La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

11 Nuova TERRITORIALITA IVA Nuova TERRITORIALITA IVA OPERAZIONI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE INTRACOMUNITARIE E-Commerce E-Commerce * Dott.S.Forastieri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "11 Nuova TERRITORIALITA IVA Nuova TERRITORIALITA IVA OPERAZIONI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE INTRACOMUNITARIE E-Commerce E-Commerce * Dott.S.Forastieri."— Transcript della presentazione:

1 11 Nuova TERRITORIALITA IVA Nuova TERRITORIALITA IVA OPERAZIONI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE INTRACOMUNITARIE E-Commerce E-Commerce * Dott.S.Forastieri - 4/1/2011 * * Dott.S.Forastieri - 4/1/2011 * Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

2 22 Lart.1 del D.P.R. 26 Ottobre 1972 n.633, stabilisce i requisiti che attraggono unoperazione nellambito di applicazione dellIVA.Lart.1 del D.P.R. 26 Ottobre 1972 n.633, stabilisce i requisiti che attraggono unoperazione nellambito di applicazione dellIVA. LIva, oltre che sulle importazioni da chiunque effettuate, si applicaLIva, oltre che sulle importazioni da chiunque effettuate, si applica - sulle cessioni di beni e sulle prestazioni di servizi - effettuate nellesercizio di imprese, arti e professioni - nel territorio dello Stato. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

3 33 Si rilevano subito, quindi, i tre presupposti per lapplicazione dellimposta: Si rilevano subito, quindi, i tre presupposti per lapplicazione dellimposta: OGGETTIVOOGGETTIVO Deve trattarsi di Deve trattarsi di a) CESSIONI DI BENI nel concetto espresso a) CESSIONI DI BENI nel concetto espresso dall'art.2 dall'art.2 ovvero ovvero b) PRESTAZIONI DI SERVIZI "verso corrispettivo" nel concetto espresso dall'art.3; nonché quelle senza corrispettivo, eseguite da imprenditori e di valore superiore a 25,82 (lire ). b) PRESTAZIONI DI SERVIZI "verso corrispettivo" nel concetto espresso dall'art.3; nonché quelle senza corrispettivo, eseguite da imprenditori e di valore superiore a 25,82 (lire ). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

4 44 SOGGETTIVOSOGGETTIVO - Loperazione deve essere effettuata da (artt.4 e 5 D.P.R.633) -a) imprenditori(artt.2135 e 2195 C.C.), comprese le attività, organizzate in forma dimpresa e dirette alla prestazione di servizi, anche se non rientrano nellart.2195 C.C., e da Enti che comunque svolgono attività commerciale - b) artisti e professionisti Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

5 55 PRESUPPOSTO DELLA TERRITORIALITAPRESUPPOSTO DELLA TERRITORIALITA Loperazione deve essere effettuata, in base a quanto stabilito dallart.7 del D.P.R. 633/72, modificato dal D.Leg/vo 18 dell11/2/2010 (le cui disposizioni sono state comunque ritenute applicabili sin dal 1/1/2010 – vedasi Circ. Agenzia Entrate n.58 del 31/12/2010), nel territorio dello Stato, considerando tale tutto il territorio della Repubblica Italiana, con esclusione dei comuni di Livigno e di Campione dItalia e delle acque italiane del lago di Lugano (territori extra doganali), nonché dei territori della Città del Vaticano e dello Stato di San Marino. Loperazione deve essere effettuata, in base a quanto stabilito dallart.7 del D.P.R. 633/72, modificato dal D.Leg/vo 18 dell11/2/2010 (le cui disposizioni sono state comunque ritenute applicabili sin dal 1/1/2010 – vedasi Circ. Agenzia Entrate n.58 del 31/12/2010), nel territorio dello Stato, considerando tale tutto il territorio della Repubblica Italiana, con esclusione dei comuni di Livigno e di Campione dItalia e delle acque italiane del lago di Lugano (territori extra doganali), nonché dei territori della Città del Vaticano e dello Stato di San Marino. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

6 A norma dello stesso art.7 si intende: - Per soggetto passivo dimposta stabilito nel territorio dello Stato il soggetto passivo domiciliato o con stabile organizzazione nello Stato -Per parte di un trasporto di passeggeri effettuata allinterno della Comunità la parte di trasporto che non prevede uno scalo fuori della Comunità tra il luogo di partenza e quello di arrivo del trasporto passeggeri. Luogo di partenza è il primo punto dimbarco passeggeri nella Comunità (eventualmente dopo uno scalo extra UE. Nel caso di andata e ritorno, il percorso del ritorno è considerato viaggio distinto dallandata. -Per Trasporto intracomunitario di beni il trasporto di beni il cui luogo di partenza e di arrivo sono situati in due differenti Stati UE. -Per locazione, anche finanziaria, noleggio e simili, a breve termine, di mezzi di trasporto il possesso o luso ininterrotto del mezzo di trasporto per un periodo non superiore a trenta giorni (novanta per i natanti). 6Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

7 77 Sono assimilati ai territori extra doganali i -Depositi franchi (costituiti da una zona circoscritta da un recinto di muro entro il quale sorgono fabbricati adibiti precipuamente a depositi di merci le quali possono ivi formare oggetto di manipolazioni destinate d assicurarne la conservazione o migliorarne la qualità commerciale). -Punti franchi (costituiti da unintera zona portuale, dove le merci possono esssere oggetto anche di trasformazione industriale). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

8 88 A norma dellart.7, 7 bis e 7 ter, si considerano fatte nello Stato:A norma dellart.7, 7 bis e 7 ter, si considerano fatte nello Stato: a) le cessioni che hanno per oggetto beni che SI TROVANO nel territorio dello Stato a) le cessioni che hanno per oggetto beni che SI TROVANO nel territorio dello Stato b) le prestazioni RESE a committenti soggetti passivi o privati consumatori stabiliti nello Stato. b) le prestazioni RESE a committenti soggetti passivi o privati consumatori stabiliti nello Stato. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

9 A norma dellart. 7 bis: -Le cessioni di beni a bordo di una nave, aereo o treno, nel corso della parte di un trasporto di passeggeri effettuata allinterno della comunità, si considerano effettuate nel territorio dello Stato se il luogo di partenza del trasporto è ivi situato. 9Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

10 Inoltre, per quanto riguarda le cessioni di gas ed energia elettrica mediante di sistemi di distribuzione, sempre in base a quanto previsto dallart. 7 bis, i criteri della territorialità sono i seguenti: ACQUISTI DI GAS NATURALE, MEDIANTE RETE DI DISTRIBIZIONE, E DI ENERGIA ELETTRICAACQUISTI DI GAS NATURALE, MEDIANTE RETE DI DISTRIBIZIONE, E DI ENERGIA ELETTRICA Si applica lIVA nel paese del acquirente quando questultimo è un RIVENDITORE (soggeto IVA). Si applica lIVA nel paese del acquirente quando questultimo è un RIVENDITORE (soggeto IVA). Si applica pure nello Stato dellacquirente quando questultimo è un consumatore finale (soggetto IVA o privato), a condizione – però - che nello stesso Stato (quello dellacquirente) si verifichi il consumo (ossia dove cè il contatore). Si applica pure nello Stato dellacquirente quando questultimo è un consumatore finale (soggetto IVA o privato), a condizione – però - che nello stesso Stato (quello dellacquirente) si verifichi il consumo (ossia dove cè il contatore). 10Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

11 1111 Questo è quanto previsto, come regole di carattere generale, dagli artt.7, 7 bis e 7 ter.Questo è quanto previsto, come regole di carattere generale, dagli artt.7, 7 bis e 7 ter. Tuttavia, in virtù dei successivi articoli, 7 quater, 7 quinquies, 7 sexies e 7 septies, queste regole subiscono numerose deroghe.Tuttavia, in virtù dei successivi articoli, 7 quater, 7 quinquies, 7 sexies e 7 septies, queste regole subiscono numerose deroghe. Altre deroghe ne subiscono poi in caso di operazioni intracomunitarie.Altre deroghe ne subiscono poi in caso di operazioni intracomunitarie. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

12 1212 Prima ancora di esaminare più in dettaglio le varie ipotesi di territorialità dellIVA in relazione al luogo ove è ubicato limmobile o il bene mobile, ovvero in relazione al luogo di utilizzo della prestazione, oppure ancora in relazione alle diverse ipotesi di operazioni intracomunitarie,Prima ancora di esaminare più in dettaglio le varie ipotesi di territorialità dellIVA in relazione al luogo ove è ubicato limmobile o il bene mobile, ovvero in relazione al luogo di utilizzo della prestazione, oppure ancora in relazione alle diverse ipotesi di operazioni intracomunitarie, vediamo quali sono le conseguenze, sul piano dellapplicazione dellIVA, dellesistenza o meno del requisito della territorialità nel territorio nazionale, vediamo quali sono le conseguenze, sul piano dellapplicazione dellIVA, dellesistenza o meno del requisito della territorialità nel territorio nazionale, ed inoltre quali sono i diversi sistemi di pagamento dellimposta che lart.17 (DPR 633) prevede, a secondo delle varie situazioni che possono presentarsi ed inoltre quali sono i diversi sistemi di pagamento dellimposta che lart.17 (DPR 633) prevede, a secondo delle varie situazioni che possono presentarsi Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

13 1313 MODALITA DI APPLICAZIONE DELLIVA NEI RAPPORTI CON LESTEROMODALITA DI APPLICAZIONE DELLIVA NEI RAPPORTI CON LESTERO Da ITALIANO a ITALIANO Da ITALIANO a ITALIANO = Imponibile = Imponibile Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

14 Cessione da soggetto UE = Cessione intracomunitaria -. non imponibile Italiano a soggetto extra UE = Esportazione – non imponibile soggetto extra UE = Esportazione – non imponibile 2 Cessione da Extra UE a Italiano = Importazione 3 Cessione da UE a Italiano soggetto IVA = Acquisto intracomunitario 4 Cessione da UE a Italiano privato = Operaz. fuori ambito Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

15 1515 5Prestazione intracomunitaria a Italiano soggetto IVA = Acquisto intracomunitarioda UE 6Prestazione intracomunitaria a Italiano privato = Operaz. fuori ambito da UE assoggettata ad IVA nel paese del prestatore paese del prestatore Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

16 1616 7Prestazione da extra UE a Italiano = Operaz. fuori ambito non considerata resa in Italia 8Prestazione da extra UE a Italiano soggetto IVA = Applicazione IVA art.17 considerata reverse charge resa in Italia 9 Prestazione da UE o da extra UE a Italiano privato = Applicazione da parte del considerata prestatore con rappresentante resa in Italia fiscale o identificazione diretta (solo per soggetti UE) diretta (solo per soggetti UE) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

17 1717 Vediamo, quindi, come può rendersi applicabile lIVA, ai sensi dellart.17 del D.P.R. 633, in base alle diverse situazioni di territorialità previste dallart.7 e seguenti e dalle disposizioni sullIVA intracomunitariaVediamo, quindi, come può rendersi applicabile lIVA, ai sensi dellart.17 del D.P.R. 633, in base alle diverse situazioni di territorialità previste dallart.7 e seguenti e dalle disposizioni sullIVA intracomunitaria Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

18 1818 STABILE ORGANIZZAZIONESTABILE ORGANIZZAZIONE In questo modo loperatore straniero si assoggetta a tutte le disposizioni fiscali e civilistiche nazionali, operando – pertanto – come tutti gli altri soggetti residenti. In questo modo loperatore straniero si assoggetta a tutte le disposizioni fiscali e civilistiche nazionali, operando – pertanto – come tutti gli altri soggetti residenti. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

