La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stima di una funzione di domanda di moneta (2). Premessa Questa esercitazione presuppone che si sia svolta con successo lesercitazione precedente, dal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stima di una funzione di domanda di moneta (2). Premessa Questa esercitazione presuppone che si sia svolta con successo lesercitazione precedente, dal."— Transcript della presentazione:

1 Stima di una funzione di domanda di moneta (2)

2 Premessa Questa esercitazione presuppone che si sia svolta con successo lesercitazione precedente, dal titolo Stima di una funzione di domanda di moneta (1), contenuta nel file Easy123_4.ppt Nellesercitazione precedente abbiamo preparato un file di input EasyReg contenente i dati relativi alla funzione di domanda di moneta per il Belgio Questo file di input, denominato Belgio.txt, è memorizzato nella cartella C:\Data, che è la cartella di lavoro (start-up directory) di EasyReg Possiamo quindi avviare EasyReg e caricare i dati dal nuovo file

3 Caricamento dei dati I dati sono su un nuovo file di input, quindi scegliamo lopzione Choose new input file: Nel dialog che si apre verifichiamo che la cartella di start-up sia quella dove è presente il file Belgio.txt, cioè C:\Data. Confermiamo con Start

4 Caricamento dei dati Si apre una finestra che mostra i dati memorizzati da EasyReg nelle sessioni precedenti (contenuti nella sottocartella EASYREG.DAT) Noi abbiamo bisogno di nuovi dati, quindi scegliamo Use a new data file

5 Caricamento dei dati Nel dialog che si apre facciamo doppio clic sul nome del file, che viene selezionato EasyReg ci mostra le prime cinquanta righe del file nella finestra accanto I dati sono quelli giusti, quindi selezioniamo Choose this file

6 Caricamento dei dati La procedura di caricamento passa attraverso i punti descritti nelle esercitazioni precedenti. Dovremo: –confermare il tipo di file (Type 1) –specificare il tipo di dati (trimestrali, quarterly) –specificare la data di inizio del file (1979:4) Alla fine ci viene chiesto se vogliamo sovrascrivere i dati esistenti in EasyReg.Dat (quelli relativi alla stima del trend del PIL) Sovrascriviamo i dati scegliendo Overwrite EasyReg ci riporta al menù principale

7 Caricamento dei dati Sono utili alcune precisazioni sulla sovrascrittura dei dati EasyReg, come la maggior parte dei software econometrici, può memorizzare in uno stesso file solo dati aventi cadenza temporale identica (tutti annuali, tutti mensili,…) I dati relativi alla stima della tendenza erano annuali, mentre i dati con i quali lavoreremo in questa esercitazione sono trimestrali Per questo motivo abbiamo dovuto sovrascriverli (e quindi cancellarli Se non desideriamo sovrascrivere i vecchi dati, creiamo diverse directory di lavoro: una per i dati annuali, una per quelli trimestrali...

8 Trasformazione delle variabili Dobbiamo ora effettuare le trasformazioni delle variabili Lequazione da stimare è: Il significato delle variabili teoriche è quello standard: –M: stock di moneta in termini nominali (nel file di input corrisponde alla variabile misurata M1) –p: indice dei prezzi (corrisponde a PC) –Y: PIL in termini reali (corrisponde a Y90) –rd, rb e rl sono i tre tassi sui depositi (rd) e sulle attività finanziarie a breve (rb) e a lungo termine (rl)

9 Trasformazione delle variabili Per stimare lequazione dobbiamo: –esprimere lo stock di moneta in termini reali dividendo M per p (cioè M1 per PC) –logaritmizzare lo stock di moneta e il PIL (in termini reali) A questo scopo scegliamo lopzione di trasformazione delle variabili dal menù principale di EasyReg:

10 Trasformazione delle variabili Nella finestra che si apre scegliamo Multiplicative combination Ci servirà per calcolare il rapporto M/p

11 Trasformazione delle variabili Dobbiamo dividere M1 per PC Selezioniamo queste due variabili facendo doppio clic sopra il loro nome Le variabili selezionate sono contraddistinte da un asterisco Per confermare

12 Trasformazione delle variabili Ricordiamo che M/p = M 1 p -1. Alla richiesta di inserire la potenza alla quale elevare M1 risponderemo quindi 1 (confermando con OK) Alla richiesta di inserire la potenza alla quale elevare PC risponderemo -1

13 Trasformazione delle variabili Il programma quindi ci ricorda la combinazione moltiplicativa che abbiamo prescelto Ci chiede di attribuirle un nome: ad esempio, M1/PC Quando confermiamo con OK la nuova variabile è calcolata e caricata in memoria

14 Trasformazione delle variabili Per verificare gli effetti della trasformazione possiamo consultare il tabulato dei dati o tracciare il grafico delle variabili Per avere il tabulato scegliamo:

15 Trasformazione delle variabili Ci viene chiesto di selezionare le variabili che devono comparire sul tabulato Con un doppio clic sul nome selezioniamo M1, PC e M1/PC:

16 Trasformazione delle variabili Confermando con OK otteniamo il tabulato qui accanto Premendo questo pulsante lo salviamo nel file Output.txt della sottocartella Easyreg.dat I numeri nella colonna 4 (corrispondente a M1/PC) sono effettivamente il rapporto dei corrispondenti numeri nelle colonne 2 e 3

17 Trasformazione delle variabili Per ottenere il grafico delle variabili scegliamo invece:

18 Trasformazione delle variabili Anche in questo caso ci viene chiesto di selezionare le variabili desiderate Procediamo come nel caso precedente Ci viene poi chiesto di selezionare un sottoinsieme di osservazioni Le scegliamo tutto confermando con OK Infine, ci viene chiesto se desideriamo standardizzare le variabili (cioè dividerle per il rispettivo s.q.m.) Dato che moneta nominali, prezzi e moneta reale hanno tre dimensioni diverse, è opportuno standardizzarle

19 Trasformazione delle variabili A questo scopo premiamo il bottone Standardize

20 Trasformazione delle variabili Infine, dobbiamo decidere se rappresentare le tre serie nello stesso grafico o in grafici sovrapposti Scegliamo una rappresentazione separata

21 Trasformazione delle variabili Otteniamo il grafico qui accanto Notate la presenza di stagionalità in M1 Notate anche come fino al 1985:1 la quantità di moneta in termini reali diminuisca in modo pressoché costante, perché i prezzi crescono più rapidamente della moneta nominale...

22 Trasformazione delle variabili Per ultimare la trasformazione delle variabili dobbiamo ora effettuare due trasformate logaritmiche A questo scopo selezioniamo Menu/Input/Transform variables scegliendo il bottone LOG dal dialog di trasformazione delle variabili Ci verrà chiesto di scegliere le variabili da logaritmizzare

23 Trasformazione delle variabili Confermata la scelta, EasyReg ci mostra le variabili trasformate, alle quali attribuisce automaticamente il nome Possiamo confermare con OK o annullare la trasformazione con Cancel Ovviamente, nel nostro caso confermiamo...

24 Conclusione Abbiamo effettuato tutte le trasformazioni necessarie per stimare la funzione di domanda di moneta A questo punto possiamo riposarci Premendo Cancel nel dialog di trasformazione delle variabili torniamo alla finestra principale Scegliamo poi Exit/Just exit dal menù principale e abbandoniamo EasyReg La stima vera e propria è trattata nel prossimo tutorial: Easy123_6.ppt...


Scaricare ppt "Stima di una funzione di domanda di moneta (2). Premessa Questa esercitazione presuppone che si sia svolta con successo lesercitazione precedente, dal."

Presentazioni simili


Annunci Google