette di controllare se il richiedente è autorizzato a ricevere il file – Fornisce informazioni supplementari riguardo al file trasferito e alle caratteristiche del client e del server.

21 Scambio di richieste risposte tra PC (client) e telecamera (server) Richiesta: GET /mjpg/image.jpg HTTP/1.1 Host: User-Agent: Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv: ) Gecko/ Firefox/3.0.3 Accept: image/png,image/*;q=0.8,*/*;q=0.5 Accept-Language: it-it,it;q=0.8,en- us;q=0.5,en;q=0.3 Accept-Encoding: gzip,deflate Accept-Charset: ISO ,utf- 8;q=0.7,*;q=0.7 Keep-Alive: 300 Connection: keep-alive Referer: ?imagePath=/mjpg/video.mjpg&size=1 ?imagePath=/mjpg/video.mjpg&size=1 Authorization: Basic cm9vdDpmcmFuY2VzY2E= Nome del file richiesto e vers. HTTP Indirizzo IP del server Informazioni sullapplicazione richiedente il servizio Password di autorizzazione

22 Scambio di richieste risposte tra PC (client) e telecamera (server) Risposta: HTTP/ OK Cache-Control: no-cache Pragma: no-cache Expires: Thu, 01 Dec :00:00 GMT Connection: close Content-Type: multipart/x-mixed-replace; boundary=--myboundary --myboundary Content-Type: image/jpeg Content-Length: JFIF.. Il server risponde che la richiesta è corretta! Ci informa che il contenuto richiesto è una immagine JPEG ed è lunga bytes!!!! Il JPEG inizia a essere trasmesso!!!!

23 Qual è la procedura per farsi mandare una immagine? Mi connetto al server – Applicazione con protocollo HTTP – Manda una richiesta alla porta 80 del server Il server accetta la connessione Invio una richiesta GET /mjpg/image.jpg HTTP/1.1 – Specifico la password e altre info Il server risponde con le sue informazioni dalla porta 80 alla mia porta (che ha un numero a caso) – Alla fine comincia ad inviare i pezzi del file richiesto, – Tipicamente circa 1500 bytes alla volta

24 Il Sistema Operativo Linux E composto da tantissimi blocchi, i quali sono sviluppati da gruppi indipendenti di programmatori volontari E facilmente programmabile per interfacciarsi con la rete – La configurazione della rete è semplice – Ci sono tanti strumenti che aiutano in caso di problemi Offre gratuitamente tanti tool per la programmazione: – Compilatore C, C++, Java … – Editor – Librerie per fare qualunque cosa Interagire con lutente Accedere alla rete Convertire le immagini Leggere e Memorizzare i dati sul disco

25 Linux: componenti fondamentali Distribuzioni (Chi mette assieme le componenti fondamentali) Kernel (il cuore del sistema operativo) File system (gestisce i files di sistema e utenti) Utenti e amministratore (Ciascuno ha le proprie regole!) Interfaccia grafica (NON è parte fondamentale!) Terminale (è il modo più diretto per accedere al sistema) Sistema di rete (Offre tutti gli strumenti indispensabili e oltre!) I pacchetti software (sono sempre accessori rispetto al piccolo kernel)

26 Distribuzioni Dato che Linux è composto da tantissimi piccoli blocchi programmati indipendentemente – Alcune importanti organizzazioni si occupano di mettere assieme i blocchi – Per rendere più semplice ed immediata linstallazione – Per favorire gli utenti non esperti – Per assicurarsi che il sistema complessivo funzioni bene – Per tener traccia di tutti gli ultimi aggiornamenti sulla sicurezza Le più famose: – Mandriva, Ubuntu, Fedora, SuSE, Knoppix, Debian, Gentoo, Slackware… – Elenco completo:

27 File system E linsieme di tutti i programmi e dello spazio di memoria che servono per – Memorizzare i files – Evitare perdita di dati – Ritrovare velocemente i dati Lo spazio di memoria di Linux è tipicamente organizzato in 3 partizioni – root, /, mantiene lalbero principale delle directory – /home, mantiene i files dellutente – swap, mantiene i files temporanei