19 1919 Al fine di stabilire lesistenza della stabile organizzazione, così come previsto pure dalla Ris.Min. 9/2398 del 1/2/1983, è necessaria lesistenza di due elementi: a) una installazione fissa; b) lesercizio di unattività svolta attraverso tale installazione. Al fine di stabilire lesistenza della stabile organizzazione, così come previsto pure dalla Ris.Min. 9/2398 del 1/2/1983, è necessaria lesistenza di due elementi: a) una installazione fissa; b) lesercizio di unattività svolta attraverso tale installazione. Secondo la OCSE, esempi di installazione sono: sede di direzione, succursale, ufficio, officina, laboratorio, miniera o cava, cantiere di durata non inferiore a 12 mesi, ecc., Secondo la OCSE, esempi di installazione sono: sede di direzione, succursale, ufficio, officina, laboratorio, miniera o cava, cantiere di durata non inferiore a 12 mesi, ecc., nonché nonché lesistenza di soggetti che hanno abitualmente il potere di concludere contratti per conto del soggetto straniero. lesistenza di soggetti che hanno abitualmente il potere di concludere contratti per conto del soggetto straniero. Con la sentenza del 25/7/2002, la Corte di Cassazione ha sottolineato che, al fine di rilevare la presenza della stabile organizzazione, non è sufficiente la sola presenza delle installazioni fisse, ma è sempre necessario accertare anche la coesistenza di risorse umane e materiali, finalizzate alla produzione del reddito. Con la sentenza del 25/7/2002, la Corte di Cassazione ha sottolineato che, al fine di rilevare la presenza della stabile organizzazione, non è sufficiente la sola presenza delle installazioni fisse, ma è sempre necessario accertare anche la coesistenza di risorse umane e materiali, finalizzate alla produzione del reddito. Non è stabile organizzazione, pertanto, lesistenza di una struttura ai soli fini di deposito o immagazzinaggio, ovvero una sede daffari volta esclusivamente a porre in essere attività preparatorie o ausiliarie allattività vera e propria (acquisto merci, raccolta di informazioni, ecc.) Non è stabile organizzazione, pertanto, lesistenza di una struttura ai soli fini di deposito o immagazzinaggio, ovvero una sede daffari volta esclusivamente a porre in essere attività preparatorie o ausiliarie allattività vera e propria (acquisto merci, raccolta di informazioni, ecc.) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

20 REVERSE CHARGEREVERSE CHARGE Applicazione dellIVA da parte del cessionario o committente italiano attraverso lemissione di autofattura, a norma del 3^ comma dellart.17, da annotare sia sul registro degli acquisti, sia in quello delle fatture emesse( in dare e in avere). Applicazione dellIVA da parte del cessionario o committente italiano attraverso lemissione di autofattura, a norma del 3^ comma dellart.17, da annotare sia sul registro degli acquisti, sia in quello delle fatture emesse( in dare e in avere). Il sistema dellinversione contabile (reverse-charge, dal 1/1/2010 è la regola obbligatoria di applicazione dellimposta quanto loperazione, soggetta ad IVA in Italia, è posta in essere da soggetti dimposta non residenti. Il sistema dellinversione contabile (reverse-charge, dal 1/1/2010 è la regola obbligatoria di applicazione dellimposta quanto loperazione, soggetta ad IVA in Italia, è posta in essere da soggetti dimposta non residenti Gli istituti del rappresentante fiscale e della identificazione diretta, pertanto, restano applicabili solo in caso di operazioni rese da stranieri a committenti privati, nonché per consentire lesercizio degli eventuali diritti di detrazione e rimborso. 20Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

21 2121 RAPPRESENTANTE FISCALERAPPRESENTANTE FISCALE Con la nomina del rappresentante fiscale il soggetto straniero si rende residente in Italia, applicando il sistema fiscale nazionale. Con la nomina del rappresentante fiscale il soggetto straniero si rende residente in Italia, applicando il sistema fiscale nazionale. La nomina deve avvenire con atto pubblico o scrittura privata autenticata da comunicare allufficio finanziario entro 30 giorni. Può avvenire con comunicazione allufficio dellAgenzia delle Entrate, ai sensi del 3^ comma dellart.53 del DPR 633. La nomina deve avvenire con atto pubblico o scrittura privata autenticata da comunicare allufficio finanziario entro 30 giorni. Può avvenire con comunicazione allufficio dellAgenzia delle Entrate, ai sensi del 3^ comma dellart.53 del DPR 633. Il rappresentante risponde in solido con il soggetto rappresentato. Il rappresentante risponde in solido con il soggetto rappresentato. Tutte le fatture (sia attive che passive) vanno intestate sia al rappresentante che al rappresentato. A tal fine la nomina deve essere notificata ai fornitori. Tutte le fatture (sia attive che passive) vanno intestate sia al rappresentante che al rappresentato. A tal fine la nomina deve essere notificata ai fornitori. Attraverso il rappresentante è possibile anche ottenere il rimborso IVA. Attraverso il rappresentante è possibile anche ottenere il rimborso IVA. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

22 2222 IDENTIFICAZIONE DIRETTAIDENTIFICAZIONE DIRETTA Listituto della identificazione è stato introdotto solo dal 31/8/2002 (nuovo articolo 35-ter del D.P.R.633). Listituto della identificazione è stato introdotto solo dal 31/8/2002 (nuovo articolo 35-ter del D.P.R.633). E possibile soltanto per gli operatori comunitari, nonché per quelli residenti in altri paesi con i quali sussiste uno strumento giuridico per la reciproca collaborazione in materia di imposte indirette. E possibile soltanto per gli operatori comunitari, nonché per quelli residenti in altri paesi con i quali sussiste uno strumento giuridico per la reciproca collaborazione in materia di imposte indirette. lidentificazione avviene presentando al Centro Operativo di Pescara dellAgenzia delle Entrate il modello ANR-3 ed ottenendo il numero di partita IVA. lidentificazione avviene presentando al Centro Operativo di Pescara dellAgenzia delle Entrate il modello ANR-3 ed ottenendo il numero di partita IVA. Se in precedenza era stato nominato un rappresentante fiscale, occorre chiudere la relativa partita IVA e fare confluire la precedente posizione IVA in quella nuova. Se in precedenza era stato nominato un rappresentante fiscale, occorre chiudere la relativa partita IVA e fare confluire la precedente posizione IVA in quella nuova. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

23 2323 Torniamo, quindi, agli articoli da 7 quater a 7 septies del P.P.R. 633, per esaminare dettagliatamente le disposizioni in essi contenute che derogano al principio generale che, come abbiamo detto, lega la territorialità al luogo dove si trova il bene, in caso di cessione, e al domicilio del prestatore, in caso di servizio.Torniamo, quindi, agli articoli da 7 quater a 7 septies del P.P.R. 633, per esaminare dettagliatamente le disposizioni in essi contenute che derogano al principio generale che, come abbiamo detto, lega la territorialità al luogo dove si trova il bene, in caso di cessione, e al domicilio del prestatore, in caso di servizio. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

24 2424 Articolo 7 quater Si considerano sempre fatte nello Stato (prescindendo dal domicilio o residenza del committente e dalla sua qualità) le prestazioni costituite da:Si considerano sempre fatte nello Stato (prescindendo dal domicilio o residenza del committente e dalla sua qualità) le prestazioni costituite da: a)1-Prestazioni su beni immobili esistenti nello Stato, comprese le perizie 2-Prestazioni di agenzia relativamente ad immobili esistenti nello Stato 2-Prestazioni di agenzia relativamente ad immobili esistenti nello Stato 3-Prestazioni di alloggio nel settore alberghiero attraverso immobili esistenti nello Stato 3-Prestazioni di alloggio nel settore alberghiero attraverso immobili esistenti nello Stato b) Trasporti di passeggeri, in proporzione alla distanza percorsa nello Stato c) Ristorazione e catering, materialmente eseguiti nello Stato d) Ristorazione e catering a bordo di nave, aereo o treno, nel corso di un trasporto passeggeri allinterno della UE e se il luogo di partenza è nello Stato e) Locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine (non superiore a 30gg, o 90 gg solo se si ratta di navi), di mezzi di trasporto messi a disposizione dal destinatario nel territorio dello Stato e utilizzati in UE. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

25 Articolo 7 quinquies Le prestazioni di accesso alla manifestazioni artistiche, culturali, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili Si considerano effettuate nello Stato, se ivi materialmente rese Le altre prestazioni riguardanti sempre le manifestazioni prima indicate (come quelle riguardanti lorganizzazione, la locazione degli spazi espositivi, lallestimento degli stand, ecc.), seguono la regola generale dei servizi prevista dallart. 7 ter per cui si considerano effettuate: a) nello Stato del prestatore nei casi B2C (committente privato) b) nello Stato del Committente nei casi B2B (committente soggetto IVA) (fino al 31/12/2010, le sopra cennate prestazioni si consideravano sempre effettuate nello Stato in cui venivano materialmente eseguite) 25Terr itoriacità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

26 Articolo 7 sexies Si considerano effettuate nello Stato, se rese a soggetti privati (diversamente si considerano effettuate nello Stato del Committente) a) Intermediazioni riguardanti operazioni (intermediate) effettuate nello Stato b) Trasporti di beni, diversi da quelli intracomunitari, in proporzione alla distanza percorsa nello Stato c) Trasporti intracomunitari di beni (trasporto con inizio e fine in due Stati della UE), quando linizio avviene nel territorio dello Stato d) Lavorazioni e perizie relative a beni mobili materiali, prestazioni accessorie ai trasporti (carico, scarico, ecc.) se rese nel territorio dello Stato (segue art. 7 sexies) 26Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

27 e)Prestazioni di servizi di locazione, leasing, noleggio e simili, NON a breve termine (superiore a 30 o 90 gg), di mezzi di trasporto, rese da soggetti stabiliti nello Stato ed utilizzati in ambito UE f)Prestazioni di servizi tramite mezzi elettronici da soggetti extra UE, quando il committente è domiciliato nello Stato g) Prestazioni di telecomunicazione e radiodiffusione rese da soggetti dello Stato a committenti UE ed utilizzati in ambito comunitaro. Le medesime prestazioni rese da soggetti extra UE a soggetti domiciliati nello Stato si considerano qui effettuate. (Dal 1/1/2013, tranne che per le imbarcazioni di diporto, è sufficiente che il committente sia stabilito nello Stato) (Sempre dal 1/1/2013, si aggiunge la lettera e-bis) secondo la quale, per le prestazioni di cui alla lettera e) relative alle imbarcazioni di diporto, limposta siu applica nello Stato alla duplice condizione che limbarcazione sia effettivamnente messa a disposizione nel territorio dello Stato e la prestazione sia resa da soggetti passivi ivio stabiliti. Diversamente, si applica la lettera e) a meno che limbarcazione da diporto sia messa a disposizione in uno Stato diverso da quello del prestatore) 27Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

28 Articolo 7 septies NON si considerano effettuate nello Stato le seguenti prestazioni quando sono rese a committenti privati extra comunitari (se il committente è un soggetto passivo si applica il criterio generale legato allo Stato del committente) a) Cessioni diritti dautore, licenze, simili, ecc. ( art.3. c.2, n.2, del DPR 633/72 ) b) Prestazioni pubblicitarie c) Consulenza e assistenza tecnica o legale, nonché le prestazioni di elaborazione e fornitura dati d) Operazioni bancarie, finanziarie e assicurative e) Prestiti di personale f) Locazione, leasing, noleggio e simili di beni mobili (diversi da mezzi di trasporto) g) Concessione dellaccesso ai sistemi di gas naturali ed energia elettrica h) Telecomunicazioni e radiodiffusioni non utilizzate nello Stato i) Servizi prestati per via elettronica j) Prestazioni inerenti lobbligo di non esercitare attività di cui alle lettere precedenti. 28Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

29 2929 Come abbiamo detto, il concetto di territorialità cambia anche in relazione allesistenza o meno di operazioni che la legge (D.L. 331/93) considera comunitarie. Come abbiamo detto, il concetto di territorialità cambia anche in relazione allesistenza o meno di operazioni che la legge (D.L. 331/93) considera comunitarie. Passiamo, quindi, allesame della Passiamo, quindi, allesame della IVA INTRACOMUNITARIA IVA INTRACOMUNITARIA Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

