La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Manfredonia, 09.11.2007 L OSSERVATORIO ZONALE DELL AMBITO DI MANFREDONIA L analisi dei bisogni e la valorizzazione delle risorse umane al centro della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Manfredonia, 09.11.2007 L OSSERVATORIO ZONALE DELL AMBITO DI MANFREDONIA L analisi dei bisogni e la valorizzazione delle risorse umane al centro della."— Transcript della presentazione:

1 Manfredonia, L OSSERVATORIO ZONALE DELL AMBITO DI MANFREDONIA L analisi dei bisogni e la valorizzazione delle risorse umane al centro della qualità sociale Por Puglia 2000 – 2006, FSE, Asse III, misura 3.4, Azione d) I Modulo L Osservatorio Provinciale delle Politiche Sociali e l Osservatorio Zonale

2 L Osservatorio Regionale per le Politiche Sociali Compiti Non si limita a descrivere e registrare, ma supporta gli attori nelle funzioni di ESERCIZIO (gestione e programmazione dei servizi e degli interventi) e in quelle di GOVERNO (analisi dei problemi ed indirizzo delle attività) Di cosa si occupa Ricerca sociale Monitoraggio Sistema Informativo Sociale Formazione Diffusione e Comunicazione sociale

3 Sistema informativo Sociale Regionale e Osservatorio Regionale delle Politiche Sociali QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Art. 21, comma 1, L. 328/2000 Sistema informativo dei servizi sociali Art. 13, L.R. 19/2006 Art. 14, L.R. 19/2006 Sistema informativo Oss. Reg. delle Pol. Soc. Strumento per la tempestiva acquisizione dei Promuove, coordina e realizza le azioni di dati e delle informazioni per la conoscenza monitoraggio sul sistema di offerta dei dei bisogni sociali, per la programmazione, servizi sociali, sulla domanda di servizi, la gestione e la valutazione delle politiche sulla spesa sociale, il monitoraggio dei Pdz sociali e la progettazione del Sist. Inform. Sociale SISR – ORPS: Linee Guida per l organizzazione ed il funzionamento Delibera di Giunta Regionale n° 1380 del 3 agosto 2007

4 LO SCENARIO DI RIFERIMENTO - Carenza conoscitiva sui bisogni e sulla domanda di servizi socio-assistenziali della popolazione pugliese - Frammentazione e Settorializzazione delle informazioni esistenti - Informazioni non pienamente e costantemente fruibili - Informatizzazione scarsa dei dati raccolti esistenti - Mancanza di raccordo tra il livello delle informazioni esistenti ed il livello di programmazione tecnico-politica in ambito sociale

5 Il Sistema Informativo Sociale Alcuni elementi che lo definiscono - insieme finalizzato ed organizzato di procedure e tecniche per raccogliere il minor numero di dati da tradurre in informazioni esaustive e mirate, per lassunzione di decisioni coerenti - aggregato non casuale, connotato da finalità, funzioni e struttura - finalizzato alla programmazione regionale e locale - strumentale alla gestione dei processi di monitoring dei servizi sociali - territorialmente articolato, ma unitario - svolge un ruolo cardine nella organizzazione del sistema di welfare

6 Il SISR: Requisiti di base e Caratteristiche Requisiti di base: 1. Unitarietà del modello 2. Tempestività 3. Sistematicità ed Organicità 4. Esaustività ed Attendibilità 5. Internalizzazione Altre caratteristiche: 1. Fondato su una rete sociale ampia 2. Circolazione delle informazioni 3. Risponde ai fabbisogni informativi 4. Partecipato 5. Attento all innovazione 6. Pluralità di metodi per la raccolta dei dati 7. Bilancio informativo positivo 8. Valorizzare la conoscenza del territorio 9. Rispondere ai debiti informativi del livello nazionale

7 Il SISR: Funzioni - Osservazione ed Analisi dei fenomeni sociali e di marginalità - Monitoraggio e Valutazione del sistema di offerta dei servizi - Definizione e Gestione dei flussi informativi - Fluidità del sistema di circolazione delle informazioni - Svolgere un ruolo di supporto scientifico – razionale: a. definizione strategica di obiettivi e priorità b. allocazione e gestione delle risorse del sistema c. prendere decisioni di intervento dove non cè la conoscenza diretta

8 Il SISR: Obiettivi Operativi Supportare i decisori politici Punto di riferimento strutturato Potenziare la produzione statistica Favorire la circolazione dei dati Valorizzare le esperienze già esistenti e le buone prassi Fornire la conoscenza dei bisogni sociali del territorio Monitorare il sistema di offerta dei servizi Valutare qualità e soddisfazione dellutenza Sostenere gli interventi di com. sociale Diffondere la cultura della ricerca sociale Dare visibilità alla prod. di dati degli enti Formare tutti coloro che gestiscono i dati

9 Il SISR: Obiettivi Conoscitivi I bisogni e la domanda sociale La qualità dei servizi Offerta di servizi e prestazioni IL SISR DEVE SUPPORTARE LA PROGRAMMAZIONE SOCIALE, ASSICURANDO UNA ADEGUATA CONOSCENZA DEI BISOGNI SOCIALI E DEL SISTEMA INTEGRATO DEI SERVIZI, OPERANDO SU TRE MACRO – AREE:

10 Il SISR: Prodotti attesi Modello Generale del SISR Definizione dei flussi informativi Giacimento dei dati informatizzato Paniere di indicatori mirati

11 L Osservatorio Regionale per le Politiche Sociali IL SISR E INCORPORATO NELL ORPS,costituito da un sistema integrato che comprende: 1 OSSERV. REGIONALE 5 OSSERV. PROVINCIALI ATTIVITA DELL ORPS: 1. Ricerca sociale 2. Monitoraggio dei PdZ 3. Progettazione e implementazione del SISR 4. Formazione/Assistenza tecnica/Comun. Sociale/Diffusione relativamente alle aree prioritarie di Policy

12 ORPS: Aree prioritarie di POLICY 1. FAMIGLIA 2. PRIMA INFANZIA E MINORI 3. NON AUTOSUFFICIENZA 4. ANZIANI 5. SALUTE MENTALE 6. POVERTA 7. IMMIGRAZIONE 8. SVILUPPO E GOVERNANCE

13 L ORPS: Funzioni Assicurare l integrazione con il livello nazionale Integrare e sistematizzare i flussi informativi Realizzare il collegamento con altri sistemi informativi regionali Gestire il patrimonio dei dati Promuovere l accessibilità dei dati per il loro aggiornamento continuo Realizzare la RELAZIONE SOCIALE REGIONALE Supportare lAutorità di Gestione del P.O. 2007/2013, con la produzione di indicatori relativi allInclusione Sociale

14 L Osservatorio REGIONALE delle PS: ruoli specifici - L ORPS è struttura operativa dell Assessorato alla Solidarietà – Settore Programmazione Sociale e Integrazione Sociosanitaria - Sostiene i processi decisionali e le attività di programmazione, coordinamento e controllo, attraverso la ricerca sociale e la diffusione delle informazioni

15 Gli Osservatori Sociali PROVINCIALI: ruoli specifici - Costituiscono i nodi provinciali dell OSR, con cui interagiscono pariteticamente e di cui concorrono all attuazione delle attività previste - Collaborano con gli Ambiti territoriali, supportandoli per la costruzione, realizzazione e valutazione dei PdZ - Sensibilizzano e forniscono supporto agli UdP affinchè lanalisi dei dati diventi parte integrante del proprio lavoro

16 Gli Osservatori Sociali PROVINCIALI: compiti Realizzano analisi mirate su fenomeni sociali locali Promuovono processi collaborativi con il personale che opera nel sistema dei servizi Sensibilizzano l opinione pubblica della comunità locale su particolari problematiche sociali Individuano bisogni sociali emergenti e realtà organizzative innovative Progettano e coordinano percorsi formativi conseguenti alle analisi realizzate Diffondono sul proprio territorio le informazioni del SISR Realizzano annualmente la RELAZIONE SOCIALE PROVINCIALE Supportano gli UdP nella elaborazione delle proprie RELAZIONI SOCIALI annuali Partecipano attivamente alla Cabina di regia regionale per la progettazione e limplementazione dei flussi informativi Programmano con lOsservatorio Regionale le attività annuali

17 Gli Ambiti Territoriali ed i loro UdP: compiti SONO LO SNODO TERRITORIALE DEL SISR Contribuiscono a definire i bisogni informativi del sistema Raccolgono e diffondono sul proprio territorio le informazioni del SISR e degli OPS Realizzano ricerche ad hoc sul proprio territorio Prevedono tra le loro attività anche quelle relative alla ricerca Raccolgono dati ed informazioni per gli OPS e per supportare la programmazione e la redazione dei propri Pdz Svolgono un ruolo attivo nel promuovere la circolazione delle informazioni e dei dati Promuovono lintegrazione intersettoriale tra i vari uffici comunali, nella produzione dei dati per la gestione della spesa sociale e dei servizi erogati Si raccordano con il privato sociale presente sul proprio territorio, per implementare attività di analisi e valutazione dei servizi Si occupano del funzionamento di una interfaccia che interagisca con tutte le unità di raccolta, per laggiornamento e la consultazione di dati relativi a flussi informativi di competenza

18 Il ruolo degli attori della rete degli Osservatori, nella produzione di conoscenza CHI LO FACOSA FA Livello FONDAMENTALE SISR Attivazione di flussi informativi Monitoraggio dell offerta dei servizi e dei bisogni da soddisfare Livello di APPROFONDIMENTO OPS Collaboraz. degli AMBITI Approfondimenti specifici (utilizzando gli strumenti della Ricerca- azione e della Ricerca partecipata) Analisi di customer e job satisfaction Livello SPERIMENTALE OPS AMBITI Indagini sperimentali relative a nuovi fenomeni di disagio Mappatura delle buone prassi


Scaricare ppt "Manfredonia, 09.11.2007 L OSSERVATORIO ZONALE DELL AMBITO DI MANFREDONIA L analisi dei bisogni e la valorizzazione delle risorse umane al centro della."

Presentazioni simili


Annunci Google