28 Gli utenti e lamministratore In linux, ogni programma – Può essere creato solo da alcuni utenti – Può essere installato solo dallamministratore o da chi ne ha il permesso – Può essere eseguito solo da chi ne ha il permesso In linux, ogni file – Può essere letto solo da chi ne ha il permesso – Può essere scritto/cancellato solo da chi ne ha il permesso – Può essere eseguito (se è un programma) solo da chi ne ha il permesso In linux, ogni risorsa (rete, periferiche, audio,video, …) – Può essere utilizzata solo da chi ne ha il permesso Lamministratore (root) ha sempre tutti i permessi e può decidere i permessi degli altri

29 Gli utenti e lamministratore (2) Ogni utente: – Ha una user name denominata login – Ha una password Ogni utente può: – Cambiare la propria password – Cambiare i permessi dei propri files, dei propri programmi e delle proprie risorse Gli utenti non possono: – Vedere alcuna password – Utilizzare programmi, files, risorse assegnate ad altri Lamministratore (root) può: – Modificare le password di chiunque (non le può vedere) – Utilizzare e modificare qualunque programma, files o risorsa (rischio!!!)

30 Il terminale E il modo più diretto per interagire con tutte le funzioni del sistema operativo È dotato di un prompt che risponde ai comandi dellutente Il prompt è gestito dalla shell che aiuta lutente a – Velocizzare le operazioni noiose – Ricordare tutti i comandi utilizzati – Effettuare alcune operazioni automaticamente – Gestire linterazione con i programmi

31 Il comando sudo Entrare come amministratore (root) è pericoloso: – Si possono cancellare, distruggere files e configurazioni – Si può resettare la macchina senza autorizzazioni Soluzione: è meglio usare lutente root solo quando è necessario!!! – Solo alcuni comandi richiedono di essere amministratore – Basta scrivere prima del comando desiderato, il comando sudo e inserire la password: – Esempio: sudo ifconfig [sudo] password for enzo: **** ……… – NB: la password non appare a terminale!!!

32 Impostare gli indirizzi di rete Un Computer (Host IP), per connettersi alla rete, ha bisogno di: – Un Indirizzo IP e una netmask – Un indirizzo per il default gateway – Un indirizzo del server DNS Tale indirizzo serve per tradurre i nomi degli host con gli indirizzi IP La scheda di rete viene individuata con la sigla eth0

33 Impostare gli indirizzi di rete (2) Indirizzo IP e netmask: – sudo ifconfig eth x.x netmask x.x Default gateway: – sudo route del default (cancella una route esistente) – sudo route add default gw x.x Server DNS: – sudo echo nameserver x.x > /etc/resolv.conf

34 I pacchetti software Tutte le distribuzioni sono composte da pacchetti software: Spesso listallazione di alcuni pacchetti rende indispensabile linstallazione di altri pacchetti, struttura gerarchica!!! Kernel Glibc (librerie) Bash (shell) XORG (amb. Grafico) netfilter (firewall) CUPS (stampanti) OpenOffice (Word, Excel,…) libjpeg (x le immagini!)

35 Installare il software da Internet: APT-GET INSTALL Scarica da Internet e installa automaticamente uno o più pacchetti software andando a cercare automaticamente le dipendenze Esempio: installazione editor GEDIT – sudo apt-get install gedit Funziona solo sulle distribuzioni Debian-Ubuntu – Mandriva: urpmi

36 Visualizzazione di un file con CAT E il modo più veloce per visualizzare un file da terminale – Comando: cat /home/lab/pippo Visualizza il file pippo nella cartella /home/lab

37 Visualizzazione di un file esadecimale con HEXDUMP E il modo più veloce per visualizzare un file in esadecimale – Comando: hexdump /home/lab/pippo Visualizza il file pippo nella cartella /home/lab

38 Editing di un file con GEDIT E un editor che ha funzioni specifiche per programmare. Si avvia da terminale con il comando gedit &

39 Rappresentazione delle immagini Ciascuna immagine è rappresentata nel computer per mezzo di numeri Larea viene suddivisa in tanti piccoli quadrati colorati Ci sono metodi efficienti per la memorizzazione Vediamone i dettagli.