30 3030 La territorialità delle operazioni prevista dagli artt.7 e seguenti del D.P.R. 633/72 ed i conseguenti adempimenti degli operatori comunitari, cambiano in certi casi quando si tratta di operazioni comunitarie.La territorialità delle operazioni prevista dagli artt.7 e seguenti del D.P.R. 633/72 ed i conseguenti adempimenti degli operatori comunitari, cambiano in certi casi quando si tratta di operazioni comunitarie. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

31 3131 Va ricordato, per prima cosa, che per le operazioni intracomunitarie il nostro Ordinamento ha recepito le disposizioni contenute nelle diverse direttive comunitarie, e principalmente quelle della Sesta Direttiva, emanando il D.L. 331 del 30/8/1993, convertito nella legge 29/10/1993 n.427.Va ricordato, per prima cosa, che per le operazioni intracomunitarie il nostro Ordinamento ha recepito le disposizioni contenute nelle diverse direttive comunitarie, e principalmente quelle della Sesta Direttiva, emanando il D.L. 331 del 30/8/1993, convertito nella legge 29/10/1993 n.427. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

32 3232 Tale impianto normativo, per la verità, prevedeva, prima del regime definitivo, un periodo transitorio, che doveva fermarsi al 31/12/1996.Tale impianto normativo, per la verità, prevedeva, prima del regime definitivo, un periodo transitorio, che doveva fermarsi al 31/12/1996. Tale termine, però, è stato prorogato senza scadenza, per cui è ancora vigente un regime transitorio per lapplicazione dellIVA sugli scambi intracomunitari.Tale termine, però, è stato prorogato senza scadenza, per cui è ancora vigente un regime transitorio per lapplicazione dellIVA sugli scambi intracomunitari. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

33 3333 Quando entrerà in vigore il regime definitivo, il territorio comunitario sarà come un grande territorio interno, e lIVA sarà pagata sempre dal cedente nello Stato in cui risiede, con possibilità del cessionario residente in altro paese UE di portare in detrazione limposta (se soggetto IVA).Quando entrerà in vigore il regime definitivo, il territorio comunitario sarà come un grande territorio interno, e lIVA sarà pagata sempre dal cedente nello Stato in cui risiede, con possibilità del cessionario residente in altro paese UE di portare in detrazione limposta (se soggetto IVA). Poi, essendo lIVA una Imposta sui Consumi, la stessa verrà ridistribuita tra i vari Stati nei quali il consumo è avvenuto, attraverso un sistema di assegnazione mediante compensazione tra debiti e crediti (clearing).Poi, essendo lIVA una Imposta sui Consumi, la stessa verrà ridistribuita tra i vari Stati nei quali il consumo è avvenuto, attraverso un sistema di assegnazione mediante compensazione tra debiti e crediti (clearing). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

34 3434 Durante il regime transitorio, invece, il pagamento dellIVA nello Stato di origine avviene soltanto quando il cessionario è un privato consumatore (non soggetto IVA).Durante il regime transitorio, invece, il pagamento dellIVA nello Stato di origine avviene soltanto quando il cessionario è un privato consumatore (non soggetto IVA). Negli altri casi, limposta va pagata dal cessionario nel suo paese (quello di destinazione), attraverso il sistema di inversione contabile (reverse charge).Negli altri casi, limposta va pagata dal cessionario nel suo paese (quello di destinazione), attraverso il sistema di inversione contabile (reverse charge). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

35 3535 Attualmente, quindi, loperazione comunitaria vede da un lato, una operazione di cessione intracomunitaria Non imponibile, con la completa detassazione dellIVA nel paese di origine (art.41 D.L. 331).Attualmente, quindi, loperazione comunitaria vede da un lato, una operazione di cessione intracomunitaria Non imponibile, con la completa detassazione dellIVA nel paese di origine (art.41 D.L. 331). Dallaltro, una operazione di acquisto intracomunitario, con lapplicazione dellIVA nel paese del cessionario attraverso il reverse charge (art.38 D.L.331).Dallaltro, una operazione di acquisto intracomunitario, con lapplicazione dellIVA nel paese del cessionario attraverso il reverse charge (art.38 D.L.331). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

36 3636 Sono le due facce della stessa operazione comunitaria (cessione e acquisto).Sono le due facce della stessa operazione comunitaria (cessione e acquisto). I requisiti della cessione intracomunitaria, pertanto, sono gli stessi dellacquisto.I requisiti della cessione intracomunitaria, pertanto, sono gli stessi dellacquisto. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

37 Con la disposizione contenuta nellart.27 del D.L. 78 del 31/5/2010, convertito nella legge 122 del 30/7/2010, che ha modificato lart.35 del D.P.R. 633/72, per potere effettuare operazioni intracomunitarie è indispensabile ottenere unapposita autorizzazione da parte dellAgenzia delle Entrate. La richiesta va fatta con la dichiarazioni di inizio attività o con apposita dichiarazione di variazione e lautorizzazione o il diniego dovrà essere comunicato al contribuente entro 30 giorni. Sarà istituito pure un apposito elenco dei soggetti che pongono in essere operazioni intracomunitarie.

38 3838 Il Territorio COMUNITARIO dellUnione Europea è formato dai territori dei 27 Stati aderenti, con le esclusioni e le inclusioni previste da ciascuno di essi. Il Territorio COMUNITARIO dellUnione Europea è formato dai territori dei 27 Stati aderenti, con le esclusioni e le inclusioni previste da ciascuno di essi. Esempio: è escluso il Monte Athos della Grecia, è incluso il Principato di Monaco in Francia. Esempio: è escluso il Monte Athos della Grecia, è incluso il Principato di Monaco in Francia. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

39 3939 I 27 paesi che oggi fanno parte dellUnione Europea sono i seguenti:I 27 paesi che oggi fanno parte dellUnione Europea sono i seguenti: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Romnaia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Romnaia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

40 4040 Lo scambio, quindi, si considera comunitario quando:Lo scambio, quindi, si considera comunitario quando: A) sussiste il requisito di territorialità comunitaria A) sussiste il requisito di territorialità comunitaria, in quanto loperazione avviene nel territorio dellUnione Europea. B) i due operatori sono entrambi soggetti dimposta (identificati con partita IVA) B) i due operatori sono entrambi soggetti dimposta (identificati con partita IVA) C) loperazione è a titolo oneroso (non sono comunitarie le operazioni senza corrispettivo) C) loperazione è a titolo oneroso (non sono comunitarie le operazioni senza corrispettivo) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

41 4141 Si ricorda, inoltre, cheSi ricorda, inoltre, che - loperazione è assoggettata ad IVA nel paese di origine (quello del cedente o prestatore) quando il cessionario o committente è un privato - loperazione è assoggettata ad IVA nel paese di origine (quello del cedente o prestatore) quando il cessionario o committente è un privato - loperazione è assoggettata ad IVA nel paese di destinazione, ossia quello del cessionario o committente, quando questultimo è un soggetto dimposta identificato (con partita IVA) - loperazione è assoggettata ad IVA nel paese di destinazione, ossia quello del cessionario o committente, quando questultimo è un soggetto dimposta identificato (con partita IVA) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

42 4242 Le operazioni intracomunitarie possono essere costituite da:Le operazioni intracomunitarie possono essere costituite da: 1) Cessioni di beni tra due paesi membri 2) Altre tipologie di operazioni espressamente previste dal D.L. 331/1993 (come la cessione di mezzi di trasporto nuovi o gli acquisti da parte di Enti non commerciali) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

43 4343 Si ricorda, ancora, che può aversi un acquisto intracomunitario, solo in presenza di:Si ricorda, ancora, che può aversi un acquisto intracomunitario, solo in presenza di: 1) acquisizione della proprietà o di altro diritto reale di godimento 2) effettuata a titolo oneroso 3) con trasporto degli stessi fra 2 Paesi dell'Unione Europea dell'Unione Europea 4) fra operatori IVA, cioè muniti di un codice di identificazione (imprese e professionisti) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

44 4444 Non sono pertanto operazioni intracomunitarie a) la cessione di un bene presente in Italia da parte di un operatore tedesco (non c'è il trasporto oltre confine) b) la cessione di un bene, ovunque effettuata, ad un soggetto privato comunitario (non titolare di partita Iva) c) gli omaggi fatti ad operatori residenti in altri stati membri (difetta l'onerosità) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

45 4545 Non rileva chi effettua il trasporto, se il cedente, l'acquirente o terzi per conto di questi. Non rileva chi effettua il trasporto, se il cedente, l'acquirente o terzi per conto di questi. Ciò che rileva è il trasferimento fisico dei beni da un Paese membro all'altro. Ciò che rileva è il trasferimento fisico dei beni da un Paese membro all'altro. (Esempio : una ditta tedesca cede della merce ad un imprenditore italiano che si trova momentaneamente in Germania, il quale effettuerà il trasporto in proprio al rientro. In questo caso l'operazione è intracomunitaria.) (Esempio : una ditta tedesca cede della merce ad un imprenditore italiano che si trova momentaneamente in Germania, il quale effettuerà il trasporto in proprio al rientro. In questo caso l'operazione è intracomunitaria.) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

46 4646 Però, costituiscono sempre acquisti intracomunitari (3^ comma art.38), quindi anche al di fuori delle condizioni prima citate, le seguenti operazioni:Però, costituiscono sempre acquisti intracomunitari (3^ comma art.38), quindi anche al di fuori delle condizioni prima citate, le seguenti operazioni: 1)Lintroduzione (a titolo diverso dall'acquisto) nel territorio dello Stato da parte (o per conto) di un soggetto passivo d'imposta di beni provenienti da altro stato membro (sono le cd. operazioni 'franco valuta (lett.b) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

47 4747 2) Gli acquisti a titolo oneroso di mezzi di trasporto nuovi (quelli che non hanno percorso più di km o non hanno più di 6 mesi dall'immatricolazione, oppure fino a 100 ore di navigazione ovvero fino a 40 ore di volo e fino a 3 mesi dall'immatricolazione) trasportati o spediti da altro stato membro. Loperazione è sempre intracomunitaria anche se il cedente o il cessionario non sono operatori economici (cioè anche uno o entrambi i soggetti sono privati), per cui, in presenza delle citate condizioni, lIVA si applica sempre nel paese di destinazione (lett.e). Loperazione è sempre intracomunitaria anche se il cedente o il cessionario non sono operatori economici (cioè anche uno o entrambi i soggetti sono privati), per cui, in presenza delle citate condizioni, lIVA si applica sempre nel paese di destinazione (lett.e). I requisiti che qualificano i mezzi di trasporto nuovi sono previsti dal 4^ comma dellart.38. I requisiti che qualificano i mezzi di trasporto nuovi sono previsti dal 4^ comma dellart.38. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

