La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Jessica Garetti. Il romanzo è una cronaca della guerra, un libro sugli orrori della guerra …. così presentò Moravia il suo libro alleditore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Jessica Garetti. Il romanzo è una cronaca della guerra, un libro sugli orrori della guerra …. così presentò Moravia il suo libro alleditore."— Transcript della presentazione:

1 A cura di Jessica Garetti

2 Il romanzo è una cronaca della guerra, un libro sugli orrori della guerra …. così presentò Moravia il suo libro alleditore

3 Alberto Moravia (per lanagrafe Alberto Pincherle) nasce a Roma nel 1907 da unagiata famiglia borghese. A 9 anni, si ammala di tubercolosi ossea per cui è costretto ad interrompere gli studi dedicandosi alla lettura. Nel 1925 (primo romanzo), Gli indifferenti che riscuote grande successo, grazie al quale si inserisce nellambiente letterario e giornalistico. In contrasto col regime fascista, intraprende diversi viaggi: a Londra e Parigi

4 Nel 1940 sposa Elsa Morante vivendo con lei a Capri, qui scriverà Agostino. Entrambi di origine ebrea, causa le persecuzioni naziste ( ), sono costretti alla fuga (si rifugiano a Fondi, in Ciociaria). Da questa esperienza nascerà poi La Ciociara. finita la guerra, torna a Roma e riprende la sua attività letteraria e giornalistica. Nel 1952 le sue opere vengono messe allindice dal Sant Uffizio. Nel 1962 separatosi da Elsa Morante si unisce a Dacia Maraini con la quale fonda una compagnia Teatrale. Nel 1986 si sposa con Carmen Llera, una scrittrice di 45 anni più giovane. Muore improvvisamente a Roma nel 1990.

5 Considerato uno dei più importanti autori di romanzi Italiani del XX secolo, tradotti in tutto il mondo, ha avuto molta influenza sulla narrativa contemporanea. Le sue opere rivelano un realismo amaro e crudo e la volontà di mettere in luce gli aspetti più segreti della società, attraverso i seguenti temi: Stile: semplice e rigido, con lutilizzo di termini comuni e popolari. Sessualità: nella maggior parte delle sue opere Alienazione sociale: La ciociara Esistenzialismo: Gli indifferenti e La noia

6 Nella Ciociara oltre alla tragedia della guerra, raccontata non da coloro che la combattono ma da chi la vive sulla propria pelle, viene narrata anche la storia di una violenza che stravolge la vita di due donne. Sono i due temi principali. La guerra = porta all0alienazione sociale La sessualità = stupro

7 Vengono considerati due atti di violenza: collettivo (LA GUERRA): non esistono più regole, a causa dellassenza di autorità che possano farle rispettare. Ogni persona, anche la più buona diventa egoista e senza scrupoli pur di sopravvivere. La gente ruba o approfitta degli altri per bisogno o per fame. Come dice Concetta : Si sa però, la guerra è guerra… con la guerra si sa, tutto è cambiato… te ne devi convincere. la donna vuole convincere Cesira che ciò che fanno i suoi figli e Clorindo (derubare le case disabitate dei loro concittadini) siano cose normali e lecite.

8 individuale (LO STRUPRO): Ne abbiamo un esempio con lo stupro di Rosetta che è violentata non dagli occupanti o dai fascisti, bensì dai liberatori. Lo stupro subito trasforma Rosetta in unaltra persona completamente diversa dalla figura angelica iniziale; non affronta largomento con la madre, concedendosi da quel momento a qualsiasi uomo.

9 Nel 1947, lo scrittore attraverso le stesura del libro, utilizzando la figura di Cesira, vuole raccontare la propria esperienza vissuta, nei nove mesi trascorsi insieme a Elsa Morante nell'entroterra di Fondi, dove avevano trovato riparo, insieme ad altri, fuggiaschi, dalle persecuzioni naziste. Utilizza una donna del popolo a narrare la sua storia, usando un linguaggio conforme alla sua classe sociale ed assai pertinente al livello dell esperienza vissuta dallautore. Viene interrotto dopo 80 pagine e ripreso dieci anni più tardi (1957) perché secondo lautore tali avvenimenti erano troppo vicini ai fatti appena vissuti per essere narrati.

10 La vicenda si svolge durante la 2^ guerra mondiale (negli anni ) quando gli alleati si preparavano a sbarcare in Sicilia al fine di liberare lItalia, costringendo i tedeschi al ritiro. La storia si svolge: In un piccolo paesino della periferia: FONDI Sulle montagne circostanti (S. EUFEMIA) a Roma

11 I protagonisti di questa vicenda appartengono alla classe sociale più umile. La maggior parte di loro sono negozianti sfollati e contadini analfabeti che non si rendono conto di ciò che sta succedendo a causa della guerra,rifugiatisi sulle montagne. Vivono ammassati in capanne, buie e puzzolenti, o in tuguri, in pessime condizioni igieniche.

12 CESIRA: Protagonista principale e narratrice interna. È una donna coraggiosa, forte, che non si lascia abbattere dalle difficoltà; sempre pronta a difendere la figlia Rosetta. È una contadine originaria della Ciociaria, sposa giovanissima una negoziante più vecchio di lei, andando a vivere a Roma. È una donna fedele e onesta, pur avendo molti corteggiatori data la sua bellezza. Sofia Loren

13 ROSETTA: figlia di Cesira, è una tredicenne inesperta del mondo e ingenua, protetta dalla madre ed allevata nellonestà e nellinnocenza, fedele cristiana,che considera la religione una delle cose più importanti della vita. Ha un ruolo secondario fino a quando non subirà la violenza a causa della quale muterà il suo atteggiamento.