40 Come viene rappresentata una immagine? ZOOM! Una immagine è una sequenza di tantissimi puntini colorati detti pixel (PICture ELement)

41 Dimensioni dellimmagine Una immagine è una grande matrice di pixel: – La dimensione è il numero di pixel orizzontali x il numero di pixel verticali: – 640x480 – 800x600 – 102x768 – Ecc.

42 Colorazione pixel RGB! Ogni pixel ha un colore unico! Il colore del pixel è determinato in base a tre componenti fondamentali: – Rosso – R: – Verde – G: – Blu – B: In questo modo si possono ottenere più di 16 milioni di colori diversi (per ciascun pixel dellimmagine)!

43 Formati di immagine: cosa sono? Considerando il numero di pixels e il numero di colori di ciascun pixel, una immagine occupa tantissimo spazio. Una immagine si può memorizzare interamente così comè – Formato RASTER: occupa molto spazio! – Esempio BMP Oppore si può memorizzare in modo da ridurre lo spazio occupato: – Formato lossy. Esempio: JPG

44 I numeri esadecimali Sono rappresentazioni particolari dei numeri binari. Ogni numero è una cifra da 0 a F che corrisponde ai numeri da 0 a 15

45 Rappresentazione RGB esadecimale Esempio: il pixel È un mix dei colori: Rosso: 224/255 Verde: 36/255 Blu: 36/255 Si rappresenta su tre bytes RGB. Una rappresentazione semplice si ha in hex E02424 (E0 (224), 24 (36), 24(36))

46 ESEMPIO: Configurare la telecamera in diretta 1 coppia alla volta Accedere alla telecamera con la userid e la password di default Impostare un indirizzo IP e una netmask ammissibile per la rete Verificare e cambiare le impostazioni immagine/video Controllare che le modifiche abbiano effetto Non cambiare le password

47 Esempio: GIMP e le immagini esadecimali Aprire GIMP con il comando gimp & da terminale Creare una immagine nuova 1x1 pixel Immettere un pixel di un certo colore RGB Salvare limmagine in uno dei seguenti formati: – PBM PGM XPM PPM BMP Verificare con hexdump che cosa è stato scritto su disco Ripetere lesercizio con una immagine 3x3

48 Creare una immagine di pochi pixel

49 Impostare un colore

50 Colorare un pixel con quel colore, gli altri in nero

51 Salvare limmagine in uno dei formati RASTER

52 Fare alcune prove confrontando i vari formati RASTER Cosa cambia tra i vari formati raster? Cosa cambia tra una immagine di 1 pixel e una di 9? Cosa si vede salvando limmagine come jpg?

53 La programmazione nel linguaggio C Rende semplice interagire con la rete ed elaborare le immagini Produce dei programmi estremamente veloci Non è indicato per creare programmi con finestre e pulsanti

54 Cosa serve per poter programmare in C Il compilatore GCC Le librerie di sistema (per aprire i files, connettersi alla rete, interagire con lutente, ecc.) Alcune librerie aggiuntive per leggere/scrivere files jpeg Altre librerie contenenti funzioni già preparate per eseguire i programmi che ci interessano

55 Linguaggio C: il sistema operativo Funzionalità offerte dal sistema operativo – Interfacciamento con lutente (terminale ecc) – Rete – File system – Ecc.

56 Il compilatore C di linux: GCC! Il suo funzionamento è semplicissimo: – gcc nomefile.c Produce un file eseguibile denominato a.out – Si esegue con il comando./a.out Importante!!! Saper leggere i messaggi di errore di gcc!!!

57 Librerie di sistema: aiuto alla programmazione Ci sono compiti che non dobbiamo risolvere noi programmatori: – Come si invia un dato sulla rete? – Come si scrive un carattere sul video? – Come si scrive un file? Risposta? – Non ci interessa! Ci sono librerie già fatte per fare queste operazioni, basta saperle usare!

58 Librerie di sistema: aiuto alla programmazione Esempi: – #include : contiene tutto ciò che ci serve per gestire la stampa di caratteri a video! – #include, include, include : contengono tutto ciò che ci serve per usare la rete! – #include : contiene tutto ciò che ci serve per usare le stringhe!