48 Lart.53, invece, prevede alcune disposizioni che consentono il diritto al rimborso dellIVA pagata dal cedente privato, nonché altri adempimenti volti ad evitare distorsioni commerciali nel settore. Lart.53, invece, prevede alcune disposizioni che consentono il diritto al rimborso dellIVA pagata dal cedente privato, nonché altri adempimenti volti ad evitare distorsioni commerciali nel settore. I commi 378 e 379 della Legge 311/2004 (Finanz.2005) ed il Decreto 8/6/2005, poi, al fine di evitare frodi IVA, hanno subordinato limmatricolazione di veicoli acquistati in ambito comunitario alla comunicazione dei dati identificativi al Dipartimento dei trasporti terrestri. La comunicazione, in via telematica, è prevista solo per i soggetti dimposta. I privati, infatti, devono dimostrare di avere versato lIVA. Questultima disposizione, comunque, è applicabile dal 1/9/05. I commi 378 e 379 della Legge 311/2004 (Finanz.2005) ed il Decreto 8/6/2005, poi, al fine di evitare frodi IVA, hanno subordinato limmatricolazione di veicoli acquistati in ambito comunitario alla comunicazione dei dati identificativi al Dipartimento dei trasporti terrestri. La comunicazione, in via telematica, è prevista solo per i soggetti dimposta. I privati, infatti, devono dimostrare di avere versato lIVA. Questultima disposizione, comunque, è applicabile dal 1/9/05. Con Provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate in data 25/10/2007, emanato in attuazione dellart.1, comma 9, del D.L. 262/2006, inoltre, è stato istituito un Modello F24 speciale per il versamento dellIVA relativa alla prima cessione interna del mezzo di trasporto, senza possibilità di detrazione e compensazione, da effettuarsi nel rispetto dei termini ordinari e comunque entro il nono giorno lavorativo antecedente alla richiesta di immatricolazione del veicolo, contenente gli spazi anche per lindicazione del tipo dello stesso veicolo e del numero di telaio. Con Provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate in data 25/10/2007, emanato in attuazione dellart.1, comma 9, del D.L. 262/2006, inoltre, è stato istituito un Modello F24 speciale per il versamento dellIVA relativa alla prima cessione interna del mezzo di trasporto, senza possibilità di detrazione e compensazione, da effettuarsi nel rispetto dei termini ordinari e comunque entro il nono giorno lavorativo antecedente alla richiesta di immatricolazione del veicolo, contenente gli spazi anche per lindicazione del tipo dello stesso veicolo e del numero di telaio. Questa disposizione non si applica nei casi di acquisto da parte di soggetti passivi dimposta di veicoli non destinati alla successiva rivendita (Circ. Agenzia Entrate n.52 del 31/7/2008) nonchè nei casi in cui i mezzi di trasporto siano forniti di codice antifalsificazione (Circ.Min.Trasporti e Agenzia Entrate n.3 del 4/2/2009). Questa disposizione non si applica nei casi di acquisto da parte di soggetti passivi dimposta di veicoli non destinati alla successiva rivendita (Circ. Agenzia Entrate n.52 del 31/7/2008) nonchè nei casi in cui i mezzi di trasporto siano forniti di codice antifalsificazione (Circ.Min.Trasporti e Agenzia Entrate n.3 del 4/2/2009). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri 48

49 4949 Sempre con riguardo ai mezzi di trasporto nuovi, si ricorda che, mancando i requisiti per considerare nuovi i detti beni, anche in ambito comunitario è applicabile la normativa di cui alla legge 41 del 23/2/1995 (regime del margine). Sempre con riguardo ai mezzi di trasporto nuovi, si ricorda che, mancando i requisiti per considerare nuovi i detti beni, anche in ambito comunitario è applicabile la normativa di cui alla legge 41 del 23/2/1995 (regime del margine). Acquistando presso un altro Stato europeo mezzi di trasporto usati per i quali loperatore cedente ha applicato la detta normativa, quindi, lacquirente comunitario non deve assoggettare ad IVA lacquisto, in quanto limposta viene pagata dal venditore sul margine. In caso di rivendita del bene, poi, loperatore nazionale potrà applicare, a sua volta, la stessa normativa dei beni usati. Acquistando presso un altro Stato europeo mezzi di trasporto usati per i quali loperatore cedente ha applicato la detta normativa, quindi, lacquirente comunitario non deve assoggettare ad IVA lacquisto, in quanto limposta viene pagata dal venditore sul margine. In caso di rivendita del bene, poi, loperatore nazionale potrà applicare, a sua volta, la stessa normativa dei beni usati. A TALE SCOPO LOPERATORE COMUNITARIO DEVE SEMPRE VERIFICARE LAPPLICABILITA ALLOPERAZIONE DELLA NORMA DI ESENZIONE (Vedasi circolare n. 40 del 18/7/2003) A TALE SCOPO LOPERATORE COMUNITARIO DEVE SEMPRE VERIFICARE LAPPLICABILITA ALLOPERAZIONE DELLA NORMA DI ESENZIONE (Vedasi circolare n. 40 del 18/7/2003) ( Con Circ. n.14//E del 26/2/2008, lAgenzia delle Entrate ha impartito agli Uffici istruzioni per il controllo della legittimità dellapplicazione del regime del margine). ( Con Circ. n.14//E del 26/2/2008, lAgenzia delle Entrate ha impartito agli Uffici istruzioni per il controllo della legittimità dellapplicazione del regime del margine). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

50 Anche in presenza del regime del margine non si applica lart.1, c.9. del D.L. 262/06 (versamento immediato dellIVA tramite F24 speciale), ma il contribuente, così come chiarito dallAgenzia delle Entrate con circ.52 del 31/7/2008. è tenuto a dimostrare allUfficio la legittimità del regime adottato. Anche in presenza del regime del margine non si applica lart.1, c.9. del D.L. 262/06 (versamento immediato dellIVA tramite F24 speciale), ma il contribuente, così come chiarito dallAgenzia delle Entrate con circ.52 del 31/7/2008. è tenuto a dimostrare allUfficio la legittimità del regime adottato. Qualora il cedente non abbia applicato la norma agevolativa, il cessionario sarà tenuto ad applicare regolarmente limposta sullacquisto (con il reverse charge) ed anche la successiva rivendita del bene sconterà lIVA sul valore pieno. Qualora il cedente non abbia applicato la norma agevolativa, il cessionario sarà tenuto ad applicare regolarmente limposta sullacquisto (con il reverse charge) ed anche la successiva rivendita del bene sconterà lIVA sul valore pieno. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri 50

51 5151 e poi, costituiscono sempre operazioni comunitarie, e poi, costituiscono sempre operazioni comunitarie, 3) Gli acquisti (quindi tutte le operazioni comunitarie passive) effettuati nellUnione Europea da enti, associazioni ed altre organizzazioni di cui all'art. 4 c. 4 Dpr 633/72, non soggetti passivi d'imposta, cioè non aventi per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di commerciali ai fini IVA; così come l'introduzione nel territorio dello Stato da parte o per conto di detti enti, associazioni ed altre organizzazioni di beni dagli stessi in precedenza importati in altro Stato membro (lett.c e d). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

52 5252 Costituiscono pure operazioni comunitarie le vendite a distanza, ossia le cessioni in base a cataloghi, per corrispondenza o simili, con trasporto dei beni (esclusi i mezzi di trasporto nuovi, i beni destinati ad essere installati al altro Stato membro ed i beni soggetti ad accise) a cura del cedente in un altro Stato dellUnione europea.Costituiscono pure operazioni comunitarie le vendite a distanza, ossia le cessioni in base a cataloghi, per corrispondenza o simili, con trasporto dei beni (esclusi i mezzi di trasporto nuovi, i beni destinati ad essere installati al altro Stato membro ed i beni soggetti ad accise) a cura del cedente in un altro Stato dellUnione europea. Queste operazioni sono disciplinate, nella fase della cessione, dallart.41, 1^ comma, lett.b e, nella fase dellacquisto, dallart.40, commi 3 e 4. Queste operazioni sono disciplinate, nella fase della cessione, dallart.41, 1^ comma, lett.b e, nella fase dellacquisto, dallart.40, commi 3 e 4. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

53 In base allart.41, 1^comma lett. b, le vendite a distanza costituiscono cessioni non imponibili (e quindi pagano lIVA nel paese dellacquirente, con la nomina di un rappresentante fiscale o con lidentificazione diretta) quando chi compra non è soggetto IVA. - In base allart.41, 1^comma lett. b, le vendite a distanza costituiscono cessioni non imponibili (e quindi pagano lIVA nel paese dellacquirente, con la nomina di un rappresentante fiscale o con lidentificazione diretta) quando chi compra non è soggetto IVA. Tuttavia, se le cessioni effettuate nellaltro paese europeo sono state dimporto non superiore a Euro (fino al 14/7/2009 lire 154 milioni, ossia ,36 – legge 88/09) o ad altro importo stabilito da ciascuno stato membro, la cessione è imponibile (è soggetta ad IVA nello Stato del cedente), a meno che non si sia optato per lapplicazione dellIVA nellaltro Stato comunitario. Lopzione è vincolante per un triennio. Tuttavia, se le cessioni effettuate nellaltro paese europeo sono state dimporto non superiore a Euro (fino al 14/7/2009 lire 154 milioni, ossia ,36 – legge 88/09) o ad altro importo stabilito da ciascuno stato membro, la cessione è imponibile (è soggetta ad IVA nello Stato del cedente), a meno che non si sia optato per lapplicazione dellIVA nellaltro Stato comunitario. Lopzione è vincolante per un triennio. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

54 In base allart.40, commi 3 e 4, gli acquisti a distanza si considerano effettuati in Italia quando lacquisto è effettuato da persona fisica non soggetto dimposta, a meno che il cedente non abbia superato nel suo Stato limporto complessivo di Euro (fino al 14/7/2009 lire 54 milioni, ossia ,679 – Legge 88/09), ossia limporto stabilito in Italia, pagando lì limposta, sempre che non si sia optato per lapplicazione dellIVA nel paese di destinazione dei beni. - In base allart.40, commi 3 e 4, gli acquisti a distanza si considerano effettuati in Italia quando lacquisto è effettuato da persona fisica non soggetto dimposta, a meno che il cedente non abbia superato nel suo Stato limporto complessivo di Euro (fino al 14/7/2009 lire 54 milioni, ossia ,679 – Legge 88/09), ossia limporto stabilito in Italia, pagando lì limposta, sempre che non si sia optato per lapplicazione dellIVA nel paese di destinazione dei beni. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

55 5555 Ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331, invece, non costituiscono acquisti intracomunitari le seguenti operazioni:Ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331, invece, non costituiscono acquisti intracomunitari le seguenti operazioni: Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

56 5656 1) Lintroduzione nel territorio dello Stato di beni oggetto di perfezionamento o di manipolazione usuali, se i beni vengono successivamente trasportati o spediti al committente, soggetto passivo d'imposta, nello Stato membro di provenienza o per suo conto in altro Stato membro, ovvero fuori dal territorio della comunità (sono le cd. lavorazioni comunitarie; per la movimentazione di detti beni, l'art. 50 c.5 D.L. 331/93 prevede l'istituzione di apposito registro tenuto e conservato a norma dell'art.39 Dpr 633/72) (lett.a) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

57 5757 2) Lintroduzione nello Stato, in esecuzione di una cessione, di beni destinati ad essere ivi installati, montati o assiemati dal fornitore o per suo conto (le così dette cessioni "chiavi in mano "). (lett.b)2) Lintroduzione nello Stato, in esecuzione di una cessione, di beni destinati ad essere ivi installati, montati o assiemati dal fornitore o per suo conto (le così dette cessioni "chiavi in mano "). (lett.b) Queste operazioni sono considerate cessioni "interne" (in quanto operazione territoriale ex art. 7 bis – 1^ c. del Dpr 633/72) e quindi soggette ad IVA in Italia; pertanto, in assenza di stabile organizzazione in Italia, si avrà: Queste operazioni sono considerate cessioni "interne" (in quanto operazione territoriale ex art. 7 bis – 1^ c. del Dpr 633/72) e quindi soggette ad IVA in Italia; pertanto, in assenza di stabile organizzazione in Italia, si avrà: - se il committente è un privato: il cedente deve aprire P. Iva in Italia (direttamente o tramite rappresentante fiscale) - se il committente è una impresa, questultima dovrà emettere autofattura a norma dellart. 17 c. 3 Dpr 633/72 (RM prot /94). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

58 5858 Esempio: una ditta tedesca assume in appalto la fornitura di un macchinario presso una ditta italiana, inclusa l'installazione; sia la cessione dei componenti, che l'installazione del macchinario configurano cessione "interna', e non una cessione intracomunitaria. Esempio: una ditta tedesca assume in appalto la fornitura di un macchinario presso una ditta italiana, inclusa l'installazione; sia la cessione dei componenti, che l'installazione del macchinario configurano cessione "interna', e non una cessione intracomunitaria. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