14 MICHELE: giovane conosciuto sulle montagne, laureato in lettere, anti fascista, convinto delle sue idee, trascorre le proprie giornate in compagnia delle due donne. Viene catturato dai tedeschi e costretto a mostrare loro un sentiero per portarli al sicuro, in seguito verrà ucciso da questi ultimi. Lautore riprende anche qui, come nel romanzo GLI INDIFFERENTI, la figura di Michele. Nella CIOCIARA, egli è lEROE POSITIVO, lopposto del Michele presente negli indifferenti. Rappresenta il superamento dellindifferenza, diventando più maturo e consapevole, disposto a morire per lideale in cui crede. Jean Paul Belmondo

15 CONCETTA: ospita per due volte Cesira, è una donna che pensa solo a se stessa ed ai propri interessi. FILIPPO: padre di Michele, fratello di Tommasino, ha idee contrastanti col figlio e da lui disprezzato. Egli da ospitalità alle due protagoniste. ROSARIO: uno dei figli di Concetta, riconduce le due donne a Roma. Durante il viaggio, assalito da dei malviventi, viene ucciso. Cesira lo deruberà del denaro. CLORINDO : socio in affari con i figli di Concetta; riporta le due donne fuggite, dalla montagna, a Fondi (nuovamente nella casa di Concetta). Diventerà lamante di Rosetta, pur avendo già una famiglia. TOMMASINO: un conoscente, anchegli negoziante, aiuta le due donne a rifugiarsi a Santa Eufemia. Morirà di paura dopo essere stato vittima di un bombardamento.

16 Cesira è una contadina della Ciociaria (zona tra Lazio e Campania) la quale, dopo aver sposato un negoziante, si trasferisce a Roma. Rimasta vedova continua lattività del marito allevando con amore la figlia Rosetta. Scoppiata la guerra, diventando la vita pericolosa causa i continui bombardamenti e la scarsità dei viveri, dopo aver lascito in consegna il negozio a Giovanni (un amico del marito) decide di allontanarsi da Roma per trasferirsi a Fondi, suo paese natale.

17

18 Dopo un lungo viaggio in treno, arrivate al paese, trovandolo disabitato decidono di chiedere ospitalità. Le due donne no restano li per molto perché si accorgono che la famiglia che ci vive (Concetta, il marito E i due figli disertori) non è per niente onesta. Riprendono il viaggio trovando rifugio sulle montagne di Santa Eufemia, con altri rifugiati, rimanendoci per circa nove mesi. Qui conoscono Michele, con il quale Instaurano un buon rapporto, trascorrendo le giornate in sua compagnia. Verrà poi portato via dai tedeschi ed inseguito ucciso.

19 Quando ormai la guerra volge al termine, decidono di lasciare questo luogo fermandosi durante il tragitto in una chiesa bombardata dove vengono assalite da un gruppo di soldati marocchini alleati, che le violentano. Questo fatto cambierà la vita di Rosetta.

20 Un paio di giorni dopo le due donne chiedono un passaggio a un camionista di nome Clorindo, facendosi accompagnare a Fondi, ma trovando il paese disabitato, le conduce da alcuni suoi conoscenti che si riveleranno essere Concetta e la sua famiglia, la quale le rivelerà lavvenuta morte di Michele per mano dei tedeschi. Rosetta non riuscendo a reagire a tale situazione inizia a frequentare Clorindo, rimanendo fuori con lui tutte le notti, prostituendosi senza che la madre possa fare nulla per impedirglielo. Finita la guerra, durante il viaggio di ritorno verso Roma, accompagnate da Rosario, figlio di Concetta, questi viene ucciso da dei malviventi e Cesira non esita a rubargli il denaro che aveva con sé, prima di chiedere aiuto per raggiungere Roma.

21 La violenza sulle donne è uno degli argomenti di cui si parla maggiormente in questo periodo: quasi quotidianamente tale fenomeno apre i titoli di giornali e telegiornali. Una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è vittima di violenze. Le reazioni ad un evento del genere possono essere diverse. Nei primi giorni successivi al trauma subito, si può vivere un senso di confusione mentale, per lungo tempo può manifestarsi una sensazione di terrore che impedisce alle vittime di uscire di casa e di fidarsi degli altri, il tutto accompagnato da disturbi del sonno e dellalimentazione Lidea di suicidarsi è frequente in queste donne: gli studi dimostrano che almeno un terzo pensa al suicidio, mentre il 17% tentano di togliersi la vita. Alcune donne accusano se stesse per quello che è successo o se ne vergognano. Nella quasi totalità dei casi le violenze non sono denunciate

22 Nel 1960, il regista Vittorio de Sica, diresse il film La ciociaratratto dal romanzo,interpretato da Sophia Loren, la quale vinse molti premi italiani e internazionali ( tra cui il primo Oscar). Entrambe le opere trasmettono, attraverso il personaggio di Cesira, il dramma dello stupro vissuto nel doppio ruolo di donna e madre. Lunica differenza sta nella figura di Michele che nel film è innamorato di Cesira mentre nel libro il giovane si dimostra molto distaccato dallamore.

23 Jessica Garetti IVB Anno scolastico 2012/2013


Scaricare ppt "A cura di Jessica Garetti. Il romanzo è una cronaca della guerra, un libro sugli orrori della guerra …. così presentò Moravia il suo libro alleditore."

Presentazioni simili


Annunci Google