59 Librerie utente: permettono di scrivere il codice una volta per tutte! Esempio: Connettersi alla telecamera e richiedere una immagine è un problema ricorrente E meglio avere un pezzo di codice che lo fa, senza doverci preoccupare ogni volta del problema!

60 Blocchi fondamentali di un programma C Sezione INCLUDE: – Serve per includere le librerie e altri files.c – #include Con le parentesi si includono le librerie di sistema – #include mialib.h Con le virgolette si includono le librerie dellutente (nella stessa cartella dei programmi) – Inlcudere un file significa mettere il file indicato al posto della parola include!!! – È come scrivere il codice al posto dellinclude

61 Blocchi fondamentali di un programma C (2) Sezione DEFINE: – Serve per definire le costanti – #define imgX 640 – #define imgY 480 – Hanno lo stesso effetto di sostituire il numero al nome della costante prima di compilare il codice! Sezione del codice: – Metodi del programma Sono le parti del programma – Metodo main() Contiene quella parte di programma che viene chiamata non appena il programma parte Al suo interno chiama le altre parti (metodi) del codice

62 Blocchi fondamentali: metodo main() int main(int argc, const char ** argv){ //Questo è un commento leggiDati(); calcolaQualcosa(); scriviLaRisposta(); return 0; //Non ci sono errori }

63 Blocchi fondamentali: PRINTF() La funzione printf() serve per visualizzare qualcosa allutente Comunicare una informazione allutente. Esempio: printf(Ciao, come va?); Visualizza a video: Ciao, come va?

64 Un semplice programma in linguaggio C Nome file: prova.c #include int main(int argc, const char ** argv){ printf(Ciao, come va?); return 0; }

65 Copiare, salvare, compilare ed eseguire lesempio Copiare lesempio con leditor GEDIT Salvare il file.c Compilare con il comando gcc prova.c Eseguire con il comando./a.out

66 Modificare lesempio per scrivere il proprio nome e cognome Cosa devo cambiare per fare scrivere il mio nome e cognome? Listruzione PRINTF serve per: – Interagire con lutente – Comunicare allutente qualcosa o il risultato NOTA: In questo momento noi siamo contemporaneamente programmatori e utenti! – Programmatori quando scriviamo il programma, – Utenti quando eseguiamo il programma e ne verifichiamo gli output interagendo con esso.

67 Scrivere nome, cognome ed età Nome file: età.c #include int main(int argc, const char ** argv){ int annoNascita = 1982; int eta = 2008 – 1982; printf(Luca Capisani, età %i, eta); return 0; }

68 Salvare tutte le informazioni su un file: fprintf()! #include int main(int argc, const char ** argv){ FILE *fptr = fopen(f.txt","w"); int annoNascita = 1982; int eta = 2008 – 1982; fprintf(fptr,Luca Capisani, età %i, eta); fclose(fptr); return 0; } Per controllare che il file è corretto: cat f.txt dopo aver eseguito il programma

69 Blocchi fondamentali 2: le strutture di controllo Nellesercizio di prima, ogni istruzione viene eseguita nellordine indicato. A volte è necessario eseguire istruzioni solo se si verificano certe condizioni – Se piove Prendo lombrello – Altrimenti Esco in bicicletta! A volte è necessario cambiare lordine delle istruzioni o ripetere lesecuzione di alcuni blocchi – Per fare una torta Aggiungere farina Aggiungere olio Aggiungere zucchero Mescolare il tutto Se non si amalgama, ricominciare dallinizio

70 Istruzione condizionale IF THEN ELSE Esempio: mi dice se sono maggiorenne #include int main(int argc, const char ** argv){ int annoNascita = 1982; int eta = 2008 – 1982; printf(Luca Capisani, età %i \n, eta); if (eta >= 18){ printf(Sei maggiorenne! \n); } return 0; }

71 Cicli FOR Esempio: comunicare allutente il conteggio da 1 a 10!!! Procedura: – Scrivere 1; – Calcolare = 2 – Scrivere 2; – Calcolare = 3 – Scrivere 3; – Calcolare = 4 – … Le istruzioni si ripetono! Come possiamo scrivere la stessa cosa più rapidamente???