59 5959 3) Lintroduzione di beni temporaneamente utilizzati per l'esecuzione di prestazioni di servizi (cioè strumentali,') o che, se importati, beneficerebbero dell'ammissione temporanea in esenzione totale dei dazi doganali. (lett.a)3) Lintroduzione di beni temporaneamente utilizzati per l'esecuzione di prestazioni di servizi (cioè strumentali,') o che, se importati, beneficerebbero dell'ammissione temporanea in esenzione totale dei dazi doganali. (lett.a) Esempio: i campioni di merci, i beni da esposizione in occasione di mostre e fiere, i beni in conto visione, materiale per imballaggio di merce destinati all'estero, beni strumentali ad una prestazione di servizio, ecc. Si noti l'analogia con le operazioni effettuate con paesi extraUE. Esempio: i campioni di merci, i beni da esposizione in occasione di mostre e fiere, i beni in conto visione, materiale per imballaggio di merce destinati all'estero, beni strumentali ad una prestazione di servizio, ecc. Si noti l'analogia con le operazioni effettuate con paesi extraUE. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

60 6060 4) Gli acquisti di beni, diversi dai mezzi di trasporto nuovi e da quelli soggetti ad accisa, effettuati da parte di:4) Gli acquisti di beni, diversi dai mezzi di trasporto nuovi e da quelli soggetti ad accisa, effettuati da parte di: - enti, associazioni ed altre organizzazioni di cui all'art. 4 c. 4 Dpr 633/72 non soggetti passivi d'imposta - enti, associazioni ed altre organizzazioni di cui all'art. 4 c. 4 Dpr 633/72 non soggetti passivi d'imposta -produttori agricoli di cui all'art. 34 Dpr 633/72 (in regime "speciale) - soggetti passivi per i quali l'imposta è totalmente indetraibile ex art.19 c.3 Dpr 633/72 (Istituti bancari, compagnie assicurative, ecc.) - soggetti passivi per i quali l'imposta è totalmente indetraibile ex art.19 c.3 Dpr 633/72 (Istituti bancari, compagnie assicurative, ecc.) qualora : qualora : Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

61 6161 non abbiano optato, ai sensi del 6^ comma dellart.38, per l'applicazione dell'imposta sugli acquisti intracomunitari in Italia non abbiano optato, ai sensi del 6^ comma dellart.38, per l'applicazione dell'imposta sugli acquisti intracomunitari in Italia l'ammontare complessivo degli acquisti intracomunitari e degli acquisti di cui all'art. 40 c. 3 DL 331/93 (attraverso cataloghi o per corrispondenza) effettuati nell'anno solare precedente non abbia superato ( fino al 14/7/2009 – Legge 88/2009) e fino a quando, nell'anno in corso, tale limite non è superato; l'ammontare complessivo degli acquisti intracomunitari e degli acquisti di cui all'art. 40 c. 3 DL 331/93 (attraverso cataloghi o per corrispondenza) effettuati nell'anno solare precedente non abbia superato ( fino al 14/7/2009 – Legge 88/2009) e fino a quando, nell'anno in corso, tale limite non è superato; l'ammontare complessivo degli acquisti va assunto al netto dell'imposta sul valore aggiunto e al netto degli acquisti di mezzi di trasporto nuovi di cui al comma 4 art. 38 DL 331/93 e degli acquisti di prodotti soggetti ad accisa l'ammontare complessivo degli acquisti va assunto al netto dell'imposta sul valore aggiunto e al netto degli acquisti di mezzi di trasporto nuovi di cui al comma 4 art. 38 DL 331/93 e degli acquisti di prodotti soggetti ad accisa Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

62 6262 Quindi, Ai sensi del 5^ comma, lett. c), dellart.38 del D.L. 331/93, per gli Enti non commerciali, non si configurano acquisti intracomunitari gli acquisti di beni fino a Euro ( 8.263,31 fino al 14/7/2009 – Legge 88/09), e fino a tale somma lIVA si paga nel paese di origine, come un privato nazionale.Ai sensi del 5^ comma, lett. c), dellart.38 del D.L. 331/93, per gli Enti non commerciali, non si configurano acquisti intracomunitari gli acquisti di beni fino a Euro ( 8.263,31 fino al 14/7/2009 – Legge 88/09), e fino a tale somma lIVA si paga nel paese di origine, come un privato nazionale. LEnte, però, a norma del 4^ comma dellart.50, prima di ogni acquisto, per consentire allufficio fiscale il controllo di tali acquisti, deve comunque presentare allAgenzia delle Entrate (direttamente allufficio locale), il modello INTRA 13, dichiarando lammontare imponibile dellacquisto presso un altro paese comunitario, nonché lammontare degli acquisti effettuati nellanno in corso.LEnte, però, a norma del 4^ comma dellart.50, prima di ogni acquisto, per consentire allufficio fiscale il controllo di tali acquisti, deve comunque presentare allAgenzia delle Entrate (direttamente allufficio locale), il modello INTRA 13, dichiarando lammontare imponibile dellacquisto presso un altro paese comunitario, nonché lammontare degli acquisti effettuati nellanno in corso. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

63 6363 Ai sensi del 6^ comma dellart.38, è possibile optare per considerare in ogni caso intracomunitari tali acquisti, anche se limporto complessivo è inferiore al predetto limite.Ai sensi del 6^ comma dellart.38, è possibile optare per considerare in ogni caso intracomunitari tali acquisti, anche se limporto complessivo è inferiore al predetto limite. In questo caso va presentata unapposita comunicazione dopzione, con raccomandata allufficio dellagenzia, entro il termine di scadenza della dichiarazione annuale. Lopzione è valida fino a revoca e comunque per il biennio successivo allanno nel quale è stata manifestata (in pratica un triennio). In questo caso va presentata unapposita comunicazione dopzione, con raccomandata allufficio dellagenzia, entro il termine di scadenza della dichiarazione annuale. Lopzione è valida fino a revoca e comunque per il biennio successivo allanno nel quale è stata manifestata (in pratica un triennio). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

64 6464 In base a quanto stabilito dallart.49, nel caso di acquisti di beni, al superamento del limite di Euro, ovvero nel caso di opzione, lIVA è dovuta dallEnte cessionario nazionale.In base a quanto stabilito dallart.49, nel caso di acquisti di beni, al superamento del limite di Euro, ovvero nel caso di opzione, lIVA è dovuta dallEnte cessionario nazionale. Ed a tale scopo, lEnte stesso è tenuto a:Ed a tale scopo, lEnte stesso è tenuto a: a) chiedere il numero di partita IVA b) integrare le fatture passive con IVA c) annotare le fatture in apposito registro d) versare limposta mensilmente, entro il mese successivo a ciascun mese di riferimento, compilando e presentando (direttamente allufficio locale dellAgenzia delle Entrate) il modello INTRA 12 (il modello non va presentato quando non sono stati registrati acquisti intracomunitari e quindi non cè imposta da pagare) e) presentare in Dogana il modello INTRASTAT acquisti f) non occorre presentare la dichiarazione annuale (se non cè lobbligo per altre operazioni) lobbligo per altre operazioni) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

65 6565 Qualora lEnte non commerciale, come una Università, svolga contemporaneamente attività soggette ad IVA ed altre attività istituzionali non soggette ad imposta, applicherà lIVA seguendo le regole generali (anche quelle intracomunitarie che prevedono il reverse charge e senza alcun limite dimporto), mentre applicherà il sistema particolare previsto per gli acquisti intracomunitari degli Enti, nel secondo caso.Qualora lEnte non commerciale, come una Università, svolga contemporaneamente attività soggette ad IVA ed altre attività istituzionali non soggette ad imposta, applicherà lIVA seguendo le regole generali (anche quelle intracomunitarie che prevedono il reverse charge e senza alcun limite dimporto), mentre applicherà il sistema particolare previsto per gli acquisti intracomunitari degli Enti, nel secondo caso. Gli acquisti intracomunitari (solo di beni) promiscui vengono imputati proporzionalmente ai due settori di attività. Gli acquisti intracomunitari (solo di beni) promiscui vengono imputati proporzionalmente ai due settori di attività. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

66 In base al nuovo art. 7 ter, è stato ampliato il concetto di soggetto passivo dimposta. Sono stati considerati tali anche gli enti non commerciali, pubblici e privati, i quali (se identificati, perché hanno superato la soglia di acquisti intracomunitari di Euro, oppure perchè svolgono anche attività commerciali), limitatamente alle prestazioni di servizi ricevute da altri soggetti UE, sono sempre obbligati a versare lIVA in Italia (con il reverse charge e con il modello INTRA 12) anche per le operazioni afferenti lattività istituzionale. (Art. 7 ter, comma 2, punto b). 66Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

67 6767 Come precedentemente detto, ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331, oltre agli acquisti degli enti non commerciali, non sono considerati acquisti intracomunitari anche :Come precedentemente detto, ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331, oltre agli acquisti degli enti non commerciali, non sono considerati acquisti intracomunitari anche : -gli acquisti posti in essere da produttori agricoli in regime speciale di cui allart.34 del D.P.R. 633 fino allimporto di (fino al 14/7/2009 Lire 16 milioni) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

68 6868 In questo caso occorre distinguere:In questo caso occorre distinguere: Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

69 6969 Soggetti in regime speciale con acquisti intracomunitari dimporto superiore a Euro :Soggetti in regime speciale con acquisti intracomunitari dimporto superiore a Euro : In questi casi la fattura passiva comunitaria viene integrata dellIVA prima di essere registrata a debito ed a credito. In questi casi la fattura passiva comunitaria viene integrata dellIVA prima di essere registrata a debito ed a credito. LIva relativa, quindi, risulta versata integralmente. LIva relativa, quindi, risulta versata integralmente. (Art.47, 1^ comma, lett. c, D.L.331) (Art.47, 1^ comma, lett. c, D.L.331) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

70 7070 Soggetti in regime speciale con acquisti intracomunitari non superiore a Euro :Soggetti in regime speciale con acquisti intracomunitari non superiore a Euro : In questi casi, salva la possibilità di opzione, con le stesse modalità già citate per gli enti non commerciali, tali soggetti sono esonerati dallapplicazione dellIva sugli acquisti intracomunitari. In questi casi, salva la possibilità di opzione, con le stesse modalità già citate per gli enti non commerciali, tali soggetti sono esonerati dallapplicazione dellIva sugli acquisti intracomunitari. (Art.38, 5^ comma, lett.c, D.L. 331) (Art.38, 5^ comma, lett.c, D.L. 331) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

71 7171 Soggetti esonerati:Soggetti esonerati: tali soggetti, per gli acquisti intracomunitari che superano limporto di Euro , devono numerare ed annotare le fatture in apposito registro. Inoltre, entro la fine di ogni mese, devono presentare allUfficio delle Entrate apposita dichiarazione (mod.INTRA 12) e versare limposta relativa a detti acquisti. tali soggetti, per gli acquisti intracomunitari che superano limporto di Euro , devono numerare ed annotare le fatture in apposito registro. Inoltre, entro la fine di ogni mese, devono presentare allUfficio delle Entrate apposita dichiarazione (mod.INTRA 12) e versare limposta relativa a detti acquisti. (Art.51, 1^ comma, e art.49, 1^ comma e 2^ comma) (Art.51, 1^ comma, e art.49, 1^ comma e 2^ comma) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

72 7272 Tutte le disposizioni agevolative previste dallart.34 per gli imprenditori agricoli in regime speciale non si applicano ai soggetti che optano per il sistema normale di applicazione dell'imposta dandone comunicazione all'Ufficio IVA con la dichiarazione relativa allanno precedente (oppure con la dichiarazione di inizio attività).Tutte le disposizioni agevolative previste dallart.34 per gli imprenditori agricoli in regime speciale non si applicano ai soggetti che optano per il sistema normale di applicazione dell'imposta dandone comunicazione all'Ufficio IVA con la dichiarazione relativa allanno precedente (oppure con la dichiarazione di inizio attività). L'opzione, che prima delle modifiche apportate dal D.L. 35/05 era vincolante per cinque anni, è ora soggetta al normale vincolo di tre anni ed è valida fino a quando non viene revocata e comunque fino a quando non sia trascorso il termine di rettifica della detrazione previsto dallart.19-bis2. L'opzione, che prima delle modifiche apportate dal D.L. 35/05 era vincolante per cinque anni, è ora soggetta al normale vincolo di tre anni ed è valida fino a quando non viene revocata e comunque fino a quando non sia trascorso il termine di rettifica della detrazione previsto dallart.19-bis2. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

73 7373 Non sono considerati infine acquisti intracomunitari (pure ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331), gli acquisti di beni posti in essere da soggetti passivi per i quali limposta è totalmente indetraibile ai sensi dellart.19 del D.P.R. 633, quando nellanno precedente non sia stato superato il limite di Euro e fino a quando tale limite non viene raggiunto. Non sono considerati infine acquisti intracomunitari (pure ai sensi del 5^ comma dellart.38 del D.L. 331), gli acquisti di beni posti in essere da soggetti passivi per i quali limposta è totalmente indetraibile ai sensi dellart.19 del D.P.R. 633, quando nellanno precedente non sia stato superato il limite di Euro e fino a quando tale limite non viene raggiunto. Anche in questo caso è possibile lopzione per lapplicazione dellimposta sullacquisto, con le stesse modalità gia descritte per gli Enti non commerciali e gli agricoltori in regime speciale. Anche in questo caso è possibile lopzione per lapplicazione dellimposta sullacquisto, con le stesse modalità gia descritte per gli Enti non commerciali e gli agricoltori in regime speciale. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

74 7474 Presentazione di garanzia da parte dei soggetti che effettuano alcune tipologie di acquisti intracomunitari di beniPresentazione di garanzia da parte dei soggetti che effettuano alcune tipologie di acquisti intracomunitari di beni Larticolo 35, comma 15 ter, del DP.R. 633, introdotto dal D.L. 223/2006, stabilisce che, in caso di inizio di un attività che prevede leffettuazione di acquisti intracomunitari di beni individuati con provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate, può essere stabilita la presentazione di idonea garanzia fideiussoria. Larticolo 35, comma 15 ter, del DP.R. 633, introdotto dal D.L. 223/2006, stabilisce che, in caso di inizio di un attività che prevede leffettuazione di acquisti intracomunitari di beni individuati con provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate, può essere stabilita la presentazione di idonea garanzia fideiussoria. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

75 7575 Il provvedimento prima citato è stato emanato in data 21/12/2006 ed ha previsto lobbligo della garanzia in caso di inizio attività che ha per oggetto i beni elencati nel decreto 22/12/2005 emanato in attuazione dellartyicolo 60-bis del D.P.R. 633, e cioè:Il provvedimento prima citato è stato emanato in data 21/12/2006 ed ha previsto lobbligo della garanzia in caso di inizio attività che ha per oggetto i beni elencati nel decreto 22/12/2005 emanato in attuazione dellartyicolo 60-bis del D.P.R. 633, e cioè: - autoveicolo, motoveicoli; - autoveicolo, motoveicoli; - prodotti di telefonia e loro accessori; - prodotti di telefonia e loro accessori; - personal computer, componenti ed accessori; - personal computer, componenti ed accessori; - animali vivi della specie bovina, ovina e suina - animali vivi della specie bovina, ovina e suina e loro carni fresche. e loro carni fresche. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

76 7676 La garanzia, con un periodo di durata di tre anni, deve essere presentata a partire dalla dichiarazioni di inizio attività presentate a partire dal 1 novembre 2006 e deve garantire un importo costituito dal volume daffari del primo anno del triennio e, comunque, non inferiore a EuroLa garanzia, con un periodo di durata di tre anni, deve essere presentata a partire dalla dichiarazioni di inizio attività presentate a partire dal 1 novembre 2006 e deve garantire un importo costituito dal volume daffari del primo anno del triennio e, comunque, non inferiore a Euro Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

77 7777 E necessario far presente che gli acquisti intracomunitari di beni si considerano effettuati al momento:E necessario far presente che gli acquisti intracomunitari di beni si considerano effettuati al momento: -- della consegna nel territorio dello Stato: quando il trasporto viene effettuato dal cedente -- di arrivo nel luogo di destinazione: quando il trasporto è effettuato con mezzi del cessionario -- al ricevimento della fattura: se questo avviene prima della consegna della merce -- al pagamento (totale o parziale) della merce: se avviene prima della consegna della stessa Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

78 7878 Da tale momento decorrono i termini per tutti gli adempimenti tributari connessi alle operazioni intracomunitarie.Da tale momento decorrono i termini per tutti gli adempimenti tributari connessi alle operazioni intracomunitarie. Va ricordato che l'acquirente italiano non viene più in possesso di una bolletta doganale e che, pertanto, non avrà più modo di pagare l'IVA presso gli Uffici doganali di frontiera. Pertanto, dovrà compiere alcune particolari operazioni contabili volte a "documentare" l'operazione di acquisto ed a versare l'imposta.Va ricordato che l'acquirente italiano non viene più in possesso di una bolletta doganale e che, pertanto, non avrà più modo di pagare l'IVA presso gli Uffici doganali di frontiera. Pertanto, dovrà compiere alcune particolari operazioni contabili volte a "documentare" l'operazione di acquisto ed a versare l'imposta. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

79 7979 Tali adempimenti sono, in particolare, i seguenti:Tali adempimenti sono, in particolare, i seguenti: a) utilizzare l'originale fattura passiva emessa dal fornitore comunitario b) indicare il numero identificativo del cedente c) attribuire al documento una numero progressivo d) indicare il controvalore in lire italiane del corrispettivo fatturato e) indicare l'aliquota applicabile (secondo il tipo di operazione ed il bene ceduto) e l'imposta relativa Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

80 8080 f) annotare "separatamente" la fattura - integrata secondo le modalità ora descritte - sul registro delle fatture emesse (art.23 L.IVA), entro il mese di ricevimento ovvero anche successivamente L.IVA), entro il mese di ricevimento ovvero anche successivamente ma comunque entro 15 giorni da quando il soggetto ne viene in ma comunque entro 15 giorni da quando il soggetto ne viene in possesso. possesso. g) annotare "separatamente" la fattura - integrata secondo le modalità prima descritte - sul registro degli acquisti (art.25 L.IVA), modalità prima descritte - sul registro degli acquisti (art.25 L.IVA), entro lo stesso termine previsto per la registrazione ai sensi entro lo stesso termine previsto per la registrazione ai sensi dellart.23 e comunque non anteriormente al mese di annotazione dellart.23 e comunque non anteriormente al mese di annotazione sul registro delle fatture emesse. sul registro delle fatture emesse. h) tenere conto delle cennate annotazioni sui registri di cui agli h) tenere conto delle cennate annotazioni sui registri di cui agli artt.23 e 25 ai fini delle liquidazioni periodiche di cui agli articoli 27 e artt.23 e 25 ai fini delle liquidazioni periodiche di cui agli articoli 27 e 33 L.IVA. 33 L.IVA. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

81 8181 E' opportuno ricordare che se il cessionario o committente intracomunitario non riceve la fattura entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione, deve lui stesso emettere tale documento, entro il mese seguente, evidenziando il numero identificativo del fornitore o prestatore. Se riceve la fattura con un corrispettivo inferiore a quello reale, deve emettere una fattura integrativa entro il mese successivo alla registrazione della fattura originaria.E' opportuno ricordare che se il cessionario o committente intracomunitario non riceve la fattura entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione, deve lui stesso emettere tale documento, entro il mese seguente, evidenziando il numero identificativo del fornitore o prestatore. Se riceve la fattura con un corrispettivo inferiore a quello reale, deve emettere una fattura integrativa entro il mese successivo alla registrazione della fattura originaria. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

82 8282 I soggetti che effettuano cessioni intracomunitarie devono emettere la fattura di cui allart.21 del D.P.R. 633/72, evidenziando la norma di non imponibilità e indicando il numero identificativo del soggetto passivo comunitario destinatario del documento.I soggetti che effettuano cessioni intracomunitarie devono emettere la fattura di cui allart.21 del D.P.R. 633/72, evidenziando la norma di non imponibilità e indicando il numero identificativo del soggetto passivo comunitario destinatario del documento. (Le risoluzioni dellAgenzia delle entrate n. 345 del 28/11/2007 e n. 477 del 15/12/2008 chiariscono le modalità con le quali documentare luscita della merce fuori dal territorio nazionale, condizione per la non imponibilità allIVA delloperazione. Se il trasporto è franco destino serve il documento di trasporto, se è franco fabbrica è sufficiente qualunque documento idoneo a dimostrare loperazione). (Le risoluzioni dellAgenzia delle entrate n. 345 del 28/11/2007 e n. 477 del 15/12/2008 chiariscono le modalità con le quali documentare luscita della merce fuori dal territorio nazionale, condizione per la non imponibilità allIVA delloperazione. Se il trasporto è franco destino serve il documento di trasporto, se è franco fabbrica è sufficiente qualunque documento idoneo a dimostrare loperazione). In caso di triangolazione va riportata la designazione del soggetto dimposta chiamato a pagare limposta. In caso di triangolazione va riportata la designazione del soggetto dimposta chiamato a pagare limposta. In caso di cessione di mezzi di trasporto nuovi, è necessario pure lindicazione dei dati identificativi degli stessi. In caso di cessione di mezzi di trasporto nuovi, è necessario pure lindicazione dei dati identificativi degli stessi. Se la cessione di mezzi di trasporto nuovi viene effettuata da un privato, tiene luogo della fattura latto di trasferimento o un documento equipollente. Se la cessione di mezzi di trasporto nuovi viene effettuata da un privato, tiene luogo della fattura latto di trasferimento o un documento equipollente. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

83 83 I DEPOSITI IVA Con lart.50 bis del D.L. 331/93 sono stati istituiti i Depositi IVA, ossia appositi spazi, gestiti da soggetti autorizzati, destinati alla custodia di beni nazionali e comunitari che non siano destinati alla vendita al minuto nei locali dei depositi. La loro funzione principale è quella di agevolare gli scambi, attraverso lintroduzione di beni acquisiti in Italia o in altro paese della UE, o anche in altro paese extra comunitario ma a condizione che siano stati pagati i dazi doganali e siano quindi in libera pratica, rinviando il pagamento dellIVA al momento in cui avviene limmissione al consumo da parte dellacquirente finale. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

84 I beni introdotti nel deposito IVA, infatti, senza scontare limposta, possono essere: A) ceduti ad altri soggetti nazionali o comunitari, ed anche ad altri soggetti extra comunitari ma a condizione che questi ultimi siano identificati in Italia; B) Assoggettati a prestazioni di manipolazione o perfezionamento (nei locali dello stesso deposito o in locali limitrofi; C) Essere trasferiti in altri depositi IVA. 84Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

85 Il D.M. 20/10/1997 n. 419 ha specificato le modalità dellautorizzazione (di competenza della Direzione Regionale dellAgenzia delle Entrate), nonché la documentazione necessaria per la gestione e per documentare lintroduzione e lestrazione dei beni dal deposito IVA (documenti amministrativi, commerciali e di trasporto e registro delle movimentazioni tenuto a norma dellart.39 del D.P.R. 633/72). 85Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

86 86 Lintroduzione dei beni nel deposito IVA, quindi, comporta sostanzialmente un regime di sospensione dellimposta, che perdura fino a quando gli stessi beni non ricevono la destinazione definitiva. Se il bene, dopo lestrazione, resta in Italia, colui che lo estrae paga lIVA emettendo unautofattura a norma del 3^ comma dellart.17 del D..R. 633 o integrando la fattura del cedente comunitario(con doppia annotazione tra le fatture emesse e gli acquisti). La base imponibile è pari al corrispettivo o al valore relativo alloperazione non assoggetta ad imposta per effetto dellintroduzione, eventualmente aumentato degli imoporti relativi alle prestazioni ricevute nel deposito. Se, invece, il bene, dopo lestrazione, viene inviato al di fuori dellItalia, colui che lo estrae emette una fattura non imponibile a norma dellart.40 e dellart. 50 bis del D.L. 331/93, se destinato ad un cessionario della UE, ed a norma dellart. 8 del D.P.R. 633/72, se destinato ad un cessionario extra comunitario (esportazione) Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