72 Cicli FOR Esempio: comunicare allutente il conteggio da 1 a 10!!! Non voglio ripetere le istruzioni uguali! Procedura: – Imposto a = 0; – Inizio di un ciclo a = a + 1 Scrivo (a) – Mi fermo solo quando ho raggiunto il limite Le istruzioni non si ripetono più! Come possiamo scrivere la stessa cosa nel linguaggio C???

73 Esempio: Uso dei cicli #include int main(int argc, const char ** argv){ int i; for (i = 0; i<10; ){ i = i+1; printf("i = %d \n",i); } return 0; }

74 Uso delle librerie di rete Richiede di – Includere le librerie di rete #include – Configurare le impostazioni desiderate per la connesione – Creare la connessione – Utilizzarla per inviare/ricevere dati – Chiudere la connessione

75 Configurare la rete… struct sockaddr_in *remote; int tmpres; char *ip; char *get; char buf[BUFSIZ+1]; char *host; char *page; host = " "; page = PAGE; sock = create_tcp_socket(); ip = get_ip(host); remote = (struct sockaddr_in *)malloc(sizeof(struct sockaddr_in *)); remote->sin_family = AF_INET; tmpres = inet_pton(AF_INET, ip, (void *)(&(remote->sin_addr.s_addr))); if( tmpres < 0) { perror("Can't set remote->sin_addr.s_addr"); exit(8); }else if(tmpres == 0){ fprintf(stderr, "%s is not a valid IP address\n", ip); exit(7); } remote->sin_port = htons(PORT); if(connect(sock, (struct sockaddr *)remote, sizeof(struct sockaddr)) < 0){ perror("Could not connect"); exit(4); }

76 Un semplice programma per richiedere una immagine alla camera #include #include "netHTTP.h" #include "mylib.h" int PORT=80; char* HOST = " "; //char* PAGE = "/mjpg/video.mjpg"; char* PAGE = "/jpg/image.jpg"; int pktCount=0; void dataRec(void *data, unsigned long int l){ pktCount++; printf("Ricevuto pkt %d len %d\n", pktCount, l); } int main(int argc, char **argv) { tcpConnect(); sendHTTPRequest(); memset(buf,0,sizeof(buf)); while((tmpres = recv(sock, buf, BUFSIZ, 0)) > 0){ dataRec(buf,tmpres); } closeSock(); return 0; }

77 Librerie!! – Di sistema #include – Utente #include "netHTTP.h" #include "mylib.h"

78 Parametri!! Configurazione! int PORT=80; char* HOST = " "; Voglio ricevere il filmato? //char* PAGE = "/mjpg/video.mjpg"; Voglio vedere solo una foto? char* PAGE = "/jpg/image.jpg";

79 Richiesta HTTP di una immagine Connessione TCP alla telecamera – Avviene usando – lindirizzo IP x.x – e la Porta 80 tcpConnect(); Richiesta HTTP di tipo GET alla telecamera – Specifica il file che mi interessa e che cosa sono in grado di fare (le mie caratteristiche) sendHTTPRequest();

80 Arriva limmagine!!! Preparo lo spazio di memoria memset(buf,0,sizeof(buf)); Attendo ciasun pacchetto dalla rete e lo memorizzo while((tmpres=recv(sock,buf,BUFSIZ,0))> 0){ dataRec(buf,tmpres); }

81 Chiudo la connessione! Dico alla telecamera che ho finito di utilizzarla Non faccio più nessuna richiesta alla telecamera! closeSock();

82 Diagramma di flusso di connessione e richiesta INIZIO CONNESSIONE TCP RICHIESTA HTTP TRASFERIMENTO DI UN PACCHETTO FINE DATI ??? NO! SI! CHIUSURA CONNESSIONE FINE

83 Dove va a finire la risposta? Nel nostro caso la risposta della telecamera va persa! Tuttavia vedremo la prossima volta come si può memorizzare su un file Alla fine possiamo visualizzare la foto con un comune programma da disegno!

84 Esercizio Fate un programma che, sommando tutte le lunghezze dei pacchetti ricevuti dalla telecamera, vi dica quanto era lunga limmagine.


Scaricare ppt "Acquisire ed elaborare immagini - Prima parte Luca Capisani."

Presentazioni simili


Annunci Google