87 8787 MODELLI INTRASTATMODELLI INTRASTAT Periodicità presentazione (agli uffici doganali competenti) dei modelli INTRASTAT (D.P.R. 7/1/99 n.10, Legge Finanziaria 2007, D.Leg.vo 18 dell11/2/2010 E D.M. 22/2/2010) Periodicità presentazione (agli uffici doganali competenti) dei modelli INTRASTAT (D.P.R. 7/1/99 n.10, Legge Finanziaria 2007, D.Leg.vo 18 dell11/2/2010 E D.M. 22/2/2010) INTRA 1 - cessioni: MENSILE (entro il 25 del mese successivo) se lammontare delle cessioni, distintamente per categoria (beni o servizi) nel trimestre di riferimento e/o nei quattro precedenti, è superiore a Euro, TRIMESTRALE (entro il 25 mese successivo a ciascun trimestre) se inferiore a tale limite. INTRA 1 - cessioni: MENSILE (entro il 25 del mese successivo) se lammontare delle cessioni, distintamente per categoria (beni o servizi) nel trimestre di riferimento e/o nei quattro precedenti, è superiore a Euro, TRIMESTRALE (entro il 25 mese successivo a ciascun trimestre) se inferiore a tale limite. Superando la soglia di Euro, si transita immediatamente nel mensile, presentando, alle rispettive scadenze, oltre allelenco mensile, anche quello trimestrale con indicazione, nel frontespizio, dei mesi (uno o due) ai quali si riferisce. Superando la soglia di Euro, si transita immediatamente nel mensile, presentando, alle rispettive scadenze, oltre allelenco mensile, anche quello trimestrale con indicazione, nel frontespizio, dei mesi (uno o due) ai quali si riferisce. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

88 8888 INTRA 2 – acquisti: INTRA 2 – acquisti: Identica periodicità dei Modelli INTRA 1 Identica periodicità dei Modelli INTRA Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

89 89 MODALITA DI PRESENTAZIONE MODALITA DI PRESENTAZIONE Lunico sistema di trasmissione consentita, a partire dal 1/1/2010, è quello telematico. La presentazione può avvenire tramite il Servizio telematico Doganale EDI, oppure (dal 10/5/2010) tramite i servizi Entratel o Fisconline dellAgenzia delle Entrate

90 Si ricorda che dal 1/1/2010 (ossia con riguardo alle operazioni poste in essere da tale data), i Modelli INTRASTAT devono contenere anche le prestazioni di servizi (compresi i trasporti) rese tra soggetti dimposta intracomunitari (non è più opportuno parlare di prestazioni intracomunitarie che, in base al novellato art.7 ter, seguono la regola generale della territorialità). A tale scopo vanno utilizzati nuovi ed appositi modelli INTRASTAT SERVIZI 90Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

91 9191 I modelli INTRASTAT ( INTRA1 e INTRA 2) si compongono:I modelli INTRASTAT ( INTRA1 e INTRA 2) si compongono: Frontespizio (base) contenente i dati del soggetto, i dati riepilogativi dellelenco e la sua periodicità. Frontespizio (base) contenente i dati del soggetto, i dati riepilogativi dellelenco e la sua periodicità. contenente le cessioni di beni registrate o ricevute nel periodo Sezione 1(bis) contenente le cessioni di beni registrate o ricevute nel periodo Sezione 2 (ter) contenente le eventuali variazioni rettificative dei modelli INTRA cessioni o acquisti precedentemente presentati Sezione 2 (ter) contenente le eventuali variazioni rettificative dei modelli INTRA cessioni o acquisti precedentemente presentati Sezione 3 (quater) contenente i servizi registrati o ricevuti nel periodo Sezione 3 (quater) contenente i servizi registrati o ricevuti nel periodo Sezione 4 (quinquies) conenente le eventuali variazioni rettificative dei modelli INTRA servizi precedentemente presentati Sezione 4 (quinquies) conenente le eventuali variazioni rettificative dei modelli INTRA servizi precedentemente presentati Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

92 9292 INTRASTAT - L'inizio degli scambi intracomunitari e determinazione della periodicità I soggetti che non hanno mai effettuato scambi intracomunitari ed effettuano per la prima volta nell'anno in corso cessioni oppure acquisti intracomunitari, devono determinare la periodicità di presentazione dei riepiloghi Intrastat in base alle operazioni che presumono di realizzare nell'anno in corso. I soggetti che non hanno mai effettuato scambi intracomunitari ed effettuano per la prima volta nell'anno in corso cessioni oppure acquisti intracomunitari, devono determinare la periodicità di presentazione dei riepiloghi Intrastat in base alle operazioni che presumono di realizzare nell'anno in corso. Allinizio del 2010, visto che nel 2009 i servizi non andavano inclusi negli elenchi, si doveva tenere conto anche dellammontare presuntivo delle prestazioni al fine di stabilire la periodicità degli elenchi. Allinizio del 2010, visto che nel 2009 i servizi non andavano inclusi negli elenchi, si doveva tenere conto anche dellammontare presuntivo delle prestazioni al fine di stabilire la periodicità degli elenchi. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

93 9393 INTRASTAT - La presentazione anticipata I soggetti che sono tenuti alla presentazione dei modelli INTRASTAT con periodicità trimestrale, possono presentarli con periodicità mensile.INTRASTAT - La presentazione anticipata I soggetti che sono tenuti alla presentazione dei modelli INTRASTAT con periodicità trimestrale, possono presentarli con periodicità mensile. Ove anticipata, la periodicità va rispettata per l'intero anno. Gli operatori che anticipano la periodicità non sono tenuti a riportare negli elenchi mensili le operazioni ai soli fini statistici. Gli operatori che anticipano la periodicità non sono tenuti a riportare negli elenchi mensili le operazioni ai soli fini statistici. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

94 9494 Le operazioni soggette all'obbligo dei riepiloghi Intrastat Le operazioni che devono essere riepilogate nei riepiloghi Intrastat sono le seguenti:Le operazioni soggette all'obbligo dei riepiloghi Intrastat Le operazioni che devono essere riepilogate nei riepiloghi Intrastat sono le seguenti: A) gli acquisti di beni ai sensi dell'art. 38, comma 2 e l'introduzione di beni nello Stato ai sensi dell'art. 38, comma 5, lett. b), L.427/93; A) gli acquisti di beni ai sensi dell'art. 38, comma 2 e l'introduzione di beni nello Stato ai sensi dell'art. 38, comma 5, lett. b), L.427/93; B) le cessioni di beni ai sensi dell'art. 41, 1º comma, lettere a) e c), L. 427/93; B) le cessioni di beni ai sensi dell'art. 41, 1º comma, lettere a) e c), L. 427/93; C) i movimenti di merce in ambito comunitario a titolo diverso dall'acquisto e dalla vendita (es. merci in c/lavorazione). C) i movimenti di merce in ambito comunitario a titolo diverso dall'acquisto e dalla vendita (es. merci in c/lavorazione). D) Le prestazioni di servizi intracomunitarie D) Le prestazioni di servizi intracomunitarie Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

95 9595 Le operazioni escluse dai riepiloghi Intrastat (Regolamento Cee nº 1982 del 18 novembre 2004) Le operazioni escluse dai riepiloghi Intrastat (Regolamento Cee nº 1982 del 18 novembre 2004) a) Strumenti di pagamento aventi corso legale e valori; b) Oro detto monetario; c) Soccorso d'urgenza in regioni sinistrate; d) Merci che beneficiano dell'immunità diplomatica, consolare e simile. e) Merci destinate ad un uso temporaneo (non superiore a 24 mesi) f) Beni che veicolano informazioni, quali dischetti, nastri informatici, pellicole, disegni, cassette studio e video, CD-ROM con programmi informatici, se sono concepiti su richiesta di un cliente particolare o non sono oggetto di transazioni commerciali, nonché beni forniti a complemento di una precedente fornitura, per esempio ai fini di aggiornamento, che non sono oggetto di fatturazione per il destinatario. g) materiale pubblicitario e campioni commerciali. h) Beni destinati ad essere riparati e in seguito alla riparazione, nonché i pezzi di ricambio associati. Merci spedite alle forze armate nazionali stazionate al di fuori del territorio statistico e merci provenienti da un altro Stato membro che hanno accompagnato le forze armate nazionali al di fuori del territorio statistico, nonché merci acquistate o cedute nel territorio statistico di uno Stato membro dalle forze armate di un altro Stato membro che vi stazionano. i) Mezzi di lancio di veicoli spaziali, alla spedizione e all'arrivo, in vista del lancio nello spazio e durante il lancio. l) Vendite di nuovi mezzi di trasporto da parte di persone fisiche o giuridiche soggette all'IVA a cittadini privati di altri Stati membri. m) Altre esclusioni (Circolare Ministero delle Finanze nº 13 del ) cessioni omaggio, sostituzione di beni in garanzia,beni in c/lavorazione gratuita,beni inviati per tentata vendita. cessioni omaggio, sostituzione di beni in garanzia,beni in c/lavorazione gratuita,beni inviati per tentata vendita. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

96 9696 Sanzioni applicabili in materia di INTRASTATSanzioni applicabili in materia di INTRASTAT L'art. 11, comma 4, del D.Lgs. n. 471/1997 dispone che l'omessa presentazione degli elenchi INTRASTAT o la loro incompleta, inesatta o irregolare compilazione sono punite con la sanzione da 516,46 a 1.032,91 per ciascuno di essi, ridotta a metà nel caso di presentazione nel termine di trenta giorni dalla richiesta inviata dagli uffici abilitati a riceverli o incaricati del loro controllo. La sanzione non si applica se i dati mancanti o inesatti vengono integrati o corretti anche a seguito di richiesta. L'art. 11, comma 4, del D.Lgs. n. 471/1997 dispone che l'omessa presentazione degli elenchi INTRASTAT o la loro incompleta, inesatta o irregolare compilazione sono punite con la sanzione da 516,46 a 1.032,91 per ciascuno di essi, ridotta a metà nel caso di presentazione nel termine di trenta giorni dalla richiesta inviata dagli uffici abilitati a riceverli o incaricati del loro controllo. La sanzione non si applica se i dati mancanti o inesatti vengono integrati o corretti anche a seguito di richiesta. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

97 9797 E-COMMERCE E-COMMERCE Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

98 9898 Il Decreto Legislativo 1/8/2003 n.273 ha dato attuazione alla direttiva comunitaria n.2002/38, introducendo una nuova disciplina IVA per i servizi di radiodiffusione, televisione nonché per alcuni servizi prestati tramite mezzi elettronici (on-line o via internet).Il Decreto Legislativo 1/8/2003 n.273 ha dato attuazione alla direttiva comunitaria n.2002/38, introducendo una nuova disciplina IVA per i servizi di radiodiffusione, televisione nonché per alcuni servizi prestati tramite mezzi elettronici (on-line o via internet). Tale disciplina ha per ora carattere provvisorio. Dopo più di quattro anni, infatti, ossia dopo il 30 giugno del 2006, la normativa dovrebbe essere rivista.Tale disciplina ha per ora carattere provvisorio. Dopo più di quattro anni, infatti, ossia dopo il 30 giugno del 2006, la normativa dovrebbe essere rivista. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

99 9999 Va ricordato, intanto, che la normativa comunitaria (allegato L della Direttiva) considera servizi resi tramite mezzi elettronici:Va ricordato, intanto, che la normativa comunitaria (allegato L della Direttiva) considera servizi resi tramite mezzi elettronici: a) la fornitura di siti Web; b) la fornitura di software; c) la fornitura di immagini, testi e informazioni; d) la fornitura di musica, film, giochi, programmi culturali, artistici, politici, sportivi, scientifici e di intrattenimento; e) la fornitura di prestazioni di insegnamento a distanza. a) la fornitura di siti Web; b) la fornitura di software; c) la fornitura di immagini, testi e informazioni; d) la fornitura di musica, film, giochi, programmi culturali, artistici, politici, sportivi, scientifici e di intrattenimento; e) la fornitura di prestazioni di insegnamento a distanza. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

100 Va ricordato, altresì, che per i servizi informatici, il luogo di utilizzo corrisponde a quello in cui viene scaricato il file.Va ricordato, altresì, che per i servizi informatici, il luogo di utilizzo corrisponde a quello in cui viene scaricato il file. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

101 La direttiva comunitaria mirava ad evitare effetti distorsivi conseguenti ai diversi trattamenti che prima avevano i servizi in parola a seconda che gli stessi venivano resi da soggetti extra-UE (senza IVA) o da soggetti UE (con IVA), visto che per luogo di effettuazione delloperazione doveva intendersi il luogo della sede del fornitore.La direttiva comunitaria mirava ad evitare effetti distorsivi conseguenti ai diversi trattamenti che prima avevano i servizi in parola a seconda che gli stessi venivano resi da soggetti extra-UE (senza IVA) o da soggetti UE (con IVA), visto che per luogo di effettuazione delloperazione doveva intendersi il luogo della sede del fornitore. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

102 Così, il D.Leg/vo 273/03 ha modificato il concetto di territorialità delle prestazioni di radiodiffusione, di quelle televisive e di quelle rese con mezzi elettronici,Così, il D.Leg/vo 273/03 ha modificato il concetto di territorialità delle prestazioni di radiodiffusione, di quelle televisive e di quelle rese con mezzi elettronici, in linea generale, spostando il luogo di tassazione dal luogo di residenza del fornitore a quello del cliente. in linea generale, spostando il luogo di tassazione dal luogo di residenza del fornitore a quello del cliente. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

103 Quando le operazioni sono considerate effettuate in Italia, lobbligo di applicare lIVA, evidentemente se esistono anche gli altri presupposti oggettivo e soggettivo, è posto a carico di colui il quale pone i essere loperazione.Quando le operazioni sono considerate effettuate in Italia, lobbligo di applicare lIVA, evidentemente se esistono anche gli altri presupposti oggettivo e soggettivo, è posto a carico di colui il quale pone i essere loperazione. Nel caso di prestazioni di servizi, tuttavia, talvolta lobbligo viene spostato e posto a carico del committente con il sistema del reverse charghe, oppure a carico delloperatore non residente e senza stabile organizzazione in Italia, attraverso listituto della identificazione ovvero, come si vedrà, in alcuni casi con un sistema particolarissimo e semplificato previsto dallart.74-quinquies. Nel caso di prestazioni di servizi, tuttavia, talvolta lobbligo viene spostato e posto a carico del committente con il sistema del reverse charghe, oppure a carico delloperatore non residente e senza stabile organizzazione in Italia, attraverso listituto della identificazione ovvero, come si vedrà, in alcuni casi con un sistema particolarissimo e semplificato previsto dallart.74-quinquies. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

104 In materia di IVA, come già detto, la territorialità è prevista dagli artt.7 e seguenti del D.P.R. 26/10/1972 n.633.In materia di IVA, come già detto, la territorialità è prevista dagli artt.7 e seguenti del D.P.R. 26/10/1972 n.633. In generale, come sappiamo, le cessioni si considerano effettuate in Italia quando il bene ceduto si trova nel territorio nazionale. In generale, come sappiamo, le cessioni si considerano effettuate in Italia quando il bene ceduto si trova nel territorio nazionale. Le prestazioni, invece, si considerano effettuate in Italia quando sono rese nei confronti di un soggetto privato, mentre si considerano effettuate nello Stato (anche comunitario) del committente quando questultimo è un soggetto passivo dimposta stabilito nellaltro Stato. Le prestazioni, invece, si considerano effettuate in Italia quando sono rese nei confronti di un soggetto privato, mentre si considerano effettuate nello Stato (anche comunitario) del committente quando questultimo è un soggetto passivo dimposta stabilito nellaltro Stato. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

105 Sappiamo pure che questa regola di carattere generale subisce numerosissime deroghe, tutte espressamente previste dai (nuovi) articoli da 7 quater a 7 septies e, più in particolare in materia di servizi con mezzi elettronici e servizi di televisione e radiodiffusione, dagli artt. 7 sexies e 7 septies.Sappiamo pure che questa regola di carattere generale subisce numerosissime deroghe, tutte espressamente previste dai (nuovi) articoli da 7 quater a 7 septies e, più in particolare in materia di servizi con mezzi elettronici e servizi di televisione e radiodiffusione, dagli artt. 7 sexies e 7 septies. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

106 Art. 7 sexies SI CONSIDERANOFATTE NELLO STATO Lett. f) Servizi con mezzi elettronici a privati domiciliati nello Stato da soggetti extra UE ( con la nomina del rappresentante fiscale oppure con lapplicazione dellart.74 quinquies del DPR 633/72) (evidentemente, se il servizio è reso da un soggetto UE ad un privato, si applica la regola generale ce vede limposta dovuta dal prestatore) 106Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

107 Lett.g) (SI CONSIDERANO FATTE NELLO STATO) Telecomunicazioni e radiodiffusione da soggetti extra UE a privati da Italiani a soggetti UE con utilizzo in UE a privati (in questultimo caso, evidentemente, se lutilizzo è fuori UE manca la territorialità nello Stato) 107Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

108 Art. 7 septies NON SI CONSIDERANO FATTE NELLO STATO Lett. i) Servizi con mezzi elettronici a privati extra comunitari 108Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

109 Lett. j) Telecomunicazioni e radiodiffusioni a privati extra comunitari 109Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

110 Nel caso in cui le prestazioni di servizi rese tramite mezzi elettronici vengono effettuate a privati residenti nello Stato da soggetti extra UE, si considerano effettuate in Italia e sono soggette ad IVA applicando le disposizioni previste dallart.74- qinquies del D.P.R Nel caso in cui le prestazioni di servizi rese tramite mezzi elettronici vengono effettuate a privati residenti nello Stato da soggetti extra UE, si considerano effettuate in Italia e sono soggette ad IVA applicando le disposizioni previste dallart.74- qinquies del D.P.R Invece, le prestazioni di telecomunicazione e radiodiffusione effettuate da soggetti passivi dimposta, UE o extra UE, nei confronti di privati, devono essere assoggettate ad imposta attraverso la nomina del rappresentante fiscale o lidentificazione diretta. Invece, le prestazioni di telecomunicazione e radiodiffusione effettuate da soggetti passivi dimposta, UE o extra UE, nei confronti di privati, devono essere assoggettate ad imposta attraverso la nomina del rappresentante fiscale o lidentificazione diretta. ( Evidentemente, quando i servizi in parola sono resi da soggetti extra comunitari nei confronti di soggetti passivi dimposta, sono questi ultimi che devono provvedere ad applicare lIVA ai sensi dellart.17 – 3^ comma, ossia con il sistema del reverse charge che, come si è già visto, rappresenta la regola generale obbligatoria di applicazione dellIVA da parte del committente o cessionario). ( Evidentemente, quando i servizi in parola sono resi da soggetti extra comunitari nei confronti di soggetti passivi dimposta, sono questi ultimi che devono provvedere ad applicare lIVA ai sensi dellart.17 – 3^ comma, ossia con il sistema del reverse charge che, come si è già visto, rappresenta la regola generale obbligatoria di applicazione dellIVA da parte del committente o cessionario). Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

111 Come già detto, i soggetti extra comunitari che effettuano servizi tramite mezzi elettronici, soggetti ad IVA in Italia perchè resi nei confronti di privati consumatori italiani, possono applicare limposta attraverso i sistemi previsti dallart.17 (identificazione o nomina rappresentante), ovvero optare per un sistema semplificato previsto dallart.74-quinquies, che pone a carico dello stesso soggetto extra comunitario i seguenti adempimenti:Come già detto, i soggetti extra comunitari che effettuano servizi tramite mezzi elettronici, soggetti ad IVA in Italia perchè resi nei confronti di privati consumatori italiani, possono applicare limposta attraverso i sistemi previsti dallart.17 (identificazione o nomina rappresentante), ovvero optare per un sistema semplificato previsto dallart.74-quinquies, che pone a carico dello stesso soggetto extra comunitario i seguenti adempimenti: Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

112 ) dichiarazione di identificazione in uno Stato UE (da farsi in via telematica), che consente allamministrazione Finanziaria di attribuire un numero di identificazione e di comunicare il conto bancario su cui effettuare i versamenti dellimposta;1) dichiarazione di identificazione in uno Stato UE (da farsi in via telematica), che consente allamministrazione Finanziaria di attribuire un numero di identificazione e di comunicare il conto bancario su cui effettuare i versamenti dellimposta; 2) la tenuta di una adeguata documentazione relativa alle operazioni effettuate2) la tenuta di una adeguata documentazione relativa alle operazioni effettuate Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

113 ) Applicazione dellIVA con le aliquote proprie degli Stati in cui le operazioni sono effettuate;3) Applicazione dellIVA con le aliquote proprie degli Stati in cui le operazioni sono effettuate; 4) Presentazione di una dichiarazione trimestrale (entro il giorno 20 del mese successivo al trimestre), contenente, il numero di identificazione, lammontare delle operazioni effettuate distintamente pe Stato UE, le aliquote applicare, lIVA spettante a ciascuno Stato membro;4) Presentazione di una dichiarazione trimestrale (entro il giorno 20 del mese successivo al trimestre), contenente, il numero di identificazione, lammontare delle operazioni effettuate distintamente pe Stato UE, le aliquote applicare, lIVA spettante a ciascuno Stato membro; 5) Contestuale versamento dellimposta sul conto corrente comunicato dallufficio.5) Contestuale versamento dellimposta sul conto corrente comunicato dallufficio. Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

114 In definitiva, quindi: SERVIZI CON MEZZI ELETTRONICI DA A Luogo della Territorialità - Italiano soggetto passivo Soggetto passivo UE Altro Stato UE (regola generale) - Italiano sogg.pass. Privato UE Italia (regola generale) - Italiano sogg.pass. Soggetto Extra UE NO territorialità Italiana (art.7 septies lett.i) - Soggetto passivo UE Italiano privato Altro Stato UE (del prestatore- regola generale) - Soggetto passivo UE Italiano soggetto passivo Italia (del committente - regola generale) - Soggetto passivo extra UE Italiano soggetto passivo NO territorialità Italiana - Soggetto passivo extra UE Italiano privato Italia (art.7 sexies lett.f) 114Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

115 TELECOMUNICAZIONE E RADIODIFFUSIONE DA A Luogo della Territorialità - Italiano soggetto passivo Soggetto passivo UE Italia (art.7 sexies) con utilizzo in UE -Italiano soggetto passivo Soggetto passivo UE Altro Stato UE con utilizzo fuori UE (regola generale) -Italiano sogg.pass. Privato UE Italia (reg.gen.) -Italiano sogg.pass. Soggetto Extra UE NO territorialità Italiana (art.7 septies lett.i) -Soggetto passivo UE Italiano privato Altro Stato UE (del prestatore- regola generale) -Soggetto passivo UE Italiano soggetto passivo Italia (del committente – regola generale) -Soggetto passivo extra UE Italiano soggetto passivo NO territorialità Italiana - Soggetto passivo extra UE Italiano privato Italia (art.7 sexies lett.g) 115Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri

116 LAgenzia delle Entrate ha predisposto un apposito sito informatico on E- service) per la gestione del regime speciale, evidentemente rivolto agli operatori commerciali non UE che offrono servizi tramite mezzi elettronici a clienti privati residenti nellUE.LAgenzia delle Entrate ha predisposto un apposito sito informatico on E- service) per la gestione del regime speciale, evidentemente rivolto agli operatori commerciali non UE che offrono servizi tramite mezzi elettronici a clienti privati residenti nellUE. Il sito permette a questi soggetti la loro registrazione (se lItalia è il paese scelto per lidentificazione) e lacquisizione del numero identificativo Il sito permette a questi soggetti la loro registrazione (se lItalia è il paese scelto per lidentificazione) e lacquisizione del numero identificativo Territorialità IVA ed Operazioni Intracomunitarie - Dr.S.Forastieri


Scaricare ppt "11 Nuova TERRITORIALITA IVA Nuova TERRITORIALITA IVA OPERAZIONI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE INTRACOMUNITARIE E-Commerce E-Commerce * Dott.S.Forastieri."

Presentazioni simili


Annunci Google